La presentazione di Flipfly a Global Marketing Social Day

365 views

Published on

Alberto Negrini, partner Flipfly, a Global Marketing Social Day, il 22 marzo 2011 al Centro Congressi Hotel Parchi del Garda di Lazise (VR), ha fatto una presentazione sul significato e i plus dell’intelligenza collettiva.

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
365
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La presentazione di Flipfly a Global Marketing Social Day

  1. 1. Global Marketing – Social Day – Lazise 22 marzo 2012
  2. 2. Il sottomarino USS Scorpionscompare inaspettatamente,al rientro da una missionenell’Atlantico settentrionalediretto verso Newport News. Maggio  1968    USS  Scorpion  
  3. 3. Si  cerca  di  conta7arlo  senza  successo  e,  dopo  aver  calcolato  la  zona  di  sparizione,  si  iniziano  le  ricerche  in  un’area  di  20  miglia  di  diametro.  Le  ricerche,  però  non  danno  esito  posiDvo...  …le  ricerche  
  4. 4. Un  ufficiale  di  marina  di  nome   John  Craven,  ha  un’intuizione!   Decide  di  coinvolgere  un  pool  di   persone  (matemaDci,  fisici,   marinai,  specialisD  di  so7omarini   ecc.)  per  formulare  un’  ipotesi   sulla  posizione  dello  Scorpion.   Posta  in  gioco  per  la  scommessa,   una  boOglia  di  Chivas  Regal.  Il  premio  
  5. 5. Craven raccoglie tutte lerisposte e, integrando i datiusando il teorema di Bayes,determina un punto sullacarta che nessuno avevaindicato prima.la  sDma...  
  6. 6. 5  mesi  dopo,  l’USS  Scorpion  viene  ritrovato  a   221  yard  dal  punto  calcolato  a7raverso  la   sDma  o7enuta  da  Craven.Il  risultato:  lintelligenza  colleOva  ha  funzionato!  
  7. 7. Un gruppo di persone può giungere ad un risultato che non rappresenta ilgiudizio finale dei suoi membri più intelligenti ma il risultatodell’intelligenza collettiva.Il dato più sbalorditivo sta nel fatto che anche se nessuno degli intervistatiaveva informazioni puntuali sul sottomarino scomparso, il gruppo, nel suoinsieme, le disponeva tutte.
  8. 8. Condizioni che favoriscono lintelligenza collettiva:•  Diversità di opinione (ognuno ha qualche informazione che gli altri non hanno)•  Indipendenza (non c’è condizionamento)•  Decentramento (specializzazione e conoscenze specifiche)•  Aggregazione (meccanismo capace di traformare un giudizio personale in una decisione collettiva).Se si chiede ad un gruppo numeroso di individui indipendenti e diversi fraloro di fare una previsione e poi si fa la media di quelle stime, gli erroricommessi si annulleranno a vicenda!!
  9. 9. È diventato il motore preferito da tutti gliinternauti perché è in grado di trovare lapagina giusta in meno tempo. E, il motivoper cui ci riesce, è proprio per la saggezzadella folla.
  10. 10. La seconda forza in gioco : La Teoria dei “Mercati predittivi”.Eccone un esempio! IEM,  fondato  nel  1988  nell’università  dell’Iowa  gesDsce  una  sorta  di  borsa  per   pronosDcare  i  risultaD  delle  elezioni  presidenziali,  poliDche,  amministraDve  anche   straniere.     In  genere,  IEM,  ba-e  tu0  i  sondaggi  d’opinione  nazionali  e  si  rivela  più  preciso  di   quei  sondaggi  già  mesi  prima  delle  elezioni.     Il  dato  interessante  è  che  raccoglie  solo  qualche  migliaio  di  giocatori  e  non  rifle7e   la  composizione  dell’ele7orato  nel  suo  complesso.  Quelle  persone  non  anDcipano  il   loro  voto  ma  provano  ad  indovinare  come  voterà  l’ele7orato.   Ne  sono  nate  poi  anche  previsioni  sugli  oscar,  sulle  parDte,  ecc,  risultate   a7endibilissime!    
  11. 11. Il  successo  e  la  reputazione  sono  incenDvi  sufficienD  per  garanDre  un  serio  invesDmento  di  tempo  dei  partecipanD  al  gioco.  
  12. 12. EPPURE, FINO AD OGGI, LEAZIENDE SONO RIMASTEINDIFFERENTI A QUESTAPOTENZIALE FONTE DIINFORMAZIONI ESEMBRANO POCOINTERESSATE AMIGLIORARE I PROPRIPROCESSI DECISIONALISFRUTTANDO LASAGGEZZA COLLETTIVA DEIPROPRI DIPENDENTI.
  13. 13. fino ad oggi…
  14. 14. Un’idea, per arrivare a vedere la luce devenormalmente affrontare (in un azienda) questo macro processo.
  15. 15. Questo processo può essere divisologicamente in due parti Macro Processo
  16. 16. Aiutiamo le aziende nello strutturarsi nella parte dove normalmente sono molto deboli: LìIdea management. IDEA MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT
  17. 17. Ma come nasce una buona idea?clicca qui per scoprirlo.
  18. 18. La  Borsa  delle  Idee  
  19. 19. La mia pagina SOLDI VIRTUALI LE MIE IDEEI MIEI FEED LE IDEE CHE POSSIEDO
  20. 20. La creazione di un idea in 1 click! COSA RENDE UN IDEACATEGORIE UNA “BUONA” IDEA. ANONIMATO
  21. 21. Lidea il suo valore e la possibilità di comprarne delle azioniIL VALORE L’ANDAMENTOCOLLABORA COMPRA!
  22. 22. la classifica delle idee CERCACLASSIFICA IDEA STATO
  23. 23. Le statistiche
  24. 24. I clienti che già usano la borsa
  25. 25. Un caso195.000.000 di passeggeri9.000 dipendentiOltre 1 miliardo di euro di fatturato
  26. 26. I risultati3 campagne di innovazione distintedistintePartecipazione attraverso i social networkOltre 900 idee raccolteRiduzione del costo per idea ridotto di oltre il 70%3 idee sono già state implementateOltre 35 sono in fase di maturazioneIl tutto in appena 3 mesi con il programma test&drive
  27. 27. Alcune idee già implementateSpeciale abbonamento per seguire la propriasquadra di calcio in trasferta compreso l’ingressoallo stadio ed il trasporto.Speciale “bundle” per l’acquisto del biglietto deltreno e del biglietto alla stagione dei festival. Iltutto venduto attraverso la capillare rete dibiglietterie DSB.
  28. 28. Per altri casi clicca qui
  29. 29. Grazie! www.flipfly.it via  g.b.pergolesi  22   20124  milano  mi   tel.  +39  0266989281   fax.  +39  026700257

×