Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Non ci sono ragioni perché il disegnare, il
dipingere, il plasmare (e molte altre forme
espressive) non debbano essere app...
Scuola Statale dell’Infanzia
“L’albero delle farfalle”
Montecavolo di Quattro Castella (RE)
Esperienze
…settembre 2012 – g...
A tutte le bambine e i bambini
protagonisti del progetto
"La capacità di provare ancora stupore è
essenziale nel processo ...
- Protagonisti delle esperienze
le bambine e i bambini
delle sezioni 3,4,5 anni
- Conduttore delle proposte e
documentazio...
Per la realizzazione delle esperienze si
ringraziano per la preziosa e gradita
collaborazione;
- Il gruppo di lavoro della...
giochi
esperienze
trafficamenti
sperimentazioni
creazioni
ricerche
arte
linguaggi
tecnicheespressività
anticipazioni
L’artista, perché consapevole, produce arte. Il bambino,
competente fin dalla nascita, sperimenta linguaggi ...
I bambini protagonisti e costruttori della propria evoluzione
hanno il diritto ad una educazione di qualità dove poter app...
La scuola dell’infanzia è un ambiente educativo che la deve esaltare,
accentuarla e metterla in relazione con i tanti sape...
- perché io lo “leggio”
(sezione 3 anni)
- quando c’è scuro la luce viene
(sezione 4 anni)
- se il mondo è tutto uguale è ...
DITE: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione.
Poi aggiungete: Perché bisogna mettersi al loro livello,
abbassars...
Montecavolo, giugno 2013
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Atelier 2012 '13

196 views

Published on

A.S. 2012-'13 - Scuola dell'Infanzia "L'Albero delle Farfalle"

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Atelier 2012 '13

  1. 1. Non ci sono ragioni perché il disegnare, il dipingere, il plasmare (e molte altre forme espressive) non debbano essere applicati lungo l’intero corso dell’educazione e oltre, proprio come il leggere, il viaggiare, il vivere rapporti conoscitivi ed emotivi, il fare attività fisiche, l’usare strumenti tecnologici, tutte cose che soddisfano il bisogno di nuove esperienze e scoperte contro ciò che è abitudinario e ripetitivo. F. De Bartolomeis
  2. 2. Scuola Statale dell’Infanzia “L’albero delle farfalle” Montecavolo di Quattro Castella (RE) Esperienze …settembre 2012 – giugno 2013 5anni 4anni 3anni
  3. 3. A tutte le bambine e i bambini protagonisti del progetto "La capacità di provare ancora stupore è essenziale nel processo della creatività." Donald W.Winnicott KeithHarring,
  4. 4. - Protagonisti delle esperienze le bambine e i bambini delle sezioni 3,4,5 anni - Conduttore delle proposte e documentazioni: Pierangelo Giovanetti, atelierista del Comune di Quattro Castella
  5. 5. Per la realizzazione delle esperienze si ringraziano per la preziosa e gradita collaborazione; - Il gruppo di lavoro della scuola (insegnanti, esecutori, educatrice, operatori CIR); - Cristina, collaboratrice; - Agnes Fava, studentessa ERASMUS, Università di Barcellona (Spagna) - Alessia Giaroni, studentessa Università di Modena e Reggio Emilia, - Alessandra Grisendi, responsabile biblioteca “Carlo Levi” del Comune di Quattro Castella; - Antonella Cola, bibliotecaria del Comune di Quattro Castella; - Francesco Alberti, genitore, papà di Emanuele (sez. 4 anni) - Nicola Canovi, genitore, papà di Emma (sez. 5 anni).
  6. 6. giochi esperienze trafficamenti sperimentazioni creazioni ricerche arte linguaggi tecnicheespressività
  7. 7. anticipazioni L’artista, perché consapevole, produce arte. Il bambino, competente fin dalla nascita, sperimenta linguaggi espressivi per comunicare e dichiarare saperi, stupori, abilità e conoscenze. Tony Cragg, City Città polare
  8. 8. I bambini protagonisti e costruttori della propria evoluzione hanno il diritto ad una educazione di qualità dove poter apprendere tramite offerte didattiche e pedagogiche che stimolino e incuriosiscono per andare ad alimentare i propri processi di conoscenza. Un progetto educativo basato sulle moltiplicità di esperienze e centrato sul bambino competente che investe sulle capacità di autocostruirsi, richiede percorsi ricchi e fantasiosi in cui l’agire creativo è vissuto in piena totalità e libertà espressiva.
  9. 9. La scuola dell’infanzia è un ambiente educativo che la deve esaltare, accentuarla e metterla in relazione con i tanti saperi e linguaggi sperimentati in una autonomia interpretativa per la costruzione di pensieri e quesiti che rendono il bambino protagonista attivo delle proprie evoluzioni. Avvicinandomi alle proposte progettuali delle sezioni, ho voluto offrire ai protagonisti diverse occasioni di esperienze in incontri dove hanno sperimentato tecniche, strumenti, linguaggi… interagendo da soli o con gli amici… Esperienze è il titolo che ho voluto dare a questo documento che include i tre percorsi di atelier.
  10. 10. - perché io lo “leggio” (sezione 3 anni) - quando c’è scuro la luce viene (sezione 4 anni) - se il mondo è tutto uguale è una tristezza (sezione 5 anni)
  11. 11. DITE: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: Perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. ORA AVETE TORTO Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, Allungarsi, Alzarsi sulla punta dei piedi. Per non ferirli.” Janusz Korczak
  12. 12. Montecavolo, giugno 2013

×