05 Tutela dei diritti

1,111 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,111
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
83
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

05 Tutela dei diritti

  1. 1. Quest’opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported TUTELA DEI DIRITTI G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 1
  2. 2. TUTELA DELLE SITUAZIONI GIURIDICHE SOGGETTIVE Processo civile attività svolta dal giudice per porre fine ad una controversia attraverso l’emanazione di un provvedimento giudiziale Parti del processo Attore: chi rivolge la domanda al giudice Convenuto: colui contro il quale la domanda è rivolta G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 2
  3. 3. DOMANDA Attività di accertamento del fatto Individuazione della norma da applicare al caso concreto SENTENZA G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 3
  4. 4. SITUAZIONI GIURIDICHE NEL PROCESSO Azione: potere di rivolgersi al giudice per ottenere la tutela di un diritto; diritto ad ottenere la prestazione di una tutela giurisdizionale qualificata Eccezione: strumento con cui una parte resiste alle pretese della controparte G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 4
  5. 5. SENTENZA Limiti oggettivi e soggettivi del giudicato Produce effetto tra le parti, eredi ed aventi causa (art. 2909 c.c.) 1. Mero accertamento/dichiarativa 2. Costitutiva 3. Di condanna (risarcitoria/inibitoria/restitutoria) G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 5
  6. 6. ADR Sistemi alternativi di risoluzione delle controversie: MEDIAZIONE/CONCILIAZIONE ARBITRATO G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 6
  7. 7. PRINCIPIO DELL’ONERE DELLA PROVA (art. 2697 c.c.) G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 7
  8. 8. L’ONERE DELLA PROVA Fatti alla base di azione o eccezione devono essere provati dalla persona che agisce o eccepisce G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 8
  9. 9. INVERSIONE DELL’ONERE PROBATORIO si realizza in due ipotesi: LEGALE: riconoscimento di debito [1988] Cfr. anche PRESUNZIONI LEGALI CONVENZIONALE: concordata dalle parti, purché abbia ad oggetto diritti disponibili e non renda eccessivamente oneroso l’esercizio di tali diritti per una parte [2698] G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 9
  10. 10. PROVE Nozione: strumenti attraverso i quali si forma il convincimento del giudice Oggetto: circostanze di fatto dedotte dalle parti a fondamento delle proprie azioni o eccezioni Principio dispositivo: Spetta alle parti il compito di produrle, il giudice nel processo civile non ha l’obbligo di ricercarle attivamente G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 10
  11. 11. CLASSIFICAZIONE Prova diretta: ha per oggetto il fatto stesso che deve essere provato Prova indiretta: ha per oggetto un fatto diverso (indizio) da cui può essere arguito il fatto che deve essere provato Prova libera: valutata dal giudice secondo il suo prudente apprezzamento Prova legale: prova che il giudice è obbligato a valutare nel modo previsto dalla legge G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 11
  12. 12. PRINCIPALI MEZZI DI PROVA G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 12
  13. 13. PROVA DOCUMENTALE 1. Atto pubblico (art. 2699): Documento redatto dal notaio o da un altro pubblico ufficiale abilitato Fa piena prova fino a querela del falso della provenienza del documento dal PU che lo ha redatto e delle dichiarazioni in esso contenute G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 13
  14. 14. PROVA DOCUMENTALE 2. Scrittura privata autenticata (art. 2703) 3. Scrittura privata (art. 2702): Documento sottoscritto dalla parte Fa piena prova solo se colui contro il quale è prodotta riconosce come propria la sottoscrizione G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 14
  15. 15. DEFINIZIONI Documento: rappresentazione di atti o fatti Dichiarazioni di scienza G.Pedrazzi-Unibs di volontà v1.6/32 15
  16. 16. PROVA TESTIMONIALE Narrazione dei fatti della causa compiuta al giudice durante il processo da soggetti che non sono parti nel processo Art. 2724 c.c.: prova testimoniale è sempre ammessa quando: 1. Preesiste un principio di prova scritta 2. Impossibilità morale o materiale di procurarsi una prova scritta 3. Perdita incolpevole del documento G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 16
  17. 17. ESCLUSA SE L’OGGETTO DELLA PROVA È: 1. Atto che richiede forma ad substantiam 2. Contratto, pagamento o remissione di debito di valore superiore a 2,58 euro (salva autorizzazione del giudice) 3. Patti aggiunti o contrari al contenuto del documento se la stipulazione è stata anteriore o contemporanea (se la stipulazione è posteriore, è possibile consentire la prova in base al criterio della verosimiglianza) G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 17
  18. 18. CONFESSIONE Dichiarazione di una parte sulla verità di fatti a sé sfavorevoli e favorevoli alla controparte Esempio di prova legale Requisito: capacità di disporre del diritto a cui si riferiscono i fatti G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 18
  19. 19. CONFESSIONE 1. Giudiziale: è resa in giudizio, forma piena prova contro chi confessa 2. Stragiudiziale: resa fuori dal giudizio, forma piena prova solo se resa alla parte o un suo rappresentante, se resa ad un terzo è liberamente apprezzabile dal giudice G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 19
  20. 20. GIURAMENTO Dichiarazione con cui una parte asserisce come vero un fatto nella forma solenne prevista dalla legge Esempio di prova legale Tipologie: 1. Decisorio: deferito da una parte all’altra per farne dipendere in tutto o in parte la decisione della causa 2. Suppletorio: deferito d’ufficio dal giudice ad una parte quando la domanda o le eccezioni non sono pienamente provate ma non sono prive del tutto di fondamento G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 20
  21. 21. PRESUNZIONE Mezzo di prova indiretta Tipologie: 1. Legale: conseguenze che la legge trae da un fatto noto per risalire ad un fatto ignoto  Assoluta: non ammette prova contraria  Relativa: ammette prova contraria 2. Semplice: argomenti, lasciati al libero apprezzamento del giudice, tramite i quali il giudice considera provate circostanze per le quali manchi direttamente una prova G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 21
  22. 22. PUBBLICITÀ DEI FATTI GIURIDICI Sistema apprestato dal Legislatore per rendere conoscibili atti e fatti giuridici. P. Notizia: rendere noti atti o fatti Onere, in mancanza: atto è valido, però sanzione pecuniaria  es.: Pubblicazioni matrimoniali G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 22
  23. 23. PUBBLICITÀ P. Dichiarativa: per rendere opponibile un atto a terzi  Se manca: atto è valido ed efficace tra le parti ma non è produttivo di effetti rispetto ai terzi (inopponibilità dell’atto non trascritto)  es.: Trascrizione P. Costitutiva: elemento costitutivo della fattispecie, indispensabile  Se manca: atto è inefficace anche tra le parti  es.: Iscrizione dell’ipoteca G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 23
  24. 24. TRASCRIZIONE Tipologia di pubblicità dichiarativa che consiste nell’inserire il contenuto di atti giuridici in pubblici registri Scopo: 1.Rendere opponibili ai terzi le vicende traslative relative a beni mobili registrati ed immobili 2.Dirimere controversie tra più aventi causa dal medesimo dante causa nel caso di acquisto di diritti tra loro incompatibili G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 24
  25. 25. TRASCRIZIONE Onere per le parti Obbligo per il pubblico ufficiale Principio della continuità delle trascrizioni Non è efficace la trascrizione di un atto se il precedente avente causa non aveva trascritto G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 25
  26. 26. CONTINUITÀ DELLE TRASCRIZIONI • Art. 2650 c.c. comma I: Nei casi in cui, per le disposizioni precedenti, un atto di acquisto è soggetto a trascrizione, le successive trascrizioni o iscrizioni a carico dell’acquirente non producono effetto, se non è stato trascritto l’atto anteriore di acquisto • Per individuare il legittimo avente causa sono necessarie trascrizioni continue almeno fino a quando non intervenga l’usucapione G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 26
  27. 27. D non può opporre il suo acquisto a C se non trascrive anche l’acquisto di B A C B D G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 27
  28. 28. OGGETTO DI TRASCRIZIONE 1. Atti o contratti relativi ad immobili o altri diritti ex art. 2643 e ss. 2. Provvedimenti giudiziali costitutivi, traslativi, modificativi dei diritti ex art. 2643 ss. 3. Domande giudiziali relative agli atti soggetti a trascrizione G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 28
  29. 29. EFFETTI DELLA TRASCRIZIONE Art. 2644 c.c. • Comma I: Gli atti enunciati nell’articolo precedente non hanno effetto riguardo ai terzi che a qualunque titolo hanno acquistato diritti sugli immobili in base a un atto trascritto o iscritto anteriormente alla trascrizione degli atti medesimi. • Eccezione al principio: “prior in tempore potior in iure” G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 29
  30. 30. C non può opporre il suo acquisto a D se non trascrive per primo A B (1.01.05) (2.02.07) (3.03.07) C G.Pedrazzi-Unibs D v1.6/32 30
  31. 31. FUNZIONI DELLA TRASCRIZIONE Funzione principale: 1. Dichiarativa, risolvere conflitti tra più aventi causa dal medesimo dante causa Altre funzioni: 2. Costitutiva: trascrizione del titolo idoneo ai fini di usucapione abbreviata 3. Prenotativa: trascrizione del contratto preliminare e delle domande giudiziali 4. Sanante: rende inopponibili ai terzi gli effetti della sentenza che accoglie la domanda di impugnazione di un atto G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 31
  32. 32. PUBBLICITÀ SANANTE - L’atto è invalido ad es. per incapacità legale del dante causa. - Il terzo acquista il diritto in buona fede e trascrive l’atto prima della - domanda giudiziale per far valere la nullità che viene trascritta dopo 5 anni - l’azione non nuoce al terzo avente causa - [2652 nn.6-7-8] G.Pedrazzi-Unibs v1.6/32 32

×