Digital advertising tra posizionamento e response

255 views

Published on

Francesco Rizzardi - Sales Director LeonardoADV interviene alla Beauty Web Conference 2011, organizzata da Bellezza.it

http://www.beautywebconference.it/index.html
http://www.bellezza.it/
http://www.gepcommunication.it/

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
255
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Digital advertising tra posizionamento e response

  1. 1. Digital advertising traposizionamento e responseRelatore: Francesco Rizzardi – LeonardoADV
  2. 2. “Una strategia ad hoc che prevede lattivazione di un marketing mix orientoesclusivamente a generare performance e raggiungere gli obiettivi di Citroen”
  3. 3. Strategia
  4. 4. AGENDAFase Teaser: Video Seeding
  5. 5. Fase Teaser: Video SeedingPARTIRE CON LA MARCIA GIUSTA:LA COSTRUZIONE DELL’ASPETTATIVA DISVELAMENTO PARZIALE TARGETED BUZZ VIRALIZZAZIONE DEL MONDO VALORIALE DS4AGENDA
  6. 6. Video Seeding: DisvelamentoAGENDA  Poiché l’obiettivo è alimentare un passaparola volontario, il video idealedovrà essere il meno possibile istituzionale e brandizzato,concentrandosi invece sulla comunicazione di un mondo valoriale cheidentifichi il target di riferimento e destinando alle fasi successive l’obiettivodi product awareness  Il Video Seeding è’ un’attività che permette di massimizzare la visibilità dei videoper fare in modo che siano virali “in atto", e non solo “in potenza”
  7. 7. AGENDAVideo Seeding: Targeted Buzz  Il Video Seeding di LeonardoADV è la soluzione per capitalizzare la viralità dei videocreando buzz attorno al mondo valoriale espresso:  massima trasparenza e modalità di vendita CostPerView  posizionamento su siti premium selezionati e coerenti per modalità di fruizione(blog e community )  coinvolgimento di target interattivi di qualità  contestualizzazione dei video tramite affinità tematica:
  8. 8. …il video viene ripreso in postredazionali ad hoc su areetematicamente coerenti del nscircuito blog&communities……il post redazionaleviene notificato sullerelative fanpage diFacebook ……moltiplicando leoccasioni di condivisione ediffusione viraleUpload del Video suYoutube/Dailymotion…AGENDAVideo Seeding: Viralizzazione
  9. 9. Fase Impatto: Rich MediaAGENDA
  10. 10. Fase impatto: Rich MediaEMOZIONARE:LA COSTRUZIONE DEL DESIDERIO  ATTENZIONE  SORPRESA  COINVOLGIMENTOAGENDA
  11. 11. Leonardo HP: AttenzioneAGENDA
  12. 12. Leonardo HP: SorpresaAGENDA
  13. 13. Leonardo HP: CoinvolgimentoAGENDA
  14. 14. Target Focus: Behavioral TargetingAGENDA
  15. 15. Target Focus: Behavioral TargetingMASSIMIZZARE:IL CONSOLIDAMENTO DELL’INTERESSE TARGETED AWARENESS REACH&FREQUENCY DISPERSIONE ZEROAGENDA
  16. 16. Behavioral Targeting: cos’è  Il Behavioral Targeting è una tecnologia che permette di raggiungere un target diriferimento in maniera trasversale su tutte le aree di LeonardoADVmassimizzando i contatti con un’audience scelta e minimizzando la dispersione (+60% CTR medio)  La profilazione dell’utenza avviene sulla base del tracciamento di alcuni keybehaviors:  Navigazione di specifici contenuti/pagine  Ricerca di informazioni tematizzate  Interazione con elementi della pagina(immagini, link, video etc...) di specificiargomenti  Click e precedenti interazioni su campagnedi determinate categorie merceologiche
  17. 17. Behavioral Targeting su LeonardoADVTARGETEDAWARENESS•  Gender: Male•  Age: 35-44REACH&FREQUENCY•  Unique Users*: 27.107.433•  Page Views*: 439.664.629DISPERSIONE ZERO•  Male 35-45 on LeonardoADV:7.102.147Fonte: *Nielsen Site Census, Dato mensile Marzo 2011-**Audiweb View Febbraio 2011•  Pianificazione sul bacino diLeonardo ADV•  Erogazione della campagnasolo sugli utenti a target49% degli uomini 35-44**Grazie alla tecnologia Behavioral Targeting su LeonardoADV puoi colpire ilpresenti nel web senza dispersione del tuo messaggio!AGENDA•  Definizione caratteristichesociodemo del target DS4
  18. 18. Test drive conversion: ResponseAGENDA
  19. 19. Test Drive Conversion: ResponseAGENDAFINALIZZARE:LA MANIFESTAZIONE DELL’INTERESSE OTTIMIZZAZIONE DEL ROI RESPONSE CONVERSION
  20. 20. Test Drive ConversionSito Web del ClienteAdserverDisplay ADV su sito di nostra gestioneVisite di ritornoTag di riconoscimentoTECNOLOGIA RETARGETING:Al fine di OTTIMIZZARE l’investimento e raccogliere i risultati della visibilità brandingprecedentemente pianificata, la campagna si concluderà con una fase di RESPONSE per l’adesione alTest Drive attraverso l’utilizzo della tecnologia RETARGETING, valorizzata a CPC, in grado diincrementare ilCONVERSION RATE DEL 300%.
  21. 21. Grazie

×