Come rendere sicure le nostre e mail con gmail a

1,643 views

Published on

Come rendere più sicure le nostre E-Mail con Gmail

Published in: Entertainment & Humor
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,643
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Come rendere sicure le nostre e mail con gmail a

  1. 1. Avanzamento con clic del mouseAvanzamento con clic del mouse
  2. 2. Spamming, spam (pubblicità) e virus A volte riceviamo E-Mail, girate da nostri amici, che contengono tanti indirizzi di posta elettronica, so- prattutto se sono “catene” e, se non facciamo atten-zione, a nostra volta andremo ad incrementare la lista anche con i nominativi della nostra rubrica. Si innesca, in breve, un circolo vizioso che rende le nostre mail “appetibili” per lo spamming, cioè per la cattura degli indirizzi allo scopo dell’ invio sistema- tico di pubblicità di software abusivi, farmaci taroc- cati venduti on line, e quant’altro di dubbia prove- nienza, quando non siano addirittura truffe, file de- leteri per il PC o virus, che potrebbero infettare tutti gli indirizzi della lista catturata.
  3. 3. Difendiamoci dalla posta indesiderata La cosa peggiore è che alcuni riescono a na- scondere la loro identità, in modo subdolo, dietro al vostro nome e verso gli indirizzi della vostra lista; il ricevente ignaro aprirà o girerà la mail, specie se il messaggio è toc- cante, augurale, o appare comunque inno- cuo: a quel punto lo spam (nella migliore delle ipotesi) andrà a propagarsi anche ai suoi contatti. E così via di lista in lista. DOBBIAMO DIFENDERCI: possiamo mettere in atto una serie di strategie che renderà più sicura la nostra posta.
  4. 4. Quando riceviamo una E-Mail piena di indirizzi Quando ne riceviamo una e riteniamo sia “una buona causa” da condividere, possiamo innanzitutto evitare qualsiasi danno ai nostri riceventi, cancellando intanto tutti i nomi presenti nel corpo della mail, prima di inol- trarla. La cosa non richiederà che pochi istanti ed avremo già evitato loro un sicuro disagio ,pro- teggendone l’identità. Ma possiamo fare di più: nascondere gli indirizzi di posta elettronica e/ o inserirli in un gruppo, ad esempio come “Undisclosed recipient” o “destinatari scono- sciuti”. Vediamo come fare , utilizzando Gmail.
  5. 5. Come rendere le nostre e-mail più sicure usando la casella di posta Gmail
  6. 6. Inviare la posta nascondendo gli indirizzi dei destinatari Utilizzando la funzione Ccn = Copia carbone nascosta, oppure Bcc (in inglese) su gmail, si può nascondere sia la lista dei destinatari, sia quelli dei compo- nenti un gruppo precedentemente preparato. Clic su scrivi per aprire la mail, su A inserire il nome del destinatario (voi stes- si ) e clic su Aggiungi Ccn:
  7. 7. Inseriamo destinatari nella casella Ccn= Copia carbone nascosta Digitiamo i nomi dei destinatari, seguiti da una virgola, nella sezione appo- sita casella Ccn (spedisco da outlook e ricevo da gmail, per controllare). indichiamo l’oggetto, che è sempre utile, e scriviamo regolarmente la no- stra mail, come sempre.
  8. 8. Esempio: posta del ricevente su gmailEcco qui la mail spedita da alice.it (Outlook Express) verso gmail:è indicata la provenienza e il destinatario (solo l’interessato),nessuna traccia di altri indirizzi!
  9. 9. Segnaliamo gli spam a gmailOgni server di posta elettronica permette la segnalazione di un messaggiodi spam, basta indicarlo e le mail di quel mittente, in futuro, andranno di-rettamente nella cartella spam; vediamo come fare:Clic su posta in arrivo/apriamo la mail, poi clic su questa casella e clic suspam. E’ tutto.Ricordate di vuotare spesso la cartella Spam.
  10. 10. Creazione di un gruppo (destinatari) su gmail Se scriviamo sempre alle stesse persone è più pratico inserire tutti i nomi in un gruppo, anziché digitarli ogni volta. Clic su contatti, poi clic su questo segno e su Aggiungi nome.
  11. 11. Inserire nome del gruppoIo ho digitato Pinco pallino e dato l’OK ma, ovviamente, poteteusare qualsiasi nome. Molto diffuso è “Undisclosed recipients” oanche “destinatari sconosciuti”.L’OK apre un’altra schermata, di conferma.
  12. 12. Il gruppo è stato creatoIl gruppo Pinco pallino si vede già in elenco, ora bisogna solo inserirci inomi; clic su contatti (personali, nel mio caso) e, sull’elenco che si aprirà,basterà cliccare il segno di spunta accanto ai nomi che interessano, poisalvare e la lista sarà pronta per la casella Ccn di posta. In questo casoapparirà solo il nome del gruppo ma nulla di ciò che contiene!
  13. 13. Difendiamoci anche eliminando la posta indesiderataVi sono altre insidie, messe in atto dai cacciatori di indirizzi, ma anche daaspiranti truffatori, vediamone alcune: Le “catene” postali: le “catene”, sono specchietti per cacciatori di indirizzi; nessuna catena farà guarire dal can- cro, neanche un soldo arriverà mai per una cliccata in più e, soprattutto, se non inoltrerete non vi succederà assolutamente nulla! Ma ci sono anche catene nascoste: Il giorno dell’amicizia (una trentina all’anno!), dell’ab- braccio, della serenità, ecc. caso strano: fun- zionano solo se inoltrerete il messaggio alme- no a 50 persone! Lo spamming è in agguato.
  14. 14. Da evitare Da evitare, come misura precauzionale: l’inserimento di dati personali, numero di carta di credito o di conto corrente bancario, soprattutto verso chi promette lasciti dal Burkina Faso, Nuova Zelanda, ecc. o vincite favolose perché siete il mi- lionesimo visitatore di un sito ma (ecco il tranello: solo se risponderete, inserendo i vostri dati), que- sti sono in genere tentativi di truffa! Per il resto, in conclusione: affidiamoci principal- mente al nostro discernimento, a un buon antivirus e all’antispam delle varie caselle di posta elettroni- ca. Tutorial realizzato da GiEffebis@alice.it

×