Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Infographic: Innocentive vs Lumenogic

187 views

Published on

A comparison between two crowdsourcing platforms.

Published in: Services
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Infographic: Innocentive vs Lumenogic

  1. 1. INNOCENTIVE e LUMENOGIC sono entrambe società di servizi basate sul «crowdsourcing» ma si differenziano per la tipologia di problemi affrontati e per il diverso approccio alla soluzione. Business Società Scienza Politica Tecnologia Previsioni Decision Innovazione making LUMENOGIC nasce nel 2010 dall’unione di NewsFeatures (società francese attiva dal 2000 nel mondo del business forecasting, decision making e business innovation) e due manager di The New England Consulting Group (società di consulenza statunitense fondata nel 1981). INNOCENTIVE nasce nel 2001 a partire dall’iniziativa di due dipendenti della multinazionale farmaceutica statunitense Ely Lilly and Company e grazie ai fondi che quest’ultima investe nel progetto. La speranza è quella riuscire ad esternalizzare la soluzione dei problemi che i ricercatori della multinazionale non riescono a risolvere tramite una piattaforma accessibile da tutto il mondo via internet. Il principio su cui si basa INNOCENTIVE è quello tipico della OPEN INNOVATION: garantire la qualità della soluzione ricercata tramite la generazione di una grande quantità di idee. Il business proposto da INNOCENTIVE nasce dall’idea di mettere in contatto il proprio portafoglio clienti (detti «seekers»: cercatori di soluzioni) con una comunità aperta di solutori («solvers»), caratterizzati da una grande varietà di backgroundculturalie tecnici. Per attirare l’attenzione del maggior numero possibile di solvers, INNOCENTIVE struttura la ricerca della miglior soluzione sotto forma di gara a tempo con premiazione in denaro (tornei detti «challenge»): ogni qualvolta un cliente sottopone a INNOCENTIVE un problema da risolvere, viene aperta una gara online relativa alla richiesta fatta e viene stabilito un periodo di tempo all’interno del quale è possibile sottoporre le possibili soluzioni al problema. Una volta terminata la gara, il seeker stesso valuta le soluzioni ricevute (sulla base dei criteri specificati nel bando: velocità, fattibilità della soluzione, costo, precisione, dettaglio della spiegazione, ecc.) e assegna il premio in denaro, pattuito all’inizio della gara, al solver che ha proposto la soluzione migliore. Il principio su cui si basa LUMENOGIC è quello di INTELLIGENZA COLLETTIVA, ovvero il fenomeno per cui un gruppo di persone in cui siano garantite la diversità di opinioni, la decentralizzazione degli input informativi, l’indipendenza di pensiero e la collaborazione (concretizzata nell’adozione di scelte condivise) produce un’intelligenza, detta «sociale», maggiore della somma delle intelligenze dei singoli membri del gruppo (questo effetto, eccezion fatta per alcuni fenomeni detti di «diminishing-returns», risulta essere tanto più marcato quanto maggiore è la numerosità del gruppo). LUMENOGIC è specializzata nello sviluppo e nella messa in opera di metodologie e strumenti mirati a far EMERGERE il fenomeno non lineare di intelligenza collettiva in un gruppo di persone (generalmente impiegati dell’azienda cliente o suoi clienti) allo scopo di: formulare delle previsioni per il futuro, prendere decisioni ad alto rischio o selezionare un’idea vincente all’interno di una serie di proposte. Per fare ciò le diverse procedure ideate da LUMENOGIC tendono sempre a sfavorire l’instaurarsi del «groupthink», stimolando invece: l’aggregazione della conoscenza, l’eliminazione dei preconcetti e la motivazione dei partecipanti. Di fatto le procedure seguite da Lumenogic causano l’aggregazione delle competenze, delle esperienze e delle informazioni (anche inconsce) dei membri di un collettivo per ricavarne una visione d’insieme caratterizzata da un livello di completezza superiore. A discrezione del cliente, la concretizzazione delle varie procedure di «collective intelligence gathering» può avvenire o tramite dei software concessi in licenza che guidano nell’analisi dei dati raccolti o tramite il supporto diretto di LUMENOGIC. In entrambi i casi lo studio dei dati raccolti avviene con un approccio di tipo statistico-matematico. NOTA: NewsFutures è una delle poche società attive nel mondo dei Prediction Markets che viene esplicitamente citata nel libro avanguardia di Surowiecki. Nel 1907, Francis Galton (cugino di Charles Darwin) pubblicò un articolo sulla rivista «Nature» raccontando di un episodio che aveva vissuto ad una fiera di bestiame. Egli aveva assistito ad una serie di scommesse sul peso che avrebbe avuto un grosso bue dopo che fosse stato macellato e ripulito. Alla competizione parteciparono circa 800 persone più o meno esperte del settore. Dopo che il vincitore fu premiato, Galton raccolse tutti i biglietti su cui erano state effettuate le scommesse. La carcassa del bue, dopo la macellazione e la ripulitura, era risultata pesare 1198 libbre. Galton mediò tutti i valori di tentativo effettuati durante la gara e ottenne il valore di 1197 libbre. Per quanto alcuni risultati fossero nei dintorni del valore esatto (molto probabilmente quelli degli esperti del settore) nessuna stima si dimostrò essere migliore della media calcolata da Galton. L’algoritmo con cui Google classifica i risultati di una ricerca si basa sull’assunto che il web sia «democratico», ovvero (analogamente a quanto succede nelle sessioni preparate da Lumenogic) caratterizzato da: diversità di opinioni, decentralizzazione degli input informativi e indipendenza di pensiero. In base a questa ipotesi l’algoritmo classifica la rilevanza assoluta («rango») di un sito in base a quanto quel sito è considerato importante da tutte le pagine web che contengono la chiave di ricerca immessa. Più nello specifico Google interpreta un link dalla pagina A verso la pagina B come un voto effettuato dalla pagina A alla pagina B. L’assegnazione della rilevanza della pagina avviene in base al numero di voti da essa ricevuti. Per esaltare ancora di più l’effetto voluto, l’algoritmo è strutturato in modo da far sì che i voti provenienti da pagine, esse stesse, «importanti» pesino maggiormente e perciò contribuiscano a far diventare le pagine a cui linkano ancora più «importanti». Martin MariettaLockheed Rockwell Internat. Morton Thiokol (Decollo) (Esplosione) (Notizia a Wall Street) Martin MariettaLockheed Rockwell Internat. Morton Thiokol (Chiusura della borsa valori) Aiuto da un amico Aiuto del pubblico 91%65% Il 28 gennaio 1986 lo Space Shuttle Challenger esplose dopo 73 secondi dal decollo a causa di un guasto. Il valore delle azioni delle quattro maggiori società appaltatrici che avevano partecipato al lancio cominciò a calare vistosamente. La società che più risentì del ribasso fu la Morton Thiokol: nonostante non fosse stato emesso alcun comunicato, non fossero state formulate ipotesi ufficiali e non fossero state vendute azioni dai dipendenti della società, nessun azionista comprava azioni Thiokol, mentre tutti cercavano di disfarsene. Vista la situazione, particolarmente anomala, venne effettuata una sospensione delle compravendite per un’ora, al termine della quale la Morton Thiokol perse il 12% (circa 200 milioni di dollari) rispetto all’inizio della giornata, mentre le altre 3 firme si erano stabilizzate attorno a un modesto -3%. Solo alcune settimane dopo, il fisico Richard Feynman avrebbe avanzato l’ipotesi (corretta) del guasto ad un O-Ring di uno dei due Solid Rocket Booster e solamente mesi dopo l’incidente la Morton Thiokol sarebbe stata giudicata ufficialmente responsabile dell’accaduto. Enti governativi Società private Organizzazioni no-profit *tramite: The Economist Scientific American Nature Publishing Group : NUMERO DI SOLVER : NUMERO DI SOLUZIONI PROPOSTE : NUMERO DI VINCITORI Tuttavia il successo e la caratterizzazione della piattaforma si basano sulla diversità di background culturali dei propri solver ed è per questo motivo che la maggior parte delle sfide sono accessibili da chiunque nel mondo. La maggior parte delle soluzioni proposte provengono da: Istituti di ricerca Partner Scienziati Ricercatori Studenti Ambientalisti Imprenditori In alcuni casi INNOCENTIVE organizza anche sfide riservate ai soli dipendenti dell’azienda cliente: Nonostante, nella maggior parte dei casi, i seeker che ricorrono ai servizi offerti da INNOCENTIVE richiedano l’anonimato per questioni di riservatezza nei confronti della concorrenza, essi possono essere suddivisi in alcune categorie tipiche: Mentre la clientela di LUMENOGIC non è molto differente da quella di INNOCENTIVE, la società di previsioni fa uso di un differente tipo di potenziale umano (da non intendere nel senso stretto di «solver»): Enti governativi Società private Mezzi di informazione Organizzazioni no-profit Dipendenti selezionati del cliente Client-base del cliente In questa fase LUMENOGIC lavora a stretto contatto con il cliente per definire quali siano gli obiettivi del progetto e quale sia, di conseguenza, la tecnica di Collective Intelligence che meglio si adatta al caso (anche in ragione di eventuali vincoli imposti dal cliente). Vengono scelte le piattaforme software da utilizzare, l’interfaccia utente, i metodi per massimizzare coinvolgimento e motivazione dei partecipanti, forme ed entità delle premiazioni. LUMENOGIC personalizza la piattaforma online scelta, in modo da garantire che, nelle condizioni d’uso dello specifico caso, l’aggregazione dei contributi provenienti da ciascuno dei partecipanti avvenga secondo modalità formalmente corrette. Viene inoltre gestito ogni aspetto dell’utilizzo e del funzionamento del software: dalla formazione pre-lancio dei partecipanti, alla raccolta dei risultati, alla premiazione dei migliori contributi, passando per il completo supporto tecnico- informatico. LUMENOGIC analizza insieme al cliente i risultati ottenuti nella campagna di «Collective Intelligence Gathering», supportandolo nell’individuazione delle informazioni chiave e delle idee a maggior potenziale. Infine vengono avanzate delle ipotesi di rischio sulle idee/previsioni emerse, sulla base dei dati statistici ottenuti. Un «Prediction Market» è una sorta di mercato azionario in cui vengono comprati e venduti titoli di previsioni di eventi futuri: se si pensa che un certo evento si realizzerà, allora si comprano quote di mercato, in caso contrario si vendono i titoli posseduti. Esistono società private che fanno di questi mercati il proprio core business (Intrade, Betfair, TradeSports, Covestor) mentre LUMENOGIC sfrutta le dinamiche che si vengono a creare nel gruppo di trader (in particolare l’emergenza del fenomeno di intelligenza collettiva) per fornire una dimensione probabilistica a degli eventi futuri. Per realizzare questa previsione, si sfrutta l'idea che suggerì l'economista austriaco Friederich Von Hayek nel 1945: egli sosteneva che i mercati liberi facilitano in maniera efficace ed efficiente la condivisione e la trasmissione delle informazioni nei riguardi del valore posseduto da un determinato bene, attraverso la spontanea fissazione dei prezzi sul mercato. Quindi, nei mercati finanziari il prezzo di un titolo riflette tutta l’informazione posseduta per eventi collegati in qualche modo a quel titolo e coinciderà, prima o poi, con il reale valore del titolo. Con queste ipotesi, si può pensare di creare un mercato, simile a quello azionario, in cui i titoli scambiati rappresentano uno dei possibili esiti di un’affermazione riguardante un particolare evento futuro e il loro valore rappresenta la probabilitàche lo scenario legato alla detta affermazione si verifichi. Ad esempio, in una delle forme più utilizzate di transazione (detta di «contratto binario»), il fornitore del servizio paga 1 dollaro se l'evento su cui si è scommesso si realizza e nulla in caso contrario. Ogni utente è libero di comprare e vendere le azioni come meglio crede, al prezzo che ritiene giusto, sulla base delle informazioni e conoscenze possedute in quel preciso momento. Quindi se, ad esempio, l'utente si aspetta che la probabilità di accadimento dell'evento sia 65% allora comprerà azioni che valgono 65 centesimi o meno e le venderà solo ad un prezzo superiore. In queste condizioni si è riscontrato che il prezzo (della singola azione) che si viene a formare, rappresenta di fatto la probabilità con cui la globalità dei trader coinvolti ritiene che l'evento in questione accada o meno. E’ da sottolineare che LUMENOGIC (eccezion fatta per l’assegnazione di un premio finale in denaro alla/e previsione/i migliore/i), non fa uso di denaro reale nelle proprie simulazioni. Ciononostante gli studi più recenti (condotti dalla rivista «Science» e dalla stessa «NewsFutures») concludono che la qualità delle previsioni realizzate in mercati a denaro virtuale è del tutto comparabile a quella ottenuta da mercati funzionanti con denaro reale.
  2. 2. La terza tipologia di piattaforma (Competitive High-Information Prediction System o «C.H.I.P.S.») consente la formulazione di previsioni in maniera ancora più libera. Tramite questo software è possibileformulare diversi tipi di previsioni: La formulazione della previsione avviene tramite l’utilizzo di un numero limitato di «token» (gettoni) che vengono collocati in corrispondenza agli scenari proposti con la presunta maggiore probabilità di accadimento. BINARIE La previsione è formulata in modo da ammettere solo due tipi di risposta («avverrà», «non avverrà»). POLINOMIALI La previsione è formulata in modo da permettere la scelta tra un paniere di scenari proposti. CONTINUE La previsione (similmente a quanto avviene con la piattaforma di Competitive Forecasting) consiste nella definizione di un range di probabilità di accadimento. Questo tipo di piattaforma (pensate per garantire la semplicità d’uso) è costruita in modo da non forzare gli utilizzatori a tradurre un’opinione in una decisione di compravendita: gli utenti esplicitano la loro previsione definendo il range di probabilità dell’evento (o il range di variazione di una grandezza numerica) tramite un apposito cursore del quale è possibilemodificare la posizione di entrambi gli estremi. I partecipanti vengono premiati sulla base di I risultati ottenuti da questo approccio danno informazioni non solo in termini di valor medio ma anche in termini di varianza e livello di confidenza della previsione. ACCURATEZZA PRECISIONE TEMPESTIVITÀ RACCOLTA I partecipanti inseriscono nel software le proprie idee, vedono le idee altrui e ne discutono. PRIORITIZZAZIONE Ai partecipanti viene assegnato un numero predefinito di gettoni verdi, con i quali votare le idee che secondo loro hanno maggior probabilità di successo e dei gettoni rossi (anch’essi limitati) con i quali indicare le idee ritenute fallimentari. Il numero esiguo di gettoni resi disponibili costringe a valutare con attenzione ogni scelta. Al termine dell’intera procedura viene assegnato un punto per ogni gettone «ben collocato». VALUTAZIONE In questa fase i partecipanti devono attribuire un punteggio alle idee ritenute migliori, sulla base di alcune loro caratteristiche, come ad esempio: fattibilità, investimenti richiesti, ritorno economico, ecc. L'ultima tipologia di software (unico tra i quattro a non avere scopi predittivi) gestisce un processo multistadio per la selezione di idee ad alto potenziale. PROPOSTA del problema o dell’idea da parte del seeker FORMULAZIONE del problema sotto forma di sfida (definizione dei tempi, dei criteri di valutazione, della forma di premiazione) SPECIFICAZIONE del trattamento della proprietà intellettuale della soluzione INSERIMENTO del problema nella vetrina online di Innocentive.com & Partners VALUTAZIONE delle soluzioni proposte (da parte del seeker o da parte di una commissione) PREMIAZIONE della/e idea/e vincente/i e trasferimento della proprietà intellettuale INNOCENTIVE dividei servizi offerti in tre tipologiespecifiche: tornei «premium», tornei «custom» e soluzioni «SaaS» (Software as a Service). I tornei «premium» e «custom» hanno modalità di svolgimento simili,riassumibilinelle seguenti fasi: I tornei basati su SaaS sono strutturalmente simili,eccezion fatta per la cancellazione degli accordi per il trattamento della proprietà intellettuale e per l’introduzione (prima della valutazione delle idee) di una fase di discussione aperta e collaborativa circa le soluzioni messe in gioco: PROPOSTA del problema o dell’idea da parte del seeker FORMULAZIONE del problema sotto forma di sfida INSERIMENTO del problema nel sistema cloud (accessibile solo a una comunità ristretta, scelta dal seeker) DISCUSSIONE aperta e collaborativa tra i solver della comunità ristretta VALUTAZIONE delle soluzioni proposte (da parte del seeker) PREMIAZIONE della/e idea/e vincente/i Le Premium Challenges rappresentano la maggioranza dei tornei organizzati da INNOCENTIVE e hanno lo scopo di raccogliere e selezionare le idee miglioriprovenienti dalla solver-base della società. Si dividonoin diverse categorie: Questo tipologia di torneo viene sviluppato insieme al cliente e su misura per le sue necessità, qualora il problema da risolvere sia estremamente complesso, ad ampio spettro, dai contenuti estremamente innovativi, con il potenziale di far crescere di molto le conoscenze mondiali in materia o semplicemente sia di grande impatto sul business del seeker. In questo caso il ruolo di INNOCENTIVE si estende al supporto nella definizione di dettaglio del problema e delle fasi del torneo, nella gestione dei solver lungo tutto il percorso previsto, nella definizione del premio, nell’organizzazione di eventi, nella pubblicizzazione ed esposizione a livello mondiale della sfida in modo da attirare e incentivare le menti migliori ad affrontare la sfida. Generalmente la struttura base di un torneo custom rientra in una delle due seguenti categorie: GRANDCHALLENGES Torneo ad ampia scala in cui vengono richieste innovazioni radicali e soluzioni avanzate che avranno un impatto significativo sul benessere globale. Generalmente, per questo tipo di tornei, vengono imposte delle convalide sperimentali delle soluzioni presentate, allo scopo di assicurarne con oggettività: il funzionamento , la ripetibilità, la concretezza. SHOWCASECHALLENGES Questo tipo di tornei si svolge all’interno di aree del sapere piuttosto ampie (ad esempio: sicurezza, energia, ecc.). La premiazione, che avviene per mano di una commissione sulla base dei criteri esplicitati al momento del lancio della sfida, viene generalmente organizzata in modo da dare grande visibilità mediatica all’evento, in favore di piccole-medie imprese, imprenditori e start-up che vogliano puntare sull’innovazione per la crescita del loro business. IDEATION Si tratta di sfide che nascono con lo scopo di selezionare e premiare almeno un’idea rivoluzionaria (per il lancio di un nuovo prodotto, la soluzione di un problema tecnico, l’applicazione innovativa di un prodotto già esistente, la realizzazione di un progetto di marketing, ecc.) Si caratterizzano per la breve durata e per la cessione dell’utilizzo (non esclusivo) della proprietà intellettuale della soluzione a favore del seeker. THEORETICAL Sono sfide in cui lo scopo è realizzare un progetto fattibile e preciso (anche se non dettagliato fino alla soluzione) di un prodotto, una soluzione tecnica o un servizio. La proprietà intellettuale viene trasferita o ceduta in licenza al seeker. REDUCTION-TO-PRACTICE(RTP) La sfida consiste nella realizzazione di un prototipo funzionante (anche se non su scala commerciale) di un’idea. Affinché la soluzione venga accettata (e sia quindi eleggibile per la premiazione) è necessario che tutti i criteri imposti dal seeker siano rispettati, per questo motivo il tempo di apertura di questi tornei è generalmente superiore a quello degli altri. Il trattamento della proprietà intellettuale è uguale a quello delle Theoretical Challenges. PRODIGY«BIGDATA» Sono sfide a carattere computazionale che hanno lo scopo di creare del codice in grado di stabilire in maniera oggettiva la bontà di una soluzione (Theoretical o RTP). I sistemi proposti vengono valutati e premiati in base alla loro accuratezza. NOVELMOLECULECHALLENGE (NMC) I seeker ricorrono a questo tipo di sfide per venire a conoscenza di nuove associazioni di composti, nuove strutture chimiche o semplicemente ampliare e diversificare la propria libreria di composti utilizzabili. Il premio è di maggiore o minore entità a seconda che la proprietà intellettuale della soluzione venga ceduta in esclusiva o meno. ELECTRONICREQUESTFOR PROPOSAL(eRFP) In questo caso il seeker è alla ricerca di una collaborazione con un’azienda o dei consulenti che possano contribuire alla realizzazione di un certo progetto tramite l’apporto di materiali e/o competenze specifiche. Il premio in denaro viene sostituito con un contratto di collaborazione stipulato direttamente tra il vincitore del torneo e il seeker. Questo tipo di servizio (lanciato verso la fine del 2008) è finalizzato a raccogliere il potenziale di idee offerto dai dipendenti del seeker, dai suoi partner, dai suoi fornitori e dai suoi clienti. Per mettere in contatto tutti gli interlocutori e guidarli nel processo di inserimento, valutazione e premiazione delle idee, INNOCENTIVE mette loro a disposizione piattaforme cloud-based e software di supervisione dello stato di avanzamento del progetto. Tramite questi tornei «interni», INNOCENTIVE offre ai propri clienti la possibilità di migliorare i propri processi di innovazione senza esporre oltremodo le proprie strategie di business. Alaska Nel 1989 la petroliera «Exxon Valdez», urtando contro una scogliera, liberò circa 40.000.000 litri di greggio causando danni ambientali incalcolabili e costando miliardi di dollari in operazioni di ripulitura delle coste. Gli effetti del disastro si propagarono almeno fino al 2007, anno in cui l’organizzazione no- profit OSRI (Oil Spill Recovery Institute), attraverso il sito di INNOCENTIVE, bandì una sfida per trovare un’idea che servisse per separare la massa viscosa di acqua e petrolio che si era formata nell’oceano. La soluzione (premiata con 20.000$) venne da un non addetto ai lavori: un esperto dell’industria del cemento che propose di separare il petrolio dall’acqua con uno strumento che veniva normalmente usato per scongiurare il consolidamento del cemento mantenendolo in vibrazione. LARGE PRINT MEDIA INC. (azienda da 3 miliardi di dollari di fatturato annuo) è specializzata nella stampa di libri, riviste e simili aventi caratteri maggiorati per lettori con problemi di vista. Data la fase di recessione globale e il proliferare di alternative digitali alla classica stampa su carta, la società si è trovata ad affrontare un crollo del fatturato tale da costringerla a pensare di adottare soluzioni e strategie radicali per poter fronteggiare le nuove condizioni di mercato. La soluzione ideata da LUMENOGIC: Risultati ottenuti: DIRIGENTI provenienti da reparti differenti dell’azienda messi a competere tra loro secondo le logiche della Collective Intelligence. PIATTAFORMA ONLINE preparata su misura per mettere in contatto da remoto tutti i partecipanti. SETTIMANE DI TEMPO per valutare i nuovi trend, concordare su delle assunzioni che fossero condivise, proporre iniziative per aumentare il fatturato e cambiare la cultura dell’azienda. idee iniziative percorse di politica aziendale di successo per il solo effetto delle 13 scelte chiave In un mondo che si sta sempre più globalizzando e digitalizzando, i gusti e le esigenze di chi viaggia cambiano rapidamente, costringendo la multinazionale IHG (InterContinental Hotels Group) ad innovare costantemente, al fine di non perdere competitività sul mercato. La società si è recentemente trovata a dover ricorrere all’utilizzo di nuove tecnologie web che favorissero il processo di innovazione. Il problema principale era quello di raccogliere e mettere a frutto tutto il potenziale creativo delle risorse umane impiegate nell’azienda, potenziale che fino a quel momento era stato inutilizzabile per la mancanza di comunicazione interna. La soluzione ideata da Lumenogic: Risultati ottenuti: In alcuni paesi in via di sviluppo l’approvvigionamento d’acqua è molto difficoltoso data la totale assenza di impianti per la distribuzione. Inoltre i tradizionali sistemi di accumulo dell’acqua sono troppo costosi per le disponibilitàeconomiche della popolazione. L’organizzazione no-profit EnterpriseWorks/VITAha quindi indetto una sfida, tramite il sito di INNOCENTIVE, con lo scopo di creare un serbatoio a basso costo che potesse permettere a milionidi donne e bambini di risparmiare enormi quantità di tempo nell’arco della giornata, con evidenti benefici in termini di qualità della vita, istruzione e lavoro. L’idea vincente è nata da un ingegnere tedesco (Joern Lutat) che ha proposto l’utilizzo di un contenitore ripiegabile molto similea quelli usati a livello industriale per lo stoccaggio di materiale secco e semi-umido ma con l’aggiunta di un foglio interno del tutto impermeabile. Inoltre il vincitore ha progettato anche un apparato di raccolta e filtraggio dell’acqua piovana, il tutto al costo modesto di 54 dollari. idee idee vincenti perseguite Una delle idee proposte prevedeva un’integrazione così innovativa del servizio GOOGLEMAPSper la ricerca e la scelta delle stanze d’albergo, da far sì che Google stessa la facesse diventare un CASODI STUDIO. SOFTWARE CUSTOM per la gestione di un mercato di previsioni interno all’azienda che potesse mettere in contatto da remoto tutti i partecipanti. IMPIEGATI coinvolti a cui è stato chiesto di inserire le proprie idee nel software e di valutare in modo anonimo le probabilità di successo delle idee degli altri partecipanti (il tutto secondo le logiche tipiche dei prediction market). MONTEPREMI da suddividere tra gli ideatori delle 3 soluzioni valutate come migliori dal mercato. Fino a qualche anno fa non esisteva un marcatore efficace ed economico per monitorare lo stato di avanzamento della SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica) e l’effetto delle cure sui pazienti affetti. Nel 2006 l’associazione no-profit PRIZE4LIFE ha indetto, tramite la piattaforma di INNOCENTIVE, una sfida da per chi avesse contribuito in maniera sostanziale alla soluzione del problema. Anche in questo caso, come in molti altri, il premio è stato vinto da un solver (il medico Dr. Seward Rutkowe) che ha proposto un approccio del tutto alternativo, trovato grazie al fatto che il suo ambito di ricerca e le sue competenze erano differenti da quelle in cui era nata la sfida. Dopo 1 SOLOANNO dalla prima applicazione di questa metodologia, la società ha cambiato radicalmente i coefficienti con cui era solita pesare i risultati derivanti dai propri metodi di previsione. Una multinazionale operante nella distribuzione di prodotti alimentari, dopo molti anni di relativa stabilità, si è recentemente trovata ad affrontare la necessità di dover rivedere completamente le tecniche di previsione dei prezzi di alcuni prodotti, a causa dell’esplosione della domanda nei paesi emergenti che ne ha fatto salire vertiginosamente il valore monetario. La soluzione adottata da LUMENOGIC è stata quella di creare un prediction market su piattaforma virtuale interno all’azienda, aperto a tutti i suoi commerciali e tutte le parti coinvolte nella fase di vendita. Ai partecipanti è stato chiesto di formulare delle previsioni sull’andamento dei prodotti di interesse su base trimestrale e di immetterle nel sistema informatico appena possibile (pur permettendo loro di modificare le scommesse sulla base di eventuali nuove informazioni pervenute). Al termine di ogni trimestre venivano premiati in denaro reale gli scommettitori che avevano formulato le previsioni più accurate e con le tempistiche migliori. Il software ideato da LUMENOGIC, nel frattempo, costruiva l’andamento previsto dei prezzi mediandole ultimeprevisionifatteda ciascun partecipante. Esito dell’operazione nella società:

×