Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
By IN DIES 8/10/2016
Il commercio online del vino in Italia è in ritardo
news.in-dies.info/29034/
Il commercio online del ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

news.in-dies.info-Il commercio online del vino in Italia è in ritardo

36 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

news.in-dies.info-Il commercio online del vino in Italia è in ritardo

  1. 1. By IN DIES 8/10/2016 Il commercio online del vino in Italia è in ritardo news.in-dies.info/29034/ Il commercio online del vino in Italia è in ritardo rispetto ad altri paesi. Marco Magnocavallo, Founder di Tannico, e P101 Insightful Venture Capital esaminano i motivi di questo ritardo Quando si parla di mercato online del vino sono in molti a etichettarlo come nicchia, ma è veramente un segmento così ridotto? Partiamo da alcuni semplici dati: · Oltre 100.000 le aziende vitivinicole italiane; · Quasi 10 miliardi di Euro il valore del vino venduto in Italia; · Oltre il 10% del mercato è composto da vino con un prezzo oltre i 7 Euro, quello che viene definito vino da enoteca; · Più di 1 milione di italiani consumano vino da enoteca; · Nel mondo il mercato del vino totalizza 250 miliardi di Euro; Possono bastare questi quattro dati per capire come il mercato del vino non sia una nicchia quanto invece, in Italia ma anche in Europa, un mercato enorme e per l’online un canale ancora largamente inesplorato e con una sicura crescita per gli anni a venire. Quali sono quindi i motivi per cui in Italia, rispetto ad alcuni paesi europei come la Francia e il Regno Unito, la penetrazione delle vendite online di vino si attesta ancora solo allo 0,5% del mercato? Il primo elemento è legato al ritardo nella crescita delle vendite online in Italia rispetto agli altri paesi. Un ritardo che ci trasciniamo da anni e che lentamente stiamo recuperando in tutte le categorie merceologiche (e-commerce italiano a +16% nel 2015 secondo i dati dell’Osservatorio del Politecnico di Milano). Un secondo punto è sicuramente legato alle abitudini storiche degli italiani che sono abituati da sempre – ma sempre di meno per le nuove generazioni – ad acquistare il vino direttamente in cantina dal produttore. In ultimo c’è un motivo difficilmente spiegabile ma che registriamo parlando con le persone ed effettuando interviste dirette quando ci viene detto: “si può veramente comprare il vino online?”. Ebbene sì, il vino si può comprare online: è più comodo, c’è una scelta più ampia e non è necessario spaccarsi la schiena trasportando casse pesantissime dal negozio a casa. 1/1

×