Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Il tramonto della ricerca italiana

4,308 views

Published on

Intervento al convegno “L’organizzazione della ricerca storica in Italia” In occasione degli 80 anni della Giunta centrale per gli studi storici Roma, 16-17 dicembre 2014 (view more at http://francescosyloslabini.info/2014/12/08/lorganizzazione-della-ricerca-storica-in-italia/)

Published in: Education
  • Be the first to comment

Il tramonto della ricerca italiana

  1. 1. Francesco Sylos Labini Il tramonto della ricerca italiana?
  2. 2. • Italy: a long standing problem now reaching the critical state • Italy and Europe: things are getting worst • Conclusion Summary
  3. 3. 3 http://www.lavoce.info/articoli/pagina821-351.html
  4. 4. 4
  5. 5. 5
  6. 6. 6
  7. 7. 7
  8. 8. 9 Non c’è né Spectre né Protocolli, ma un’agenzia molto trasparente che ha lanciato da tempo un’Opa sul sistema dell’istruzione italiano (tutto, scuola e università). È Confindustria, con gli organi preposti (Treelle, Fondazione Agnelli, ecc.), i suoi uomini piazzati nelle posizioni giuste (Gianfelice Rocca, appunto), gli utili alleati (cfr. la lista del comitato di Treelle) …. Il bello è che è un’Opa a costo zero, un caso unico al mondo, nel solco della tradizione italica del capitalismo assistito. Un modo per formare quadri aziendali gratis e avere un ufficio studi a costo zero. (sic…). (Giorgio Israel, Roars, 2012)
  9. 9. “Tenerli sotto controllo non era difficile. Perfino quando in mezzo a loro serpeggiava il malcontento (il che, talvolta, pure accadeva), questo scontento non aveva sbocchi perché privi com'erano di una visione generale dei fatti, finivano per convogliarlo su rivendicazioni assolutamente secondarie. Non riuscivano mai ad avere consapevolezza dei problemi più grandi”.
  10. 10. Le tre parole chiave 1. Spreco Downsizing del sistema universitario 2. Eccellenza Accentramento risorse 3. Valutazione Controllo politico
  11. 11. ... ma siamo spreconila spesa italiana per studente equivalente a tempo pieno ... la più alta del mondo dopo Usa, Svizzera e Svezia
  12. 12. ... ma siamo spreconila spesa italiana per studente equivalente a tempo pieno ... la più alta del mondo dopo Usa, Svizzera e Svezia
  13. 13. Impatto della crisi economica sulla spesa per istruzione: Italia, Ungheria, Irlanda e Estonia hanno diminuito la spesa
  14. 14. Che nell’università ci siano troppi professori è un fatto” F. Giavazzi, Corriere della Sera 24-10-10 F. Giavazzi, Corriere della Sera 24- 10-10
  15. 15. Che nell’università ci siano troppi professori è un fatto” F. Giavazzi, Corriere della Sera 24-10-10 F. Giavazzi, Corriere della Sera 24- 10-10
  16. 16. Variazione personale dipendente
  17. 17. Roma 21 febbraio 2014 Paolo Rossi 23 Number of professors+ researchers: -20%
  18. 18. Roma 21 febbraio 2014 Paolo Rossi 24 Recruitments 2006-2013: -90%
  19. 19. Precariato Ricercatori a tempo determinato
  20. 20. Precariato
  21. 21. Numero di dottorandi di ricerca
  22. 22. Prospettive di carriera
  23. 23. 1 25 countries 543 2 INDONESIA CZECH REP. ITALYBELGIUMSLOVENIA Rapporto studenti/docenti: su 25 nazioni solo 4 stanno peggio di noi
  24. 24. Al di là della retorica, e con le solite dovute eccezioni che è sempre possibile citare, l’università italiana non ha un ruolo significativo nel panorama della ricerca mondiale”. Roberto Perotti, L’Università truccata, Einaudi 2008 ... E non facciamo niente
  25. 25. Al di là della retorica, e con le solite dovute eccezioni che è sempre possibile citare, l’università italiana non ha un ruolo significativo nel panorama della ricerca mondiale”. Roberto Perotti, L’Università truccata, Einaudi 2008 ... E non facciamo niente
  26. 26. Italia: 7° per citazioni di articoli scientifici
  27. 27. Ottiene più citazioni chi più spende per R&D accademica (= HERD)
  28. 28. Produttività: Italia batte Stati Uniti Francia e Germania ed è seconda solo ad UK
  29. 29. Luigi Zingales “...nella classifica internazionale creata dall’università di Shanghai, che misura la qualità dell’output di conoscenza prodotto, nel 2008 la prima italiana (Milano) si trova soltanto al 138esimo posto...”.
  30. 30. 3 2. La formazione universitaria 4 3. Formazione post-laurea 13 4. Reclutamento del personale universitario 16 5. Finanziamento della ricerca 18 6. Valutazione di ricerca e didattica 19 7. Accessibilità e trasparenza dei dati 20 8. Un’autonomia con confini e spazi da ridefinire 21 CUN – dichiarazione per l’università e la ricerca, le emergenze del sistema, gennaio 2013 Numero di studenti immatricolati Fonte: MIUR – anagrafe nazionale degli studenti Numero di studenti immatricolati (-20% in 10 years) MIUR DATA
  31. 31. TASSE UNIV. SOSTEGNO ECONOMICO INFERNO PARADISO
  32. 32. Spesa in R&S delle imprese/ %PIL
  33. 33. • Italy: a long standing problem now reaching the critical state • Italy and Europe: things are getting worst • Conclusion Summary
  34. 34. Disoccupazione giovanile > 45% 30%-45% 20%-30% <10% NonEU 10%-20%
  35. 35. spesa totale spesa delle imprese 51
  36. 36. Research is risk • Rewarding what is today recognised as excellence is trivial • The real problem is to understand whom to reward today, among the large magma of good quality researchers, and how to pick those who would become excellent tomorrow.
  37. 37. 2010
  38. 38. Ideology Reality Productivity Competitiveness
  39. 39. We conclude that scientific impact (as reflected by publications) is only weakly limited by funding. We suggest that funding strategies that target diversity, rather than “excellence”, are likely to prove to be more productive. Research is risk
  40. 40. • Technological leading countries, beyond having the largest production of scientific papers and the largest number of citations, do not specialize in few scientific domains. Rather, they diversify as much as possible their research system • Diversification thus represents the key element that correlates with scientific and technological competitiveness
  41. 41. Risk and Innovation “The important thing for government is not to do things which individuals are doing already, and to do them a little better or a little worse; but to do those things which at present are not done at all.” John Maynard Keynes, The End of Laissez-Faire (1926)
  42. 42. • Italy: a long standing problem now reaching the critical state • Italy and Europe: things are getting worst • Conclusion Summary
  43. 43. The visible hand at work WilliamH.Press (Science15November2013)
  44. 44. Starting supporting grants Micro HD (Nobel phys. 2007, EU+US) Micro integrated circuits (US airforce, Nasa) Multi touch (NSF, US) Internet (NSF, Darpa, CERN, …) GPS (US airforce) Siri (Darpa, Univ.) LCD Screen (Darpa) Litium Batteries (DoE, NSF,…) California garages
  45. 45.  PIGS have historically spent (invested) too little in R&D (quality/quantity of public spending)  Lag in R&D is structural but after 2008 the speed of disequilibrium has accelerated  Investment in R&D produces growth WilliamH.Press (Science15November2013)
  46. 46.  There is no effort to cure the R&D lag neither at the national level nor at the European level  There is a net transfer of human and financial resources from South to North  Austerity measures make things worst both on the short and long term  Human resources  Infrastructures
  47. 47. Solo un’azione coordinata tra i governi nazionali e l’EU può invertire la rotta •Diversificazione dei sistemi della ricerca •Risorse umane •Infrastrutture •Ricerca di base •Applicazioni della ricerca di base
  48. 48. Qualche idea Rischio nella ricerca richiede: diversificazione, adattabilità, cooperazione, tempi lunghi Come posso raggiungere il lungo termine se non sopravvivo nel breve?
  49. 49. Il sacrificio delle nuove generazioni sull’altare dell’austerità Lo spread italiano
  50. 50. “The priority that research gets in the parliament is zero” … “As far as I know, research is not in the government’s agenda” Mrs. Ilaria Capua, vice-president of the Culture Committee of the House of Representatives and member of the political party Scelta Civica as the Minister of Education and Research Mrs. Stefania Giannini. (Euroscientist.com, 25 September 2014) Priorità….
  51. 51. E chi nomina i valutatori? Politica Valutazione Ricerca
  52. 52. E chi nomina i valutatori? Politica Ricerca
  53. 53. 6 “primi firmatari” + 2 firmatari del manifesto di “Fermare il declino”
  54. 54. Perché questo disastro? Clima culturale avverso all’università ed ai baroni Assenza di «cultura della valutazione» Creazione di una struttura di valutazione istituzionalmente inadeguata (perché dipendente direttamente dalla politica) Struttura di valutazione organizzativamente inadeguata Consiglio direttivo «tecnicamente inadeguato» Rivista Numero articoli di membri del consiglio direttivo Research Evaluation 2 (Bonaccorsi) Research Policy 6 (Bonaccorsi) Scientometrics 4 Bonaccorsi Journal of Informetrics 0 JASIST 0
  55. 55. Un futuro per la valutazione in Italia Il sistema attuale attribuisce ai politici e ad una ristrettissima élite di consulenti un potere enorme e senza contrappesi sul sistema della ricerca. La valutazione guidata da una lobby di accademici e politici può devastare ciò che di buono è stato fatto dal mondo della ricerca italiano. E' necessaria pertanto una modifica radicale dell’assetto istituzionale del sistema di valutazione della ricerca.
  56. 56. Solo gli apprendisti stregoni credono nelle ricette magiche •Competenza scientifica •Studio delle esperienze internazionali •Un’agenzia di valutazione tecnicamente ed eticamente adeguata
  57. 57. http://openletter.euroscience.org/
  58. 58. http://openletter.euroscience.org/

×