Successfully reported this slideshow.
Your SlideShare is downloading. ×

L'uso del casco CPAP in reparti subintensivi.

Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad

Check these out next

1 of 5 Ad
Advertisement

More Related Content

Similar to L'uso del casco CPAP in reparti subintensivi. (20)

More from Paolo Tentori (20)

Advertisement

Recently uploaded (20)

L'uso del casco CPAP in reparti subintensivi.

  1. 1. Corsi di aggiornamento OPI 2020 novantiqua multimedia L’uso del casco CPAP in reparti subintensivi criticità e proposte di soluzione dr. Paolo Tentori infermiere area covid Ospedale di Desio
  2. 2. Corsi di aggiornamento OPI 2020 novantiqua multimedia In questo periodo di emergenza i rianimatori propongono spesso l’uso del casco in pronazione anche per pazienti fuori dalla terapia intensiva. Se è evidente il vantaggio terapeutico della manovra la stessa presenta criticità sia per la conformazione dei diversi caschi in commercio (tubi di raccordo a sola pressione), sia per la difficoltosa presenza assistenziale continua al paziente, almeno nelle prime ore, in reparti subintensivi dove il rapporto assistenti/assistiti risulta problematico per la scarsità di perso- nale in questo momento critico.
  3. 3. Corsi di aggiornamento OPI 2020 novantiqua multimedia La presenza del casco in posizione supina non dà problemi di postura par- ticolari mentre, per la mia esperienza i pazienti, soprattutto se anziani, hanno molta difficoltà a mantenere la posizione prona se non per pochi minuti. Questo comporta la presenza continua del personale infermieristico per cambi di posizione.
  4. 4. Corsi di aggiornamento OPI 2020 novantiqua multimedia I caschi hanno un sistema di montaggio dei tubi di entrata ed uscita dell’os- sigeno per lo più a semplice pressione. Mi è capitato di vedere una pazien- te, nel tentativo di cambiare posizione, sraccordare il tubo di entrata, con conseguente sgonfiamento del casco. Se l’infermiere è presente in camera non ci sono particolari criticità, ma in assenza di assistenza la cosa potreb- be essere molto problematica.
  5. 5. Corsi di aggiornamento OPI 2020 novantiqua multimedia Possibili soluzioni al problema: - le case produttrici dovrebbero essere sollecitate a produrre raccordi con una sicurezza a ghiera (tipo quel- la del tappo principale per interventi sul viso del paziente); - la posizione prona, in mancanza di assistenza infermieristica continuativa (almeno per le prime ore) andrebbe va- lutata con attenzione da parte del riani- matore in reparti diversi dalla terapia in- tensiva per i possibili incidenti meccanici come riportati precedentemente. Grazie per l’attenzione

×