Il consumatore nel commercio elettronico

1,302 views

Published on

Relazione presentata al convegno in Brescia il 28/02/2014

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,302
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
60
Actions
Shares
0
Downloads
27
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il consumatore nel commercio elettronico

  1. 1. Il consumatore nel commercio elettronico tra innovazione tecnologica e novità legislative giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28 Quest’opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo Brescia, 28/02/2014
  2. 2. TECNOLOGIA E DIRITTO Aggiornamento all’evoluzione normativa e tecnologica Code is Law (Lessig) codice inteso come programma per computer o come testo normativo. giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  3. 3. COMMERCIO ELETTRONICO consiste nello svolgimento di attività commerciali e di transazioni per via elettronica e comprende attività diverse quali la commercializzazione di beni e servizi per via elettronica, la distribuzione on-line di contenuti digitali, l'effettuazione per via elettronica di operazioni finanziarie e di borsa, gli appalti pubblici per via elettronica ed altre procedure di tipo transattivo della Pubblica Amministrazione (COM 97/157) giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  4. 4. TIPOLOGIE DI e-COMMERCE giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  5. 5. CONTRATTO A DISTANZA Contratto tra professionista e consumatore che non preveda la presenza simultanea delle parti, concluso attraverso l’uso esclusivo di uno o più mezzi di comunicazione a distanza fino alla conclusione (compresa quest’ultima) giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  6. 6. CONSUMATORE TELEMATICO Il c.d. cyberconsumatore comprende diverse categorie (cfr. art. 39 Cod cons.) di soggetti: acquirente di beni, utente di servizi, abbonato, microimpresa, destinatario dei servizi della società dell’informazione, prosumer giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  7. 7. PROFESSIONISTA E INTERMEDIARI Professionista, trader, prestatore di servizi della società dell’informazione operatore di tecnica di comunicazione a distanza giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  8. 8. FONTI Codice del Consumo D.Lgs. 206/05 D.Lgs. 70/2003 (disciplina derogabile per B2B) Codice civile REG. 44/01 (vendite internaz.) giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  9. 9. FORO DEL CONSUMATORE • Corte di giustizia Ue con la sentenza 17 ottobre 2013 nella causa C-218/12 • Regola: domicilio del convenuto • Deroghe: se il convenuto dirige le sue attività in un altro Stato membro (sito web meramente informativo) giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  10. 10. Cod. Consumo CAPO II COMMERCIO ELETTRONICO Art. 68. Rinvio Alle offerte di servizi della società dell'informazione, effettuate ai consumatori per via elettronica, si applicano, per gli aspetti non disciplinati dal presente codice, le disposizioni di cui al decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70 giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  11. 11. USI IN MATERIA DI COMMERCIO ELETTRONICO Usi CCIAA Milano 2010: pp. 566-572 Titolo VII: INTERNET PROVIDERS Usi CCIAA Brescia 2005 Parte III; Parte V: ISP p. 32ss. giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  12. 12. FASI DELLA NEGOZIAZIONE a) Marketing/Pubblicità b) Trattative c) Conclusione del contratto d) Esecuzione del contratto Logistica/Pagamenti giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  13. 13. TRATTATIVE Promozioni / coupon Residualità sul fronte «giuridico» Contratti con consumatori trattativa ed esclusione della vessatorietà: individuale, seria, effettiva giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  14. 14. e-MARKETING Marketing diretto: problema Art. 130 codice privacy Art. 58 Codice consumo Deroghe C.d. decreto milleproroghe 2009 Boomerang: limiti e modalità giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  15. 15. CONCLUSIONE DEL CONTRATTO • Offerta al pubblico [1336] • Proposta e accettazione [1326] • Inizio di esecuzione [1327] • Contratto con obbl. solo prop. [1333] OBBLIGO DI RICEVUTA DELL’ORDINE giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  16. 16. RICEVUTA ORDINE • art. 13 c.2 d.lg. n. 70 del 2003 «Salvo differente accordo delle parti diverse dai consumatori, il prestatore deve, senza ingiustificato ritardo e per via telematica, accusare ricevuta dell'ordine del destinatario giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  17. 17. RICEVUTA DELL’ORDINE contenente un riepilogo delle condizioni generali e particolari, applicabili al contratto, le informazioni relative alle caratteristiche essenziali del bene o del servizio e l'indicazione dettagliata del prezzo, dei mezzi di pagamento, del recesso, dei costi di consegna e dei tributi applicabili» giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  18. 18. DIRETTIVA 2011/83 DECRETO LEGISLATIVO 21 febbraio 2014, n. 21 in (GU n.58 del 11-3-2014) Attuazione della direttiva 2011/83/UE sui diritti dei consumatori, recante modifica delle direttive 93/13/CEE e 1999/44/CE e che abroga le direttive 85/577/CEE e 97/7/CE. (14G00033) giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  19. 19. CLAUSOLE «RYANAIR» Il consumatore non potrà essere vincolato da opzioni pre-selezionate Analogamente alle regole in tema di privacy spesso disattese in fase di consenso giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  20. 20. SUPPORTO DUREVOLE ogni strumento che permetta al consumatore o al professionista di conservare le informazioni che gli sono personalmente indirizzate in modo da potervi accedere in futuro per un periodo di tempo adeguato alle finalità cui esse sono destinate e che permetta la riproduzione identica delle informazioni memorizzate Nuovo art. 45 cod. cons. lett. L) giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  21. 21. SUPPORTO DUREVOLE Il considerando 23 della direttiva 83/2011/UE esplicita che “dovrebbero rientrare tra detti supporti in particolare documenti su carta, chiavi USB, CD-ROM, DVD, schede di memoria o dischi rigidi del computer nonché messaggi di posta elettronica”. giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  22. 22. SITO WEB E SUPP. DUR. Secondo la Corte (5 luglio 2012 C49/11) un sito web non può costituire un “supporto duraturo” mancando la ricezione delle condizioni, sebbene l’Avvocato Generale fosse propenso per i casi in cui fosse consentito al consumatore di conservare le informazioni per un tempo sufficientemente lungo e laddove tali informazioni non siano modificabili (cfr. Corte EFTA, sentenza del 27 gennaio 2010, Inconsult Anstalt (E4/09)). giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  23. 23. DIRITTO DI RECESSO (dal 14/06) 14 gg. / senza motivazione Decorrenza: per i beni dalla data della ricezione, o dalla data dell’informazione se successiva, non oltre 12 mesi dalla conclusione del contratto Per i servizi data informazione o conclusione del contratto non oltre 12 mesi Comunicazione anche utilizzando modulo allegato o presente sul sito del professionista. Onere della prova sul consumatore. giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  24. 24. ESCLUSIONI • Contratto eseguito immediatamente su richiesta del consumatore • Fluttuazioni finanziarie • Beni deteriorabili • Beni sigillati per esigenze igieniche giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  25. 25. ESCLUSIONI • Software • Giornali periodici • Asta pubblica • Contenuto digitale su supporto non materiale… giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  26. 26. PAGAMENTO/RIMBORSI • Entro 14 gg. rimborso in caso di recesso con lo stesso mezzo di pagamento adottato dal consumatore giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  27. 27. ESECUZIONE/CONSEGNA Dovrà avvenire entro 30 gg. dalla data di conclusione del contratto Se scade il consumatore può risolvere il contratto Passaggio del rischio: al momento del materiale possesso da parte del consumatore giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28
  28. 28. Grazie per l’attenzione GIORGIO PEDRAZZI giorgio.pedrazzi@unibs.it https://unibs.academia.edu/GiorgioPedrazzi http://it.linkedin.com/in/giorgiopedrazzi/ giorgio.pedrazzi@unibs.it v.0.3/28

×