Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Destinations& TourismRivista di Destination Management e Marketingn.5 / novembre 2010                                     ...
EditorialeWeb MarketingWeb marketing è un termine che volenti o nolenti ormai        messaggio, di calcolare in modo preci...
Web MarketingE’ora di ridefinire il SEO!                                                   di Sabrina PesariniNuove pratic...
Le principali tecniche utilizzate sui fattori on page sono:   Infine, un altro elemento che può aiutare ilpage title, meta...
Questo valore si può misurare utilizzando alcuni              Il dato della dimensione indica la grandezza del blogstrumen...
AnalisiI siti di destinazioneI requisiti fondamentali onsite e offsite dei migliori siti del mondoI siti di destinazione o...
E cosa fanno per adattarsi ai social?                           varietà di lingue in cui sono declinati i contenuti deiLe ...
FocusCome promuovere un evento onlineGli strumenti e gli step per lanciare un’iniziativa in reteOrganizzare un evento sul ...
Sicuramente Facebook è il social media che meglio si          Potrebbe essere interessante anche creare unpresta al lancio...
Web MarketingLa disintermediazione nell’era del webdi Josep EjarqueLe OLTA: come difendersi e come sfruttarleOggi internet...
Sicuramente, ogni attore ha il proprio modello di             Alcuni suggerimenti concreti per affrontare il mercato:busin...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Four tourism destination tourism marketing turistico n.5 four tourism

1,446 views

Published on

Published in: Business
  • Be the first to comment

Four tourism destination tourism marketing turistico n.5 four tourism

  1. 1. Destinations& TourismRivista di Destination Management e Marketingn.5 / novembre 2010 comunicazione e-marketing destination prodotto Idee ed opportunità per il turismo Web Marketing Promocommercializzazione strategia promozione formazione management WEB WEB ANALISI FOCUS MARKETING MARKETINGE’ ora di ridefinire La disintermediazione I siti di Come promuovereil SEO! nell’era del web destinazione un evento online www.fourtourism.it
  2. 2. EditorialeWeb MarketingWeb marketing è un termine che volenti o nolenti ormai messaggio, di calcolare in modo preciso il ROI, ditutti dovremmo conoscere. essere presenti in modo continuativoOggi, infatti, non si può prescindere dal web: il turistautilizza la rete in misura sempre maggiore per cercare Inoltre, oggi nel web si sta verificando un altroinformazioni, per comparare tariffe, per effettuare fenomeno di grande importanza: la crescita sempreprenotazioni e quindi è logico e doveroso che internet più massiccia del ruolo del social mediasia anche una delle leve principali della promozione nell’evoluzione della domanda. Emettitore e ricettoreturistica. Il web marketing quindi non può mancare in si confondono in capacità e funzioni: l’utente stessoun’efficace strategia di marketing sia che si tratti di una diventa il mezzo di comunicazione. Questo si verificadestinazione sia di una azienda turistica sia di un perché i social media permettono una fortealbergo. condivisione, creazione e compartecipazione fra utenti e utenti, fra utenti e aziende.I meccanismi tradizionali di relazione, dicomunicazione, di socializzazione sono cambiati e, I social media si basano su tre principi fondamentali:soprattutto, sono in continua evoluzione e sulla partecipazione, rompendo la tradizionaletrasformazione così come lo sono i comportamenti e le separazione tra audience e media; sullaabitudini delle persone. In questo scenario mutevole, si conversazione, abbandonando la comunicazioneaggiunge anche la rapidità con cui il progresso unidirezionale a favore del dialogo; sull’apertura intecnologico ogni giorno si evolve. Inevitabilmente, quanto tutti i servizi sono aperti e non ci sono barrierequindi oggi chi si occupa di marketing non solo non può per accedere ai contenuti, per utilizzarli e divulgarli.ignorare questi cambiamenti, ma deve essere Inoltre, i social media permettono il formarsi dipreparato, deve saperli affrontare, prevenire in modo community – altro elemento di grande importanzatale da sfruttarli a proprio vantaggio e trarne beneficio. nella comunicazione e promozione turistica - cheParlare di web marketing significa di fatto occuparsi di condividono, distribuiscono contenuti rispetto ad unSearch Engine Marketing (SEM), Search Engine tema comune.Optimization (SEO), pubblicità online, e-mailing,newsletter, web 2.0 e molto altro ancora. L’importante in ogni caso – sia che si tratti si una destinazione, di un albergo oppure di un’aziendaI vantaggi del web, se utilizzato in modo appropriato ed turistica - è stabilire, prima di avventurarsi nel mondoefficace, sono noti: interattività, possibilità reale di web e in quello dei social media, una precisa strategiaaumentare la propria visibilità, di guadagnare nuove perché altrimenti non solo si rischiano di perdereporzioni di mercato, nazionale ed internazionale, a costi tempo ed energia ma di ottenere risultatiridotti, di misurare l’esposizione del pubblico al controproducenti. Sommario Four Tourism Srl Web Marketing - E’ ora di ridefinire il SEO! Via Passalacqua 10 Web Marketing 10122 Torino - Come misurare l’immagine di una destinazione in rete info@fourtourism.it Analisi - I siti di destinazione Focus - Come promuovere un evento online Web Marketing - La disintermediazione nell’era del web
  3. 3. Web MarketingE’ora di ridefinire il SEO! di Sabrina PesariniNuove pratiche di visibilità e di posizionamento in rete per gli operatori turisticiÈ ormai noto che i motori di ricerca rappresentano la Successivamente, nel corso degli anni Google haporta principale di accesso alla rete. ulteriormente affinato i suoi algoritmi, introducendoIl successo di un sito, quindi, inevitabilmente viene in vari filtri anti spam, come Google Sandbox, Googlegran parte decretato proprio dal suo posizionamento nei Bowling, oppure il tempo di caricamento della paginamotori di ricerca: non essere visibili in rete significa di (Caffeine) oppure ancora molti altri strumenti, alcunifatto non essere trovati e, quindi, non esistere. dei quali anche manuali.Innanzitutto, cos’e’ il SEO?Il SEO è un’attività strategica che mira a posizionare le Ma oggi quali sono i fattori su cui lavora Google?pagine web, in modo naturale, ai primi posti dei motori di Il panorama si è rovesciato: i fattori on pagericerca, per determinate parole chiave. influiscono sul posizionamento di un sito solo per ilIl primo passo da compiere, quindi, è lo studio delle 25% mentre i fattori offpage, ossia i link, per il 75%.keyword: è necessario, infatti, sapere quali sono le parole Qualsiasi comunicazione e azione venga effettuata nelchiave o frasi che i potenziali utenti digiterebbero per web è importante tenere sempre presenti tretrovare le offerte o le informazioni di una destinazione. La elementi: keyword, tag e link.domanda da porsi è: per quante parole potrebbecercarmi il mio potenziale cliente? La risposta è tante,anzi tantissime (vedi ‘Long Tail del Search’). Le personenon sono uguali e anche il loro modo di cercareinformazioni è diverso. Non tutte le parole hanno lostesso valore; inoltre, non va mai perso di vista ilcomportamento dell’utente e, soprattutto, se utilizza imotori con un’attitudine di Search o di Find.Il SEO comprende diversi fattori, on site e off site, cheinfluiscono sul posizionamento del nostro sito.Il successo di un sito viene in gran partedecretato dal suo posizionamento nei motori diricerca: non essere visibili in rete significa di Quali azioni quindi bisogna effettuare oggi per ilfatto non essere trovati e, quindi, non esistere. posizionamento naturale del sito? Le attività da svolgere on site riguardano: - l’architetturaIl problema però è che i motori di ricerca variano - la graficacontinuamente la propria tecnologia e il loro modo di - l’usabilitàrestituire informazioni agli utenti. Posizionare un sito, - la programmazionequindi, è un lavoro sempre più complesso. - il CMS - i contenuti ossia testi, foto, video, pdf , eccIl SEO, come tecnica per ottenere visibilità nei motori di Le attività off site invece riguardano:ricerca, è iniziato più o meno 12 anni fa. E il panorama - linkallora era molto diverso: erano sufficienti poche azioni - distribuzione dei contenuti (Google Localprecise per ottenere grandi risultati. Le pagine erano business, Youtube, Flickr, Facebook, Twitter,statiche, era sufficiente utilizzare parole generiche nei ecc)metatag e nel testo della pagina, essere linkato da - article marketing (News aggregator)qualche sito web…e il gioco era fatto! - Pr onlineNel 2003, però, si verifica una prima evoluzione con il - reputazione (TripAvisor, Holidaycheck,page rank di Google e tutto si sposta sul concetto di link Zoover)popularity.
  4. 4. Le principali tecniche utilizzate sui fattori on page sono: Infine, un altro elemento che può aiutare ilpage title, meta description, meta robots, URL structure, posizionamento della nostra pagina è la rete sociale,body tags, keyword use and key word density, H1 tags, alt ossia i social media. È utile, in questo senso pubblicaretags, set up contenuti, link interni. più contenuti possibili, ovviamente ottimizzati, perIn ogni caso, molto dipende ancora dalle parole chiave. comunicare novità, eventi, news, articoli, video in modoÈ necessario ottimizzare i contenuti utilizzando nel testo tale da facilitare il SEOparole chiave strategiche perché è dimostrato che l’usodi keyword generiche genera una bassa conversione È inoltre opportuno favorire i social bookmarkingmentre l’uso di keyword specifiche produce un’alta perché aiutano i motori di ricerca a determinareconversione. authority e ranking.Ma la rete è in continua evoluzione. E anche Google staevolvendo ancora. Adesso dobbiamo confrontarci con Non bisogna dimenticarsi una volta messe in atto tutteGoogle Universal e Google Caffeine che hanno queste azioni di misurare i risultati ottenuti, ossiaulteriormente affinato i metodi di ricerca, includendo calcolare il ROI. E’ importante e utile per capire da doveora anche diversi tipi di informazioni come le immagini, arrivano gli eventuali nuovi utenti/clienti, per calcolarevideo, mappe, libri e prodotti nella SERP. L’ultimo la visibilità ottenuta e, soprattutto, per determinare ilarrivato si chiama Google Instant in cui è il fattore tempo tasso di conversione, che è il nostro obiettivo finale.a giocare un ruolo determinante.Come misurare l’immagine di una destinazione in reteGli indici e i valori per determinare l’immagine di una destinazione nei social mediaIn rete ed in particolare nei Social Media , il concetto diimmagine di una destinazione turistica si traduce intermini di popularity e brand reputation.L’indice di popularity è un dato prettamente quantitativoe si riferisce, come suggerisce il termine stesso, algrado di popolarità di cui gode un marchio in rete. Labrand reputation, invece, indica cosa si dice delmarchio e quale ‘immagine’ e quale sentiment richiamain termini qualitativi e quantitativi.Per aver un quadro completo ed attendibiledell’immagine di una destinazione è necessarioverificare l’indice di popularity e la brand reputation sianei blog, nei social e nella rete in generale, utilizzandotutti gli strumenti che il web mette a nostra disposizione.Considerando le possibili sfumature e metodologiedelle analisi qualitative nonchè dei relativi limiti di Il risultato finale viene calcolato sulla media dei diversiinterpretazione, si possono comunque identificare valori standardizzati.quattro valori principali per misurare l’immagine di una Vediamo, nello specifico, il valore che determina ognidestinazione in rete: singolo indice.- l’esposizione o visibilità L’indice di visibilità vuole misurare appunto- l’influenza l’esposizione e la visibilità delle citazioni, commenti,- la dimensione news e post pubblicati in rete relativi a una destinazione.- il livello di coinvolgimento o attività. E’ un indice di fondamentale importanza in quanto permette di verificare, oltre alla qualità dei contenutiIl metodo di misurazione prevede che per ogni attinenti la destinazione e il ‘sentiment’, anche dicategoria si definiscano una o più KPI, ossia i Key comprendere quanto sono accessibili in rete e, quindi, diPerformance Indicators, creando una griglia di valori. fatto trovabili dal navigatore.
  5. 5. Questo valore si può misurare utilizzando alcuni Il dato della dimensione indica la grandezza del blogstrumenti disponibili nel web attraverso un lavoro che si o altro contenitore in rete sul quale compare unapuò definire ‘manuale’ o utilizzando diversi software, citazione.quali Radian6, Sysomos, Scout Labs e via dicendo. La dimensione può essere calcolata, utilizzando una lista di indici definiti tra i quali per esempio:L’indice di influenza, invece, misura proprio ilsentiment del marchio. Si tratta di una valutazione - numero di iscritti FEED RSSqualitativa e al quanto complessa. - numero di fan Facebook – TwitterL’obiettivo è capire se l’immagine presente in rete di - numero di commenti per ogni post pubblicatouna destinazione e delle sue peculiarità è positiva, - ranking del Blognegativa o neutra. Sicuramente, in futuro le destinazioni - numero di link in entrata del blogdovranno capire come gestire, o in qualche modo, come - ranking Alexafavorire e influenzare la propria immagine, facilitando la - google Page Rankpercezione di un tipo di immagine piuttosto di un’altra. E naturalmente molti altri ancora.Per calcolare questo dato si ricorre all’uso di varistrumenti sia automatici sia di verifica manuale che Infine, l’ultimo indice ma forse il più importante è ilpermettono di tracciare una mappa completa per livello di coinvolgimento che determina di fattokeywords, tag e, in generale, per frasi significative. quanto i diversi contenuti (intesi nel senso lato del termine) pubblicati relativi alla destinazione hannoUna volta tracciata questa mappa si potrà valutare il coinvolto il pubblico e suscitato attività di risposta o‘sentiment’, espresso attraverso un valore percentuale. azioni di buzz.Naturalmente, i criteri applicati possono essere sia di Per definire questo fattore si analizzano numerosi dati,frequenza sia di rilevanza. Di solito, nell’analisi vengono fra cui alcuni alla portata di tutti. Per esempio:anche presi in esame fattori più specificatamentequantitativi, quali reffer, back link, retwitt, click per - numero totale postverificare l’effetto del passaparola provocato da tale - numero totale mention‘sentiment’. - numero commenti in risposta - numero retwitt - numero ‘mi piace Facebook’Per avere un quadro attendibile - numero link da altri blog all’articolodell’immagine di una destinazione ènecessario verificare l’indice di popularity e Una corretta mappatura e soprattutto una collocazionela brand reputation nei blog, nei social e nella adeguata della popularity e brand reputation di unarete in generale. destinazione o di un marchio in generale prevede che essa sia estesa ed effettuata anche su un campione diE’ necessario però fare una precisazione: per avere un competitor in modo tale da poter comparare i risultatiquadro preciso e veramente attendibile del sentiment di ottenuti con quelli di altre destinazioni concorrenti euna destinazione andrebbero prese in esame anche le riuscire così a contestualizzare i dati.foto, le immagini, i video e gli eventuali audio.Si può fare un esempio banale ma efficace perdimostrare come una fotografia o un filmato peresempio possano influenzare e determinare l’immaginedi una destinazione.Partiamo da una domanda: quale danno potrebbearrecare alla destinazione la foto di un hotel ‘sporco’,pubblicata da un utente su Flickr? Ossia al di là delnaturale e ovvio danno alla struttura ricettiva, comeinfluenzerà l’immagine della destinazione?Oppure, per fare un altro esempio: quale dannoprovocherebbe all’intero territorio un video su unaspiaggia poco curata?
  6. 6. AnalisiI siti di destinazioneI requisiti fondamentali onsite e offsite dei migliori siti del mondoI siti di destinazione oggi sono uno strumento È fondamentale che l’informazione non saturi e stanchifondamentale di promozione turistica e costituiscono chi la legge. Inoltre, si deve adattare sapientemente allauna delle leve principali del marketing strategico. grafica che sicuramente rappresenta l’altro elementoMa quali sono i siti che realmente rispondono ad una essenziale del sito perché è proprio ciò con cui siefficace e precisa strategia e soprattutto quali sono i confronta in primis l’utente.requisiti imprescindibili oggi? L’obiettivo di una buona grafica è da una parte facilitareDal 1990, ossia da quando le destinazioni per la prima la navigazione, renderla immediata e intuitiva evolta hanno iniziato ad avventurarsi nel web e a creare i dall’altra stimolare il desiderio di visitare il sito,primi siti di promozione turistica, i progressi tecnologici utilizzando diversi strumenti visivi nonchè interattivi,e le innovazioni nel campo sono state numerose, quasi come per esempio le mappe.inimmaginabili. Altro elemento, diventato ormai indispensabile, èSecondo una classifica redatta da Hosteltur, da un panel l’integrazione con le reti sociali. Oggi, un sito devedi esperti nel settore, attualmente i migliori venti siti essere integrato con i principali social media, comeonline sono quelli di Londra, Oslo, Tahiti, Norvegia, Twitter, Facebook, YouTube e dare spazio ai contenutiDanimarca, Kenya, Sudafrica, Canada, Australia, Malta, generati dagli utenti, pubblicare i loro commenti eOlanda, Chicago, Michigan, Montreal, Giappone, soprattutto rispondere alle loro eventuali critiche.Singapore, Pennsylvania, Hawaii, Columbia Britannica Secondo uno studio redatto da Nielsen, uno dei grandi(Canada) e Berlino. vantaggi della rete e dell’e-commerce è proprio quelloI requisiti su cui si è basata la selezione di fatto di poter consultare le opinioni circa uno specificocorrispondono a quelle che oggi sono le caratteristiche prodotto o servizio sia da parte di esperti sia da parte difondamentali di un sito di destinazione ossia la qualità semplici consumatori. Sempre secondo questo studio, ildei contenuti, la grafica, l’integrazione con i social 59% dei consumatori probabilmente non pubblicheràmedia e la commercializzazione, ovvero la capacità di mai un commento negativo sui social media ma il datoprenotare e comprare servizi e prodotti online. interessante è che invece il 41% lo farebbe. E questo 41% è quello su cui le destinazioni devono lavorare.Oggi un sito di destinazione per essere efficacee generare risultati deve avere determinatiquattro requisiti fondamentali: contenuti diqualità, una grafica accattivante e funzionale,la possiblità di comprare e prenotare i servizionline ed essere integrato con i social media.Il contenuto, innanzitutto, deve essere il più possibileaggiornato, dettagliato, accattivante e declinato indiverse lingue. Deve dare spazio anche al materiale dialtri operatori o enti che collaborano per la promozionedella destinazione, in modo tale da fornire un panoramacompleto di tutto ciò che la destinazione può offrire,sviluppando e sfruttando le sinergie tra tutti gli attori delterritorio per goderne insieme i benefici. Il contenutodeve essere interessante e dinamico ossia fornireinformazioni curiose, brevi reportage di esperienzevissute, video, immagini e tutto ciò che può attirare estimolare l’interesse del potenziale cliente.
  7. 7. E cosa fanno per adattarsi ai social? varietà di lingue in cui sono declinati i contenuti deiLe azioni possono essere differenti ma diversi siti di destinazione. La Danimarca per esempiofondamentalmente l’intento è quello di essere presenti. offre informazioni in 23 lingue diverse, garantendosiC’è chi crea un proprio profilo su Facebook o Twitter, così l’accesso a numerosi mercati. Altri utilizzano solo leinserendo informazioni, curiosità, offerte, cercando di lingue dei mercati di riferimento o obiettivo.mantenere una relazione e un dialogo con gli utenti; chi In ogni caso, l’importante non è solo tradurre iapre delle finestre direttamente nella home page del contenuti ma adattarli in base ai mercati cui ci siproprio sito per visualizzare i commenti e anche le rivolge. Per esempio, il sito di Chicago nella suacritiche dei viaggiatori, trasformando quella che versione tedesca dà particolare importanza alle stradepotrebbe essere una debolezza in un punto di forza, più popolari, inclusa la famosa 66, e agli eventi culturali.dando la parola direttamente ai turisti. La sua versione cinese, invece, si apre con un video,Un caso interessante è il sito di Malta che va proprio in facendo già subito una scelta grafica-visiva differente, equesta direzione: attraverso il proprio gruppo su poi si concentra sul tema dello shopping e curiositàFacebook permette ai viaggiatori e appassionati del varie legate al costume americano, differenziando iPaese di suggerire in prima persona i posti dell’isola contenuti in base agli interessi dei diversi mercati.che secondo loro meritano di essere visitati, oppure leprelibatezze enogastronomiche da assaggiare o leattività da svolgere, mettendo in contatto tra di loro Le applicazioni per dispositivi mobili sonodirettamente i turisti. destinate a giocare nei prossimi anni unUltimo ma non meno importante elemento di un sito è la ruolo sempre più rilevante nellacommercializzazione, ossia la capacità di fornire distribuzione e vendita di viaggi.strumenti che permettano di riservare online soggiorni,attività specifiche e pacchetti turistici. Questi strumentipossono essere propri o forniti da terzi ma devono Un elemento che manca o risulta ancora pocoesserci in quanto rivestono un ruolo fondamentale. Si è sviluppato nei vari siti presi in esame è l’applicazionenotato, infatti, che inserire nel web offerte speciali a mobile, anche se il mercato dei cellulari è in costanteprezzi ridotti e competitivi incentiva l’acquisto per crescita, e in particolare è sempre più diffuso l’usoimpulso. In particolare nel turismo, l’e-commerce ha degli smart phone, con connessione a internet. Secondotrovato grande diffusione proprio perché il prodotto uno studio effettuato da Ypartenership, nel 2010, 2turistico, a differenza di altri, non si può provare o viaggiatori su 10 hanno scaricato tramite cellularetoccare prima di essere fruito. un’applicazione di viaggi e quasi la metà ha ‘visitato’Quindi, soprattutto, per i soggiorni in albergo, i biglietti una destinazione turistica utilizzando il gps oppure peraerei e i viaggi la possibilità di acquistarli online diventa cercare informazioni sui voli aerei.impagabile perché risulta particolarmente evidente la I dispositivi mobili sono destinati a giocare un ruolocomodità del commercio elettronico. sempre più rilevante nella distribuzione e vendita diSecondo uno studio effettuato da Nielsen, il proposito di viaggi nei prossimi anni. Purtroppo, sono ancora pochicomprare i biglietti aerei, libri di viaggio e riservare i siti che già adesso permettono la navigazione tramitealberghi on line è aumentato a livello globale. Se nel cellulare o dispongono di applicazioni per smartphone2009, il 24% degli internauti utilizzava la rete per al fine di rendere la visita dell’utente interattiva ecomprare biglietti aerei e il 17% per prenotare disponibile in qualunque momento.alberghi, oggi nel 2010 le percentuali sono aumentate Ma questa rappresenta l’evoluzione del futuro.rispettivamente di otto e nove punti. I social media, la diffusione massiccia delle reti socialiCome si adeguano i siti di destinazione? e l’utilizzo sempre più diffuso di dispositivi mobiliC’è chi permette la commercializzazione in forma diretta rendono il marketing turistico molto complesso nono chi fornisce i contatti delle agenzie di viaggio, esperte solo perché sono richiesti strumenti e conoscenzenella vendita della specifica destinazione. Per esempio, tecnologiche specifiche ma anche perché comportanoTahiti non permette di prenotare soggiorni direttamente proprio una differente attitudine, un diverso modo didal sito ma dispone di una sezione, ‘Gli esperti della porsi nei confronti del mercato e questo richiedemeta’, dove viene indicato il nome del responsabile cambiamenti radicali nelle organizzazioni turistiche.commerciale delle agenzie di viaggio che si occupano Inoltre, oggi, i canali di distribuzione sono numerosi edella meta e tutti i riferimenti necessari. Il mercato questa grande frammentazione facilmente puòturistico oggi è sempre più globale. Segno confondere gli attori turistici.inequivocabile della globalizzazione crescente è la (fonte: Hosteltur, Las 20 mejores webs de destinos del mundo)
  8. 8. FocusCome promuovere un evento onlineGli strumenti e gli step per lanciare un’iniziativa in reteOrganizzare un evento sul territorio può rappresentare È importante trovare il modo per coinvolgere gli utentiun’occasione di promozione per una destinazione. - che di fatto risponde proprio alla logica di fondo deiOggi, la rete mette a disposizione diversi strumenti per social network – ponendo loro domande, chiedendofacilitare la comunicazione di un’iniziativa. suggerimenti e consigli circa l’organizzazioneL’obiettivo principale di lanciare un evento in rete è dell’evento, in modo tale da renderli partecipi e attiviquello di informare il maggior numero possibile di nella sua realizzazione.persone affinché intervengano e parlino sia dellamanifestazione in sé sia dei suoi contenuti sia della Twitter, per esempio, offre diverse soluzioni perdestinazione. Si è già detto del ruolo sempre più segnalare un’iniziativa in rete e diffonderla: una dellemassiccio dei social network e delle reti sociali: nel più efficaci è creare hashtag che permettono di trovare,web esistono ormai molti strumenti, in grado di ricordare e ricercare l’evento più facilmente – hashtagsupportarci in questo senso: Twitter, Facebook, è una convenzione introdotta dagli utenti peraggregatori di news… sono solo alcuni dei mezzi a "classificare" meglio un tweet, da utilizzare prima di unadisposizione che possono contribuire al successo del parola chiave (esempio, #nome evento).nostro evento e provocare un effetto publicity positivo.La regola fondamentale, valida per ogni tipo dicomunicazione online e offline, è di mantenere semprealto il livello di attenzione e di interesse del pubblico,stimolando la curiosità degli utenti e offrendo loroinformazioni utili. Non esiste niente di più sbagliato dieffettuare comunicazioni vuote e ripetitive, come peresempio il semplice count down: l’unico risultato sicuroè quello di annoiare in poco tempo i propri follower e diperdere credibilità in rete.L’obiettivo di lanciare un evento in rete è quellodi informare il maggior numero possibile dipersone affinché intervengano e parlino dellamanifestazione, dei suoi contenuti e delladestinazione.E’ importante che le destinazioni che vogliono È sufficiente iniziare ad usare l’hashtag in tutti i tweetorganizzare un evento sul proprio territorio facciano un correlati all’evento e incoraggiare gli utenti a fare losapiente uso delle comunicazioni da lanciare in rete. stesso, in modo tale da essere seguiti e riconoscibiliÈ necessario creare, di volta in volta, nuovi ‘post’ per dal maggior numero possibile di persone.dare sempre qualche piccola ma utile informazionerelativa all’evento e cogliere l’occasione per promuovere Per riuscirvi si può anche offrire qualche incentivo,indirettamente il territorio e presentarne le peculiarità. come per esempio un weekend da trascorrere nellaOltre ad informazioni di carattere più tecnico, destinazione, ottenendo così da una parte lastrettamente legate all’iniziativa, come per esempio segnalazione dell’evento e dall’altra la promozioneannunciare i temi che saranno trattati, presentare i del proprio territorio. Altrimenti, si può suggerire airelatori o gli sponsor, si possono fornire news riguardo la propri follower semplicemente di RT – retweet – inlocation, le attività da fare nel tempo libero, i luoghi da modo tale che venga diffuso anche ai loro network discoprire e visitare. contatti ampliando i possibili utenti coinvolti.
  9. 9. Sicuramente Facebook è il social media che meglio si Potrebbe essere interessante anche creare unpresta al lancio di un evento data la sua popolarità e al collegamento live, in modo tale da permettere anchefatto che mette a disposizione la pagina Facebook a chi non è fisicamente presente di partecipare oppureEvents, uno degli strumenti più potenti della piattaforma. in tempo reale creare news da pubblicare su tutti gliInnanzitutto, ha un grande potere attrattivo, ossia attrae strumenti in rete, offrendo la possibilità agli utenti difan. interagire, rispondere o commentare.Generalmente, è preferibile creare prima una pagina Molto efficace è anche l’uso delle immagini:online dell’evento e poi crearne una specifica su pubblicare fotografie a volte risulta più diretto eFacebook. Questa è particolarmente utile ed efficace se impattante dell’utilizzo di tante parole. Anche i videosi tratta di un’iniziativa che si ripete nel tempo, annuale sono molto indicati: si possono realizzare intervisteo con cadenza periodica, perché permette di costituire veloci con i protagonisti della giornata, con i relatori,un gruppo di fan che ci seguano da una manifestazione gli sponsor e anche con il pubblico.all’altra. Un altro vantaggio è quello di creare il box ‘mipiace’ sul proprio sito, invitare amici a partecipare, e Altra fase da non trascurare è il ‘dopo evento’, ossia ilraggiungere persone al di fuori dal proprio gruppo di follow up: è importante per dare un senso di continuitàcontatti. inserire nel proprio blog o sito riflessioni sull’andamento della manifestazione, sui temi più importanti trattati, curiosità, in modo tale da stimolare gli utenti a pubblicare le loro impressioni eLa rete non è fatta solo di social network: esistono suggerimenti, implicitamente già dandonumerosi siti che possono essere utili per segnalare l’appuntamento al prossimo evento.lo svolgimento di un evento. Inoltre, non bisognadimenticare di caricare nel web, oltre alle news, Non bisogna dimenticare di caricare le foto anche suanche immagini, foto e video. Flickr e altri siti di condivisione di immagini, facendo però attenzione a dare ad ogni singola foto un nome preciso, una descrizione accurata e inserendo appropriati tag per condividerle con il maggior numeroMa la rete non è fatta solo di social network: sono di persone possibili.numerosi i siti che ospitano calendari per segnalare losvolgimento di eventi. È sufficiente effettuare (Fonte: Social Media Examiner)un’accurata ricerca nel web, individuare tutti i siti chetrattano di turismo e di argomenti affini a quello chetratteremo durante la manifestazione. Giornali, radio,televisioni locali ospitano sempre al loro interno unasezione dedicata agli eventi del giorno o un calendariodove poter segnalare la propria iniziativa.È molto importante ricordarsi che il lavoro in rete nonfinisce una volta iniziato l’evento. Anzi, il giorno dellamanifestazione e anche quelli a seguire sonougualmente importanti. È fondamentale mantenere altol’interesse durante lo svolgimento attraverso un usointelligente dei social media per invogliare le personead intervenire.Pubblicare l’iniziativa su Foursquare o Gowalla è unmodo diverso per stimolare gli utenti e condividere.
  10. 10. Web MarketingLa disintermediazione nell’era del webdi Josep EjarqueLe OLTA: come difendersi e come sfruttarleOggi internet è uno strumento potentissimo che non può Il solo cliente libero da intermediazioni, è colui chemancare in un’efficace strategia di marketing sia di una digita la URL del nostro sito e accede direttamente aldestinazione sia di un’azienda turistica. nostro sistema di booking.Alcuni operatori, come Expedia, Booking, Venere, solo Nel mercato attuale diventa quindi sempre piùper citarne alcuni, hanno fatto della rete il proprio importante ed urgente capire i costi e vantaggi di ognibusiness, cambiando i tradizionali paradigmi della intermediario, ossia di ogni fonte di prenotazione pressovendita e distribuzione. la nostra struttura, in modo tale da comprenderne e poterne valutare i reali benefici. Solo una volta fattaL’introduzione delle nuove tecnologie se da una parte questa accurata analisi, sarà possibile elaborare unalancia una nuova se difficile sfida dall’altra offre anche pianificazione commerciale adeguata.una grande e interessante opportunità di crescita.Oggi, quando un turista cerca online informazioni, Una volta, tutto era molto più semplice. Il modello dibiglietti aerei, soggiorni in alberghi o altro ancora, si riferimento era lineare: da una parte, c’erano i fornitoretrova a disposizione una grande varietà e possibilità di di servizi (aereo, albergo, noleggio auto, traghetti…) escelta. dall’altra i consumatori o turisti. Il collegamento tra i due Il mercato è sovraffollato di vecchi e nuovi attori: ci sono elementi era garantito dalla rete di distribuzione e dile OLTA (Expedia, Last minute, Venere..), Meta Search/ vendita, formata da tour operator, agenzie di viaggio eCompare Price (Kayak, Sidestep..), TT.OO. online altri operatori turistici, attraverso cataloghi e brochure.(grandi e piccoli), Travel Guide (LonelyPlanet, Oggi, invece i confini non sono più così netti e definiti.Timeout..), Google map, Review Site (TripAdvisor, Tutto è interconnesso: i diversi attori – fornitori,Trivago), Social Network, Blog, Twitter, Theme Hotel Site, distributori, consumatori - si sovrappongono. Inoltre siCompagnie aeree, Siti di affiliazione, Destination site, sono moltiplicati sia i distributori (intermediari, touroperatori che veicolano traffico ai brand site e molti altri operator, agenzie viaggi, OLTA) sia i canali stessi diancora. distribuzione (il web, call center, blog, portali, dispositivi mobili). Insomma, lo scenario è diventato molto più complesso.Nel mercato attuale è fondamentale capire icosti e i vantaggi di ogni intermediario, ossia diogni fonte di prenotazione presso la nostrastruttura, in modo tale da comprenderme epoterne valutare i reali benefici.Ovviamente ognuno ha il proprio modello di business ele proprie regole. Ma un elemento è comune a tutti:niente è gratuito! Se non si paga per alcuni servizisignifica che qualcun altro in realtà sta pagando per noi.Ogni attore può applicare forme di guadagno obusiness differenti ma il risultato è lo stesso(commissioni, fee per transazione, costo per click, feeannuale per essere presente su un portale tematico,ecc).
  11. 11. Sicuramente, ogni attore ha il proprio modello di Alcuni suggerimenti concreti per affrontare il mercato:business e la propria strategia di vendita online. - investire nel proprio sito che è e deve essere ilVediamo alcuni esempi: canale di vendita principale con l’obiettivo di aumentare le vendite dirette e monetizzare il- I GDS hanno il proprio prodotto e lo distribuiscono sia traffico;direttamente attraverso propri canali web sia - utilizzare le OLTA ma in modo tattico ossia ridurreindirettamente attraverso le agenzie di viaggio. la quota di dipendenza nel mercato domestico e- I fornitori hanno il prodotto e spingono per la vendita aumentarla invece in nuovi mercati per cercare didiretta. guadagnare nuove porzioni di mercato, sfruttando- Le agenzie di viaggio vivono di fee o di commissioni, l’effetto billboard ;conoscono i clienti e possono comporre l’offerta. - aumentare la visibilità in rete su tutti i canali e- Le OLTA possiedono il ‘know how’ della rete, un diversificare le fonti di traffico;vantaggio competitivo dell’online (posizionamento - utilizzare i social media perchè sono un’ulteriorebrand) e grosse quote di mercato. opportunità per veicolare traffico verso il sito ma- I TT.OO hanno il prodotto, spingono la vendita diretta solo se ho una strategia precisa;e dinamica, sfruttano la verticalità della propria catena - utilizzare i CRM per gestire i clienti già acquisiti edi distribuzione. quelli nuovi, in modo tale da poter applicare- Le compagnie aeree hanno il prodotto e lo vendono strategie di fidelizzazione;direttamente oppure lo distribuiscono online, attraverso - gestire i Meta Search e i nuovi intermediari;le agenzie di viaggi e altri intermediari. - utilizzare le applicazioni per i dispositivi- I meta search verticali aggregano diversi prodotti, mobili che saranno uno dei canali più importantiquasi sempre attraverso intermediari e applicano una nel futuro;fee, PPC o altre forme di commissione. - aumentare le componenti della propria offerta- Attori misti web 2.0 aggregano diversi prodotti, in modo flessibile e dinamico;anche essi quasi sempre attraverso intermediari, cui - espandersi verso nuovi mercati;aggiungono sistemi di recensioni utenti; sono in - monitorare la propria visibilità e reputazionecontinua crescita perché captano grandi volumi di online;utenza.intermediazione. - misurare il ROI e lavorare sul prezzo dinamico.La situazione è assolutamente articolata e complessa.Come bisogna muoversi quindi in questo mercato,oltretutto sempre più competitivo?Innanzitutto, è necessario focalizzarsi su ciò cheeffettivamente procura delle vendite e quindi guadagnoe questo significa solo una cosa: concentrarsi sul cliente.Il mercato impone anche di cambiare l’atteggiamento difondo e passare dal gestire la domanda a crearla,cercando di non perdere quote importanti di mercato.Per fare questo, è necessario identificare i proprielementi distintivi, quello che rappresenta il propriovalore aggiunto, creare strategie innovative di venditadiretta e poi…agire! Il mercato attuale infatti richiededecisioni e strategia. Non è più il momento ditemporeggiare.

×