La Comunicazione Digitale

5,986 views

Published on

Teaching the collaboration in the digital era through many applications of the web 2.0 and Google Apps in the classroom.

Published in: Education
2 Comments
9 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
5,986
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
340
Actions
Shares
0
Downloads
170
Comments
2
Likes
9
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La Comunicazione Digitale

  1. 1. Comunicazione digitale Silvia Marinelli mercoledì 15 aprile 2009
  2. 2. mercoledì 15 aprile 2009
  3. 3. Presentazione del corso Lo sviluppo tecnologico nel campo delle trasmissioni elettroniche ha prodotto una vera e propria rivoluzione digitale che è riuscita ad abbattere alcuni dei vincoli della comunicazione tradizionale, facendo emergere nuovi paradigmi sociali e comunicativi. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  4. 4. Presentazione del corso La convergenza digitale cambia i supporti fisici della comunicazione, le abitudini sociali, la costruzione della conoscenza, la fruizione delle fonti, la percezione del tempo e dello spazio. Siamo nell'epoca della connettività totale, tutti siamo connessi a tutto in tempo reale. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  5. 5. Presentazione del corso Le nuove generazioni apprendono attraverso contesti diversi, informali e multimediali. Anche il linguaggio viene contaminato dalla comunicazione informale mutuata dal web. Come possiamo interagire con gli studenti per garantire la creazione di significato? silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  6. 6. Obiettivi Comprendere il panorama di comunicazione emerso con la rivoluzione digitale. Acquisire abilità di progettazione, organizzazione e gestione della conoscenza attraverso sistemi di comunicazione informatici e multimediali. Migliorare la produttività interna, la condivisione e collaborazione, l'accesso organizzato ai documenti (comunicazione interna). silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  7. 7. Organizzazione della didattica lezioni tradizionali frontali in aula integrate da strumenti audio-visivi multimediali e materiale cartaceo progetti ed esercitazioni pratiche in piccoli gruppi progetti individuali e verifiche supportati dal tutor silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  8. 8. Legenda Un termine, una definizione, una procedura da ricordare Una nuova parola, una traduzione, un termine per arricchire il glossario Un segnale di allerta/attenzione silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  9. 9. Test d’ingresso silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  10. 10. Google Apps Education silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  11. 11. Piacere, Google Googleplex, Mountain View CA silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  12. 12. L’azienda Google silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  13. 13. Cos’è Google? Un motore di ricerca per Internet che non si limita a catalogare il World Wide Web, ma si occupa anche di immagini, foto, newsgroup, notizie, mappe, video, oltre a mantenere una copia cache* di tutte le pagine che conosce. fonte: wikipedia In informatica, la cache (dal termine francese caché che significa nascosto) è un insieme di dati che viene memorizzato in una posizione temporanea, dalla quale possa essere recuperato velocemente su richiesta. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  14. 14. Tutti i prodotti di Google silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  15. 15. Cos’è Google Apps Education? Una suite che offre strumenti gratuiti di comunicazione, collaborazione e pubblicazione, entro il dominio della scuola. Tutto viene ospitato sui server di Google; ciò significa che non occorre scaricare, installare o gestire alcun software o hardware*. Software: un programma o un insieme di programmi in grado di funzionare su un computer. Hardware: la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti magnetiche, ottiche, meccaniche ed elettroniche che ne consentono il funzionamento. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  16. 16. Cos’è Google Apps Education? Un network* online rivolto agli studenti che permette di scambiarsi e-mail, file, chattare, elaborare progetti condivisi e ricevere il calendario aggiornato delle lezioni. Social network: consiste di un qualsiasi gruppo di persone connesse tra loro da diversi legami sociali, che vanno dalla conoscenza casuale, ai rapporti di lavoro, ai vincoli familiari. La versione di Internet delle reti sociali è una delle forme più evolute di comunicazione in rete, ed è anche un tentativo di violare la quot;regola dei 150quot;. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  17. 17. A scuola con Google Apps silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  18. 18. Punti di forza i datacenter più affidabili del mondo funzionamento su più sistemi operativi - PC, Mac, Linux – e con qualsiasi browser* Internet nessuna installazione, né aggiornamenti periodici Browser: è un programma che consente agli utenti di visualizzare pagine web e interagire con testi, immagini e altre informazioni; esso interpreta codice HTML e lo traduce in ipertesto. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  19. 19. Punti di forza nessun rischio di virus, spyware, malware interfaccia plurilingua > contesto internazionale accesso da qualsiasi terminale purché connesso ad Internet silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  20. 20. Gli insegnanti possono: Collaborare liberamente da qualunque parte del mondo, su qualunque computer o dispositivo mobile. Ricercare con reale efficacia sfruttando l’algoritmo più potente del mondo. Lavorare sullo stesso documento, foglio di calcolo o presentazione a più mani e nello stesso momento! silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  21. 21. Gli studenti possono: Collaborare con i compagni di classe da qualunque parte del mondo, su qualunque pc o dispositivo mobile. Usare la potente ricerca di Google per email e documenti creati. Non perdere mai la tesina su cui stanno lavorando poiché tutti i lavori vengono salvati automaticamente. Lavorare sullo stesso documento, foglio di calcolo o presentazione a più mani e nello stesso momento! silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  22. 22. Le applicazioni: Gmail Lo strumento di gran lunga più usato da parte degli utenti Internet per la gestione della posta elettronica silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  23. 23. Le applicazioni: GTalk Google Talk è uno strumento che permette la comunicazione in testo e in voce con tecnologia VOIP fra gli utenti Google. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  24. 24. Le applicazioni: Contact Manager E’ un gestore online dei propri contatti, da cui organizzare gruppi di lavoro (es. classi). silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  25. 25. Le applicazioni: Docs I documenti sono gestibili in forma collaborativa ed in sincronia con il calendario silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  26. 26. Le applicazioni: Spreadsheet Gli utenti possono contribuire alla redazione del Foglio di lavoro apportando aggiunte, modifiche, cancellazioni, sia in modalità sincrona che asincrona. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  27. 27. Le applicazioni: Presentation La revisione della presentazione è reversibile: procedendo a ritroso, è possibile ritornare a tutte le versioni precedentemente salvate. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  28. 28. Le applicazioni: Calendar Attraverso la condivisione del Calendario, si possono creare dei gruppi di lavoro con utenti in grado di interagire sulla base di una scaletta di attività programmate. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  29. 29. Le applicazioni: Google Video E’ una piattaforma per l’upload e la condivisione di filmati senza limiti di peso o durata. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  30. 30. Le applicazioni: Sites Consente la creazione e pubblicazione di pagine web attraverso la piattaforma Google. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  31. 31. Facciamo una pausa? silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  32. 32. Essere digitali *Nicholas Negroponte silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  33. 33. La società digitale 1. Personal Computer trasmissione dati in formato digitale 2. 3. Internet, l’autostrada delle informazioni silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  34. 34. Preistoria del computer silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  35. 35. Il personal computer Il cuore dello sviluppo della società della conoscenza: dimensioni più ridotte costi più contenuti maggiori prestazioni e potenza di calcolo uso più intuitivo diffusione capillare silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  36. 36. La GUI GUI = Graphical User Interface è l’interfaccia grafica, ossia un paradigma di sviluppo che mira a consentire all'utente di interagire con il computer manipolando graficamente degli oggetti nella maniera più semplice ed intuitiva silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  37. 37. La metafora della scrivania rappresenta gli oggetti dell'ambiente di lavoro dell'utente (file, directory, applicazioni...) mediante oggetti grafici Obiettivo: accesso facile e intuitivo agli elementi del sistema silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  38. 38. La metafora della scrivania Desktop = (eng) scrivania Desktop: l'area dello schermo, in cui sono visibili le icone degli elementi presenti nel computer. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  39. 39. Trasmissione digitale dei dati Bit è il più piccolo elemento atomico del DNA dell’informazione Non ha colore, dimensione o peso Può viaggiare alla velocità della luce E’ un modo di essere: vero o falso, sì o no, 0 o 1 è alla base dell’elaborazione digitale silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  40. 40. Atomi VS bit } libri, documenti, riviste, testi scientifici, trattati, quotidiani, informazioni comunicazione musica, canzoni, digitale radio, podcast immagini, fotografie, disegni, quadri silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  41. 41. Atomi VS bit Audio + video + dati = multimedia nuovi contenuti ipermediali mescolanza delle fonti di informazione nessun limite di profondità per la trasmissione di dati compressione dei dati digitali riproduzione fedele, senza perdita di qualità riusabilità pressoché infinita fruibilità da diversi dispositivi silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  42. 42. Essere digitali Oggi l’informatica non riguarda più solo il computer: è un modo di vivere La superstrada dell’informazione sta creando un tessuto sociale nuovo a livello planetario silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  43. 43. Internet, la rete delle reti Propulsore del cambiamento è Internet, sia come modello tecnico/pratico sia come modello teorico/sociale interconnected + network Internet: definita “la rete delle reti”, è costituita da una serie complessa di reti, private, pubbliche, aziendali, universitarie, commerciali, connesse tra di loro. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  44. 44. Internet, la rete delle reti silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  45. 45. Una società connessa facilità di accesso alle informazioni abbattimento vincoli geografici mobilità/ubiquità atemporalità conoscenza collettiva paradigma collaborativo socializzazione silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  46. 46. Una società connessa globalizzazione decentramento potenziamento armonizzazione silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  47. 47. I nativi digitali Sono i giovani nati dopo il 1980. Sono multitasking. Sono iperconnessi. Interagiscono costantemente con lo schermo. Il pensiero viene costruito in interazione con il fuori. Le nuove operazioni sono: copia, incolla, taglia, cancella, elimina, trascina, salva, invia, scarica, accetta, cerca, apri. Vivono il presente e l'attuale. Sono i nostri alunni. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  48. 48. Gap generazionale scontro culturale generazionale: digitale natives VS digital immigrants Nativo digitale: è una espressione che viene applicata ad una persona che è cresciuta con le tecnologie digitali come i computer, Internet, telefoni cellulari e MP3. Immigrato digitale: si applica ad una persona che è cresciuta prima delle tecnologie digitali e le ha adottate in un secondo tempo. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  49. 49. Essere digitali non basta ...i nativi rendono pubblica la loro identità. La socializzano sui blog e i social network, mettendo in atto una trasversalità espressiva nuova, in cui la reputazione pubblica diventa il loro capitale. E questo potrebbe sembrare un dato positivo, ma ha anche i suoi lati negativi. ...la memoria personale è ovunque ...l’identità diventa sempre più fluida. In rete ci sono moltissime tracce del nostro sé: quelle lasciate da noi e quelle pubblicate da altri. Derrick de Kerckhove silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  50. 50. I luoghi dell’apprendimento Sono il prodotto dei fattori spazio-tempo-fonti-modi-strumenti. Sono spazi virtuali della cittadinanza digitale iperconnessa. La scuola e l'insegnamento formale sono solo un angolo della piazza telematica globale. L'attività formativa è progettata spesso pensando di essere i protagonisti di una rappresentazione in cui i nostri studenti sono spettatori, sempre più distratti. Loro sono abituati all'interconnessione sociale costante. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  51. 51. Le informazioni sono solo nei libri? silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  52. 52. Un progetto formativo 2.0 Ripensiamo alle fonti, ai tempi, alle modalità di interazione con i nostri studenti. Rivalutiamo gli apprendimenti informali per inserirli in un unico processo di crescita. silvia.marinelli@gmail.com mercoledì 15 aprile 2009
  53. 53. Domande? mercoledì 15 aprile 2009

×