La Seo è ancora una strada percorribile per gli hotel?

384 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
384
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La Seo è ancora una strada percorribile per gli hotel?

  1. 1. La Seo è ancora una strada percorribile per gli hotel? |Formazione Turismohttp://www.formaz ioneturismo.com/in- evidenz a/la- seo- per- hotel- e- cambiata March 11, 2013Ogni albergatore vorrebbe che il suo sito fosse tra i primi risultati su Google per la keyword“hotel” abbinata alla propria città. Il lavoro di posizionamento sui motori di ricerca per i siti webdegli hotel si sta complicando di giorno in giorno. Sono molti gli esperti di web marketingturistico che sostengono che la SEO per hotel sia morta e sepolta. Questi consulentisuggeriscono di investire su altri canali per promuovere il sito web della propria struttura, come iSocial Network o fare campagne DEM.I dati di Google ci confermano che effettivamente le ricerche relative al settore alberghierosono in costante calo con il passare degli anni.Clicca sull’immagne per ingrandireDall’altro lato, i dati di HeBS Digital ci dicono che il 55,6% delle revenue t ot ali degli hot elproviene dai mot ori di ricerca. Questo dato va splittato per la SEO e il SEM: la SEO genera il32,7% delle revenue ed il SEM il 22,9%. L’informazione più interessante che emerge dai dati diHeBS è che esiste un rapporto diretto tra la SEO del sito web di un hotel e la relativa pubblicitàPPC. Più il sito è ottimizzato lato SEO, migliore sarà il punteggio di qualità delle campagne PPCsu AdWords.In un articolo di SEO Journal di qualche tempo fa si mette in evidenza quanto le SERP ed irisultati che siamo stati abituati a conoscere sono semplicemente cambiati rispetto a qualcheanno fa. Chi si occupa di SEO per strutture turistiche deve prestare molta attenzione ai treaspetti principali che costituiscono il vero punto di svolta sul posizionamento:1. Risultati delle ricerche personalizzatiIl gestore del sito web di un hotel dovrebbe saperlo molto bene: la pagina dei risultati di Googlevaria in base alla “st oria” dell’account . Google tiene traccia delle nostre ricerche passate, didove abbiamo cliccato, del nostro IP (e quindi della provenienza geografica), del nostrodispositivo e di tante altre informazioni. La ricerca di una stessa parola chiave da due regionidifferenti attiverà risultati differenti nella SERP: i risultati che verranno mostrati in risposta allericerche dai dispositivi mobili in base alla posizione geografica saranno sempre piùpersonalizzati.2. Il social è e sarà sempre più importanteGoogle terrà sempre più conto delle at t ivit à sociali per costruire la SERP. Google Plus,
  2. 2. Facebook, Twitter, Pinterest… tutto ciò che facciamo sui Social Network e le condivisioni daparte dei nostri amici contribuiranno a mostrarci pagine dei risultati sempre diverse e più vicine ainostri reali interessi. E’ quindi necessario lavorare molto sui Social Network per far apparire ilsito web dell’hotel tra le prime posizioni: in modo particolare Google Plus contribuisce inmaniera decisamente importante al posizionamento del sito web di un hotel.3. Non fermarsi alla SERPNon è più sufficiente limitarsi alla “classica” pagina con i risultati, ma vanno presi inconsiderazioni tutti quei servizi collat erali che contribuiscono al posizionamento sui motori diricerca: mappe, immagini, video, negozi, Google Place e tutto il resto. Tutti questi strumentivanno seguiti, monitorati e costantemente aggiornati.Il concetto di base è che la SEO non è mort a, è solo drast icament e cambiat a e cont inueràa modif icarsi con il passare del t empo. Posizionare il sito su Google oggi richiede unapproccio integrato ed una strategia che agisca su più fronti. L’aspetto local assumerà semprepiù importanza ed è bene farsi trovare pronti il prima possibile. Non trascurate però la SEOclassica con il caro vecchio link building: continuate a produrre contenuti interessanti ed utili peri vostri visitatori. Il contenuto resta il punto di partenza assoluto di ogni strategia SEO.Essere in prima pagina per una keyword generica come “hotel roma” non ha ormai più senso.Richiede uno sforzo in termini economici e di tempo decisamente elevati e ci farà si aumentareil traffico sul sito dell’hotel, ma quanti di questi prenoteranno? E’ molto più economicoindividuare un target specifico e posizionarsi per keyword sulla famosa “long tail” piuttosto chesparare nel mucchio.La SEO è sicuramente una strada ancora percorribile per gli hotel, ma è necessario esserecostantemente aggiornat i sui nuovi st rument i e met odologie per posizionare il sitodell’hotel e non adagiarsi mai sugli allori dei risultati conseguiti nel passato.Leggi anche:• I 10 errori più diffusi che gli albergatori fanno nel marketing del proprio hotelArmando Travaglini di Digital Marketing Turistico offre consulenza alle struttureturistiche italiane nella realizzazione di soluzioni innovative per il web marketingturistico. I clienti che si avvalgono della consulenza sono hotel, B&B, resort,agriturismi e vengono supportati nella definizione delle strategie digitali grazie adun accurata analisi di mercato, realizzazione e restyling del sito web,posizionamento sui motori di ricerca, gestione della reputazione online, SocialMedia e corsi di formazione sul Web Marketing Turistico.

×