Relazione attivita 2010

657 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Relazione attivita 2010

  1. 1. Gruppo Trentino di Volontariato ONLUS Progetti di sviluppo in Vietnam e nel Sud Est Asiatico Relazione delle Attività – Anno 2010Contenuti:  L’ ASSOCIAZIONE  I PROGETTI NEL SUD EST ASIATICO  LE ATTIVITÀ IN ITALIA  LE LINEE GUIDA DI GTV GTV -Relazione attività anno 2010
  2. 2. GTV -Relazione attività anno 2010
  3. 3. L’ASSOCIAZIONEGTV (Gruppo Trentino di Volontariato) è una Organizzazione non Lucrativa diUtilità Sociale (ONLUS) che si occupa di cooperazione internazionale allosviluppo, in particolare in Vietnam e nel Sud Est Asiatico. Il Presidente è ilDott. Dino Pedrotti, ex primario del reparto di Neonatologia dellOspedale SantaChiara di Trento.GTV si è formalmente costituito a Trento nel 1999 per operare nei campidell’educazione, della formazione professionale , dello sviluppo rurale edellacqua e igiene con una forte ottica di genere e per sostenere eproseguire le iniziative dell’associazione ANT - Amici della NeonatologiaTrentina a favore della salute materno infantile.GTV opera inoltre in diversi ambiti come il Sostegno a Distanza e laformazione sul terreno per operatori umanitari formati per la parte teorica inTrentino.Attualmente GTV è presente in Vietnam, Bangladesh, Cambogia, Laos eTimor Est con una sede regionale ad Hanoi dove lavora un cooperanteespatriato ed una coordinatrice locale.GTV crede fermamente nelle sinergie e nella ricchezza del “lavorareinsieme” e per questo opera congiuntamente con altre ong italiane in loco, tracui GVC, UCODEP e CIAI. Inoltre diverse sono le collaborazioni con altre realtàtrentine: con lAssociazione Santi Martiri Anauniensi e lIstituto di agronomiaSan Michele AllAdige si sta implementando un progetto di sviluppo rurale esicurezza alimentare a Timor Est, con Euricse si lavora per la costituzione diuna cooperativa in Vietnam e con TSM – Trentino School of Management si staragionando sulla possibilità di avviare una proposta ecoturistica in Vietnam.Il 2010 si è chiusocon un bilanciopositivo in terminidi relazione con iterritori e diriflessioni fatte sullavoro svolto. Inparticolare, ilprogettospeciale diValutazione hainvestito tuttalassociazione e siè concluso nelmese di Dicembrecon lapprovazionedelle Linee Guidadi GTV. GTV -Relazione attività anno 2010
  4. 4. I PROGETTI NEL SUD EST ASIATICO • Reintegrazione delle vittime del traffico attraverso la costituzione di una cooperativa artigianale presso Hai Duong, Vietnam Finanziatore: Provincia Autonoma di Trento. Partner locale: HRPC – Handicraft Research Promotion CenterIl progetto prevede la creazione di un’impresa cooperativa che produca artigianatonella provincia di Hai Duong, nella qualelavoreranno 25 donne ex vittime di traffico o adalto rischio di rapimento. Dopo un periodo diformazione, sia sul lato dell’acquisizione dellecapacità tecniche per produrre prodottiartigianali che su quello della gestione aziendale,alle beneficiarie sarà affidata in toto la gestione,in modo che possano decidere autonomamentesui futuri sviluppi dell’impresa. La selezione dellebeneficiarie sarà svolta dall’Unione delle Donne eda HRPC: le prime si occuperanno anche delsostegno psicologico e di alcuni corsi formativi dicarattere più generale, mentre tutte le attivitàpiù tecniche saranno responsabilità di HRPC, cheda anni opera in Vietnam nel settore dellosviluppo delle imprese artigiane. Il canale divendita principale dei prodotti sarà il circuito delcommercio equo e solidale, sia in Europa chenegli Stati Uniti. A questo fine, partnerimportante del progetto è CTM, che forniràconsulenze sulla progettazione e sviluppo deiprodotti e supporto alla vendita attraversoun’organizzazione partner - Craftlink. • “Messa in rete” della cooperativa Kim Thanh Handicraft – capacity building e governance per un migliore empowerment delle socie Finanziatore: Provincia Autonoma di Trento. Partner locale: HRPC – Handicraft Research Promotion CenterUna speciale attenzione alle dinamiche di goverance allinterno della costituendacooperativa KT (vedi progetto precedente) è dedicata in questa microazione. Sivogliono porre le basi affinchè le ragazze possano lavorare tra loro con la maturità e lacapacità di gestire i conflitti e di trasformarli. Accanto a ciò questa microazioneprevede un importante accompagnamento alle ragazze nella creazione e gestione diuna rete efficace con le altre cooperative del territorio. • Traffico di donne e terapia di supporto per una piu efficace integrazione economica e sociale ad Hai Duong, Vietnam Finanziatore: Tavolo 8 per mille della Chiesa Valdese. Partner locale: UDD e Share GTV -Relazione attività anno 2010
  5. 5. Con questo progetto, che inserisce allinterno di una più ampia azione mirata acostituire una cooperativa, si intende migliorare il servizio di supporto psicologicoofferto alle ragazze che partecipano alla citata cooperativa di produzione di artigianatoad Hai Duong. Le collaboratrici dellUnione Delle Donne, ente prepostoallaccompagnamento psicologico verranno formate ed accompagnate nel lavoro dicounselling privato e di gruppo offerto alle ragazze della cooperativa. • Progetto di sostegno all’educazione prescolare nel comune di An Lac, distretto di Son Dong, provincia di Bac Giang, Vietnam Finanziatore: Regione Trentino AA. Partner locale: Comitato Popolare di An LacCon questo progetto si intende rafforzare il ruolo dell’educazione prescolare emigliorarne i relativi servizi e attività nella comunità di Na Trang e in altri 11 villagginel comune di An Lac, provincia di Bac Giang. In particolare verrà ricostruita edequipaggiata una scuola materna della frazione di Na Trang e parallelamente sioffriranno corsi di aggiornamento alle insegnanti di tutto il comune. • KHE impROnta di turismo responsabile! - Eco Turismo nella foresta di Khe Ro nel Vietnam del Nord attraverso un approccio integrato per alleviare le condizioni di povertà della popolazione Finanziatore: Provincia Autonoma di Trento. Partner locale: Comitato Popolare di An Lac Il progetto prenderà forma nella provincia di Bac Giang in particolare nel distretto di Son Dong, luogo nel quale GTV ha maturato precedenti esperienze di cooperazione. La presente proposta progettuale mira alla promozione di una rete di ricettività turistica eco-responsabile e sostenibile attraverso una serie di attività integrate finalizzate al miglioramento delle condizioni igienico- sanitarie e alla creazione di attività generatrici di reddito. Partendo dall’obiettivo generale che e’ quello di ridurre i livelli di povertà della popolazione, la proposta si prefigge di lavorare nel campo dellecoturismo responsabile con più di 100 famiglie dei villaggi selezionati. • Autodeterminazione femminile in unottica di genere: Percorso di valorizzazione economica e sociale delle donne del Comune di Hung Long, Vietnam Finanziatore: Provincia Autonoma di Trento. Partner locale: Comitato Popolare di An LacLa discriminazione di genere resta un elemento che continua a minacciare la salute eil benessere delle donne vietnamite. E allinterno di questo contesto che si situaquesta microazione che mira a promuovere una cultura della pari opportunità e GTV -Relazione attività anno 2010
  6. 6. contribuire all’empowerment femminile, inteso come crescita delle capacità finalizzateal controllo e all’utilizzo delle risorse economiche, espressione del proprio potenzialenella sfera decisionale privata e pubblica, ed esercizio del diritto alla salute e libertàda ogni forma di violenza. L’iniziativa punterà alla sensibilizzazione alle questioni dellepari opportunità, della violenza domestica , dell’HIV/AIDS e proporrà un modello dimicrocredito come strumento di potenziamento socio-economico. • Prevenzione delle calamità naturali a scuola – Percorsi di sensibilizzazione e formazione sulla gestione del rischio di eventi calamitosi nei villaggi del Sud del Bangladesh Finanziatore: Regione Partner locale: STEPS towards developmentIl Bangladesh meriodionale è spesso vittima inondazionie cicloni.Liniziativa prevede di sviluppare la consapevolezza delrischio di calamità naturali, delle modalità diprevenzione e di azione in caso di eventi calamitosiattraverso la scuola, con la creazione di un percorso diformazione e sensibilizzazione “a catena” checoinvolgerà gli insegnanti, alcuni ex alunni, e gli alunnistessi. • Riduzione della mortalità nella provincia di Bin Dinh – PROGETTO CON ANT Finanziatore: Regione Autonoma Trentino Alto Adige Partner locale: STEPS towards developmentLa mortalità infantile nella Provincia di Binh Dinh è di 40 bambini ogni 1000 nati vivi,un valore superiore alla media nazionale vietnamita: la maggior parte di queste mortiprecoci è dovuta a cause e patologie facilmente prevenibili e affrontabili, con laprevenzione, la preparazione e le attrezzature adeguate.Questo progetto intende intervenire su questi bisogni attraverso due tipi di attivitàprincipali: la fornitura delle attrezzature minime per garantire unadeguata assistenzain emergenza per i neonati con specifiche patologie e lorganizzazione di specifici corsidi formazione (presso altri ospedali e sotto forma di conferenze) per migliorare leconoscenze del personale sanitario provinciale. • Creazione di una rete neonatale in Cambogia – PROGETTO CON ANT Finanziatore: Provincia Autonoma di Trento Partner locale: Ministero della saluteQuesto progetto si inserisce all’interno di un programma generale di rafforzamento delsettore materno-infantile nel Sud est asiatico che ha la sua origine in Vietnam e che sista sviluppando in questi anni in altre nazioni del Sud est asiatico.Da alcuni anni in Vietnam, presso l’Ospedale Nazionale di Pediatria di Hanoi, si èsviluppato un modello originale di cura materno-infantile, che sta funzionando moltobene e ha contribuito in maniera notevole a diminuire i tassi di mortalità e morbositàmaterno-infantile in vari ospedali della nazione. GTV -Relazione attività anno 2010
  7. 7. Tale modello di cura ha come fondamenta lo sviluppo di una tecnologia neonatale“appropriata”, “locale” e “sostenibile”, in congiunzione con una formazione dialtissimo livello fatta a livello internazionale, con le più moderne tecniche e procedurein campo materno-infantile. • Progetto pilota di estensione dei servizi neonatali a livello di ospedale distrettuale in Vietnam – PROGETTO CON ANT Finanziatore: Provincia Autonoma di Trento Partner locale: Ospedale Pediatrico Nazionale Questa microazione intende migliorare la capacità di assistenza materno-infantile in due ospedali distrettuali a Lao Cai, provincia nord occidentale del Vietnam come progetto-pilota per l’estensione di questo servizio a livello nazionale. Raccogliendo adeguati dati durante la realizzazione della microazione (6 mesi di raccolta di dati medici prima e 6 mesi dopo la realizzazione), ANT sarà in grado di analizzare in maniera completa l’impatto del progetto su tipici ospedali distrettuali del Vietnam e di conseguenza realizzare uno studio di impatto completo ed esauriente. Tale studio verrà tradotto in lingua vietnamita e consegnato al Ministero della Sanità e all’Ospedale Nazionale di Pediatria, in modo da fornire agli stessi un modello provato di assistenza in campo neonatale che poi possano estendere agli altri distretti del paese. • Promozione della salute materno-infantile in Laos attraverso la collaborazione con le “Case della Seta” – PROGETTO CON ANT Finanziatore: Provincia Autonoma di Trento Partner locale: Ospedale Pediatrico NazionaleQuesta microazione intende migliorare la capacità di assistenza materno-infantile inLaos, intervenendo in particolare in due Province del Sud del paese (Salavan eAttapeu). ANT ha una lunga esperienza di cooperazione sanitaria nel Sud-est asiatico,in particolare in Vietnam, ed è adesso impegnata a esportare il modello sanitario cheha ottenuto ottimi risultati in Vietnam anche in altre nazioni dell’area. In Laos, ANTandrà a lavorare affiancando il suo “modello” sanitario ad una realtà già esistente, le“case della seta”, strutture di accoglienza molto semplici che accolgono le donne chedevono partorire e le mettono in condizioni di avere parti più sicuri ed igienici. le “casedella seta” sono situate vicino ad ospedali provinciali o distrettuali, in modo chepossano offrire, in caso di bisogno, assistenza sanitaria di urgenza alle madri duranteo dopo il travaglio. Tali strutture, però non sono per niente attrezzate per la cura delneonato patologico: quindi, dal momento che le “case della seta” portano molte piùdonne a partorire presso strutture ospedaliere, è necessario rafforzare la capacità diqueste strutture di affrontare le emergenze relative ai neonati e quindi “completare” illavoro svolto dalle “case della seta” mettendo gli ospedali in grado di risolvere lemaggiori problematiche materno-infantili. GTV -Relazione attività anno 2010
  8. 8. • Sviluppo rurale integrato per la sicurezza alimentare ad Atauro, Timor Est – PROGETTO CON ASMA Finanziatore: Provincia Autonoma di Trento Partner locale: BelunLobiettivo del presente progetto è contribuire ad alleviarela povertà garantendo la sicurezza alimentare e laccessoallacqua per la popolazione di 2 villaggi dellisola diAtauro a Timor Est.Lisola di Atauro si trova a 60 miglia di distanza da Dili, lacapitale di Timor Est. La popolazione è particolarmentesvantaggiata e vive in condizioni di povertà. In questoprogetto si è deciso di operare con un approccio integratodi sviluppo rurale operando nei tre settori: settoreagricolo ed agroforestale, settore della pesca, settorerelativo allaccesso allacqua. Solo intervenendo inmaniera integrata in tutte le aree infatti, si garantirà lasicurezza alimentare a tutte le 576 famiglie che vivononei 2 villaggi selezionati.Il progetto accanto alla fornitura di attrezzature per lo sviluppo agricolo e della pesca,interverrà con numerosi corsi di formazione e campagne di sensibilizzazione. Sololavorando con la gente e facendo azioni mirate allo sviluppo di conoscenze specifiche,ma anche di capacità trasversali, si potrà garantire la sostenibilità del progettofacendo in modo che i risultati siano duraturi nel tempo anche a progetto concluso. • Campagne di igiene e salute e servizi igienici integrati per le scuole di Anartutu, Isola di Atauro, Timor Est – PROGETTO CON ASMA Finanziatore: Provincia Autonoma di Trento Partner locale: BelunLobiettivo della presente microazione è contribuire a migliorare la qualità di vitarelativamente alle condizioni igienico sanitarie degli abitanti di Anartutu, Isola diAtauro Timor Leste. Nello specifico si cercherà di ridurre il numero di casi di malattieconnesse alligiene negli abitanti (in particolare i bambini) attraverso sensibilizzazioneriguardo le tematiche relative alligiene e attraverso un miglior approvvigionamentoidrico nel villaggio selezionato. I risultati attesi sono: una mappatura delle latrineprivate esistenti e delle fonti di acqua che approvvigionano il villaggio di Anartutu edei villaggi limitrofi; sensibilizzazione e formazione ai bambini iscritti nelle 2 scuole ele proprie famiglie rispetto alle tematiche igieniche; costruzione e funzionamento di 4e 6 latrine rispettivamente nelle due scuole e creazione di un comitato di gestionedelle latrine.Nellimplementare la presente microazione verrà utilizzato lapproccio CLTS -Community-Led Total Sanitation (CLTS, letteralmente: servizi igienico sanitari lideratidalla comunità) che prevede un processo partecipato che permette allintera comunitàdi intervenire a livello di servizi igienico sanitari. GTV -Relazione attività anno 2010
  9. 9. Le attività in ItaliaPer GTV la sensibilizzazione della comunità di appartenenza riguardo leproblematiche relative al sottosviluppo del "sud del mondo" ed il rappresentare unponte attraverso il quale far conoscere culture e popoli diversi da quelli occidentali èun importante area di attività nella quale far convogliare idee, relazioni, creatività erisorse. GTV ritiene fodamentale contribuire alla creazione di una coscienza criticariguardo al tema dello sviluppo ineguale ed alla necessità di adoperarsi perché losviluppo condiviso sia un bisogno sempre più sentito da parte dei cittadini dei paesiindustrializzati. Altresì, deve impegnarsi per far conoscere i paesi nei quali opera e perportare la loro cultura "a casa propria", per favorire lincontro ed il rispetto reciprocotra culture con usanze apparentemente lontane.GTV NotizieIl periodico dellassociazione viene stampato in 3.000 copie ed inviato casa a più di1000 tra soci, amici e simpatizzanti. Nel 2010 i paesi e gli argomenti trattati nelle 2edizioni sono stati Timor Est con un approfondimento alla sicurezza alimentare e laCambogia con un accenno alle problematiche dellasalute materno – infantile.Sostegno a distanzaIniziato negli ultimi mesi del 2005, il “Sostegno adistanza” ha mostrato una crescita ed un interessevia via sempre maggiori. Questo progetto consiste,principalmente, nel supportare finanziariamente unbambino della provincia di Bac Giang, in modo chepossa frequentare la scuola ed avere assistenzamedica in caso di bisogno. I beneficiari sono bambinicon famiglie allargate, ossia orfani di uno odentrambi i genitori e che si trovano a vivere conparenti e che, nella maggioranza dei casi, sono costretti a contribuire alsostentamento proprio e della loro famiglia lavorando. Questo fa sì che il tempo cheriescono a dedicare allo studio è molto poco e, in molti casi, decidono di abbandonarela scuola, perdendo così ogni possibilità di poter, in futuro migliorare le propriecondizioni di vita grazie allistruzione.La quota annuale per il SAD è di € 240 (il 10% di questimporto viene trattenuto aTrento per coprire i costi amministrativi) che servono a: distribuire ogni tre mesi delriso per tutta la famiglia (in modo che, se il bambino smette di lavorare perfrequentare la scuola, il suo mancato apporto viene coperto con questa fornitura),pagare le tasse scolastiche, acquistare uniformi e materiali scolastici ed effettuarevisite mediche periodiche, distribuire un regalo per il TET, capodanno lunare. Allafamiglia non viene consegnato denaro contante. Lattività è gestita in comune con ilCIAI (Centro Italiano Aiuti allInfanzia, Ong con sede a Milano), che ha fatto delleadozioni a distanza la sua attività principale, grazie al quale è possibile ridurre i costilogistici di fornitura del riso e dei vari materiali.Educazione allo SviluppoDurante il 2010, sono stati realizzati quattro interventi formativi presso 4 classi dellescuole medie della Gardascuola. I temi affrontati riguardano il divario nord -sud con unapproccio critico ai concetti stessi di “nord” e “sud” con lobiettivo di far nascere neiragazzi una certa curiosità a dibattere intorno ai temi proposti. GTV -Relazione attività anno 2010
  10. 10. Mina in JazzUna serata allinsegna della musica jazz ispirata alle canzoni della famosa cantanteitaliana per parlare di sicurezza alimentare in una sperduta e dimenticata isolanellarcipelago indonesiano: Timor Est.RicamArt in Tour Dopo il successo di RicamArt, i ragazzi protagonisti del medesimo progetto organizzato lanno precedente, hanno deciso di promuoverne il processo ed i risultati allinterno degli altri istituti del territorio portando a conoscenza dei colleghi studenti non solo la parte artistica relativa ai disegni e ai ricami, ma anche il processo che ha portato allavvicinamento di due comunità geograficamente distanti, ma vicine per sensibilità artistica.Tutti nello stesso piattoNel Novembre del 2010, GTV ha partecipato al Festival di Cinema, Cibo eVideodiversità organizzato dalla cooperativa Mandacarù, finanziando la traduzione deisottotitoli in Italiano del film “Born Sweet” ambientato in Cambogia. Il film è statoquindi presentato in una serata dedicata ed accostato ai temi cari a GTV, quali quellodellaccesso allacqua potabile nelle comunità rurali del Sud Est Asiatico.Eventi SpecificiNel corso del 2010, numerose sono state le iniziative durante le quali GTV ha avuto unruolo di protagonista: da “Abbiamo tutti lo stesso cuore”, Riva del Garda a “Tutti icolori della pace”, Vezzano al “Social Play Day” presso Villa SantIgnazio a Trento allelezioni di “Geografia dal Volto Umano” a Trento.FormazioneGTV è accreditato come ente di Servizio Civile presso lUfficio addetto della Provinciadi Trento. Il programma di Servizio Civile Nazionale prevede che i giovani tra i 18 ed i28 anni possano dedicare un anno ad un lavoro socialmente, sia in Italia che allestero.Il progetto di GTV portato a termine nel 2010 si intitola “Conoscere la cooperazione:GTV come strumento di formazione alla cultura della solidarietà – IIa edizione”, ed halobiettivo di diffondere la conoscenza del contesto territoriale del Sud-Est asiatico e lemodalità di intervento della cooperazione decentralizzata.Le due volontarie che hanno aderito al progetto, hanno lavorato nel campo dellacomunicazione sociale, della sensibilizzazione e della raccolta fondi.Unaltra importante area di intervento è la RaccoltaFondi, attività che viene organizzata autonomamentedai volontari di GTV attraverso la presenza neimercatini estivi, del natale, nelle fiere e nelle sagre deicomuni trentini. La nostra presenza è legataallesposizione di piccoli oggetti dartigianatoprovenienti dai luoghi dove si svolgono i nostri progetti. GTV -Relazione attività anno 2010
  11. 11. Le Linee Guida di GTVDopo il lavoro di restituzione del progetto speciale “Valutazione”, i soci nonchémembri del Consiglio Direttivo di GTV hanno condiviso le conclusioni di ognisettore di lavoro approvando le seguenti Linee Guida che staranno alla basedel lavoro di GTV a futuro:Linee Guida da applicare in tutti i settori: – E necessario garantire vicinanza alla società civile, anche attraverso rapporti informali. – E necessario rimanere nelle comunità a lungo (lottica temporale legata ad un solo progetto – un anno – non è sufficiente a garantire lavvio dei processi di sviluppo) – E necessario prevedere delle forti componenti di formazione e sensibilizzazione nei progetti di qualsiasi settore – E necessario affrontare i progetti in maniera integrata – E necessario affrontare con puntualità e dettaglio la fase di analisi di contesto – E necessario porre molta attenzione alla selezione dei beneficiariLinee Guida da applicare nei settori specifici: – Quando si affrontano i progetti di sviluppo agricolo è necessario puntare ad uscire dalleconomia di sussistenza e questo lo si può fare solo proponendo lavvio di attività parallele allo sviluppo agricolo (non solo la produzione agricola quindi!) → questo significa che i progetti devono essere inseriti in programmi più ampi – Quando si affrontano i progetti di sviluppo agricolo è necessario valorizzare le conoscenze locali – Quando si affrontano progetti di acqua ed igiene, è necessario porre maggiore attenzione alla copertura dei costi dellacqua da parte dei soggetti più vulnerabili – Quando si affrontano progetti di formazione professionale, è necessario legare fortemente la formazione con il mercato del lavoro con una dettagliata analisi di contesto e legami con realtà presenti nel territorio – Quando si affrontano progetti di formazione professionale, è necessario garantire un accompagnamento post – corso con interventi puntuali di microcredito oppure con formazione mirata allo sviluppo di impresa e dare anche continuità allintervento prevedendo laggiornamento. Dicembre 2010 GTV -Relazione attività anno 2010
  12. 12. Contatti:GTV - Gruppo Trentino di Volontariato Onlus Via San Marco, 3 - 38122 Trento Tel. e Fax. +39.0461.986696 e-mail: info@gtvonline.org www.gtvonline.org Codice Fiscale: 01662170222 GTV -Relazione attività anno 2010

×