Storytelling e Personal Branding: "T.Q" Story

1,325 views

Published on

Ci sono domande a cui dobbiamo saper rispondere nel modo più vero, ingaggiante ed efficace possibile. Questa storia di fiction lo racconta... con un importante invito in fondo!

Published in: Career
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,325
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
15
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Storytelling e Personal Branding: "T.Q" Story

  1. 1. Questa è la storia di un giorno qualsiasi. La sveglia è suonata,Di un giorno qualsiasi.La sveglia è suonata,
  2. 2. il caffè ha riempitodi odore caldo lastanza, giù in stradauna macchina vieneaccesa,e parte.
  3. 3. Ti lavi, indossi l’abitoche hai scelto per gliimpegni di oggi,prendi il cellulare, lechiavi, apri la portaed esci.
  4. 4. Fuori, una densa nebbia ti avvolge.Sembra di essere in un’altra dimensione,c’è nell’aria quella sottile sensazione diuna crepa sul muro, che in silenzio si staallargando.
  5. 5. Arrivato al lavoro, uno strano personaggio ti accosta.
  6. 6. Senza dire niente, ti porge una busta.Il tuo cuore si ferma: quella busta l’hai già vista consegnare ad altre persone. Chi l’ha ricevuta non è più tornato, chi è tornato, aveva strani poteri. Quella è una “T.Q.”.
  7. 7. Con le mani che tremano,rompi la carta.Dentro c’è solo una mappa:indica che devi entrare nelpadiglione B dell’azienda.Tu sai che non esiste nessunpadiglione B.
  8. 8. A chi chiedere aiuto? Vuoi salire in ufficio, ma una guardia ti sbarra l’ingresso.Mentre arretri, ti sembra di sentire una voce: “Scendi ancora più in basso”.
  9. 9. Rassegnato ti volti.Hai un grattacielodavanti, non c’erafino a pochi minuti fa.È il padiglione B.La mappa indicache devi entrarci.
  10. 10. Decidi di scappare. Ma appena ti giri, vedi che tutto è sparito. Non c’è più la tua macchina,non ci sono cancelli, guardie, strade, alberi. Il telefono non ha alcun segnale.Il tempo è di sale. Il tuo sangue di ghiaccio.
  11. 11. Entri nel grattacielo, la porta alle spalle si chiudecon rumore di saracinesca. C’è solo una scala, che sale.
  12. 12. Poi un corridoio
  13. 13. e una scala che sale più in alto
  14. 14. infine, una stanza.
  15. 15. “Chi sei?” Una voce rompe l’oscurità,facendo tremare le pareti e i pavimenti.
  16. 16. Balbetti parole scomposte: il tuo nome, la tua professione. Non sai cosa rispondere.
  17. 17. “Come osi?”,tuona la voce,folgorando lastanza.“Hai una T.Q!Dalle rispostedipende la tuastessa vita!”.
  18. 18. “Perché fai questo lavoro?” Nell’ombra, qualcosa sta strisciando verso di te,attratta dal calore che emana il tuo corpo sudato...
  19. 19. Più in fretta che puoi, descrivi il percorso di studi che hai fatto, i ruoli, le tue competenze.
  20. 20. “Hai sbagliato ancora! Hai diritto soloa un’altra domanda!”.
  21. 21. “Cosa ti distingue dagli altri?”
  22. 22. La mente è confusa, i pensieri si accavallano uno sull’altro, cerchi parole per dire qualcosa che, in fondo, non sai neanche tu.Apri la bocca, accenni a un inizio. Ma ormai è troppo tardi.
  23. 23. La furia si scatena. Ti precipita addosso.Ti arrendi, hai la faccia per terra. È la fine.
  24. 24. “Scendi ancorapiù in basso...”
  25. 25. “Scendi ancorapiù in basso...”
  26. 26. “Scendi ancorapiù in basso...”
  27. 27. “Scendi ancorapiù in basso...”
  28. 28. E, improvvisamente,capisci.“Più in basso” è: sotto, dentro,in profondità.
  29. 29. È chi sei sotto ogni definizione. È la tua storia.
  30. 30. Mentre riprendiconoscenza e le forzeti tornano, la luce nellastanza diventa più calda.I colpi sembrano indebolirsi.
  31. 31. “T.Q”: The Question,ha una solarisposta. È racchiusanell’intreccio distrade che haifatto, per esserechi sei.
  32. 32. Ricordi, sogni,motivazioni, sichiariscono nellatua mente.
  33. 33. La tua storia dice chi sei, cosa fai,perché ti alzi al mattino, raccontail valore che ti distingue dagli altri,nella vita e sul lavoro.Crea connessioni, ha potere e magia.
  34. 34. È ora diraccontarla.
  35. 35. Storytelling Academy presenta: “PERSONAL STORYBRANDING: VALORIZZAZIONE, NARRAZIONE E POSIZIONAMENTO DELLA PROPRIA CORE-STORY” WORK SHOP - Milano, 25-26 Giugno 2012 “Dalla conoscenza della propria evoluzione personale/professionale,alla definizione di una narrazione autentica, chiara, potenziante e ingaggiante, nel mondo dei mass-media”. APERTURA LAVORI: Andrea Fontana DOCENTI: Francesca Marchegiano, Helga Ogliari www.storytellinglab.org

×