Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Gli strumenti di tutela della forma del prodotto

48 views

Published on

Workshop organizzata da Indicam e Camera di Commercio di Torino, 19 marzo 2018

Published in: Law
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Gli strumenti di tutela della forma del prodotto

  1. 1. GLI STRUMENTI DI TUTELA DELLA FORMA DEL PRODOTTO Avv. Gilberto Cavagna di Gualdana Torino, 19 marzo 2018 18/03/2018 1
  2. 2. 2 Design Marchi Brevetti Diritto d’autore Diritti IP – cosa tutelare? 18/03/2018
  3. 3. • Design • Marchio di forma • Diritto d’autore • Concorrenza sleale Come si può proteggere la FORMA di un prodotto? 18/03/2018 3
  4. 4. 15/12/16 4
  5. 5. Con il termine “disegno o modello” si intende l’aspetto del prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle caratteristiche: • delle linee, • dei contorni, • dei colori, • della forma, • della struttura superficiale e/o • dei materiali del prodotto stesso e/o • del suo ornamento. Design - definizione 15/12/16 5
  6. 6. • Dir. 98/71/CE sulla Protezione Giuridica dei Disegni e Modelli • D.Lgs. 2 febbraio 2001 no. 95 (di attuazione della Dir. 98/71/CE) • Reg. (CE) 6/2002 su disegni e modelli comunitari • Reg. (CE) 2245/2002 sulle modalità di esecuzione del Reg. (CE) no. 6/2002 • D.Lgs. n. 30/2005 (Codice della Proprietà Industriale), Artt. 31-44 • Art. 2, n. 10 Legge n. 633/41 sul diritto d’autore Principali fonti normative - design nazionale e comunitario 15/12/16 6
  7. 7. • registrazione comunitaria • registrazione internazionale • registrazione nazionale Le procedure di registrazione del design 18/03/2018 7
  8. 8. Garantire al titolare il • (i) diritto di uso esclusivo (fabbricazione, offerta, commercializzazione, importazione, esportazione, etc..) • (ii) diritto di tutelarsi dalle copie e dalle imitazioni rafforzando la propria posizione sul mercato Effetti della registrazione in generale 18/03/2018 8
  9. 9. • Prodotto: qualsiasi oggetto industriale o artigianale, componenti, imballaggi, contenitori, involucri; • Principali settori: moda (es: capi di abbigliamento ed accessori), automotive (es: automobili e loro componenti); IT (es: smartphone, supporti informatici, etc..); arredamento; giocattoli; orologi e gioielli; beni di largo consumo; etc.. Che cosa è possibile proteggere mediante la registrazione 18/03/2018 9
  10. 10. 1. NOVITÀ 2. CARATTERE INDIVIDUALE Requisiti per la protezione 18/03/2018 10
  11. 11. • Caratteristica unica per il design è il periodo di grazia: • Non perde la novità e dunque è soggetto a cd “periodo di grazia” il disegno o modello divulgato dall’autore o dal suo avente causa nei 12 mesi precedenti la data di presentazione della domanda di registrazione (possibilità di testare il prodotto sul mercato). • In seguito alla eventuale realizzazione e divulgazione di analogo oggetto da parte di terzi, è possibile attivare gli strumenti giuridici disponibili per la protezione come design non registrato e concorrenza sleale. Periodo di grazia (“grace period”) 15/12/16 11
  12. 12. • A vantaggio di settori industriali con prodotti “a vita commerciale breve” (es: tessile, moda, giocattoli, informatica, etc.). • La registrazione per prodotti destinati ad uscire dal mercato entro un breve periodo può non rappresentare un reale interesse. Design non registrato 15/12/16 12
  13. 13. • Requisiti: novità e carattere individuale • Limiti: durata 3 anni • Tutela: presunzione di validità del disegno/modello non registrato > onere della prova in capo al titolare: i. divulgazione (ragionevolmente conoscibile negli ambienti specializzati del settore); ii. sussistenza di per sé dei requisiti di proteggibilità; iii. copiatura del terzo volontaria (non determinata da evento casuale); in generale, il titolare deve provare che il contraffattore presunto conosceva o non poteva non conoscere il design divulgato. (segue) Design non registrato 15/12/16 13
  14. 14. 15/12/16 14
  15. 15. • Artt. 4 e 7 Regolamento (UE) 2017/1001 del Parlamento europeo e del Consiglio • Artt. 7 e 9 Codice della Proprietà Industriale (CPI) Il Marchio di forma – le Fonti Normative 15/12/16 15
  16. 16. • Novità • Capacità distintiva Il Marchio di forma – i requisiti di registrazione 15/12/16 16
  17. 17. Il Marchio di forma – le diverse tipologie 15/12/16 17
  18. 18. • Registrazione Nazionale • Registrazione Comunitaria • Registrazione Internazionale + Individuazione delle classi merceologiche Il Marchio di forma – procedure di registrazione 15/12/16 18
  19. 19. Art. 7 – Regolamento 2017/1001 “Sono esclusi dalla registrazione [...] 􏰁e) i segni costituiti esclusivamente: i. dalla forma, o altra caratteristica, imposta dalla natura stessa del prodotto; ii. dalla forma, o altra caratteristica, del prodotto necessaria per ottenere un risultato tecnico; iii. dalla forma, o altra caratteristica, che dà un valore sostanziale al prodotto􏰁.” Il Marchio di forma – la riforma: il marchio dell’Unione Europea 15/12/16 19
  20. 20. 15/12/16 20
  21. 21. Art. 2, n° 10 Legge n.633/41, se opere dotate di carattere creativo e valore artistico Diritto d’Autore – Fonti Normative 15/12/16 21
  22. 22. • “carattere creativo” - inteso come capacità di esprimere la personalità dell’autore e di manifestarne l’apporto individuale • “valore artistico” - inteso, secondo l’interpretazione prevalente della giurisprudenza, come idoneità ad essere considerate “oggetti artistici” per quanto utili, dotati di un valore intrinseco e di un autonomo riconoscimento  Non necessaria alcuna registrazione e protezione per 70 anni oltre la morte dell'autore (art. 25 LdA) Diritto d’Autore – Fonti Normative 15/12/16 22
  23. 23. Valore Artistico - Soggettivo o Oggettivo? La giurisprudenza italiana ha avuto modo di chiarire che l’apprezzamento del valore artistico non può dipendere da valutazioni astratte e “soggettive”, che in quanto tali risultano incompatibili con la necessità di certezza del diritto Diritto d’Autore – il valore artistico nella giurisprudenza 15/12/16 23
  24. 24. 15/12/16 24
  25. 25. Concorrenza sleale 15/12/16 25 Art. 2598 c.c.: “Ferme le disposizioni che concernono la tutela dei segni distintivi, compie atti di concorrenza sleale chiunque: 1) usa nomi o segni distintivi idonei a produrre confusione con i nomi o i segni distintivi legittimamente usati da altri, o imita servilmente i prodotti di un concorrente, o compie con qualsiasi altro mezzo atti idonei a creare confusione con i prodotti e con l'attività di un concorrente; 2) diffonde notizie e apprezzamenti sui prodotti e sull'attività di un concorrente, idonei a determinarne il discredito, o si appropria di pregi dei prodotti o dell'impresa di un concorrente; 3) si vale direttamente o indirettamente di ogni altro mezzo non conforme ai principi della correttezza professionale e idoneo a danneggiare l'altrui azienda”.
  26. 26. 18/03/2018 26 Gilberto Cavagna di Gualdana

×