Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Interpellanza n.21 – accordi di confine regione molise

29 views

Published on

Interpellanza n.21 – accordi di confine regione molise

Published in: News & Politics
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Interpellanza n.21 – accordi di confine regione molise

  1. 1. MoVimento 5 Stelle Abruzzo ________________________________________________ L’Aquila, 19 Settembre 2016 Al Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo Giuseppe Di Pangrazio L’Aquila Sede INTERPELLANZA a firma del Consigliere SARA MARCOZZI Oggetto: Accordi di confine Regione Molise - Presidio Ospedaliero S. Francesco Caracciolo - Agnone Premesso che: - Il “Programma Operativo Straordinario 2015-2018” di Regione Molise concernente, tra l’altro, la riorganizzazione della rete ospedaliera regionale e che al paragrafo dedicato alla “Razionalizzazione della rete ospedaliera regionale e dotazione futura di posti letto” si legge che: “Per quanto riguarda l’Ospedale S.F. Caracciolo di Agnone, in considerazione del fatto che lo stesso insiste su un’area montana particolarmente disagiata, in cui risiede una popolazione significativamente rilevante e a cui fanno riferimento i residenti nei comuni extraregionali confinanti, e tenuto conto che è distante dai centri ospedalieri maggiori di Isernia e Campobasso, a cui è collegato attraverso una viabilità tortuosa ed impegnativa, si ritiene opportuno che questo ospedale assolva alle funzioni di assistenza e di cura dei pazienti acuti con la possibilità di ricoverare ed osservare i pazienti che richiedono un periodo di cure più lungo, oltre che stabilizzare e provvedere al trasferimento all’ospedale di livello superiore” Ed ancora: “A tal fine l’ospedale di Agnone sarà dotato di: - un servizio di Emergenza-Urgenza, presidiato da un organico medico dedicato a tale attività (personale in turnazione dallo spoke di Isernia) che svolga attività di primo intervento; - un’attività di Medicina Generale, dotata di 14 posti letto e con un proprio organico di medici e di infermieri per il ricovero dei pazienti acuti.
  2. 2. MoVimento 5 Stelle Abruzzo ________________________________________________ - Dal punto di vista organizzativo e funzionale, la medicina generale conserva la propria autonomia, integrandosi nel PS di Isernia (con il personale dello spoke) e nel DEA di I livello di Campobasso. I servizi diagnostici previsti constano di: radiologia con trasmissione di immagini, collegata alla radiologia del DEA di riferimento; laboratorio di analisi, collegato con gli analisti della rete regionale dei laboratori; disponibilità di apparati per analisi fast in emergenza-urgenza; presenza di un’emoteca.” Considerato altresì che: - L’Ospedale S.F. Caracciolo di Agnone riveste un ruolo di vitale importanza per tutti quei comuni abruzzesi a confine con la Regione Molise, fra i quali a titolo esemplificativo e non esaustivo: Borrello, Celenza Sul Trigno, Castiglion Messer Marino, Fraine, San Giovanni Lipioni, Schiavi d’Abruzzo, etc. . Lette: - Le dichiarazioni del Presidente della Giunta Paolo Frattura dell’undici marzo 2015 "Siamo grati alle forze di maggioranza e opposizione del Consiglio regionale dell'Abruzzo per il voto espresso all'unanimità a favore dell'ospedale di Agnone […] Questo provvedimento, frutto di intese, accordi e impegni che abbiamo portato avanti con il presidente D'Alfonso, raccoglie una nostra istanza condividendone principi e finalità. La risoluzione impegna la Giunta abruzzese ad attivarsi perché venga riconosciuta e affermata la necessità di mantenere in vita l'ospedale di Agnone. Così si gettano basi solide e reali per costruire insieme, Abruzzo e Molise, accordi di confine e convenzioni utili ad assicurare a tutti i nostri cittadini il diritto alla salute" (fonte regione.molise.it) e del 23 ottobre 2015 in un incontro sulle aree interno organizzato dalla Diocesi di Trivento “posso dire che ad Agnone l’ospedale di area disagiata si salva grazie alla condivisione della regione Abruzzo che, con il Molise, investe su quell’offerta per il territorio e i cittadini” (fonte ecoaltomolise.it)
  3. 3. MoVimento 5 Stelle Abruzzo ________________________________________________ - Dal punto di vista organizzativo e funzionale, la medicina generale conserva la propria autonomia, integrandosi nel PS di Isernia (con il personale dello spoke) e nel DEA di I livello di Campobasso. I servizi diagnostici previsti constano di: radiologia con trasmissione di immagini, collegata alla radiologia del DEA di riferimento; laboratorio di analisi, collegato con gli analisti della rete regionale dei laboratori; disponibilità di apparati per analisi fast in emergenza-urgenza; presenza di un’emoteca.” Considerato altresì che: - L’Ospedale S.F. Caracciolo di Agnone riveste un ruolo di vitale importanza per tutti quei comuni abruzzesi a confine con la Regione Molise, fra i quali a titolo esemplificativo e non esaustivo: Borrello, Celenza Sul Trigno, Castiglion Messer Marino, Fraine, San Giovanni Lipioni, Schiavi d’Abruzzo, etc. . Lette: - Le dichiarazioni del Presidente della Giunta Paolo Frattura dell’undici marzo 2015 "Siamo grati alle forze di maggioranza e opposizione del Consiglio regionale dell'Abruzzo per il voto espresso all'unanimità a favore dell'ospedale di Agnone […] Questo provvedimento, frutto di intese, accordi e impegni che abbiamo portato avanti con il presidente D'Alfonso, raccoglie una nostra istanza condividendone principi e finalità. La risoluzione impegna la Giunta abruzzese ad attivarsi perché venga riconosciuta e affermata la necessità di mantenere in vita l'ospedale di Agnone. Così si gettano basi solide e reali per costruire insieme, Abruzzo e Molise, accordi di confine e convenzioni utili ad assicurare a tutti i nostri cittadini il diritto alla salute" (fonte regione.molise.it) e del 23 ottobre 2015 in un incontro sulle aree interno organizzato dalla Diocesi di Trivento “posso dire che ad Agnone l’ospedale di area disagiata si salva grazie alla condivisione della regione Abruzzo che, con il Molise, investe su quell’offerta per il territorio e i cittadini” (fonte ecoaltomolise.it)

×