Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
#umbriadigitaleGIUNTA REGIONALE                                                                                           ...
Introduzione  1. Quadro europeo e nazionale dell’agenda digitale     Crescita digitale     Contesto umbro rispetto alla ...
Il quadro europeo e nazionale dell’agenda    Gli obiettivi dell’agenda digitale sono fissati dal quadro di riferimento…  ...
L’Agenda digitale dell’Umbria    Gli atti fondamentali della Regione Umbria…       Linee guida per l’Agenda digitale del...
La “Crescita digitale”    L’Agenda digitale dell’Umbria affronta la questione prioritaria della     "Crescita digitale” d...
BusinessIl contesto umbro della “Modernità ICT”                            Livello di evoluzione                          ...
Il cambio di paradigma dell’Agenda umbra   La Regione Umbria punta su un cambio di paradigma    negli interventi per il d...
L’approccio partecipato e collaborativo    Solo il cambio di paradigma e l’approccio “open” possono consentire     di mas...
Una mobilitazione di lungo periodo    Il percorso di strutturazione dell’Agenda digitale dell’Umbria comporta     dunque ...
Moltiplicare il valore degli investimenti Concentrazione            Reti di conoscenza    delle risorse         (cambiare ...
Ambiti prioritari dell’Agenda umbra    Le linee di azione prioritarie individuate dalla DGR n.397/2012 sono:       a) a1....
Percorso #umbriadigitale: “ideario”     umbriadigitale.ideascale.com       Cosa cerchiamo? Idee, stimoli e riflessioni, no...
Idee progettuali ed #umbriadigitaleIdee di business creativeper singola impresa                                  bandi reg...
Percorso #umbriadigitale: evento e tappe    L’evento pubblico del 15-16 aprile rappresenta l’inizio…     non è la fine de...
per contribuire con idee…umbriadigitale.ideascale.com per registrarsi all’evento del 15-16 aprile…umbriadigitale.eventbrit...
Schema del percorso partecipato e collaborativodell’Agenda digitale dell’Umbria                                           ...
Percorso #umbriadigitale: i vantaggi    La consultazione pubblica ed il percorso collaborativo     puntano a generare “id...
Approccio collaborativo al policy-making                                                                               fon...
Modello di riferimento: l’imbuto delle idee                         www.agendadigitale.regione.umbria.it - 19
Piattaforma dell’Agenda digitale dell’Umbria  Il programma operativo dellAgenda digitale dellUmbria ed il connesso percor...
Governance dell’Agenda digitale dell’Umbriacome definita dalla D.G.R. n.397/2012                                        ww...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Percorso partecipato e collaborativo dell'Agenda digitale dell'Umbria

789 views

Published on

presentazione originale del 19/03/2013, utilizzata durante gli incontri della prima fase

Published in: Government & Nonprofit
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Percorso partecipato e collaborativo dell'Agenda digitale dell'Umbria

  1. 1. #umbriadigitaleGIUNTA REGIONALE 19/03/2013 v1.2Ambito Conoscenza e WelfareServizio Sistema informativo regionaleIl percorso partecipatoe collaborativo dell’Agenda digitale dell’Umbria ing.Giovanni Gentili gentili@regione.umbria.it @giovannigentili Questo lavoro è pubblicato sotto licenza Creative Commons “Attribuzione 3.0 Italia” (CC BY). Per visualizzare una copia della licenza visitare il sito: http://creative commons.org/licenses/by/3.0/it/ www.agendadigitale.regione.umbria.it
  2. 2. Introduzione 1. Quadro europeo e nazionale dell’agenda digitale  Crescita digitale  Contesto umbro rispetto alla “Modernità ICT” 2. Il cambio di paradigma dell’Agenda umbra  Approccio partecipato e collaborativo  Ambiti prioritari e cose fatte 3. Il percorso #umbriadigitale  Consultazione pubblica: “ideario”  La fase di avvio e tappe successive www.agendadigitale.regione.umbria.it - 2
  3. 3. Il quadro europeo e nazionale dell’agenda  Gli obiettivi dell’agenda digitale sono fissati dal quadro di riferimento…  Agenda digitale europea – iniziativa faro di Europa2020  Decreto “Crescita 2.0” (DL n.179/2012) – contenente l’agenda digitale italiana  Contributo delle regioni all’agenda digitale – approvato dalla Conferenza regioni nella seduta del 6/6/2012  Metodi ed obiettivi per un uso efficace dei fondi 2014-2020 – Documento Ministro Coesione Barca www.agendadigitale.regione.umbria.it - 3
  4. 4. L’Agenda digitale dell’Umbria  Gli atti fondamentali della Regione Umbria…  Linee guida per l’Agenda digitale dell’Umbria D.G.R. n.397 del 16/04/2012, che attualizzano il contesto del Piano strategico per la Società dellinformazione D.G.R. n.292/2009.  Scenario di avvio – tavolo interdirezionale del 05/07/2012  Programma operativo - D.G.R. n.1546 del 03/12/2012  Task force - D.G.R. n.148 del 20/02/2013  Documentazione disponibile nel sito tematico: www.agendadigitale.regione.umbria.it www.agendadigitale.regione.umbria.it - 4
  5. 5. La “Crescita digitale”  L’Agenda digitale dell’Umbria affronta la questione prioritaria della "Crescita digitale” decisiva per il futuro della Regione Umbria come previsto dal Programma di legislatura o “tre questioni prioritarie per l’Umbria: sanità, sviluppo/lavoro, agenda digitale” - Presidente in Consiglio regionale il 6 giugno 2012.  L’Agenda si prefigge una mobilitazione di pubblico e privato per…  non solo costituire un volano di sviluppo per la filiera ICT e realizzare un ecosistema favorevole alla creatività  ma sostenere la coesione sociale e l’affermazione dei diritti del cittadino nella società dell’informazione  ed essere motore di sviluppo dei servizi in rete e fattore primario di crescita del tessuto economico e produttivo del territorio www.agendadigitale.regione.umbria.it - 5
  6. 6. BusinessIl contesto umbro della “Modernità ICT” Livello di evoluzione dellofferta ICTPerformance Consumer e Microbusiness Utilizzo ICT nelle Umbria Centro Italia imprese 100 Cultura ICT 80 Utilizzo ICT nella PA 60 40 20 Utilizzo ICT nelle Finanziamenti ICT famiglie 0 Livello di evoluzione Infrastruttura ICT dellofferta ICT Business Livello di evoluzione dellofferta ICT Performance Consumer e Microbusiness Umbria Centro Italia fonte: Politecnico di Milano/SDA Bocconi http://agendadigitale.rl2.it/wp-content/uploads/2011/04/Modernita-ICT_Mgmt-summary.pptx www.agendadigitale.regione.umbria.it - 6
  7. 7. Il cambio di paradigma dell’Agenda umbra La Regione Umbria punta su un cambio di paradigma negli interventi per il digitale, basato sulla costruzione di “reti di conoscenza” (dare valore alle persone, alle loro relazioni e metterle in grado di trovare/usare linformazione) piuttosto che sulle “reti tecnologiche”.  questo approccio punta sulle nuove possibilità offerte dal digitale per affrontare i problemi sociali e vale per tutti i “nodi” delle reti… un ente pubblico, unimpresa, un professionista una famiglia, un anziano, un ricercatore, ecc  è incentrato sui valori e le eccellenze dell’Umbria (benessere, cultura, natura, comunità, policentrismo, ecc)... non si discute di “tecnologia” www.agendadigitale.regione.umbria.it - 7
  8. 8. L’approccio partecipato e collaborativo  Solo il cambio di paradigma e l’approccio “open” possono consentire di massimizzare i ritorni degli investimenti in infrastrutture digitali ad oggi già effettuati dal sistema istituzionale umbro.  L’amministrazione digitale è solo una piccola parte dell’agenda digitale, ma il settore pubblico ha un ruolo essenziale come driver dell’innovazione del territorio in ottica smart communities.  La “Community Network regionale” di cui all’art.10 l.r. n.8/2011 un asset importante: è l’insieme di infrastrutture di telecomunicazione, datacenter, servizi infrastrutturali (identità digitale, SPCoop, ecc) e delle “comunità di pratica” (per la gestione della conoscenza) www.agendadigitale.regione.umbria.it - 8
  9. 9. Una mobilitazione di lungo periodo  Il percorso di strutturazione dell’Agenda digitale dell’Umbria comporta dunque una sfidante mobilitazione di lungo periodo sul tema “digitale”  dell’insieme delle strutture regionali  del complesso di agenzie/aziende sanitarie/partecipate  del sistema istituzionale complessivo (comuni, università, ecc)  dell’insieme delle imprese e degli interlocutori sociali  In questa prospettiva, il percorso di costruzione dell’Agenda digitale dellUmbria è necessariamente partecipativo/collaborativo e non può adottare il tradizionale approccio top down che ha caratterizzato storicamente gli interventi ICT nella PA.  Per l’efficacia dei risultati, è indispensabile una visione convergente di sviluppo delle tecnologie digitali ed un approccio centrato sul protagonismo dei diversi attori e portatori di interesse su cui si dispiegheranno gli effetti delle realizzazioni dell’Agenda nel quadro di una "Strategia regionale per la Crescita digitale 2014-2020” www.agendadigitale.regione.umbria.it - 9
  10. 10. Moltiplicare il valore degli investimenti Concentrazione Reti di conoscenza delle risorse (cambiare paradigma) Redistribuzione delle risorse www.agendadigitale.regione.umbria.it - 10
  11. 11. Ambiti prioritari dell’Agenda umbra  Le linee di azione prioritarie individuate dalla DGR n.397/2012 sono: a) a1. Infrastrutture di telecomunicazione (banda larga), a2. Datacenter (infrastrutture tecnologiche e cloud), continuità operativa e sicurezza informatica b) b1. E-government (amministrazione digitale, servizi infrastrutturali, community network regionale, open source) e semplificazione, b2. Open data (dati pubblici aperti e circolarità dei dati tra PA) c) c1. Scuola digitale c2. Alfabetizzazione informatica ed inclusione sociale d) Ricerca, economia della conoscenza ed ICT per le imprese, e-commerce e) Sanità elettronica www.agendadigitale.regione.umbria.it - 11
  12. 12. Percorso #umbriadigitale: “ideario” umbriadigitale.ideascale.com Cosa cerchiamo? Idee, stimoli e riflessioni, non progetti… Idee che sfruttino le nuove possibilità offerte oggi dal digitale, per migliorare la qualità della vita e per "fare rete" (nel socializzare ma anche nel fruire o erogare servizi).  L’idea che vorremmo ricevere dovrebbe avere le seguenti caratteristiche... a) concretezza: idee fattibili, coerenti con il contesto dell’Umbria e riferite ai temi dellAgenda digitale dell’Umbria (usare il digitale per la crescita dell’Umbria) b) semplicità: idee utili descritte in poche righe, non necessariamente grandiose e non per forza basate su "hi tech", possibilmente idee originali oppure che siano replicabili su larga scala, e che spingano a “fare rete” c) praticabilità: ipotesi e proposte effettivamente realizzabili, possibilmente in grado di incrementare il valore dei tradizionali punti di forza dell’Umbria:  benessere, qualità della vita, salute  cultura, natura, centri storici, territorio  comunità, solidarietà, sussidiarietà www.agendadigitale.regione.umbria.it - 12
  13. 13. Idee progettuali ed #umbriadigitaleIdee di business creativeper singola impresa bandi regionali “Creativity Camp 2013” & “PMI innovative-Startup 2013 Idee di innovazione industriale oppure “TIC2013” & “PIA2013” per singola impresa o reti di imprese Idee di ricerca industriale Orizzonte 2020 e sviluppo sperimentale Idee di innovazione sociale ideario e percorso e per la semplificazione dei servizi della PA #umbriadigitale co-design &Idee per policy/Temi co-makershipper la crescita digitale dell’Umbria Crescita digitale Esempi di successo / Filiere-Reti esistenti o potenziali 2014-2020 Infrastrutture e contesto tecnologico dell’Umbria Contesto economico/sociale dell’Umbria www.agendadigitale.regione.umbria.it - 13
  14. 14. Percorso #umbriadigitale: evento e tappe  L’evento pubblico del 15-16 aprile rappresenta l’inizio… non è la fine del percorso!  Saranno attivati dei “tavoli di lavoro” (focus group) in cui mobilitare le migliori energie intellettuali disponibili in ogni ambiente (operatori PA, SSR, imprese, scuole, università, professionisti, terzo settore, ecc) per… a) ragionare insieme sulle opzioni di intervento regionali (opzioni già in atto oppure opzioni a tendere); b) individuare le “tematiche” più rilevanti da esplorare; c) portare a conoscenza “esempi di successo” e “reti” già in essere.  Questa modalità diverrà sempre più strutturata in corso d’opera confluendo verso i “tavoli di partecipazione istituzionali” (Tavolo dell’Alleanza, ecc) che, in questo modo, potranno discutere le politiche e le scelte da fare sulla base della conoscenza (reperire dati, passare all’informazione, arrivare alla conoscenza) e sul valore rappresentato dall’emersione del tessuto di reti del territorio nei vari ambienti www.agendadigitale.regione.umbria.it - 14
  15. 15. per contribuire con idee…umbriadigitale.ideascale.com per registrarsi all’evento del 15-16 aprile…umbriadigitale.eventbrite.it www.agendadigitale.regione.umbria.it - 15
  16. 16. Schema del percorso partecipato e collaborativodell’Agenda digitale dell’Umbria Tavolo Consultazione dell’Alleanza pubblica “ideario” per lo sviluppo e focus group Emersione dell’Umbria  idee progettuali delle  politiche/scelte “reti di conoscenza” Linee guida Agenda digitale Programma dell’Umbria operativo Evento (DGR 1546/2012) Progettazione Realizzazione (DGR 397/2012) #umbriadigitale partecipata  avvio ed incontri follow-up partecipata Riordino interventi interventi Filiera ICT esterna + Riorganizzazione “Task force” Funzione ICT interna interna all’Amm.ne Piano ICT (PEI) regionale allargata 2013-2015 (DGR 148/2013) +  opzioni intervento Costruzione Piano regionale delle Crescita digitale 2014-2020 “comunità di pratica” e “reti di servizi digitali” Piattaforma regionale di “knowledge” (ASC) Community Network regionale (CN-Umbria) ex art.10 l.r. n.8/2011 www.agendadigitale.regione.umbria.it - 16
  17. 17. Percorso #umbriadigitale: i vantaggi  La consultazione pubblica ed il percorso collaborativo puntano a generare “idee progettuali” (“idee, non progetti”)…  nel breve periodo, quali contributi utili alla progettazione degli interventi da attuare entro il 2014, ma anche, su un orizzonte più ampio, per contribuire all’elaborazione della “Strategia regionale per la Crescita digitale 2014-2020”  ricercare la partecipazione collaborativa dell’utente fin dal disegno dei servizi stessi  responsabilizza gli “attori di prossimità” in grado di condurre o almeno facilitare questa attività di crescita e sollecitare la collaborazione con l’Università ed in genere con i centri di competenza del territorio  non approcciare il tema dal lato tecnologico, non cercare per forza soluzioni “hi tech”  spingere ad usare la creatività per sviluppare servizi concreti e sostenibili nel tempo  spingere a “fare rete” tra soggetti dello stesso ambiente e, possibilmente, anche tra ambienti diversi  fare “cultura digitale” non attraverso generiche azioni di “alfabetizzazione” ma attraverso lattivazione di tutti gli attori interessati ai servizi in rete www.agendadigitale.regione.umbria.it - 17
  18. 18. Approccio collaborativo al policy-making fonte: Civil Service Reform UK Gov 2012 http://www.civilservice.gov.uk/reform/part-2-improving-policy-making-capability www.agendadigitale.regione.umbria.it - 18
  19. 19. Modello di riferimento: l’imbuto delle idee www.agendadigitale.regione.umbria.it - 19
  20. 20. Piattaforma dell’Agenda digitale dell’Umbria  Il programma operativo dellAgenda digitale dellUmbria ed il connesso percorso #umbriadigitale costituiscono una “piattaforma” molto ampia su cui innestare la costruzione di molteplici “reti di conoscenza” nel tessuto sociale umbro…  lo scenario di avvio, condiviso nella prima sessione del 5 luglio 2012 del “Tavolo interdirezionale per la Società dellinformazione in Umbria” (che riunisce i vertici di tutte le strutture pubbliche umbre), tratteggia gli orientamenti progettuali su cui la Regione Umbria punta per incentivare: • il riuso o il rinforzo di competenze e pratiche di successo; • lo sviluppo e lintegrazione di filiera; • la fertilizzazione di conoscenza.  la piattaforma dell’agenda è raffigurabile in sintesi come segue: Pubblica amministrazione, Imprese, Famiglie, Scuola/Università Servizi Governance delle principali filiere in rete Incentivare Fertilizzazione Favorire lo sviluppo e riuso/applicazione tra i luoghi di l’integrazione di competenze e produzione della di filiera pratiche di successo conoscenza Comunità di pratica Reti di conoscenza Community Network regionale (CN-Umbria) www.agendadigitale.regione.umbria.it - 20
  21. 21. Governance dell’Agenda digitale dell’Umbriacome definita dalla D.G.R. n.397/2012 www.agendadigitale.regione.umbria.it - 21

×