Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Master paleodieta integratori crossfit roma 26 10-2014

571 views

Published on

La paleo dieta
Nei passati due milioni e mezzo di anni la specie umana si è evoluta cibandosi grazie ad un a determinata disponibilità di cibi che hanno creato le basi per l’evoluzione del nostro partrimonio genetico. La dieta che ci ha caratterizzato fino a poche miglia di anni fa era principalmente basata su frutta fresca, verdura, bacche, noci, carne e pesce.

Con l’avvento dell’agricoltura e del cambiamento delle popolazioni da nomadi a stanziali, avvenuto a partire dagli ultimi 10000 anni l’uomo sapiens ha iniziato ad alimentarsi con i prodotti dell’agricoltura quali i cereali, il latte, i derivati del latte ed i legumi. Alimenti che hanno fortemente impattato in modo violento sulla fisiologia della specie introducendo nuove malattie quali il diabete, la carie, la celiachia ed altri problemi correlati che trovano ogni giorno la sempre più ampia diffusione.

Ovviamente è possibile creare le basi per un adattamento in un tempo variabile di almeno 20.000/30.000 anni tuttavia l’introduzione di questi alimenti è avvenuta in tempi troppo recenti e per tanto il danno epidemiologico è diventato un allarme sociale.

Secondo gli studi del Prof. Loren Cordain autore della Paleo Diet “il nostro patrimonio genetico è ancora in gran parte ottimizzato per rispondere in modo efficiente alla dieta paleolitica e dovremmo per questo motivo eliminare tutti i prodotti dell’agricoltura per rendere il nostro corpo forte, muscoloso, efficiente e in salute”.

Published in: Healthcare
  • Login to see the comments

Master paleodieta integratori crossfit roma 26 10-2014

  1. 1. CrossFit e performance: Paleodiet e integratori alcalinizzanti nell'allenamento funzionale Jacopo Zuffi R&D @gjav Roma 26-10-2014
  2. 2. #PALEODIETA #PALEZONA #PALEODIETA #EVODIET # #DIETZONE #METABOLICDIET #DIETZONE #EVODIET
  3. 3. Erbivoro, frugivero, onnivero, paleodiet e agricoltura... dieta occidentale, dieta acidificante e “western disease”
  4. 4. Cos'è il PRAL? PRAL significa letteralmente Potential Renal Acid Load, ovvero potenziale di carico acido renale. Il PRAL è un metodo scientificamente validato, proposto da Remer e Manz, frequentemente utilizzato per calcolare il bilancio chimico delle molecole acidificanti e alcalinizzanti di un alimento o di un integratore. Il PRAL non stabilisce semplicemente il pH di un composto (peraltro facilmente misurabile con altri metodi), ma stima la relativa capacità di interazione con il sangue umano (del range pH compatibile con la vita: 7,38-7,42). Semplificando, il PRAL determina l'effetto chimico acido-base di un composto sull'organismo umano, naturalmente assorbibile e metabolizzabile dall'apparato digerente sano e funzionante.
  5. 5. Obiettivo: resistenza, ipertrofia, forza e definizione hanno un comune denominatore....
  6. 6. OVERTRAINING SINDROME Il termine sovrallenamento è stato introdotto da Hatfield (1988) per descrivere una serie di sintomi causati, sostanzialmente, da un alterato rapporto tra allenamento e recupero. Il sovrallenamento è una condizione abbastanza frequente, una sindrome piuttosto complessa le cui cause vanno ricercate in diversi fattori scatenanti. Come si fa a riconoscere il sovrallenamento?
  7. 7. Segnali di un sovrallenamento... Fame compulsiva; Ansia; Stanchezza; Irritabilità; Ipoglicemia e debolezza; Fame nervosa; Calo della performance; Ritenzione idrica; F/C basale che aumenta; F/C sotto sforzo che aumenta; Perdita di massa muscolare; Incremento del peso corporeo (acqua e grasso); Disidratazione della matrice cellulare;
  8. 8. Possibili cause dell' Ovetraining Sindrome Recupero troppo breve tra gli allenamenti; Alimentazione ipocalorica; Alimentazione iperglucidica (acidificante); Alimentazione iperproteica (acidifcante); Scarso apporto di amminoacidi essenziali e proteine; Eccesso di carico acido endogeno (lavori metabolici); Eccesso di sodio alimentare; Scarso apporto di Omega 3 (ALA-EPA-DHA); .....
  9. 9. #PREWOD #INTRAWOD #POSTWOD Idratazione ed azione tampone su acidosi Sali minerali alcalinizzanti – durante e dopo l'allenamento. #PREWOD Azione proenergetica, ergogenica: Beta alanina, creatina citrato e arginina prima dell'allenamento #INTRAWOD Azione proenergetica ed anticatabolica: Hmb, BCAA e glutammina, da assumere prima o durante l'allenamento. #PREWOD Azione anabolica (anabolic window) Amminoacidi essenziali, matlodestrine, destrosio, glutammina, OKG,antiossidanti da assumere dopo l'allenamento. Azione ristrutturante e recupero Omega 3 (ALA EPA-DHA), Aminoacidi essenziali/albumina/whey idrolizzate (no caseina), glutammina e sali minerali alcalinizzanti nei giorni di recupero.
  10. 10. Strategia per il recupero – la finestra anabolica nel post workout ..nei primi minuti dopo l'esercizio fisico inizia l'assorbimento ed il ripristino del glicogeno (acqua+glucosio) nelle fibre muscolari attraverso un meccanismo insulino-indipendente (GLUT 4). Entro un ora questo meccanismo è attivo al 25% ca.; Dopo due ore questo meccanismo è attivo al 10% ca.; Nelle ore e nei giorni successivi è attivo il meccanismo insulino- dipendente ossia, per ripristinare il glicogeno è necessario assumere carboidrati e zuccheri per alzare la glicemia e stimolare l'insulina.
  11. 11. WOD METABOLICO-ENDURANCE
  12. 12. WOD FORZA LATTACIDO E ALATTACIDO
  13. 13. #RECOVERY #RECUPERO
  14. 14. CONTATTI
  15. 15. Disclaimer Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non costituiscono e non provengono né da prescrizione né da consiglio medico. Le avvertenze di seguito riportate, in accordo con le linee guide del Ministero della salute, sono scritte da ogni produttore sulle rispettive confezioni di integratori. Prima dell’uso, in ogni caso, è bene leggere attentamente le etichette dei prodotti per verificarne i contenuti, non superare le quantità di assunzione indicate ed attenersi alle avvertenze. Sport Supplements S.a.s. pone la massima trasparenza nell’informare preventivamente i consumatori sulle avvertenze relative all’utilizzo degli integratori alimentari, dietetici e salutistici. In caso di uso prolungato (oltre 6-8 settimane) è necessario il parere del medico. Non usare il prodotto in caso di patologia epatica o renale, in gravidanza e al di sotto dei 12 anni se non dopo aver sentito il parere del medico. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Conservare in luogo fresco e asciutto. In presenza di cardiovasculopatie e/o ipertensione prima di assumere il prodotto consultare il medico. Un corretto regime alimentare costituito da una adeguata e variata combinazione dei comuni alimenti è in grado di norma di soddisfare il fabbisogno nutrizionale di tutte le fasce della popolazione. L’uso di integratori alimentari, prodotti dietetici e altri prodotti salutistici può contribuire a colmare gli apporti nutrizionali di razioni alimentari per qualche aspetto carenti o anche a favorire fisiologicamente il benessere dell’organismo. Il loro impiego, in ogni caso, non può essere promosso, né deve essere inteso, come un mezzo per correggere comportamenti inadeguati. Si vuole richiamare l’attenzione sul fatto che il termine “naturale”, non dà di per sé garanzie in termini di sicurezza d’uso o di effetti favorevoli per l’organismo perché, come noto, non tutte le sostanze naturali hanno proprietà benefiche. In particolare, si deve tener presente che gli integratori, non vanno usati per periodi prolungati senza consiglio del medico. Per quanto concerne le fasce più sensibili della popolazione, come ad esempio bambini e donne in gravidanza, è auspicabile che tale parere sia sentito prima dell’utilizzo. Ai fini della perdita di peso, l’eventuale uso di integratori può avere solo una funzione coadiuvante della dieta ipocalorica. E’ bene associare alla restrizione delle entrate caloriche un aumento delle uscite con l’attività fisica nella pratica quotidiana, abbandonando stili di vita sedentari. Va ricordato inoltre che, in caso di restrizione calorica, l’organismo reagisce con una conseguente riduzione delle richieste energetiche. Stati di obesità conclamata richiedono necessariamente un trattamento da parte di personale medico qualificato. L’uso di integratori alimentari espressamente destinati agli sportivi, deve rispondere a criteri razionali per contribuire a sostenere le fisiologiche esigenze dell’organismo sul piano nutrizionale. esigenze dell’organismo sul piano nutrizionale. Integrazioni di nutrienti in quantità eccessive, tali da superare gli effettivi fabbisogni dell’organismo sono, soprattutto se prolungate irrazionali e sconvenienti, in quanto non comportano vantaggi sulla condizione fisica o sulla prestazione e si rivelano come un sovraccarico da smaltire. Leggere sempre le avvertenze.

×