Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Lo strano ed affascinante mondo dei parassiti

469 views

Published on

https://www.microbiologiaitalia.it/

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Lo strano ed affascinante mondo dei parassiti

  1. 1. Lo strano ed affascinante mondo dei parassiti Andrea Borsa Microbiologia a 360°
  2. 2. I parassiti • Il parassitismo è un tipo di simbiosi in cui una specie (il parassita) trae vantaggio dallo sfruttamento di un'altra, detta ospite; • I parassiti si classificano in base al luogo d’infezione, al numero di ospiti, al ciclo di vita e al grado di bisogno che hanno dell’ospite. Caratteri generali Ospite Intermedio: riproduzione asessuale Definitivo: riproduzione sessuale
  3. 3. I parassiti Modalità di trasmissione: ● Vettore biologico => il parassita compie almeno una fase vitale all'interno del vettore prima di essere trasmesso. ● Vettore meccanico => il parassita non compie fasi vitali all'interno del vettore prima di essere trasmesso. La zanzara, un esempio di vettore biologico I blattoidei, un esempio di vettore meccanico
  4. 4. I parassiti Andremo a vedere vari organismi parassiti, salendo di dimensione dal più piccolo al più grande: Protozoi ● Naegleria fowleri Funghi: ● Ophiocordyceps unilateralis Nematodi: ● Loa loa ● Dracunculus medinensis ● Ascaris lumbricoides Artropodi: ● Tunga penetrans ● Dermatobia hominis
  5. 5. Protozoi – Naegleria fowleri ● Naegleria fowleri è un flagellato noto come "brain eating ameba"; ● Microrganismo sia a vita libera che parassita; ● Vive in ambienti acquatici di acqua dolce; ● Presenta 3 forme: trofozoite ameboide, trofozoite flagellato e cisti. ● Fase a vita libera -> forma ameboide, sopra i 20°C -> forma flagellata; ● A diffusione cosmopolita (segnalata in USA, Australia, Nuova Zelanda, Nigeria, Zambia, Brasile, ex-Cecoslovacchia, Belgio, UK e Irlanda); ● In Italia segnalazioni sporadiche (un caso di morte nel 2004 ad Este, PD); Generalità Le tre forme di N. fowleri: trofozoite ameboide (a), trofozoite flagellato (b) e cisti (c).
  6. 6. Protozoi – Naegleria fowleri Ciclo vitale
  7. 7. Protozoi – Naegleria fowleri Meningoencefalite amebica primaria - MEAP ● Sintomi: ➢ dopo 3-7 giorni dall'esposizione compaiono: rinite, fotofobia, febbre, cefalea intensa, vomito; ➢ Estese lesioni di tipo necrotico-emorragico, con edema cerebrale e aumento della pressione intracranica; ➢ Agitazione psicomotoria, convulsioni, paralisi flaccide, coma e morte. ● Diagnosi: ➢ liquor abatterico purulento. Presenza di trofozoiti. ➢ Diagnosi difficile => confusa spesso con meningoencefaliti batteriche e ascessi cerebrali. ● Terapia: basata su protocolli sperimentali ● La MEAP è letale nel 97% dei casi.
  8. 8. Protozoi – Naegleria fowleri MEAP Le frecce indicano l'area del cervello (corteccia frontale) dove si ha presenza di emorragie e necrosi dovuti a N. fowleri
  9. 9. Funghi – Ophiocordyceps unilateralis Generalità ● Fungo del phylum Ascomycota, noto come “fungo crea zombi” ● Parassita prevalentemente delle formiche della specie Camponotus leonardi; ● È nota la sua capacità di “manipolare” l'ospite; ● È in grado di atrofizzare i muscoli mandibolari della formica, diminuirne il numero di mitocondri e la densità del reticolo sarcoplasmatico. ● Recentemente la specie O. unilateralis è stata divisa in 4 specie diverse; ● Nel videogioco “The last of us” il fungo che crea gli zombi è O. unilateralis.
  10. 10. Funghi – Ophiocordyceps unilateralis Ciclo vitale
  11. 11. Nematodi – Dracunculus medinensis Generalità ● Nematode filiforme della lunghezza di 4 cm il maschio e 70-120 cm la femmina. Spessore di 0.1-0.2 cm; ● Ospite intermedio: crostacei del genere Cyclops; ● Ospite definitivo: uomo e mammiferi domestici o selvatici; ● Agente eziologico della dracunculiasi; ● L'OMS ha attivato un piano di eradicazione => attualmente il nematode resiste soltanto in Sudan e Ghana. ● Il bastone di Asclepio, simbolo della medicina, potrebbe derivare dalla pratica di estrazione di D. medinensis tramite un bastoncino.
  12. 12. Nematodi – Dracunculus medinensis Ciclo vitale
  13. 13. Nematodi – Dracunculus medinensis Dracunculiasi ● Sintomi: ➢ Eritemi, orticaria, lesioni cutanee, tumefazioni, prurito, nausea, vomito e diarrea; ➢ Quando la femmina muore deve essere estratta onde evitare sovrainfezioni batteriche; ➢ Se non estratta può andare incontro a calcificazione; ➢ D. medinensis localizzato vicino ad un'articolazione: possibile reazione artritica; ● Diagnosi: ricerca larve nel liquido lattescente emesso dalla femmina. Radiografia per gli adulti calcificati; ● Terapia: ➢ Farmaci poco efficaci; ➢ Lenta estrazione tramite bastoncino. Se adulto vivo estrazione lentissima (qualche centimetro al giorno)
  14. 14. Nematodi – Dracunculus medinensis Dracunculiasi
  15. 15. Nematodi – Ascaris lumbricoides Generalità ● Nematode di dimensioni notevoli: 15-20x0.3 cm il maschio, 20-30x0.5 cm la femmina; ● Organo d’infezione: intestino tenue; ● La femmina produce 200.000 uova/giorno; ● Sviluppo uova da temperature maggiori di 17°C (optimum 25°-30°C) in 3-4 settimane; ● Le uova sono veicolate da verdure mal lavate, acqua e terra; ● Non rara la concomitanza con Trichurus trichiura, un altro nematode intestinale. ● A. lumbricoides è probabilmente il parassita più comune al mondo: infetta circa 1.5 miliardi di persone l'anno.
  16. 16. Nematodi – Ascaris lumbricoides Ciclo vitale
  17. 17. Nematodi – Ascaris lumbricoides Ascaridiasi ● Sintomi: ➢ Durante la migrazione delle larve: ipersensibilità, allergia locale, essudazione sierosa o siero-emorragica, flogosi, spasmo bronchiolo-bronchiale, sindrome di Loeffler. ➢ Adulti nell’intestino: dolori addominali, nausea, vomito, alterazioni dell’alvo, anoressia, deperimento, reazioni allergiche. ➢ In caso di massiccia infestazione: occlusione intestinale, appendicite, perforazione intestinale, ostruzione del coledoco o del dotto pancreatico. ➢ Normalmente cariche parassitarie basse => forme di ascaridiosi inapparenti o subcliniche; ● Diagnosi: ricerca uova nelle feci. Adulti eliminati spontaneamente tramite il vomito. Segnalati casi di fuoriuscita dalle orecchie, dalla bocca e dal naso. ● Terapia: la prima scelta è il Pirantel palmoato. In caso di infestazioni gravi, rimozione chirurgica d'urgenza.
  18. 18. Nematodi – Ascaris lumbricoides Ascaridiasi
  19. 19. Artropodi – Tunga penetrans Generalità ● Pulce del genere Hectopsyllidae grande circa 1 mm; ● Presente sulle spiagge dei paesi tropicali; ● Ematofaga; ● Il maschio ha un comune comportamento da pulce, la femmina è più invasiva; ● La femmina per deporre le uova penetra nella cute dell'ospite (ne rilascerà 100 in 2 settimane); ● La femmina aumenta il suo volume di 1000 volte (da 1 mm ad 1 cm di lunghezza); ● Causa della tungiasi;
  20. 20. Artropodi – Tunga penetrans Ciclo vitale
  21. 21. Artropodi – Tunga penetrans Tungiasi ● Sintomi: ➢ Inizialmente asintomatica, compare un puntino rosso di circa 1 mm nell’area d’ingresso della femmina; ➢ Compare un nodulo nella zona colpita, è presente ipercheratosi, desquamazione, dolore e la sensazione di aver “qualcosa sottopelle” che si espande; ➢ Sono visibili le uova che “escono” dalla zona colpita; ➢ Possibile infezione batterica; ● Diagnosi: ricerca di uova e riconoscimento dell'adulto; ● Terapia: estrazione dell'insetto e somministrazione di antibiotici; ● Prevenzione: calzature chiuse e repellenti.
  22. 22. Artropodi – Tunga penetrans Tungiasi
  23. 23. Artropodi – Dermatobia hominis Generalità ● Dittero parassita di mammiferi ed uccelli; ● Adulto simile ad una mosca => innocuo; ● Larve causa di miasi; ● L'adulto non depone le uova sull'ospite, ma sfrutta un insetto ematofago => foresia; ● La larva si nutre di essudati tissutali dovuti dall'infiammazione da essa stessa provocata; ● Poco diffusa e poco pericolosa; ● Endemica dal Messico al Paraguay, all'Argentina.
  24. 24. Artropodi – Dermatobia hominis Ciclo vitale
  25. 25. Artropodi – Dermatobia hominis Miasi ● Sintomi: ➢ Prurito, sensazione di movimento sottopelle, talvolta dolore pungente ed intenso; ➢ Piccolo rigonfiamento rosso che s’ingrandisce fino a presentare un piccolo foro centrale; ➢ Può capitare che dal foro fuoriesca del pus; ➢ Alle volte è possibile intravedere la larva; ● Diagnosi: ricerca e speciazione delle larve; ● Terapia: rimozione della larva per via chirurgica e somministrazione di antibiotici; ● Prevenzione: repellenti e vestiti protettivi; ● Alla fine del suo ciclo di sviluppo la larva esce spontaneamente dall’ospite; ● Casi esterni all'areale tipico => ricondotti a turisti che rientravano in patria.
  26. 26. Artropodi – Dermatobia hominis Miasi
  27. 27. Fonti ● Gabriella Cancrini, Parassitologia medica illustrata, terza edizione – Edra, 2017 ● https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK8325/ ● https://microbenotes.com/phylum-protozoa/ ● https://www.cdc.gov/parasites/naegleria/index.html ● http://www.ch.unich.it/med/papers/microbiologia/21a%20lezione%20- %20MICETI%20caratteri%20generali.pdf ● https://www.microbiologiaitalia.it/micologia/ophiocordyceps-unilateralis/ ● https://www.microbiologiaitalia.it/micologia/lultimo-morso-delle-formiche-zombificate-dal-fungo- parassita/ ● https://www.microbiologiaitalia.it/parassitologia/dallintestino-furore-ascaris-lumbricoides/ ● https://www.cdc.gov/dpdx/ascariasis/index.html ● https://www.cdc.gov/dpdx/tungiasis/index.html ● https://www.microbiologiaitalia.it/parassitologia/tunga-penetrans/ ● https://www.microbiologiaitalia.it/parassitologia/dermatobia-hominis-una-larva-sottopelle/ ● https://www.cdc.gov/dpdx/myiasis/index.html ● https://www.cdc.gov/parasites/guineaworm/ ● https://www.cdc.gov/dpdx/loiasis/
  28. 28. Contatti: info@microbiologiaitalia.it Grazie per l'attenzione!

×