Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Di chi è l'acqua ?

389 views

Published on

This is the presentation given at the Green Week in Trento, March 5th, 2016. It tries to convey the idea that Hydrology can help to decrease conflicts about water, and especially the studies which quantify the water fluxes and their interactions.

Published in: Environment
  • Be the first to comment

Di chi è l'acqua ?

  1. 1. Di chi è l’acqua, se è di qualcuno ? una prospettiva idrologica Riccardo Rigon Green Week, Trento, Marzo 2016 MuseodiCastelVecchio,VR
  2. 2. !2 Una quarantina di anni fa, stavo facendo una lunga camminata, tra cime assolutamente sconosciute ai turisti, in quella antica regione delle Alpi che penetra in Provenza. ….. Si trattava, quando intrapresi la mia lunga camminata in quel deserto, di lande nude e monotone. Jean Giono (L’uomo che piantava gli alberi*) http://stephenliddell.co.uk/2013/07/20/the-man-who- planted-trees-and-the-green-wall-of-africa/ * Il racconto animato che vinse un Oscar R. Rigon C’era una volta
  3. 3. !3 Il racconto prosegue e lascia intendere che si è trattato di un disastro ambientale L’ipersfruttamento della risorsa forestale per produrre carbone, ha causato, come in altre occasioni*, la rottura dell’equilibrio idro- biologico. *J. Diamond, Collasso: come le civiltà scelgono di vivere e morire, 2005 OkiandKanae,2006 R. Rigon e c’è ancora adesso
  4. 4. !4 Sono posti dove si vive male. Le famiglie, serrate l'una contro l'altra in quel clima di una rudezza eccessiva, d'estate come d'inverno, esasperano il proprio egoismo sotto vuoto. L'ambizione irragionevole si sviluppa senza misura, … Le più solide qualità scricchiolano … Jean Giono (L’uomo che piantava gli alberi*) R. Rigon la difficoltà della gestione dell’ambiente
  5. 5. !5 Urbanizzazione ma anche l’inurbamento altera il ciclo idrologico R. Rigon di capire come costruire le città
  6. 6. !6 Denudamento del suolo Who et al., Nature Climate Change 2, 655–662 (2012) doi:10.1038/nclimate1556 R. Rigon di come gestire il territorio
  7. 7. !7 5th International Conference WATER IN THE ALPS - AND BEYOND Adapting alpine and mountain river basins to climate change Trento Sept. 25th – 26th, 2014 Martin Beniston Univ. Geneva Evolution of global and alpine temperatures 1901-2000 -1.5 -1 -0.5 0 0.5 1 1.5 1900 1910 1920 1930 1940 1950 1960 1970 1980 1990 2000 ∆Tcomparedto1961-1990[°C] Beniston,2000:EnvironmentalChangeinMountains,Arnold,London Global Alps A questo si assomma il cambiamento climatico Beniston, Environmental changes in mountains and uplands, 2000 R. Rigon di come adattarsi al cambiamento climatico
  8. 8. !8 extremes in on the IPCC throughout response by mate for the easonality of gure 4). The ing precipi- he principal lated to the editerranean gions to the hat a milder result of the reme events amounts is about 3,400 m. In the right-hand columns, the results of the 10 most extreme precipitation events in the Engelberg area in the scenario climate (using the HIRHAM model) highlight the seasonal shift in mean and extreme Figure 4. Change in average seasonal precipitation for the control and scenario climates as simulated by the 4 RCMs. 3 of 5 Beniston, M. (2006), Geophys. Res. Lett.,33, L05701 Precipitazioni sul fiume Rodano R. Rigon che ci sottrae acqua
  9. 9. !9 Figura 2.12: precipitazione totale annua nelle stazioni di Passo Rolle e San Martino, da confrontare con Paneveggio, Predazzo e Cavalese. PRECIPITAZIONE 0 500 1000 1500 2000 2500 3000 1920 1925 1930 1935 1940 1945 1950 1955 1960 1965 1970 1975 1980 1985 1990 1995 2000 anni mm Paneveggio NUVOLONI Passo Rolle San Martino di Castrozza Predazzo NUV Predazzo REC Cavalese NUV Cavalese REC R. Rigon che ci sottrae acqua
  10. 10. !10 R. Ranzi - EGU Wien, 2010 R. Rigon che ci sottrae neve
  11. 11. !11 - P ETP- Calanca, Global and Planetary Chance, 57, 2007, 151-160 2006 R. Rigon che fa soffrire gli ecosistemi
  12. 12. !12 5th International Conference WATER IN THE ALPS - AND BEYOND Adapting alpine and mountain river basins to climate change Trento Sept. 25th – 26th, 2014 Martin Beniston Univ. Geneva Possible future discharge by 2100 Beniston,2010:JournalofHydrology 0 50 100 150 200 250 300 350 400 J F M A M J J A S O N D Averagemonthlydischarge[m3/s] 1961-1990 2071-2100 (B2) 2071-2100 (A2) Proiezioni di portata sul Rodano Beniston, M. (2010). Impacts of climatic change on water and associated economic activities in the Swiss Alps. Journal of Hydrology. R. Rigon improverisce i fiumi e i torrenti
  13. 13. !13 Le donne covano rancori. C'è concorrenza su tutto, per la vendita del carbone come per il banco di chiesa, per le virtù che lottano tra di loro, per i vizi che lottano tra di loro e per il miscuglio generale dei vizi e delle virtù, senza posa. Jean Giono (L’uomo che piantava gli alberi*) R. Rigon e porta divisione e conflitto
  14. 14. !14 Un esempio vicino vicino L’Adige ha una portata media di poco meno di 190 m3/s (a ponte S. Lorenzo, Trento) In alcuni giorni all’anno, soprattutto di domenica, quando la diga di S. Giustina n o n p r o d u c e e n e r g i a elettrica, la portata può scendere sotto 80 m3/s: la portata minima richiesta alla foce Questo è un esempio di un conflitto che si potrebbe generare tra Trentino/Alto Adige - Süd Tirol e Veneto R. Rigon non altrove, ma qui.
  15. 15. !15 ProduzionediEnergia Agricoltura Turism o Altro (es. sfruttamento minerario) Utilizzo idropotabileSalvaguardia degli ecosistemi R. Rigon e mette a dura prova i processi sociali
  16. 16. !16 Abbassamento delle falde Aum ento delle piene D im in u z io n e d ella disponibilità d’acqua Dissesto idrogeologicoErosione Incendi R. Rigon il nostro ambiente e le nostre città
  17. 17. !17 Il pastore che non fumava prese un sacco e rovesciò sul tavolo un mucchio di ghiande. Si mise a esaminarle l’una dopo l’altra con grande attenzione, separando le buone dalle guaste. …. Pianto così le cento ghiande con estrema cura Jean Giono (L’uomo che piantava gli alberi*) R. Rigon Ma
  18. 18. !18 JackCook,WoodsHoleOceanographicInstitution Quanta acqua c’è sulla Terra ? Circa 1400 millioni di km3 Shiklomanov and Skolov (1983) Cerchiamo di capire R. RigonR. Rigon
  19. 19. !19 Ma solo lo 0.001% è quello che sostiene la vita degli ecosistemi R. Rigon quanta acqua c’è
  20. 20. !20 OkiandKanae,2006 Il buon vecchio ciclo idrologico I valori precedenti sono approssimati .... R. Rigon Come fluisce
  21. 21. regola il Clima !21 sostiene la vita sulla Terra ne scolpisce la superficie Il ciclo idrologico è all’origine di servizi ecosistemi fondamentali Perch è importante R. RigonR. Rigon
  22. 22. !22 Venere Terra Marte 96.5% CO2 3.5% N2 93.5% CO2 2.7% N2 78 % N2 31% O2 Ma Più di quel che crediamo R. Rigon Gli altri pianeti hanno un’atmosfera molto diversa R. Rigon
  23. 23. !23 Gli studi che riguardano la fotosintesi dicono che O2 è prodotta dalle piante che “rompono” la molecola d’aqua, mentre il biossido di carbonio viene fissato dalle piante. Quindi è la presenza di vita che crea l’atmosfera e il ciclo idrologico della Terra come li conosciamo oggi R. RigonR. Rigon Perché è tutto un sistema
  24. 24. !24 AfterHolland,2006 Tempo prima del presente in milioni di anni (Gyears) Concentrazione dell’ossigeno nell’atmosfera R. Rigon Perche è tutto un sistema, acqua e vita
  25. 25. !25 Le querce del 2010 avevano adesso dieci anni ed erano più alte di me e di lui. Lo spettacolo era impressionante. ….. Pouffier mi mostrò i boschetti di betulle che datavano a cinque anni prima, cioè al 1915 … le aveva piantate in tutti i terreni dove sospettava, a ragione, che ci fosse umidità quasi a fior di terra. Jean Giono (L’uomo che piantava gli alberi*) R. Rigon Capendo il quale …
  26. 26. !26 Abbiamo abbastanza acqua ? per bere per la produzione di cibo 7.000.000.000 di persone R. Rigon avremo abbastanza acqua
  27. 27. !27 Quanta acqua consumiamo ? circa Una quantità minore dell’intero ciclo (111.000 km3 all’anno) ! 7.000.000.000.000 m3 all’anno = 7.000 km3 R. Rigon per tutti
  28. 28. !28 La risorsa non è distribuita uniformemente R. Rigon Anche se, non è così semplice
  29. 29. !29 5th International Conference WATER IN THE ALPS - AND BEYOND Adapting alpine and mountain river basins to climate change Trento Sept. 25th – 26th, 2014 Martin Beniston Univ. Geneva Upstream-downstream links Rhone Basin >15 million Rhine Basin >50 million Po Basin >15 million Danube Basin >80 million Beniston, V Alpine Convention Water Conference, 2014 Dalle montagne nasce il 60% dei fiumi R. Rigon Le montagne hanno un ruolo particolare
  30. 30. !30 Il processo aveva l’aria, d’altra parte, di funzionare a catena. … ridiscendendo al villaggio , vidi scorrere dell’acqua in ruscelli che, a memoria d’uomo erano sempre rimasti secchi. Jean Giono (L’uomo che piantava gli alberi*) R. Rigon Cerchiamo di capirlo
  31. 31. !31 Ma siamo veramente in grado di capire se l’utopia di Giono può funzionare davvero ? situazione di pericolo opere di difesa frane stato del bosco uso agricolo estensificazione scoglimento del ghiacciaio degradazione del permafrost uso agricolo intensificazione ecologia pesca acqua potabile caccia prese d‘acqua bacino di ritenuta diga A. Zisch, 2013 R. Rigon Ancora non ci siamo
  32. 32. !32 Allo stato presente possiamo misurare Il fiume Adige e magari rendere i dati “Open” R. Rigon Ma ci siamo vicini
  33. 33. !33 Produrre nuove categorie di modelli idrologici Entropy 2014, 16 3484 Figure 1. Quantification of the entropy or exergy budgets in the Critical Zone at different spatial scales. !" #$%%& '()*$+,-&& #./-+01/& '()*$+,-&& 2-$0& '()*$+,-&& 3$4"$56-&& '()*$+,-&& #$%%& '()*$+,-&& 2-$0& '()*$+,-&& 78"5)$9&:.+-& ;-85)$9&<./$"+& ;.9.!1=-6&>?@ABC& 3$%/1%%-+&-0&$9D&>EF??&C& G91(&H-0&<./$"+& 2.94$I$=&-0&$9D&>EF?F&C& J."9&<./$"+& ;.9.!1=-6&$+4&&K.+./$8-6&>?@LLC& M"+&>EF??C& JN-)"-%&<./$"+& O.8,-+%-+&-0&$9D&>?@@PC& J08-$/%&<./$"+& M$+4%)$N-&'6.915.+& M-.N.94&$+4&M$+,!-"+&>?@AE&C& Q$0-8%*-4&<./$"+& 3-,,"$+"&-0&$9D&>?@@RC&& S0/.%N*-8")&& <./$"+& TU$I$&-0&$9D&>EFF?C&& M-$V&<./$"+& S.W"&&>?@RL&C& X2'&73YXY7SM& :TH'& ').9.,")$9&H-0I.8W%& S.W"&>?@RRC& Z9$+.I")U&-0&$9D&>EFFAC& ').%=%0-/&&<./$"+& #-[-8&$+4&O.8,-+%-+&>?@L@C& O.8,-+%-+&-0&$9D&>?@@PC&& 7-99&<./$"+& M1)"$&>EF?BC& QuijanooandLin,Entropy,2014 R. Rigon Ma ci siamo vicini, vicini
  34. 34. !34 La grande, importante e assai discussa domanda è: Come gli eventi che hanno luogo confinati nei bacini idrografici, nei suoli, nelle piante, nelle foreste, possono essere descritti dalla fisica e dalla chimica (dall’idrologia) ? La risposta preliminare che questa presentazione vorrebbe suscitare è la seguente: C’e’ una parziale abilità dell’idrologia del presente di rendere conto di questi eventi, e non c’è ragione per dubitare che essi lo possano essere sempre di più nell’imminente sviluppo di questa scienza. * * Parafrasando What is life ? di E. Schroedinger R. Rigon Per questo lavorano gli idrologi
  35. 35. !35 Find this presentation at http://abouthydrology.blogspot.com Ulrici,2000? Other material at Domande ? R. Rigon

×