Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Uso consapevole e professionale dei social media

229 views

Published on

strumenti della cittadinanza digitale e processi di apertura e coinvolgimento nell'epoca dei social media

Published in: Social Media
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Uso consapevole e professionale dei social media

  1. 1. “Uso consapevole e professionale dei social media” strumenti della cittadinanza digitale e processi di apertura e coinvolgimento nell’epoca dei social media Giovanni Gentili - 26/10/2017 11@giovannigentili 1
  2. 2. Comprendere i social media 2@giovannigentili
  3. 3. 3@giovannigentili “Selfie” retweettato da 3,3 milioni di persone 3 miliardi di “impression” in 48h fonte: blog.twitter.com
  4. 4. 4@giovannigentili “Hashtag” parola preceduta da # per contrassegnare, nei social, un messaggio rispetto ad un certo argomento fonte: twitter, mtv, mashable.com #WorldCupFinal (finale del 2014) ha generato 32,1 milioni di tweet #vote5sos (MTV Video Music Awards 2014 per “5 Seconds of Summer”) 78 milioni di social-voti in 1 mese (su twitter, instagram e vine)
  5. 5. 5@giovannigentili 6,6 milioni di “tweet” con hastag #JeSuisCharlie in 5 giorni 6,7 milioni di “tweet” con hastag #PrayforParis in 10 ore ...rischio “Slacktivism” = Slack(fannullone) + Activism mostrare supporto per una causa, ma solo per il proprio ego fonte: CNN, twitter, facebook https://en.wikipedia.org/wiki/Slacktivism
  6. 6. 6@giovannigentili 6,7 milioni di “tweet” con hastag #PrayforParis in 10 ore fonte: CNN, facebook.com
  7. 7. 7@giovannigentili fonte: huffingtonpost.it/2017/04/26/trova-un-uomo-a-letto-con-sua- moglie-si-scatta-un-selfie-con-lo_a_22056728/
  8. 8. 8 fonte: thevision.com/innovazione/milioni-di-views/ @giovannigentili
  9. 9. 9 fonte: Corriere 10/11/2015 corriere.it/italia-digitale/ @giovannigentili
  10. 10. 10 fonte: Corriere.it 10/11/2015 IPSOS, Save the Children @giovannigentili
  11. 11. Velocità… Visibilità… Persistenza… Ricercabilità... 11@giovannigentili
  12. 12. 12@giovannigentili (..) Una settimana a Rigopiano ci ha fatto vedere che esistono due mondi della PA: uno (largamente dominante) che si muove «a mille», che comunica via WhatsApp, che risolve problemi e che getta il cuore oltre ogni ostacolo; un altro (minoritario e residuale) che comunica per PEC e fax (..) fonte: corriere.it/cronache/17_febbraio_01
  13. 13. 13@giovannigentili fonte: repubblica.it/mobile/d/sezioni/ attualita/2017/01/27/ e facebook
  14. 14. 14@giovannigentili fonte: umbria24.it/attualita/notizie-fake-bufale-post-manomessi-cosi-gli-sciacalli-speculano-sul-terremoto
  15. 15. 15@giovannigentili fonte: twitter.com/IschiaComune/status/899759667232083968
  16. 16. 16@giovannigentili fonte: niemanlab.org/2017/05/whos-really-driving-traffic-to-articles- depends-on-the-subject-facebook-lifestyle-entertainment-or-google-tech-business-sports/
  17. 17. 17@giovannigentili fonte: niemanlab.org/2017/05/whos-really-driving-traffic-to-articles- depends-on-the-subject-facebook-lifestyle-entertainment-or-google-tech-business-sports/
  18. 18. Chi siete? Cosa portate? Si, ma quanto state nei social? 18@giovannigentili
  19. 19. 19@giovannigentili Quante persone sono sui social? Social media Utenti attivi Utenti italiani (% popolazione) Facebook 2 miliardi 31 milioni (55%) WhatsApp 1,2 miliiardi 28 milioni (48%) Youtube 1 miliardo 32 milioni (57%) QQ (cina) 877 milioni WeChat (cina) 846 milioni Instagram 600 milioni 16 milioni (28%) Twitter 350 milioni 14 milioni (25%) Google+ 300 milioni 14 milioni (25%) Linkedin 190 milioni 11 milioni (19%) Snapchat 300 milioni 6 milioni (10%) fonte: wikipedia, digital insights , we are social
  20. 20. 20 fonte: we are social @giovannigentili EA 99% USA 66% Italia 52%
  21. 21. • Italiani presenti nei social media: 31 milioni (il 47% dell’utenza mobile li usa da smartphone) • chi è presente, li usa in media per 2h al giorno (30min in più della media europea, in USA 2h, in Brasile 3h40) • dal 2013 il tempo che gli adulti passano su internet (in Italia 6h) ha sorpassato quello dedicato alla televisione (in Italia 4,4h) • ben 9 teenager su 10 usano social media, solo il 60% ha il profilo impostato a “privato”, in media ha 300 “amici” su facebook 21@giovannigentili Quanto tempo si passa sui social? fonte: we are social, nielsen, pewinternet
  22. 22. 22@giovannigentili Crollo TV tradizionale sotto 24 anni fonte: Nielsen, marketingcharts.com
  23. 23. ...e dove finisce la privacy? 23@giovannigentili
  24. 24. 24@giovannigentili I ragazzi pubbl. dati personali nei social? fonte: http://www.pewinternet.org/2013/05/21/teens-social-media-and-privacy/
  25. 25. “Sanno tutto di te. Ognuno ne sa un pezzettino, e combinando tutti i pezzi non hai più segreti. L'Esselunga sa che non stai affatto seguendo quella dieta Dukan (..) Facebook sa che non hai affatto tanto da lavorare nelle ultime 48 ore hai postato cinque autoscatti fatti a prolungati happy hour (..) WhatsApp sa che scrivevi alle 3 e 20 di notte (..) se sanno tutto di noi, non è perché ci spiano: è perché non vediamo l'ora di raccontarglielo (..) diciamo «Guardami!», e poi sbraitiamo contro l'invadente usanza di guardarci.” 25 fonte: Guia Soncini “La lagna sulla privacy autoviolata” (IL del Sole 24 Ore, 24 maggio 2014) @giovannigentili
  26. 26. “E se l’epoca dei mass media fosse solo un incidente nella storia? (..) la comunicazione broadcast non è la norma nella storia – la norma è una comunicazione interpersonale, una relazione in cui si condivide, qualcosa molto più simile ai social media.” “(..) scrivere diari fino al 19° secolo era considerata una cosa di natura sociale” 26 fonte: Mattew Ingram “Back to the future, Lee Humphreys Univ.Cornell @giovannigentili
  27. 27. I social media sono una fuga dalla realtà? 27@giovannigentili
  28. 28. 28@giovannigentili una volta la gente socializzava di più? fonte: 1950
  29. 29. 29@giovannigentili il telegrafo senza fili rovina i rapporti? fonte: Punch 1906
  30. 30. 30@giovannigentili fonte: https://medium.com/italia/smettila-di-dire-che -la-tecnologia-causa-isolamento-sociale-8a26e5a4cb9d#.5qff88a8h - Illustrazione di Rosangela Ludovico
  31. 31. 31@giovannigentili fonte: https://medium.com/italia/smettila-di-dire-che -la-tecnologia-causa-isolamento-sociale-8a26e5a4cb9d#.5qff88a8h - Illustrazione di Rosangela Ludovico
  32. 32. spiegazione lunga... 32@giovannigentili
  33. 33. 33@giovannigentili fonte: David Weinberger e Doc Searls, “new clues” (gennaio 2015) traduzione italiana https://medium.com/@nuovetesi/nuove-tesi-4a1def360351 - 121 nuove tesi da due degli autori del “cluetrain manifesto” (1999) contenente 95 tesi su come internet cambiava i mercati
  34. 34. “a. Internet siamo noi, connessi. 1. Internet non è fatta di cavi, di fibre ottiche, di onde radio, e neanche di tubi. (..) 6. La Rete è di noi, da noi, per noi. (..) 12. Non si è mai avuto uno strumento con uno scopo così generico dall’invenzione del linguaggio. (..) c. La Rete non è contenuti. 16. Ci sono incredibili contenuti su Internet. Ma, perdiana, Internet non è fatta di contenuti. 17. La prima poesia di un adolescente, la felice rivelazione di un segreto custodito a lungo, un bel disegno buttato giù da una mano paralitica, il post di un blog sotto un regime che odia il suono delle voci del suo popolo  - nessuna di queste persone aveva intenzione di scrivere un contenuto.” 34 fonte: David Weinberger e Doc Searls, “new clues” (gennaio 2015) @giovannigentili
  35. 35. “ 19. La Rete non è un medium più di quanto non lo sia una conversazione. 20. Sulla Rete, il medium siamo noi. Noi muoviamo i messaggi. Lo facciamo ogni volta che pubblichiamo un post, ritwittiamo, mandiamo un link con un’email, o lo postiamo su un social network. (..) Diciamo alle persone perché passiamo quel messaggio. Lo discutiamo. Vi aggiungiamo una battuta. Tagliamo il pezzo che non ci piace. Così quei messaggi diventano i nostri. 22. Tutte le volte che muoviamo un messaggio attraverso la Rete, esso porta con sè un piccolo pezzo di noi. (..)” 35 fonte: David Weinberger e Doc Searls, “new clues” (gennaio 2015) @giovannigentili
  36. 36. 88. La privacy personale è bella per chi la desidera. E tutti noi tracciamo una linea di confine da qualche parte. (..) 90. Il Web ha a malapena superato la sua adolescenza. Ci troviamo all’inizio, non alla fine, della storia della privacy. 91. Potremo comprendere che cosa vuol dire privato solo quando avremo capito cosa vuol dire sociale. Abbiamo appena iniziato a reinventare il concetto. (..) 121. Long may we have our Internet to love.” 36 fonte: David Weinberger e Doc Searls, “new clues” (gennaio 2015) @giovannigentili
  37. 37. ...spiegazione breve 37@giovannigentili
  38. 38. “ L’ambiente digitale non è un mondo parallelo o puramente virtuale, ma è parte della realtà quotidiana di molte persone, specialmente dei più giovani. I network sociali sono il frutto dell’interazione umana, ma essi, a loro volta, danno forme nuove alle dinamiche della comunicazione che crea rapporti: una comprensione attenta di questo ambiente è dunque il prerequisito per una significativa presenza all’interno di esso (..)” 38 fonte: Benedetto XVI, messaggio per la 47a giornata delle comunicazioni sociali (2013) @giovannigentili
  39. 39. • La relazione tra le persone é centrale per l’uomo. • La vita é rete... ed oggi, in parte, é digitale. Il digitale non è in alternativa o in opposizione al resto della vita. • I social media sono nuovi “ambienti” di vita in cui le relazioni sono vere, non virtuali. • Condivisione ("share") è proprio il termine chiave dei social network, ma da sempre è chiave per fare comunione/comunità. • Cos’è un “amico”? 39@giovannigentili Le reti sociali non sono “virtuali”
  40. 40. 40 fonte: telegraph.co.uk/technology/2016/02/22/ this-mark-zuckerberg-picture-could-show-our-terrifying-dystopian/ @giovannigentili
  41. 41. 41 fonte: Fabio Chiusi in espresso.repubblica.it/visioni/tecnologia/2017/10/12/news/ abiteremo-in-una-realta-virtuale-il-futuro-secondo-zuckerberg-senza-effetti-collaterali-1.312127 @giovannigentili il virtuale ci leva i limiti? peccato originale “Realtà virtuale, il mondo futuro secondo Zuckerberg è senza effetti collaterali (..) niente come la realtà virtuale consente di restituire un senso, profondo e avvolgente, di “presenza” in un luogo (..) Da sempre, nell’immaginario collettivo, quella presenza comporta un’assenza, un isolamento dal mondo vero e proprio. Il virtuale, questo l’assunto, ci separa dal reale. Per Zuckerberg, invece, è vero il contrario. E non manca mai di ricordarlo (..) <<La verità è che la nostra realtà ha dei limiti — posti in cui non possiamo andare, persone che non possiamo vedere, cose che non possiamo fare. Rendere disponibili più esperienze a ciascuno di noi non isola, ma libera>>”
  42. 42. ...e le mamme? e i nonni? e i docenti? 42@giovannigentili
  43. 43. • Viviamo un passaggio epocale: le mamme normalmente insegnano ai figli ad attraversare la strada. La mamma è nata, infatti, in un'epoca in cui c'erano le automobili ed è stata la nonna ad insegnargli come si attraversa. • Le mamme scoprono oggi la rete insieme ai figli. Ma a volte le mamme non sono in rete. Quindi, a volte, oggi i figli imparano ad attraversare la strada da soli. 43@giovannigentili Attraversare la strada…
  44. 44. 44@giovannigentili fonte: da wikipedia (1937)
  45. 45. Si, ma adesso è comunque peggio! 45@giovannigentili
  46. 46. “La nostra gioventù ama il lusso, è maleducata, si burla dell’autorità e non ha alcun rispetto degli anziani, i bambini di oggi sono dei tiranni” “Il nostro mondo ha raggiunto uno stadio critico, i ragazzi non ascoltano più i genitori, la fine del mondo non può essere lontana” “Questa gioventù è marcia nel profondo del cuore, i giovani sono maligni e pigri. Quelli di oggi non saranno capaci di mantenere la nostra cultura” 46 fonte: Franco Nembrini (2014) www.youtube.com/watch?v=Ur769677H9U @giovannigentili
  47. 47. Socrate 470 a.C. Sacerdote - Antico Egitto 2000 a.C. Incisione Vaso d’Argilla - Antica Babilonia 3000 a.C: 47 fonte: Franco Nembrini (2014) www.youtube.com/watch?v=Ur769677H9U @giovannigentili
  48. 48. TVB SPD SVBEEV 48@giovannigentili
  49. 49. Cicerone utilizzava delle abbreviazioni all’interno dei suoi messaggi… “SPD” stava per “salutem plurimam dicit” ovvero “ti saluta tanto” mentre “SVBEEV”, “si vales, bene est, ego valeo” significava “se stai bene ne ho piacere, io sto bene” (..) 49 fonte: http://www.chefuturo.it/2015/11/social-network-media-civici-satya-nadella/ @giovannigentili
  50. 50. Ok, ma come funzionano i social media? 50@giovannigentili
  51. 51. • “Social media” (o media sociali) è un termine che indica tecnologie e prassi online che le persone adottano per condividere contenuti testuali, immagini, video e audio • “Social network” (o SNS o reti sociali) indica servizi per gestire relazioni sociali. Solitamente permettono: – la creazione di un profilo pubblico o semi-pubblico all'interno di un sistema vincolato di condivisione, – La costruzione di una lista di contatti (amici, followers, ecc), – la possibilità di scorrere le attività dei propri contatti (bacheca, ecc). 51@giovannigentili #scuolasocial Definizioni fonte: wikipedia, boyd-ellison univ.indiana
  52. 52. • “Postare” pubblicare un testo o immagine • “Uploadare” caricare online un file o immagine • “Sexting” scambiare messaggi provocanti o sessualmente espliciti (testi o foto) • “Askare” postare una domanda personale, solitamente in anonimato, pratica diffusa tra adolescenti • “Bannare” escludere da accesso un utente, solitamente lo fa l’amm.re del servizio/pagina • “Hater” chi odia e scrive con rabbia, di solito anonimo • “Trollare” provocare, insultando ed aggredendo, pubblicando commenti, a proprio nome, su post di altri • “Hashtag” parola preceduta da # per contrassegnare un messaggio rispetto ad un certo argomento 52@giovannigentili #scuolasocial Slang dei social media
  53. 53. 53@giovannigentili fonte: twitter
  54. 54. 54@giovannigentili fonte: repubblica.it/esteri/2017/05/31/news/trump_tweet_covfefe-166870354/
  55. 55. 55@giovannigentili fonte: instagram.com/franciscus/?hl=it
  56. 56. 56@giovannigentili fonte: facebook “Agente Lisa” – Polizia di Stato
  57. 57. 57 fonte: facebook @giovannigentili
  58. 58. 58@giovannigentili #scuolasocial fonte: facebook
  59. 59. 59@giovannigentili #scuolasocial fonte: facebook
  60. 60. Cosa si condivide sui social media? 60@giovannigentili
  61. 61. 61@giovannigentili Status Facebook, Twitter, Google+, QQ, Qzone Immagini Instagram, Flickr, Pinterest, Google Photo Video Youtube, Vimeo, Dailymotion, Vine, Dubsmash Chat/Videochat WhatsApp, Snapchat,WeChat,Hangout In anonimato Spotted, Omegle, Whisper, Sarahah News&link Digg, Delicious, StumbleUpon, Weibo Documenti Slideshare, Scribd, Issuu, Drive Shopping Wanelo, Fab, Etsy Blogging Medium, Wordpress, Blogger, Tumblr Luoghi FourSquare, Gowalla, TripAdvisor, Maps Cibo FoodSpotting, Neeach Professione Linkedin, Viadeo, VisibleMe Domande Yahoo answers, Quora, Ask.fm Cosa si condivide sui social?
  62. 62. 62@giovannigentili fonte: Agência Brasil Ambiente e conversazione
  63. 63. novità cui dedicare attenzione... 63@giovannigentili #scuolasocial
  64. 64. 64@giovannigentili 4 caratteristiche peculiari dei social • I social media si differenziano rispetto ai tradizionali “ambienti pubblici” in particolare per… – Persistenza: durata nel tempo dei contenuti pubblicati e del nostro esprimerci online; – Visibilità: l’audience potenziale che può assistere a ciò che facciamo online; – Velocità di diffusione (spreadability): facilità con cui i contenuti possono essere ri-condivisi; – Ricercabilità: l’abilità di trovare i contenuti attraverso motori di ricerca fonte: danah boyd “it’s complicated”
  65. 65. 65@giovannigentili fonte: www.danah.org
  66. 66. Quali sono i pericoli dei social media? 66@giovannigentili #scuolasocial
  67. 67. “Il Web come Far West? Il web è spesso raccontato come un luogo senza regole dove ogni utente può dire o fare quello che vuole. In realtà, le stesse regole di civile convivenza, così come le norme che tutelano, ad esempio, dalla diffamazione, dalla violazione della tua dignità, valgono nella vita reale come sui social network, in chat o blog. Non esistono zone franche dalle leggi e dal buon senso” 67 fonte: Garante Privacy “social privacy” (2014) @giovannigentili
  68. 68. Pericoli semi-nuovi... 68@giovannigentili #scuolasocial
  69. 69. 69@giovannigentili fonte: Repubblica.it 18/10/2014, Università Michigan e Illinois
  70. 70. 70@giovannigentili fonte: slate.com/blogs/quora/2015/09/30/ - en.wikipedia.org/wiki/Fear_of_missing_out “FOMO” ...paura di restare fuori
  71. 71. 71 fonte: aforisma anonimo / piramide di Manslow in chiave moderna da psicologacrigna.it @giovannigentili Immagina se gli alberifornissero wifi gratuito:li pianteremmo ovunque.E' un peccato che inveceforniscano solol'ossigeno che respiriamo.
  72. 72. 72@giovannigentili fonte: it.wikipedia.org/wiki/Dipendenza_da_Internet “IAD” ...disordine da internet
  73. 73. 73@giovannigentili fonte: Umbria24.it 16/11/2015
  74. 74. 74@giovannigentili fonte: washingtonpost.com/local/ she-flipped-off-president-trump--and-got-fired- from-her-government-contracting-job/2017/11/06/ Social Media Policy “Covered Social Media Activity that contains discriminatory, obscene malicious or threatening content, is knowingly false, create [sic] a hostile work environment, or similar inappropriate or unlawful conduct will not be tolerated and will be subject to discipline up to an [sic] including termination of employment.”
  75. 75. 75 fonte: ilmessaggero.it, 27/01/2015 @giovannigentili
  76. 76. ...post-verità e censura... 76@giovannigentili
  77. 77. 77 fonte: articolo su agendadigitale.eu del 31/05/2017, e pagina commissariatodips.it/notizie/articolo/blue-whale-consigli.html @giovannigentili Blue Whale “(..) Non è una bufala, non è vera, ma non è neanche falsa: benvenuti nell’era della post-verità.”
  78. 78. 78 fonte: www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca /blue_whale_le_iene_video_falsi_matteo_viviani-2488752.html @giovannigentili Blue Whale TV!
  79. 79. 79 fonte: mantellini.it/2016/12/30/post-verita-uomini-e-donne-di-superficie 30/12/2016 @giovannigentili Post verità... Post truth... Fake News... Bugie… Bufale “Improvvisamente la politica si è accorta del potere dirompente delle bugie. (..) Ovviamente le bugie che la interessano sono in genere quelle degli altri e questo rende il dibattito in corso piuttosto curioso. (..) La “post-verità” criminalizza tutti, suona l’allarme del crollo delle democrazie, stimola le nostre paure più sotterranee, ci suggerisce che forse non siamo abbastanza intelligenti per le cose davvero importanti. Per questo abbiamo votato per Donald Trump o per la Brexit (..) Il punto è semplice. In molti detestano Internet perché preferiscono il mondo semplificato in cui vivevano prima. (..)”
  80. 80. “(..) uno non sa se sta parlando un premio Nobel (..) in Internet io so filtrare certe cose in materie che conosco, ma non so filtrare in altre materie (..) finirà che la gente non crederà più a quello che gli dice Twitter” 80 fonte: Umberto Eco, Univ.Torino 11/06/2015, https://www.youtube.com/watch?v=u10XGPuO3C4 @giovannigentili
  81. 81. “se ci fosse stato Internet ai tempi di Hitler, i campi di sterminio non sarebbero stati possibili, ma d’altro canto dà diritto di parola a legioni di imbecilli (..) vedo in basso in TV delle frasi di gente che una volta veniva messa a tacere dai compagni al bar (..) adesso invece ha lo stesso diritto di parola di un premio Nobel” 81 fonte: Umberto Eco, Univ.Torino 11/06/2015, https://www.youtube.com/watch?v=u10XGPuO3C4 @giovannigentili
  82. 82. ...algoritmi e bolle... 82@giovannigentili
  83. 83. 83@giovannigentili fonte: Le Scienze 12/01/2015, Wu Youyou/Michal Kosinski - Università Cambridge/Stanford I social ti conoscono meglio di mamma? un algoritmo riesce a tracciare il profilo della personalità sulla base dei “like”
  84. 84. 84 fonte: libro “The Filter Bubble” di Eli Parisier (2011) e it.wikipedia.org/wiki/Bolla_di_filtraggio @giovannigentili Bolla di filtraggio / Echo chamber “E’ il risultato degli algoritmi di personalizzazione e ricerca basati sulla storia del comportamento dell'utente (posizione, tempi di lettura, click precedenti, ricerche fatte) per scegliere selettivamente quello che vorrà vedere l'utente. L'effetto è di isolare l'utente da informazioni che sono in contrasto con il suo punto di vista, effettivamente isolandolo nella sua bolla culturale o ideologica (..)”
  85. 85. 85 fonte: theatlantic.com/technology/archive/2017/10/what-facebook-did/542502/ @giovannigentili What Facebook did to american democracy “(..) If every News Feed is different, how can anyone understand what other people are seeing and responding to? (..) The truth is that while many reporters knew some things that were going on on Facebook, no one knew everything that was going on on Facebook, not even Facebook. And so, during the most significant shift in the technology of politics since the television, the first draft of history is filled with (..) empty pages.”
  86. 86. 86 fonte: twitter.com/evgenymorozov/status/926333381092282368 e copertina da economist.com/news/leaders/21730871-facebook-google- and-twitter-were-supposed-save-politics-good-information-drove-out @giovannigentili Do social media threaten democracy? Facebook, Google and Twitter were supposed to save politics as good information drove out prejudice and falsehood. Something has gone very wrong (..) Social media are being abused. But, with a will, society can harness them and revive that early dream of enlightenment. The stakes for liberal democracy could hardly be higher.”
  87. 87. 87 fonte: nytimes.com/2017/11/04/business/media/youtube-kids-paw-patrol.html e medium.com/@jamesbridle/something-is-wrong-on-the-internet-c39c471271d2 @giovannigentili
  88. 88. Riepilogo avvertenze sull’uso dei social 88@giovannigentili
  89. 89. 89@giovannigentili www.garanteprivacy.it/connettilatesta fonte: Garante Privacy “social privacy” (2014)
  90. 90. • Un social è per sempre Quando inserisci i tuoi dati personali, pensieri, scritti o foto in un social media ne perdi il controllo. I dati possono essere memorizzati dagli altri contatti della tua rete (anche se li rimuovi dopo poco tempo) e comunque vengono mantenuti dall’impresa che gestisce il servizio (leggere le “condizioni d’uso”). Le società di selezione del personale oggi usano moltissimo i motori di ricerca (molti anni dopo quella foto potrebbe non essere più divertente…). @giovannigentili 90 Social avvertenze/1
  91. 91. • E allora mi cancello… forse Anche se si disattiva un profilo, che così diviene non più visibile agli utenti, tutte le informazioni connesse potrebbero non essere cancellate dagli archivi della società che gestisce il servizio. Le garanzie sulla privacy possono minime, nella maggior parte dei casi le società hanno sede fuori dall’Unione Europea ed applicano legislazioni ben diverse dalla nostra @giovannigentili 91 Social avvertenze/2
  92. 92. • Mai veramente anonimo Anche i servizi che dichiarano di garantire l’anonimato mantengono “log” delle attività. Le autorità di polizia possono risalire agli utenti. Anche se non si mettono dati personali come nome o indirizzo, i sistemi possono risalire alla posizione dell’utente (soprattutto con gli smartphone) I malintenzionati possono carpire informazioni attraverso un dialogo o dall’archivio delle nostre conversazioni (nel tempo si rivelano molte cose). I volti nelle foto e nei video possono essere identificati automaticamente (anche senza tag). @giovannigentili 92 Social avvertenze/3
  93. 93. • Public by default Visto che si effettuano scambi con “amici” è facile che nei social media si abbia la sensazione di stare condividendo in un gruppo ristretto. Non è così. Le condizioni d’uso del servizio vengono cambiate spesso dalle imprese e ed è facile sbagliare le impostazioni di privacy dei servizi stessi. In ogni caso gli “amici” possono ri-condividere facilmente e con estrema velocità cose destinate ad un gruppo ristretto. Nelle amicizie esistono differenti livelli di relazione a seconda che ci si rapporti con amici stretti o semplici conoscenti, compagni di classe o professori, nei social è facile finire con il porre tutti sullo stesso piano. @giovannigentili 93 Social avvertenze/4
  94. 94. • Non sono io! Attenzione ai falsi profili ed ai falsi siti… Basta una foto di una persona e qualche infor-mazione sulla sua vita per impersonarla online. Questo può essere fatto a scopo di truffa o per gioco, comunque con gravi conseguenze (reato). Se la vostra banca vi chiede di mandargli la vostra password… di sicuro non è la banca! In generale meglio creare il proprio profilo nei principali social (anche se poi non si usa) invece di essere “assenti” (e quindi impersonabili). @giovannigentili 94 Social avvertenze/5
  95. 95. • La merce sei tu Se il servizio online è gratuito… la merce sei tu. La maggior parte dei social media si finanzia attraverso la pubblicità mirata, quindi per queste imprese hanno molto valore le nostre informazioni personali, i nostri comportamenti ed abitudini. Attenzione: solitamente il materiale caricato nei social media (come le foto) diventa di loro proprietà e la società può usarlo in futuro come vuole. @giovannigentili 95 Social avvertenze/6
  96. 96. Cosa fare con i social a scuola? 96@giovannigentili
  97. 97. 97@giovannigentili fonte: Corriere.it 14/01/2015; MIUR 2007
  98. 98. • Circolare 15 marzo 2007 (Fioroni) https://archivio.pubblica.istruzione.it/normativa/2007/allegati/prot30_07.pdf – parla dell’uso “personale” dei telefoni cellulari da parte di studenti e docenti, vieta la ripresa/diffusione di foto/video – rinvia all’adeguamento dei regolamenti di istituto per le sanzioni ivi compresa quella del ritiro temporaneo del telefono cellulare durante le ore di lezione, in caso di uso scorretto dello stesso • Direttiva n.104 del 30 novembre 2007 (Fioroni) https://archivio.pubblica.istruzione.it/normativa/2007/allegati/dir104_07.pdf @giovannigentili 98 Circolari e Direttive MIUR
  99. 99. 99@giovannigentili fonte: Danah Boyd “It’s complicated” (2014) “(..) le interazioni social possono essere una distrazione dalla lezione, ma spesso non sono una distrazione dall’imparare”
  100. 100. 100@giovannigentili fonte: ilmessaggero.it 04/11/2015 http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/melog/studenti-filmano-prof-guerra-105208-gSLA0Pm3PB
  101. 101. 101@giovannigentili fonte: Nicoletti, Radio 24 “Melog” del 06/11/2015 http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/melog/studenti-filmano-prof-guerra-105208-gSLA0Pm3PB “questo è il mondo parallelo che si svolge in una classe durante una lezione, non fate finta di non saperlo perché assomiglia a quello che si svolge in un ufficio, in una metropolitana (..) è la condivisione in tempo reale delle impressioni nei social network (..) ma è sempre successo: giravano i bigliettini, c’era il linguaggio dei sordi (..) già ai tempi di Gianburrasca quando faceva le caricature del professore (..)”
  102. 102. 102@giovannigentili fonte: Nicoletti, Radio 24 “Melog” del 06/11/2015 http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/melog/studenti-filmano-prof-guerra-105208-gSLA0Pm3PB “(..) ma oggi i professori non sono attrezzati per gestire questa attività social dei ragazzi. Si trovano davanti ad un dilemma: insegnano in edifici che sono identici a quelli degli ultimi 50 anni, la stessa lavagna, la stessa scrivania in formica (..) ma al tempo stesso gli viene dato l’input che ‘bisogna modernizzarsi e, davanti, degli smanettoni (..)”
  103. 103. 103@giovannigentili fonte: www.generazioniconnesse.it MIUR 2015 www.generazioniconnesse.it
  104. 104. Che domande farsi? Cosa chiedersi con i ragazzi? 104@giovannigentili #scuolasocial
  105. 105. 105@giovannigentili fonte: M.Rosaria Fiorelli, 2016 www.slideshare.net/MRosaria_Fiorelli/educazione-alla-cittadinanza-digitale-v2 “Educare alla cittadinanza digitale”: video, storie, attività, siti, giochi, ricerche, risorse, ecc
  106. 106. • Se sapessi che il vicino di casa o il professore potrebbero leggere quello che stai per scrivere… scriveresti le stesse cose e nella stessa forma? • Sei sicuro che le foto che pubblichi ti piaceranno anche tra qualche anno? Sai che quello che scrivi, anche in chat privata, rimane registrato? • Prima di postare la foto ridicola di un amico, ti sei chiesto se ti farebbe piacere trovarti nella stessa situazione? • Sei sicuro che mostreresti quella foto anche al tuo nuovo ragazzo/a? @giovannigentili 106 Domande che i ragazzi devono farsi/1 fonte: garante privacy
  107. 107. • Sai che le società di selezione del personale cercano informazioni sui candidati utilizzando i principali motori di ricerca? • Sai che le foto ed i post che pubblichi nei social media potrebbero danneggiarti nella ricerca di un lavoro? • Il curriculum che hai spedito corrisponde con quello che hai pubblicato su internet? Quello che racconti online è coerente con le tue aspirazioni lavorative? • Hai valutato se stai condividendo informazioni con qualcuno che può danneggiarti? @giovannigentili 107 Domande che i ragazzi devono farsi/2 fonte: garante privacy
  108. 108. • Hai mai provato a navigare insieme a lui? • Gli hai chiesto di mostrarti come si usa internet? • Sai quali social media usa? • Sai a quali gruppi online è iscritto? • Come sono impostati i livelli di privacy dei servizi? • Hai verificato le condizioni d’uso? @giovannigentili 108 Domande che gli educatori devono farsi… fonte: garante privacy
  109. 109. Infine... 109@giovannigentili #scuolasocial
  110. 110. 110@giovannigentili parental control
  111. 111. “Essendo amati in quelle cose che loro piacciono, col partecipare alle loro inclinazioni infantili, imparano veder l’amore in quelle cose che naturalmente loro piacciono poco, quali sono la disciplina, lo studio, la mortificazione di se stessi, e queste cose imparino a far con slancio ed amore” 111 fonte: Don Bosco, XVII111 @giovannigentili
  112. 112. Educatore dell’era digitale @giovannigentili 112 fonte: 1865, wikipedia
  113. 113. Giovanni Gentili se volete contattarmi su twitter… @giovannigentili Grazie per l’attenzione! 113@giovannigentili Giovanni Gentili se volete contattarmi su twitter… @giovannigentili questa presentazione è rilasciata sotto licenza trae spunto da varie risorse aperte pubblicate online e riporta brevi citazioni da lavori sotto copyright nel rispetto del “fair use” e delle norme vigenti

×