Vini di sardegna

1,241 views

Published on

La mappa di tutti i vini DOC e IGT esistenti attualin Sardegna

Published in: Education, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,241
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
31
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Vini di sardegna

  1. 1. A cura di Gusto Sardegna Prodotti Tipici Sardi www.gustosardegna.it
  2. 2. Le DOC Le IGT Alghero  Barbagia IGT Arborea  Colli del Limbara Campidano di Terralba  Isola dei Nuraghi Cannonau di Sardegna  Marmilla Carignano del Sulcis  Nurra o Nurra Algherese Giro di Cagliari  Ogliastra Malvasia di Bosa  Parteolla Malvasia di Cagliari  Planargia Mandrolisai  Provincia di Nuoro Monica di Cagliari  Romangia Moscato di Cagliari  Sibiola Moscato di Sorso e Sennori  Tharros Nasco di Cagliari  Trexenta Nuragus Di Cagliari  Valli del Tirso Sardegna Semidano  Valli di Porto Pino Vermentino di Gallura(DOCG) Vermentino di Sardegna Vernaccia di Oristano
  3. 3. Nellintero territorio del comune di Alghero, da cui prende il nome, e in quello diOlmedo, Ossi, Tissi, Usini, Uri e Ittiri, in provincia di Sassari, e in parte del territorio delcapoluogo stesso, si producono i seguenti tipi di vino: Bianco , Frizzante Bianco,Spumante Bianco, Passito, Rosato, Rosso, Novello, Spumante Rosso,Liquoroso,Torbato,Torbato Spumante, Sauvignon, Chardonnay, ChardonnaySpumante, Vermentino Frizzante, Sangiovese, Cagnulari o Cagniulari. Con le uve diCabernet Franc e/o Cabernet Sauvignon e/o Carmenére si ottiene il tipo Cabernet.
  4. 4. Prodotto in vari comuni della provincia di Cagliari e in altri della provincia di Oristano,con le uve di Bovale sardo e Bovale di Spagna e con leventuale aggiunta di quelle diPascale di Cagliari, Greco nero e Monica, è un vino dal colore rosso rubino più o menochiaro; odore vinoso, intenso; sapore asciutto, sapido, pieno, caratteristico.Gradazione minima: 11,5°. Uso: da pasto. Affinamento obbligatorio: cinque mesi.
  5. 5. Prodotto in vari comuni della provincia di Cagliari e in altri della provincia di Oristano,con le uve di Bovale sardo e Bovale di Spagna e con leventuale aggiunta di quelle diPascale di Cagliari, Greco nero e Monica, è un vino dal colore rosso rubino più o menochiaro; odore vinoso, intenso; sapore asciutto, sapido, pieno, caratteristico.Gradazione minima: 11,5°. Uso: da pasto. Affinamento obbligatorio: cinque mesi.
  6. 6. Ottenuto con le uve del vitigno Cannonau, importato in Sardegna dalla Spagna dove ènoto con il nome Alicante, e con leventuale aggiunta di quelle di altri vitigni locali,coltivati nellintero territorio regionale. La sottodenominazione geografica "Oliena" o"Nepente di Oliena" è riservata al Cannonau di Sardegna quando le uve provengonodai vigneti ubicati nellintero territorio comunale di Oliena e in parte in quello diOrgosolo (provincia di Nuoro); la sottodenominazione "Capo Ferrato" è riservata alvino proveniente dai vigneti situati nei comuni di Castiadas, Muravera, San Vito,Villaputzu e Villasimius (provincia di Cagliari) e quella "Jerzu" è riservata al Cannonauprodotto nei comuni di Jerzu e Cardedu (provincia di Nuoro). È un vino dal colorerosso rubino più o meno intenso, tendente allarancione con linvecchiamento; odoregradevole, caratteristico; sapore secco, sapido. Gradazione minima: 12,5°.Affinamento obbligatorio: sette mesi. Uso: da pasto. La "riserva" deve avere unagradazione di 13° e due anni di invecchiamento. Si produce anche nel tipo "rosato":vino con le stesse caratteristiche del rosso ma dal colore rosa brillante. Con le uverispondenti alle condizioni previste per la produzione della tipologia "riserva", usandonella preparazione soltanto laggiunta di alcol di origine viticola al mostro o al vinonaturale di base, vengono prodotti anche i tipi: "liquoroso secco" con una gradazioneminima di 18° e "liquoroso dolce "naturale" con una gradazione minima di 16°.
  7. 7. Nellambito del Sulcis, estremo lembo sud-occidentale della Sardegna, comprendenteper intero il territorio di diciassette comuni della provincia di Cagliari, con esclusionedei terreni male esposti, di scarsa profondità o fortemente erosi, particolarmenteumidi e ubicati al di sopra dei 400 metri sul livello del mare, con le uve di Carignano(minimo 85%) ed eventualmente con quelle di altri vitigni a bacca rossa della zona,vengono prodotti i seguenti tipi di vino rosso e rosato.
  8. 8. Con le uve del vitigno Girò, prodotte nel territorio della provincia di Cagliari e in partedi quello della provincia di Oristano, viene preparato questo vino nelle tipologie:Dolce Naturale – dal colore rosso rubino, più o meno intenso, tenue; odore delicatocon leggero aroma di uva; sapore gradevole, caldo e vellutato. Gradazione minima:14,5°. Uso: da fine pasto. Viene prodotto anche nel tipo "secco" o "dry" congradazione minima di 14°. Uso: da pasto. Liquoroso Dolce Naturale - Liquoroso Seccoo Dry – dal colore rosso rubino tenue, brillante con una maggiore finezza nellodore enel sapore ed un più spiccato aroma. Gradazione minima: 17,5°. Uso: da dessert.Affinamento obbligatorio: nove mesi. Con un invecchiamento di due anni, di cui uno inlegno, questi vini possono essere qualificati "riserva".
  9. 9. Dal tempo della dominazione bizantina, è stata importata in Sardegna una Malvasia oUva grossa diffusasi successivamente come Malvasia di Sardegna. Oggi viene coltivatain varie zone dellisola, fra cui quella centro-orientale, nel tratto compreso fra le focidel Riu Mannu a sud ed Isola Rossa, nei pressi di Bosa (provincia di Nuoro) a nord e conle sue uve si produce questo gradevole vino nelle seguenti tipologie: Dolce Naturale -Secco – ha colore dal giallo paglierino al dorato; odore intenso delicatissimo; saporedal dolce al secco, alcolico con retrogusto amarognolo. Gradazione minima: 15°. Uso:da fine pasto. Liquoroso Dolce Naturale - Liquoroso Secco o Dry – ha le stessecaratteristiche dei precedenti ma con una maggiore finezza e un più spiccato aromasia nellodore che nel sapore. Gradazione minima: 17,5°. Uso: da dessert.Invecchiamento obbligatorio: due anni.
  10. 10. Il Malvasia di Cagliari è un vino DOC la cui produzione è consentita nelle provincedi Cagliari e Oristano. Colore: giallo paglierino tendente al dorato.odore: profumo intenso, delicato, caratteristico.sapore: dolce, alcoolico con retrogusto amarognolo di mandorle tostate
  11. 11. Con le uve del vitigno Monica, caratteristico del Campidano di Cagliari, nellambito didetta provincia e di quella di Oristano, si preparano diversi tipi di vino. Dolce Naturale- Secco o Dry – ha colore rosso rubino tenue, tendente allarancione conlinvecchiamento; odore etereo, intenso, ma delicato; sapore gradevole, morbido evellutato. Gradazione minima: 14,5° per il tipo "dolce" ; 14° per il tipo "secco" o "dry".Uso: da fine pasto. Liquoroso Dolce Naturale - Liquoroso Secco o Dry – ha le stessecaratteristiche dei precedenti, ma con maggiore finezza nellodore e nel sapore ed unpiù spiccato aroma. Gradazione minima: 17,5°. Uso: da dessert. Affinamentoobbligatorio: nove mesi. Con un invecchiamento di almeno due anni, questi vinipossono essere qualificati "riserva".
  12. 12. In alcuni comuni della provincia di Nuoro e nel comune di Samugheo in provincia diOristano, dalle uve di Bovale sardo, Cannonau e Monica, con leventuale aggiunta dialtre uve della zona, si ottengono questi due tipi di vino:Rosso e Rosato
  13. 13. In terreni tradizionali, non superiori ai 450 metri sul livello del mare, situati nellinteroterritorio della Sardegna, si coltiva il vitigno Moscato bianco dalle cui uve, conleventuale aggiunta di altre uve bianche, si ottiene questo vino "spumante" dal coloregiallo paglierino, brillante; odore aromatico, delicato, caratteristico; sapore dolce,delicato, fruttato, caratteristico di Moscato. Gradazione minima: 11,5°. Uso: da finepasto. Le sottodenominazioni geografiche "Tempio Pausania" o "Tempio" e "Gallura"sono riservate al vino prodotto in Gallura, nei territori di alcuni comuni in provincia diSassari e di altri in provincia di Nuoro.
  14. 14. Il Moscato di Sardegna è un vino DOC la cui produzione è consentita nelle province diCagliari, Nuoro, Oristano e Sassari.Caratteristiche organolettiche* colore: giallo paglierino, brillante.* odore: aromatico, delicato, caratteristico.* sapore: dolce, delicato, fruttato, caratteristico di moscato.
  15. 15. Riconosciuto nel 1972. Si tratta delle stesse uve delle denominazioni precedenti,ottenute nella ristretta area dei comuni di Sorso e Sennori. Le caratteristicheorganolettiche ricordano quelle della denominazione Moscato di Cagliari.
  16. 16. Nel territorio delle provincie di Cagliari e di Oristano si coltiva il vitigno Nasco con lecui uve si produce questo vino nei tipi: Dolce Naturale - Secco o Dry – ha colore dalgiallo paglierino al giallo dorato; odore delicato con leggero aroma di uva; saporegradevole, con punta lievemente amarognola, caratteristico. Gradazione minima:14,5°. Uso: da aperitivo se secco, da fine pasto se dolce. Liquoroso Dolce Naturale -Liquoroso Secco o Dry – previa alcolizzazione del vino base o del mosto; ha colore dalgiallo paglierino al giallo dorato brillante; con una maggiore finezza nellodore e nelsapore ed un più spiccato aroma rispetto al vino precedente. Gradazione minima: 17,5.Uso: da dessert. Affinamento obbligatorio: nove mesi. Con due anni di invecchiamentoè prevista la qualificazione "riserva".
  17. 17. Con le uve di Nuragus, vecchio e fertile vitigno sardo portato dagli antichi navigatoriFenici e utilizzato per ornare i "nuraghi", e con leventuale aggiunta di quelle di altrivitigni a bacca bianca, in tutta la provincia di Cagliari, in quella di Oristano e in alcunicomuni della provincia di Nuoro, si produce questo vino dal colore paglierino tenue,talvolta con leggeri riflessi verdolini; odore vinoso, gradevole; sapore secco oppureamabile, sapido, armonico leggermente acidulo, gradevole di buona beva. Gradazioneminima: 10,5°. Uso: da antipasto e da pesce se secco, da fine pasto se amabile. Siproduce anche nel tipo "frizzante naturale".
  18. 18. Nellintero territorio delle province di Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano, con le uvedel vitigno Semidano (minimo 85%), a cui possono essere aggiunte quelle di altrevarietà a bacca bianca della zona, non aromatiche, si produce questo vino bianco dalcolore giallo paglierino con riflessi tendenti al dorato; profumo delicato di fruttato,caratteristico; sapore morbido, sapido, fresco. Gradazione minima: 11°. Uso: da pesce.Viene prodotto anche nel tipo "superiore", con una gradazione minima di 13°, e neltipo "spumante", dal "perlage" fine e persistente; colore giallo paglierino con riflessitendenti al verdognolo; odore caratteristico, delicato; sapore sapido, fresco, secco oamabile o dolce, leggermente aromatico. Gradazione minima: 11,5°. Uso: da aperitivose secco, da fine pasto se amabile o dolce. Con le uve sottoposte ad appassimentonaturale su pianta o su graticci, si ottiene il tipo "passito" dal colore giallo oro; odoreintenso, etereo, di frutta matura; sapore dolce, pieno, mielato. Gradazione minima:15°. Uso: da fine pasto. Il vino bianco tranquillo con una gradazione minima di 11,5°ottenuto da uve provenienti dai vigneti situati nel territorio amministrativo delcomune di Mogoro e di altri otto comuni vicini, in provincia di Oristano, e in quello deicomuni di Collinas, Sardara e Villanovaforru, in provincia di Cagliari, si fregiano inetichetta dellindicazione della sottozona "Mogoro".
  19. 19. Nellestremo lembo nord-orientale della Sardegna, denominato "Gallura", e inparticolare nellintero territorio di ventuno comuni della provincia di Sassari e in quellodi Budoni e San Teodoro in provincia di Nuoro, con le uve di Vermentino (95-100%), acui possono essere aggiunte minime quantità di uve di altri vitigni locali a baccabianca, non aromatici, si produce da tempo questo gradevole vino dal colore giallopaglierino con leggeri riflessi verdognoli; profumo sottile, intenso, delicato; saporealcolico, morbido, con retrogusto leggermente amarognolo. Gradazione minima: 12°,13° per il tipo "superiore". Uso: da pesce.
  20. 20. Prevalentemente con le uve del vitigno Vermentino e con leventuale aggiunta(massimo 15%) di quelle provenienti da altri vitigni a bacca bianca, in tutto il territoriodella regione Sardegna si produce questo vino dal colore che va dal bianco carta algiallo paglierino tenue, con leggeri riflessi verdolini, brillante; profumo caratteristico,delicato e gradevole; sapore secco o amabile, sapido, fresco, acidulo, con leggeroretrogusto amarognolo. Gradazione minima: 10,5°. Uso: da aperitivo o da pesce. Siproduce anche nel tipo "spumante" con una spuma intensa, con perlage fine epersistente; colore e profumo uguale al tipo tranquillo; sapore secco o amabile,sapido, fresco, con retrogusto amarognolo. Gradazione minima: 11°.
  21. 21. Probabilmente introdotta nel territorio di Oristano dalla Spagna, verso la fine del XIVsecolo, la Vernaccia definita "di Oristano", per non confonderla con altri vitigni diVernaccia, ha sempre fornito questo vino generoso e squisito dal colore giallo doratoambrato; profumo delicato, alcolico, con sfumature di fior di mandorlo; sapore fino,sottile, caldo, con leggero e gradevole retrogusto di mandorle amare. Gradazioneminima: 15°. Uso: da fine pasto. Con una gradazione di 15,5° e tre anni diinvecchiamento, questo vino può portare la qualifica "superiore". Per la "riserva"occorrono quattro anni di invecchiamento. Si produce anche nel tipo "liquoroso dolce"con un invecchiamento di due anni e una gradazione di 16,5°, e nel tipo "secco" o "dry"con una gradazione di 18°.
  22. 22. Colore: bianco, rosato e rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello Gradazione alcolica minima: 10% Vol.
  23. 23. Colore: bianco, rosato e rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello
  24. 24. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello
  25. 25. Colore: bianco, rosato e rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello Gradazione alcolica minima: 10,5% Vol. Distribuzione nel territorio: Cagliari e Oristano
  26. 26. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello Gradazione alcolica minima: 10% Vol. Distribuzione sul territorio: Sassari
  27. 27. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello Gradazione alcolica minima 10,5% Vol. Distribuzione sul territorio: Cagliari e Nuoro
  28. 28. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello Gradazione alcolica minima 11% Vol. Distribuzione sul territorio: Cagliari
  29. 29. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello Gradazione alcolica minima 11% Vol. Distribuzione sul territorio: Oristano
  30. 30. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello
  31. 31. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello Gradazione alcolica minima 10,5% Vol. Distribuzione sul territorio: Sassari
  32. 32. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello Gradazione alcolica minima 10,5% Vol. Distribuzione sul territorio: Cagliari
  33. 33. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello Gradazione alcolica minima 10,5% Vol. Distribuzione sul territorio: Oristano
  34. 34. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello radazione alcolica minima: 11% Vol. Distribuzione sul territorio: Cagliari
  35. 35. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello Gradazione alcolica minima:11% Vol. Distribuzione sul territorio: Oristano
  36. 36. Colore: bianco, rosato, rossoTipologia: fermo o frizzante, per il rosso anche novello Gradazione alcolica minima:10,5% Vol. Distribuzione sul territorio: Cagliari

×