I 21 Segreti Dei Grandi Oratori

6,571 views

Published on

0 Comments
5 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
6,571
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
124
Actions
Shares
0
Downloads
129
Comments
0
Likes
5
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

I 21 Segreti Dei Grandi Oratori

  1. 1. I 18 segreti dei grandi oratori della storia By James C. Humes
  2. 2. 1 . Il potere della pausa <ul><li>I stand in pause where I shall first begin . </li></ul><ul><li>Willian Shakespeare </li></ul><ul><li>Prima di cominciare a parlare guarda negli occhi ciascuno dei tuoi ascoltatori. Ogni secondo che aspetterai renderà più forte il tuo incipit. </li></ul><ul><li>Stand, stare and command your audience. </li></ul><ul><li>Gli uomini e le donne acquistano “statura” attraverso il silenzio “strategico”. </li></ul>
  3. 3. 2. Il potere di aprire bene <ul><li>Comincia senza esitazioni . </li></ul><ul><li>Ossia: </li></ul><ul><li>senza ovvietà; senza “catpatio benevolentia” </li></ul><ul><li>meglio … una schioppetata; o la forza del leader. </li></ul>
  4. 4. 3. Il potere dell’abito <ul><li>L’abito fa il monaco. </li></ul><ul><li>Adotta uno stile che ti sta bene indosso, e che ti possa far identificare. </li></ul>
  5. 5. 4. Il potere di avere un obiettivo <ul><li>Speak plain and to the purpose . </li></ul><ul><li>William Shakespeare </li></ul><ul><li>Qual è il tuo obiettivo? </li></ul><ul><li>Un discorso è come una sinfonia: può avere tre movimenti ma deve avere una melodia dominante. </li></ul><ul><li>Una volta che hai identificato il tuo obiettivo, tutto sarà diretto a quello scopo. </li></ul>
  6. 6. 5. Il potere della brevità <ul><li>Meno è di più . </li></ul><ul><li>I lunghi discorsi sono come i libri senza punteggiatura. </li></ul><ul><li>Incisività è decisività. </li></ul><ul><li>Racconta una storia, non un discorso. </li></ul><ul><li>Non dire tutto. Corto è più affilato, breve è meglio. </li></ul>
  7. 7. 6. Il potere della citazione <ul><li>Quelli che non citano mai, non saranno mai citati. </li></ul><ul><li>Benjamin Disraeli </li></ul><ul><li>Cita solo ciò che conosci bene. </li></ul>
  8. 8. 7. Il potere dei numeri <ul><li>A statistic should tell a story. </li></ul><ul><li>Margaret Thatcher </li></ul><ul><li>Per il massimo della credibilità, citando un dato numerico, tira fuori una scheda, indossa i tuoi occhiali da lettura e leggi … </li></ul><ul><li>Non annoiare con troppi dati. </li></ul><ul><li>Arrotonda i numeri. </li></ul><ul><li>Fai percepire i numeri attraverso relazioni significative per l’audience. </li></ul>
  9. 9. 8. Il potere della presenza <ul><li>La voce e la presenza è sempre meglio delle slides. </li></ul><ul><li>Rinforza con le immagini, non sostituire. </li></ul><ul><li>Visual display should not be your security blanket, but rather a hankerchief to pull out of your sleeve. </li></ul>
  10. 10. 9. Il potere dell’umorismo <ul><li>Le storielle non vanno lette. </li></ul>
  11. 11. 1 0 Il potere delle parabole <ul><li>I concetti sono teoria, le storie sono “pratica” e concretezza . </li></ul><ul><li>Le esperienze personali sono una miniera. </li></ul>
  12. 12. 11 Il potere del gesto <ul><li>I gesti dicono più delle parole. San Francesco docet. </li></ul><ul><li>La leadership talvolta chiede più di parole, chiede fatti. </li></ul>
  13. 13. 12. Il potere di chi parla e non legge <ul><li>Mai parlare guardando in basso. </li></ul><ul><li>La tecnica di See – Stop – Say </li></ul><ul><li>Le pause sono ciò che trasformano il discorso in una conversazione. </li></ul><ul><li>Quando ti fermi, come per pensare, sembri più sincero </li></ul>
  14. 14. 13. Il potere della poesia <ul><li>Il discorso è fatto per l’orecchio, non per l’occhio. </li></ul><ul><li>Un disco è poesia senza forma e senza rima. </li></ul>
  15. 15. 14. Il potere del testo <ul><li>Contrast </li></ul><ul><li>Rhyme (assonanza) </li></ul><ul><li>Echo (ripetizione dei nomi, dei verbi) </li></ul><ul><li>Alliteration (usare parole che cominciano con la stessa lettera) </li></ul><ul><li>Metaphor </li></ul>
  16. 16. 15. Il potere delle domande <ul><li>Una domanda interpella. </li></ul><ul><li>Non chiedere, se non sai la risposta. </li></ul>
  17. 17. 16. Il potere attivo <ul><li>Le voci passive sono sbiadite, vaghe, contorte, più lunghe (manca il soggetto). </li></ul><ul><li>Voce passiva = Mente passiva </li></ul><ul><li>The passive is for cover your ass types, but the take-charge leaders. </li></ul><ul><li>La voce attiva dà forza, quella passiva è senza midollo e uccide il discorso. </li></ul>
  18. 18. 17. Il potere della chiusura <ul><li>L’ultima impressione è quella che rimane. </li></ul><ul><li>Chiudendo appellati alle emozioni: l’onore, la speranza, l’amore e in certe occasioni la paura. </li></ul>
  19. 19. 18. Il potere di essere audaci <ul><li>Sorprendi la tua audience. </li></ul><ul><li>Osa essere diverso. </li></ul>

×