FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE      Corso di Laurea in Management e Comunicazione d’Impresa                       ...
Indice   Introduzione                                          Pagina 03   Capitolo Primo   L’insostenibilità della nostra...
Introduzione      Una delle immagini più comuni riguardo la Sostenibilità è quella di tre insiemi che siintersecano. Uno r...
Iniziando quasi da una ricerca etimologica e da uno studio che prenda ad esame la situazioneattuale, questo scritto vuole ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Come costruire modelli di business sostenibili [introduzione]

656 views

Published on

Come costruire modelli di business sostenibili? Nel mio lavoro ho affrontato il problema. Seguitemi su hics.blogspot.com per saperne di più! Francesco Baiocchi

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
656
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
95
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Come costruire modelli di business sostenibili [introduzione]

  1. 1. FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE Corso di Laurea in Management e Comunicazione d’Impresa Tesi di Laurea in Governance e Comunicazione d’Impresa LA RIVOLUZIONE NECESSARIA Come costruire Modelli di Business Sostenibili Laureando Relatore Baiocchi Francesco Ch.mo Prof. Christian Corsi _____________________________________________________________________ Anno Accademico 2011-2012
  2. 2. Indice Introduzione Pagina 03 Capitolo Primo L’insostenibilità della nostra Era Pagina 06 1.1 L’insostenibilità nell’Ambiente Pagina 11 1.2 L’insostenibilità nelle nostre Credenze Pagina 15 1.3 Storie di chi sta ha deciso di Cambiare Pagina 23 Capitolo Secondo Essere Leader del Cambiamento Pagina 29 2.1 Come aprirsi al nuovo Mondo Pagina 31 2.2 Cristallizzare e Realizzare le idee dal Futuro Pagina 42 2.3 Rivoluzionare il Management Pagina 48 2.4 Puntare alla Luna: i Moonshots Pagina 59 2.5 Storie di Aziende del Futuro Pagina 65 Capitolo Terzo Come costruire Modelli di Business sostenibili Pagina 73 3.1 Come Generare Modelli di Business Pagina 76 3.2 Come Abbinare Business Model e Moonshots Pagina 84 3.3 Come Abbinare Business Model e Sostenibilità Pagina 89 3.4 Come divenire veramente Unici Pagina 102 3.5 Storie di Aziende che stanno cambiando il Mondo Pagina 117 Conclusione Pagina 122 Bibliografia Pagina 126
  3. 3. Introduzione Una delle immagini più comuni riguardo la Sostenibilità è quella di tre insiemi che siintersecano. Uno rappresenta il Mondo Politico, decisionale, amministrativo. Il secondo quello dellaSocietà civile, del popolo. Il terzo invece rappresenta il Mondo economico e produttivo. A secondadi come e dove questi insiemi si incontrano, si creano situazioni utili per l’umanità. Al loro centro,nell’intersezione di tutti e tre gli insiemi, c’è la Sostenibilità. Argomento ampiamente dibattuto e scandagliato negli ultimi tempi, essa è stata spessoassociata alla Responsabilità Sociale d’Impresa, all’Etica, alla Green Economy ed all’Ambiente.Secondo la concezione comune, le aziende dovrebbero esser “costrette” ad operare seguendosempre più il rispetto verso l’uomo e la natura, riducendo o addirittura eliminando le attività, equindi i loro profitti, non consoni al bene comune. Tutto ciò stona non poco con l’immagine inizialmente descritta. Com’è possibile realizzare unobiettivo così importante come il raggiungimento di un macro ecosistema globale sostenibile,obbligando e costringendo uno dei tre insiemi a comportarsi in una determinata maniera,imponendolo? E chi avrebbe l’autorità necessaria per riuscire a prescrivere tali atteggiamenti? Sela Società Civile sembra la più intenzionata a condizionare il futuro del Globo in maniera piùcompatibile con il benessere comune, è pur vero che resta la sfera meno organizzata e più volubiledi tutte, ed i suoi sforzi sulla sfera politica affinché regoli quella economica, verrebberocontrobilanciati dalla pressioni di quest’ultima (allo stato attuale delle cose). Deve esserci necessariamente una terza via, che passi anche per l’impegno attivo dell’insiemeproduttivo nel raggiungimento del risultato. Mentre l’insieme sociale è direttamente coinvoltonella ricerca della Sostenibilità, e la sfera Politica potrebbe cavalcarne la spinta riformatrice,sembra non esserci ad oggi un valido motivo per cui anche le Aziende (escluse quelle prettamentenate per tale compito) debbano inseguire, e fare propri, i nuovi dogmi del vivere comune.L’attenzione sempre maggiore verso ambiente, società, cultura, progresso e benessere è degna dinota del comparto produttivo o è, come sembra trasparire ai giorni nostri, in totale contrasto con ilprofitto, la redditività, la ricchezza e lo sviluppo tecnologico? La dicotomia esistente è un graniticostatus quo indissolubile o uno scenario viziato da false credenze ed erronei pensieri riguardo laTerra e l’Umanità?
  4. 4. Iniziando quasi da una ricerca etimologica e da uno studio che prenda ad esame la situazioneattuale, questo scritto vuole trovare una risposta a tale domanda, e vuole recuperare una ragionevalida e profittevole che spinga anche l’insieme economico a lavorare per la Sostenibilità. Non solo:una volta trovata la motivazione teorica occorrono metodi, che scendano nel particolare e che siallarghino al generale, per fornire strumenti pratici, utili ed applicativi per concretizzare gli idealinascenti. Come dice un antico proverbio: “Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno.Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita”. Non si può pensare di imporre la Sostenibilità,bisogna crearla e farla saper creare. Il percorso scelto per affrontare questi dilemmi è il seguente: dapprima bisogna domandarsicos’è effettivamente la Sostenibilità, verificare la sua utilità e, in caso quindi affermativo, verificarese il Mondo odierno si trova in tale stato. Nel caso non vi si trovasse, la leva sul quale si è scelto diagire sono le Leadership della sfera economica: riuscendo ad entrare in sintonia ed in risonanzacon i decisori, si può tentare di cambiare il sistema con il quale amministrano le loro organizzazioni.Una volta fatto ciò, visto che i collaboratori, i dipendenti ed i lavoratori in genere devono essereanch’essi motori della trasformazione, vi è l’assoluto bisogno di coinvolgerli a partecipare alcambiamento, ed una volta fatto, fornire a tutto il gruppo in esame gli strumenti giusti perprocedere sulla retta via. Naturalmente, molto è stato scritto riguardo questo tema, dai più prestigiosi pensatori delnostro tempo e dai più famosi e produttivi centri di ricerca accademici. Interi settori produttivi erealtà aziendali hanno capito e compreso il passaggio epocale al quale ci stiamo accingendo, edhanno modificato i loro atteggiamenti a tal proposito. Quali vantaggi gli ha portato questa svolta?È possibile estrapolarne dei tratti comuni da poter esportare, e quindi replicare con successo? Qualè il modello effettivamente risultante vincente in questa sfida tra vecchia e nuova mentalità? Cosaaccadrebbe se queste ultime occasioni rimasteci per rivoluzionare il nostro Mondo andasseroperdute, e soprattutto, come riuscire invece ad intercettarle volgendole a nostro vantaggio?

×