Città digitale il ruolo di internet e dei social network nello sviluppo                             dell’economia cittadin...
rappresenta un mediatore attraverso cui un qualsiasi utente possa raggiungere ed essereraggiunto direttamente dal consumat...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Città Digitale. Il ruolo di internet e dei social network nello sviluppo dell’economia cittadina

518 views

Published on

Serata Digitale del 13 novembre 2012, Salerno. Relazione di Vincenzo Schiavo, Presidente Regionale Confesercenti Campania

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
518
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Città Digitale. Il ruolo di internet e dei social network nello sviluppo dell’economia cittadina

  1. 1. Città digitale il ruolo di internet e dei social network nello sviluppo dell’economia cittadina.Il momento storico che stiamo vivendo è altamente esemplificativo della difficoltà chel’imprenditoria attraversa e si riflette inesorabilmente nel mercato che ne diventa superficiespeculare. L’avvento e la continua evoluzione del verbo internet ha ineluttabilmente segnato ilnuovo modo di “fare impresa”, dando luogo alla interfaccia neo-tecnologica. Il web consenteinterazioni e costante consultazione ed accessibilità di dati in maniera remota, velocità eflessibilità. Il principio della staticità, così come intrinseco nella sua natura, è totalmente bandito.L’avvento delle nuove tecnologie ha completamente rivoluzionato la scena del turismo e ci hafatto comprendere quale via percorrere per intraprendere la via giusta per il futuro. Un futuro incui i principali attori saranno destinati prima ad adeguarsi e poi, lentamente a trasformarsianch’essi.La progressiva diffusione delle tecnologie digitali, che entro pochi anni, costituiranno la dotazioneinfrastrutturale fondamentale per le imprese, costringerà a modificare le modalità di competizionenei propri settori , attivando una concreta tensione innovativa.Attualmente però c’è da dire che solo una minoranza di imprenditori, circa il 30%, generalmentesotto i 40 anni e con più di un addetto, fanno ricorso all’uso di investimenti in tecnologie.Gli investimenti riguardano, infatti, per un 25% acquisto di nuovi mezzi tecnici e soltanto per un16% attrezzature informatiche (hardware , software, collegamento in rete ).Altro dato da considerare è la difficoltà di accesso al credito con solo un 16% di aziende che nehanno fatto richiesta e con un 35% di aziende cui è stato negato; e meno della metà di quanti lohanno ottenuto hanno beneficiato dell’intero importo!Difronte all’annichilimento aziendale bisogna, quindi, rispondere con un opportuno investimentosull’innovazione, attuando il necessario passaggio generazionale delle aziende nel rispetto delleesperienze e delle competenze dovute alla conoscenza sul campo da chi è da anni nel propriosettore.Timidi ma sempre più decisi passi si stanno compiendo nella promozione aziendale tramite socialnetwork (Facebook, twitter, blog, etc.,etc.) con una gestione autonoma e talvolta improvvisatadella presentazione dell’impresa e del suo prodotto ma che garantisce pur sempre una resa conuna minima spesa.Le maggiori difficoltà che incontrano le aziende risiedono, infatti, e per ben un 35% nella ricerca dinuovi clienti.Indispensabile, quindi, la promozione e la diffusione sempre più capillare di sistemi avanzati ditelecomunicazioni basati pressoché su piattaforme informatiche e di facile accesso. Internet
  2. 2. rappresenta un mediatore attraverso cui un qualsiasi utente possa raggiungere ed essereraggiunto direttamente dal consumatore finale. L’interazione che il web oggi consente è terrenofertile per analizzare le influenze motivazionali che il processo decisionale subisce. Il percorso diricerca di informazioni sul web lascia dietro di sé tracce testuali (post, commenti, comunitàvirtuali, blog, etc. )dell’avvenuta interazione, dello scambio informativo. Ad esempio nel settoredel turismo avendo i dati alla mano, le statistiche parlano chiaro: l’Europa è fruita quasiinteramente con l’ausilio del web i cui mezzi per testare la veridicità di talune informazioni sonoaffidate al sistema trip- advisor.Le nuove tecnologie prevedono la nascita ed il successivo sviluppo di strumenti sempre piùsofisticati, dal punto di vista tecnologico, ma di semplicità di accesso ed ampia diffusione per iquali la fruizione diviene di grande impatto.Uno dei fautori, che ne ha assicurato il futuro brevettando gli ultimi e non ancora diffusi (chetroveranno giusta diffusione postuma) ritrovati, è Steve Jobs.Con la Apple ed i suoi eccezionali prodotti, generati, I-Pad, I-phone e I-pod , ha di fatto inauguratouna nuove era. App come Apple ma anche come Application: una applicazione. Dietro questasemplice sigla si celano mille tra le possibilità di utilizzo. Altra innovazione da potenziare esfruttare è il Codice QR (in inglese QR Code).Simbolo stesso della presentazione delle città digitali il qr code come si sa è un codice a barrebidimensionale, composto da moduli neri disposti allinterno di uno schema di forma quadrata.Grazie alle App di cui sopra che lo traducono al fruitore tramite apposita scannerizzazione vieneimpiegato per memorizzare informazioni generalmente destinate ad essere lette tramitesmartphones. In un solo crittogramma sono contenuti 7.089 caratteri numerici o 4.296alfanumerici. Il nome QR è labbreviazione dellinglese quick response (risposta rapida), in virtù delfatto che il codice fu sviluppato per permettere una rapida decodifica del suo contenuto

×