Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Street art: profili giuridici

51 views

Published on

Slide per la lezione al master della 24Ore Business School in "Economia e Management dell'Arte e dei Beni Culturali" del 21 settembre 2018

Published in: Law
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Street art: profili giuridici

  1. 1. STREET ART: PROFILI GIURIDICI NEGRI-CLEMENTI STUDIO LEGALE ASSOCIATO appassionati d’arte, esperti di diritto Avv. Gilberto Cavagna di Gualdana 21 settembre 2018 Economia e Management dell’Arte e dei Beni Culturali 24 Ore Business School
  2. 2. opere della street art Street art: tutte le espressioni artistiche realizzate in un contesto urbano, a prescindere dalla tecnica adottata e dal tipo di supporto (per lo più di proprietà altrui, visibili e accessibili a chiunque) disegni, ritratti, sculture, installazioni, firme e tag
  3. 3. opere della street art Restano generalmente escluse le opere prive di contenuto artistico come i simboli e le scritte propri delle bande criminali, dei simpatizzanti politici e/o dei tifosi sportivi.
  4. 4. inquadramento giuridico Legge Autore L. 22.04.1941 n. 633 e succ. mod. Codice dei beni culturali D. Lgs. 22.01.2004 n. 42 e succ. mod. come delineate, giuridicamente: opere figurative dell’ingegno.
  5. 5. legge autore Tutela delle opere: 1. dal momento della creazione; 2. a prescindere da qualsiasi registrazione o fissazione (tutelati format, personaggi di fantasia, composizioni floreali, telecronache di un evento sportivo, video d’artista…); 3. purché presentino “carattere creativo”: è necessario che costituisca un apporto personale ed innovativo dell’autore, a prescindere dalla fonte ispiratrice del contenuto; è sufficiente un grado minimo di creatività per ottenere la tutela, ovvero che l’opera contenga in sé l’espressione della personalità del suo autore.
  6. 6. codice dei beni culturali La tutela delle opere, quale che sia la proprietà (pubblica o privata, sebbene a condizioni e con modalità diverse): 1. che presentano interesse artistico, storico, archeologico, etno-antropologico, archivistico e bibliografico e le altre cose individuate dalla legge quali testimonianze aventi valore di civiltà; 2. che non siano opera di autore vivente o la cui esecuzione risalga ad oltre settanta anni; 3. a prescindere dalla tutela accordata dalla Legge Autore. In ragione del vincolo, tali opere sono soggette a tutta una serie di limiti in merito alla loro circolazione, conservazione e riproduzione.
  7. 7. autori Le opere di street art spesso sono il frutto della collaborazione e dell'interazione di più autori (la cd. crew o collettivo). Salvo specifici accordi, - nel caso in cui i singoli apporti di ciascun autore siano scindibili e distinguibili, l’attribuzione dell’opera spetta a chi organizza e dirige la creazione, senza pregiudizio per i diritti d’autore sui singoli contributi; - se invece i singoli contributi si compenetrano reciprocamente in un’unica opera, tutti gli artisti sono coautori e i relativi diritti sull’opera sono in comunione.
  8. 8. (co)autori Capita poi spesso che uno street artist interagisca con una precedente opera, sovrapponendo la propria opera alla prima; in questo caso si tratta, il più delle volte, di un’opera elaborata e l’esercizio dei diritti su tale opera complessa generalmente presuppone l’accordo degli artisti coinvolti.
  9. 9. autori Le opere risultano tuttavia spesso anonime o attribuite ad uno pseudonimo / nome d’arte … … ma la tutela della Legge Autore non è subordinata alla rivelazione della identità dell’artista al pubblico e l’autore potrà sempre rivelarsi, anche in un secondo momento. Per la Legge Autore i minorenni, purché abbiano compiuto almeno 16 anni, possono compiere tutti gli atti giuridici relativi alle loro opere e esercitare le azioni che ne derivano autonomamente, senza l’assistenza dei genitori o dei tutori.
  10. 10. autori e committenti Qualora le opere siano realizzate su commissione, il committente acquisisce per legge tutti i diritti di utilizzazione economica sull’opera nei limiti dell’oggetto e delle finalità dell’incarico Non è raro che le opere di street art siano poi commissionate da soggetti pubblici, quali Comuni o Regioni, spesso per decorare spazi abbandonati.
  11. 11. diritti d’autore La Legge Autore riserva al titolare - lo sfruttamento economico dell’opera (diritti patrimoniali); - la facoltà di opporsi a qualsiasi utilizzo che possa essere di pregiudizio al suo onore e alla sua reputazione (diritti morali). La durata dei diritti economici sulle opere protette è di 70 anni oltre la morte dell’autore; i diritti morali non sono invece soggetti ad alcuna limitazione temporale e alla morte dell’autore potranno di norma essere esercitati dai discendenti.
  12. 12. diritti patrimoniali L’autore vanta un diritto esclusivo di utilizzare economicamente l’opera in ogni forma e modo, originale o derivato, e di trarre tutti i vantaggi economici che l’opera è in grado di dare, sia sfruttandola direttamente che cedendo a terzi, tutti o parte dei diritti di sfruttamento. Qualsiasi uso di un’opera di street art da parte di terzi, senza l’autorizzazione dell’artista, costituisce quindi una violazione dei diritti di quest’ultimo.
  13. 13. violazioni - Jamie Mitchel Kose vs Kiesza per i murales ripresi nel videoclip della canzone Hideaway;
  14. 14. Restano in ogni caso salvi i casi in cui la riproduzione, non autorizzata, risulti autorizzata in quanto rientra tra le c.d. “libere utilizzazioni”, ovvero essenzialmente: - per uso di critica e discussione e per uso personale; - a condizione che tale possibilità non sia in contrasto con lo sfruttamento normale dell’opera o degli altri materiali e non arrechi ingiustificato pregiudizio ai titolari dei diritti; - nonché la riproduzione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico, purché tale utilizzo non sia a scopo di lucro. libere utilizzazioni
  15. 15. libere utilizzazioni e legge autore Risultano pertanto lecite le riproduzioni fotografiche delle opere di street art in giornali e riviste, se contestualizzate e per finalità di critica/cronaca. Mentre sono illecite le riproduzioni su cataloghi o libri, anche on-line, prive di tali finalità.
  16. 16. Per quanto riguarda i beni culturali: - se non c’è scopo di lucro, possono essere riprodotti gratuitamente e senza richiedere l’autorizzazione e le immagini così ottenute divulgate con qualsiasi mezzo, e quindi anche su Internet e in particolare su blog e social network; - se per scopi commerciali, è necessaria la preventiva autorizzazione da parte delle amministrazioni che hanno in consegna il bene (alle quali è dovuto anche un canone di concessione). libere utilizzazioni e legge autore
  17. 17. diritti morali L’autore conserva il diritto di -rivelarsi e rivendicare la paternità dell’opera; - di opporsi a qualsiasi deformazione, mutilazione o altra modificazione, e a ogni atto a danno dell’opera stessa, che possano essere di pregiudizio al suo onore o alla sua reputazione. Il diritto morale d’autore è inalienabile e si trasferisce agli eredi.
  18. 18. liceità dell’opera Non costituisce un requisito di protezione delle opere: “L’opera dell’ingegno è protetta dalla Legge Autore anche quando contraria a norme imperative, all’ordine pubblico e al buon costume”. In passato hanno beneficiato in Italia di tutela un inno fascista, una parodia a sfondo volgare, il “Mein Kamppf” di Hitler e film pornografici. La tutela tuttavia viene invece validamente negata nel caso in cui l’opera violi un altro diritto di proprietà intellettuale.
  19. 19. profili penali Se da un lato la illiceità dell’opera non fa venire meno i diritti dell’autore sull’opera, la sua realizzazione su muri altrui senza il consenso dei proprietari costituisce una violazione della sfera giuridica di questi ultimi, che potranno quindi lamentare nei confronti dell’artista, come per altro più volte avvenuto, se ne sussistono i presupposti, i reati di: - di danneggiamento della proprietà privata (art. 635 c.p.); - deturpamento e imbrattamento di cose altrui (art. 639 c.p.); - violazione di domicilio (art. 614 c.p.).
  20. 20. Grazie per l’attenzione! Avv. Gilberto Cavagna di Gualdana Via Bigli, 2 – 20121 Milano Tel. +39.02.303049 Fax +39.02.76281352 g.cavagna@negri-clementi.it www.negri-clementi.it

×