Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Diritti morali e di utilizzazione economica della fotografia

90 views

Published on

Intervento al convengo "La tutela della fotografia" organizzato dalla Commissione LDA dell'Ordine degli Avvocati di Milano presso il Palazzo di Giustizia il 20 novembre 2018

Published in: Law
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Diritti morali e di utilizzazione economica della fotografia

  1. 1. DIRITTI MORALI E DI UTILIZZAZIONE ECONOMICA DELLA FOTOGRAFIA Commissione LDA - Convegno «La tutela della fotografia» - Milano, Palazzo di Giustizia – 20 novembre 2018 Avv. Gilberto Cavagna di Gualdana NEGRI-CLEMENTI STUDIO LEGALE ASSOCIATO Appassionati d’arte, esperti di diritto
  2. 2. Legge 22.04.1941 n. 633 sulla Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio, in particolare come modificata dal Decreto del Presidente della Repubblica 08.01.1979 n. 19 (“LDA”) LA TUTELA DELLE FOTOGRAFIE
  3. 3. - Opere fotografiche – diritti primari d’autore - Semplici fotografie – diritti connessi d’autore - Riproduzione fotografiche – nessuna tutela LA CLASSIFICAZIONE DELLE FOTOGRAFIE NELLA LEGGE AUTORE
  4. 4. «In particolare sono comprese nella protezione: …7) le opere fotografiche e quelle espresse con procedimento analogo a quello della fotografia sempre che non si tratti di semplice fotografia protetta ai sensi delle norme del Capo V del Titolo II …» (art. 2 LDA) LE OPERE FOTOGRAFICHE LDA protegge “le opere dell’ingegno di carattere creativo” (art. 1)
  5. 5. Requisito per la protezione come opere fotografiche: carattere creativo apporto personale, capacità di intervenire in modo da evocare suggestioni ed emozioni oltre la mera perizia tecnica e l’esperienza pratica acquisita LE OPERE FOTOGRAFICHE: CARATTERE CREATIVO
  6. 6. L’apporto creativo può essere trasmesso in tre momenti: 1. prima dello scatto, preparazione della macchina (scelta della pellicola, messa a fuoco, inquadratura, obiettivo, condizioni di luce, ecc.); 2. durante lo scatto, nel saper e voler cogliere proprio quel momento; 3. dopo lo scatto, elaborazione del negativo (scelta della carta e dei colori, del loro dosaggio, della tecnica da adottare, dei programmi informatici, ecc.) LE OPERE FOTOGRAFICHE: CARATTERE CREATIVO
  7. 7. - non riguarda il valore artistico dell’opera (la foto può essere brutta, tecnicamente scadente, …); - trascendere la buona tecnica fotografica e la professionalità elevata del fotografo; - costituisce un giudizio sull’opera, non sul fotografo; - riguarda anche uno scatto estemporaneo, non ragionato e frutto di un’intuizione fulminea; - non dipende da oggetto/soggetto ritratto «Sono protette anche le fotografie di determinati momenti di una partita di calcio che presentano un apporto creativo oltre i limiti della funzione di cronaca e documentaristica» (Trib. Firenze, 05.09.2014) LE OPERE FOTOGRAFICHE: CARATTERE CREATIVO
  8. 8. Livello minimo di creatività richiesto: - «la fotografia denoti la capacità dell’autore nel cogliere al volo determinate espressioni o atteggiamenti o di intervenire nei rapporti tra i vari elementi che compongono l’immagine» (Trib. Catania, 11.02.1992); - «l’impronta della personalità dell’autore traspare da più di un elemento, quali la scelta e la disposizione degli oggetti da riprodurre, il loro accostamento, la selezione delle luci e delle fonti della luce, il dosaggio dei toni chiari e dei toni scuri» (App. Milano, 05.11.1993); LE OPERE FOTOGRAFICHE: CARATTERE CREATIVO
  9. 9. - il fotografo abbia inserito «la propria fantasia, il proprio gusto e la propria sensibilità, tali da trasmettere le proprie emozioni a chi la esamini» (Trib. Bari, 27.09.2006); - «frutto di una personale attività creativa del fotografo consistente nella originalità dell’inquadratura, della prospettiva, dell’impostazione dell’immagine e della capacità di evocare delle suggestioni» (Trib. Venezia, 17.06.2011); LE OPERE FOTOGRAFICHE: CARATTERE CREATIVO
  10. 10. «le immagini (composte dall’unione di più foto), rielaborate in via informatica, in modo da dar vita ad una nuova e diversa immagine, con accostamenti inconsueti ed accattivanti» (Trib. Milano, 22.02.2011); LE OPERE FOTOGRAFICHE: CARATTERE CREATIVO Costituisce opera fotografica protetta dal diritto d’autore:
  11. 11. «la fotografia di un personaggio scattata con creatività ed originalità non comune, attesa la realizzazione particolarmente suggestiva dell’inquadratura di primo piano della persona, l’espressione in cui è colto il personaggio, la capacità di comporre i rapporti degli elementi che compongono l’immagine la selezione delle luci e delle loro fonti, il dosaggio dei toni chiari e dei toni scuri» (Trib. Milano, 05.03.2011); LE OPERE FOTOGRAFICHE: CARATTERE CREATIVO
  12. 12. «scatti che rappresentano lo spaccato di vita storica, politica e sociale del Paese nei quali il fotografo sia riuscito con abilità creativa a dare una visione personale e particolare dell’evanescenza del mondo della politica ed anche di cogliere con occhio sarcastico i momenti più significativi della storia politica e sociale del nostro Paese» (Trib. Roma, 26.06.2017); LE OPERE FOTOGRAFICHE: CARATTERE CREATIVO
  13. 13. Se opera di carattere creativo stessi diritti delle altre opere dell’ingegno: - diritti patrimoniali - diritti morali in quanto compatibili con la natura dell’opera LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI
  14. 14. Il diritto d’autore nasce immediatamente con la creazione dell’opera ed è indipendente dalla circostanza che la fotografia riporti il nome del fotografo oppure il simbolo LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI
  15. 15. Diritto di pubblicazione «L’autore ha il diritto esclusivo di pubblicare l’opera. Ha altresì il diritto esclusivo di utilizzare economicamente l’opera in ogni forma e modo, originale o derivato, nei limiti fissati da questa legge, ed in particolare con l’esercizio dei diritti esclusivi indicati negli articoli seguenti» (art. 12 LDA) Prima pubblicazione: la prima forma di esercizio del diritto di utilizzazione LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI PATRIMONIALI
  16. 16. LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI PATRIMONIALI Diritto di riproduzione « … la moltiplicazione in copie diretta o indiretta, temporanea o permanente, in tutto o in parte dell’opera, in qualunque modo o forma, come la copiatura a mano, la stampa, la litografia, l’incisione, la fotografia, la fonografia, la cinematografia ed ogni altro procedimento di riproduzione» (art. 13 LDA)
  17. 17. Diritto di comunicazione al pubblico « … ha per oggetto l’impiego di uno dei mezzi di diffusione a distanza e comprende la comunicazione al pubblico via satellite e la ritrasmissione via cavo, nonché quella codificata con condizioni di accesso particolari; comprende altresì la messa disposizione del pubblico dell’opera in maniera che ciascuno possa avervi accesso dal luogo e nel momento scelti individualmente» (art. 16 LDA) LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI PATRIMONIALI
  18. 18. «Ripubblicare su internet senza il consenso dell’autore una fotografia rinvenuta su un diverso sito web costituisce un’illecita comunicazione al pubblico» (CGUE, 07.08.2018) Non costituisce «comunicazione al pubblico» il semplice linking o framing a contenuti liberamente accessibili. La comunicazione di un’opera mediante una nuova messa in rete su un sito internet differente non può assimilarsi alla mera attività di link. Ciò in quanto, il titolare perde il controllo sull’opera. La perdita di controllo sull’opera sembra piuttosto derivare dalla ripubblicazione, una diversa copia dell’opera protetta LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI PATRIMONIALI
  19. 19. Diritto di distribuzione « … la messa in commercio o in circolazione, o comunque a disposizione, del pubblico, con qualsiasi mezzo ed a qualsiasi titolo, dell’originale dell’opera o degli esemplari di essa e comprende, altresì, il diritto esclusivo di introdurre nel territorio degli Stati della Comunità europea, a fini di distribuzione, le riproduzioni fatte negli stati extracomunitari» (art. 17 LDA) LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI PATRIMONIALI
  20. 20. Principio dell’esaurimento: «Il diritto di distribuzione dell’originale o di copie dell’opera non si esaurisce nella Comunità europea, se non nel caso in cui la prima vendita o il primo atto di trasferimento della proprietà nella Comunità sia effettuato dal titolare del diritto o con il suo consenso» (art. 17 co. 2 LDA) LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI PATRIMONIALI
  21. 21. Diritto di elaborare «… comprende tutte le forme di modificazione, di elaborazione e di trasformazione dell’opera previste nell’art. 4 [aggiunte, adattamenti, riduzioni, variazioni]. L’autore ha altresì il diritto esclusivo di pubblicare le sue opere in raccolta. Ha infine il diritto esclusivo di introdurre nell’opera qualsiasi modificazione» (art. 18 LDA) LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI PATRIMONIALI
  22. 22. Diritto di noleggiare «…la cessione in uso degli originali, di copie o di supporti di opere, tutelate dal diritto d’autore, fatta per un periodo limitato di tempo ed ai fini del conseguimento di un beneficio economico o commerciale diretto o indiretto» (art. 18-bis co.1 LDA) da parte di qualsiasi soggetto LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI PATRIMONIALI
  23. 23. Diritto di dare in prestito «…la cessione in uso degli originali, di copie o di supporti di opere, tutelate dal diritto d’autore, fatta da istituzioni aperte al pubblico, per un periodo di tempo limitato, a fini diversi da quelli di cui al comma 1» (art. 18-bis co. 2 LDA) LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI PATRIMONIALI
  24. 24. Indipendenza dei diritti «I diritti esclusivi previsti dagli articoli precedenti sono fra loro indipendenti. L’esercizio di uno di essi non esclude l’esercizio esclusivo di ciascuno degli altri diritti. Essi hanno per oggetto l’opera nel suo insieme ed in ciascuna delle sue parti» (art. 19 LDA) LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI PATRIMONIALI
  25. 25. Durata dei diritti: «sino al settantesimo anno dopo la morte dell’autore» (art. 32 bis LDA) Se opere anonime o pseudonime, settant’anni a partire dalla prima pubblicazione (ex art 27 LDA) LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI PATRIMONIALI
  26. 26. Diritto degli autori ad un compenso sul prezzo di ogni vendita successiva alla prima a condizione che (i) la vendita comporti l’intervento, di soggetti che operano professionalmente nel mercato dell’arte; (ii) il prezzo della vendita sia superiore a 3.000 euro; (iii) [il venditore non abbia acquistato l’opera direttamente dall’autore non meno di 3 anni prima e il prezzo di vendita non sia superiore a 10.000,00 euro](art. 144 LDA); LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTO DI SEGUITO
  27. 27. Opere: «… gli originali delle opere delle arti figurative, comprese nell’art. 2, come i quadri, i collages, i dipinti, i disegni, le incisioni, le stampe, le litografie, le sculture, gli arazzi, le ceramiche, le opere in vetro e le fotografie, nonché gli originali dei manoscritti, purché si tratti di creazioni eseguite dall’autore stesso o di esemplari considerati come opere d’arte e originali Le copie delle opere delle arti figurative prodotte in numero limitato dall’autore stesso o sotto la sua autorità, sono considerate come originali purché siano numerate, firmate o altrimenti debitamente autorizzate dall’autore» (art. 145 LDA) LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTO DI SEGUITO
  28. 28. - riproduzione per uso di critica e discussione e per uso personale a condizione che tale possibilità non sia in contrasto con lo sfruttamento normale dell’opera LE LIBERE UTILIZZAZIONI - se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica, l’utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali - riproduzione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico, purché tale utilizzo non sia a scopo di lucro
  29. 29. L’autore conserva il diritto di: - rivelarsi e rivendicare la paternità dell’opera; - di opporsi a qualsiasi deformazione, mutilazione o altra modificazione, e a ogni atto a danno dell’opera stessa, che possano essere di pregiudizio al suo onore o alla sua reputazione (art. 20 LDA) LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI MORALI Il diritto morale è inalienabile (art. 22 LDA) e, dopo la morte, può essere fatto valere dai parenti prossimi (art. 23 LDA)
  30. 30. Ritiro dell’opera dal commercio - diritto personale e non trasmissibile «L’autore, qualora concorrano gravi ragioni morali, ha diritto di ritirare l’opera dal commercio, salvo l’obbligo di indennizzare coloro che hanno acquistati i diritti di riprodurre, diffondere, eseguire, rappresentare o spacciare l'opera medesima. … deve notificare il suo intendimento alle persone alle quali ha ceduto i diritti ed alla Presidenza del Consiglio dei Ministri … Entro il termine di 1 anno a decorrere dall’ultima data delle notifiche e pubblicazioni, gli interessati possono ricorrere all’autorità giudiziaria per opporsi all’esercizio della pretesa dell’autore o per ottenere la liquidazione ed il risarcimento del danno» (art. 142 LDA) LE OPERE FOTOGRAFICHE: DIRITTI MORALI
  31. 31. LDA tutela (come diritto connesso) le fotografie semplici «… le immagini di persone o di aspetti, elementi o fatti della vita naturale e sociale, ottenute col processo fotografico o con processo analogo, comprese le riproduzioni di opere dell’arte figurativa e i fotogrammi delle pellicole cinematografiche» (art. 87 co. 1 LDA) LE FOTOGRAFIE SEMPLICI
  32. 32. Fotografie prive di carattere creativo, con contenuto documentale, per soddisfare interessi di cronaca, cultura e attualità. Non è rilevante se l’autore è un fotografo professionista. LE FOTOGRAFIE SEMPLICI
  33. 33. - foto di scena, - foto di nature morte, - scatti aventi ad oggetto piatti e pietanze da cucina (Trib. Milano, 24.09.2015), - riproduzione di palazzi e, più in generale, «di opere d’arte che, ancorché di altissimo livello qualitativo, si limitino a riprodurre fedelmente le opere ritratte, senza alcuna personale e sostanziale rielaborazione delle immagini da parte del fotografo» (Trib. Roma, 24.02.1998) LE FOTOGRAFIE SEMPLICI
  34. 34. «Non costituisce opera dell’ingegno fotografica un insieme di fotografie di paesaggi a carattere naturalistico, ritratti secondo immagini stereotipe della cultura pubblicitaria, destinate ad accompagnare il testo di una rivista commerciale, e di livello tecnico conforme alla normale tecnica fotografica professionale, ma senza caratteristiche di artisticità.» (Trib. Modena, 11.11.2005); «E’ protetta soltanto ex art. 88 l.a. la fotografia che costituisca una mera riproduzione fedele e pedissequa della realtà, e non la reinterpreta in alcun modo soggettivamente e personalmente» (Trib. Napoli, 24.07.2012) LE FOTOGRAFIE SEMPLICI
  35. 35. “Spetta al fotografo il diritto esclusivo di riproduzione, diffusione e spaccio della fotografia” salve le disposizioni sul ritratto e senza pregiudizio, riguardo alle fotografie riproducenti opere dell’arte figurativa, dei diritti di autore sull’opera riprodotta (art. 88 LDA) LE FOTOGRAFIE SEMPLICI: DIRITTI PATRIMONIALI «La riproduzione e diffusione delle fotografie rientrano nel diritto riconosciuto al fotografo dall’art. 88 l.a. ma rimangono subordinati al consenso delle persona ritratta» (Trib. Roma, 18.05.2011)
  36. 36. Se l’opera è stata ottenuta nel corso e nell’adempimento di un contratto di impiego o di lavoro, entro i limiti dell’oggetto e delle finalità del contratto il diritto compete al datore di lavoro «La stessa norma si applica, salvo patto contrario a favore del committente quando si tratti di fotografia di cose in possesso del committente medesimo e salvo pagamento a favore del fotografo, da parte di chi utilizza commercialmente la riproduzione, di un equo corrispettivo» (art. 88 co. 3 LDA) LE FOTOGRAFIE SEMPLICI: DIRITTI PATRIMONIALI
  37. 37. «Viola i diritti patrimoniali dell’autore della fotografia non creativa su commissione la sua utilizzazione al di fuori dell’ambito convenuto pattiziamente tra committente e fotografo» (Trib. Milano, 30 maggio 2017) «Nel caso di opera fotografica realizzata su commissione, l’autore della fotografia è legittimato ad opporsi ad utilizzazioni realizzate da terzi, senza consenso, allorquando tali utilizzazioni non rientrano tra quelle trasmesse al committente, in quanto a questi si trasferiscono i diritti di utilizzazione solo nei limiti dell’oggetto e delle finalità del contratto» (Trib. Firenze, 16.02.1994) LE FOTOGRAFIE SEMPLICI: DIRITTI PATRIMONIALI
  38. 38. Durata dei diritti: 20 anni dalla data di produzione della fotografia LE FOTOGRAFIE SEMPLICI: DIRITTI PATRIMONIALI
  39. 39. «La cessione del negativo o di analogo mezzo di riproduzione della fotografia (pellicole diapositive, fotocolor, cd) comprende, salvo patto contrario, la cessione dei diritti previsti all’articolo precedente, sempreché tali diritti spettino al cedente» (art. 89 LDA) LE FOTOGRAFIE SEMPLICI: DIRITTI PATRIMONIALI
  40. 40. «Gli esemplari della fotografia devono portare le seguenti indicazioni: 1) il nome del fotografo o, nel caso previsto nel primo capoverso dell’art. 88, della ditta da cui il fotografo dipende o del committente; 2) la data dell’anno di produzione della fotografia; 3) il nome dell’autore dell’opera d’arte fotografata» Condizione per l’esercizio dei diritti patrimoniali «Qualora gli esemplari non portino le suddette indicazioni, la loro riproduzione non è considerata abusiva e non sono dovuti i compensi, a meno che il fotografo non provi la malafede del riproduttore» (art. 90 LDA) LE FOTOGRAFIE SEMPLICI: DIRITTI PATRIMONIALI
  41. 41. Malafede anche se riproduttore avrebbe potuto conoscere titolare con ordinaria diligenza «La data dell’anno di produzione di una fotografia di prodotti di merchandising di squadre di calcio può risultare anche dal loro esplicito riferimento ad una determinata stagione calcistica» (Trib. Milano, 18.05.2017) LE FOTOGRAFIE SEMPLICI: DIRITTI PATRIMONIALI
  42. 42. «La riproduzione di fotografie nelle antologie ad uso scolastico ed in generale nelle opere scientifiche o didattiche è lecita, contro pagamento di un equo compenso che è determinato nelle forme previste dal regolamento.Nella riproduzione deve indicarsi il nome del fotografo e la data dell’anno della fabbricazione, se risultano dalla fotografia riprodotta» «La riproduzione di fotografie pubblicate sui giornali od altri periodici, concernenti persone o fatti di attualità od aventi comunque pubblico interesse, è lecita contro pagamento di un equo compenso» (art. 91 LDA) LE LIBERE UTILIZZAZIONI
  43. 43. LE FOTOGRAFIE SEMPLICI: DIRITTI MORALI «La fotografia non creativa non beneficia del c.d. diritto morale d’autore» (Trib. Venezia, 18.09.2009) «L’autore di una fotografia semplice/non creativa non ha un diritto morale all’integrità della fotografia ed alla propria indicazione come autore della medesima» (Trib. Milano, 30.05.2017)
  44. 44. La tecnologia digitale ha comportato la realizzazione di un nuovo genere di fotografie (“fotografie digitali”) e ha “ampliato” il diritto di riproduzione (le “fotografie digitalizzate”) LE FOTOGRAFIE DIGITALI «Costituisce violazione dei diritti del fotografo la pubblicazione senza consenso su un noto quotidiano nazionale a corredo di un servizio sulle «baby cubiste» di due fotografie scattate da quest’ultimo in una discoteca e caricate dall’autore nella propria pagina personale Facebook, senza consenso dell’autore» (Trib. Roma, 01.06.2015)
  45. 45. Gli autori «possono apporre sulle opere o sui materiali protetti misure tecnologiche di protezione efficaci che comprendono tutte le tecnologie, i dispositivi o i componenti che, nel normale corso del loro funzionamento, sono destinati a impedire o limitare atti non autorizzati dai titolari dei diritti» (art. 102 quater LDA) Le misure di protezione più comuni: (i) il digital watermarking, una filigrana digitale che può essere visibile o invisibile e identifica l’autore dell’opera fotografica, (ii) il digimarc, una modifica dei pixel dell’immagine fotografica che agisce sui contorni di maggior contrasto, imprimendo un codice su tutta l’estensione del fotogramma MISURE TECNOLOGICHE DI PROTEZIONE
  46. 46. «Le circostanza che il titolare di diritti su fotografie semplici non le abbia munite di alcun meccanismo elettronico di protezione non esclude l’illiceità della loro riproduzione» (Trib. Milano, 18.05.2017) MISURE TECNOLOGICHE DI PROTEZIONE
  47. 47. «I diritti di utilizzazioni spettanti agli autori delle opere dell’ingegno, nonché i diritti connessi aventi carattere patrimoniale, possono essere acquistati, alienati o trasmessi in tutti i modi e forme consentiti dalla legge…» (art. 107 LDA) «La trasmissione dei diritti di utilizzazione deve essere provata per iscritto» (art. 110 LDA) tra le parti Salvo che per le fotografie semplici, «La cessione di uno o più esemplari dell’opera non importa, salvo patto contrario, la trasmissione dei diritti di utilizzazione» (art. 109 LDA) LO SFRUTTAMENTO DEI DIRITTI PATRIMONIALI SULLE OPERE PROTETTE
  48. 48. LDA non tutela «… le fotografie di scritti, documenti, carte di affari, oggetti materiali, disegni tecnici e prodotti simili» (art. 87 co. 2 LDA) Riproduzione di oggetti materiali, meri duplicati dell’originale: - assenza di ricerca del soggetto da fotografare (Trib. Milano, 8.01.1979); - la sola finalità riproduttiva - documentale, senza capacità tecnico- professionale del fotografo (Trib. Milano, 15.06.2004) LE RIPRODUZIONI FOTOGRAFICHE
  49. 49. «La distinzione tra fotografie non creative, oggetto di diritto connesso e riproduzioni non protette nemmeno da questo diritto non attiene all’oggetto rappresentato quanto alla funzione che ha la rappresentazione fotografica: e così alla fotografia con finalità puramente riproduttiva/documentale non è riservata nemmeno la tutela delle fotografie semplici non creative» (Trib. Venezia, 30.03.2016) LE RIPRODUZIONI FOTOGRAFICHE
  50. 50. GRAZIE PER L’ATTENZIONE ! Avv. Gilberto Cavagna di Gualdana Via Bigli, 2 – 20121 Milano Tel. +39.02.303049 Fax +39.02.76281352 g.cavagna@negri-clementi.it www.negri-clementi.it Per news in tema di proprietà intellettuale è possibile iscriversi al gruppo su Linkedin “TIP TAP - Thoughts on Intellectual Property and Thoughts on Art Protection”: https://www.linkedin.com/groups/12120681/

×