Domenica 19 settembre 2010


            “Percorsi nel quotidiano:
dialogo tra soggetti appartenenti a culture diverse
  c...
CUBA      MOLDOVA      INDIA    URUGUAY      UCRAINA

                                                  SIRIA

           ...
CROAZIA

                              Vedo tanto entusiasmo, molto di più di quello
                              che si ...
ALBANIA

                             Grazie all‟aiuto delle colleghe, mi sono
                             inserita nella...
ALBANIA

                        La mia esperienza d‟integrazione verso un
                        mondo nuovo ha fatto sc...
ALBANIA

                            La mia esperienza con gli ospiti è certamente
                            positiva


...
ALBANIA

                            Un‟ integrazione perfetta grazie a    buone
                            amicizie


  ...
ALBANIA

                            Fui colpita positivamente dall‟organizzazione
                            della   str...
BRASILE

                            E‟ stata un‟ esperienza molto bella perchè qui
                            ho trovato...
BRASILE

                           I colleghi mi hanno aiutato ad integrarmi
                           all‟interno della...
BANGLADESH

                            Quando siamo arrivate non sapevamo una
                            parola di itali...
REPUBBLICA DEM. del CONGO


                            Vengo dalla Repubblica Democratica del Congo.
                    ...
CUBA


                            All‟inizio avevo un po‟ di paura, ma poi ho
                            incontrato dell...
CUBA


                            La differenza della Lingua non è stata un
                            grande problema p...
MOLDOVA


                        Sono stato accolto da subito benissimo da tutti gli

                        altri, spec...
MOLDOVA


                            Una bellissima esperienza, mi sono trovata
                            bene con tutt...
INDIA


                      Il mio intento è fare un‟esperienza all‟estero e
                      quindi     tornare ne...
ROMANIA

                             All‟inizio la nostalgia della mia terra era forte
                             ma ne...
ROMANIA

                              Ci sono momenti nella vita in cui si capisce di
                              esser...
ROMANIA



                        Conoscevo già la lingua, anche il dialetto lo
                        capivo abbastanza...
URUGUAY


                             Grazie ad una forte rete di sostegno abbiamo
                             potuto af...
URUGUAY

                        Eravamo un gruppo di 17 colleghi dello stesso
                        paese. All‟inizio q...
URUGUAY


                        La mia esperienza integrativa all‟Oic non è
                        stata   facile    pe...
UCRAINA

                            L‟inserimento mi è costato fatica: ho avuto
                            bisogno di ab...
SIRIA


                      La mia esperienza di volontario oic è stata più
                      che è positiva sia con...
PERU


                            Con rispetto ed educazione penso di essermi
                             integrata faci...
PERU


                           Ho avuto la forza di ricominciare in un paese
                           straniero ed or...
PERU


                              Molto intenso,impegnativo, diverso: tutto
                                       somm...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Testimonianze 19 settembre

1,822 views

Published on

Le testimonianze dell'incontro multietnico di domenica 19 settembre presso il Centro Civitas Vitae della Fondaizone OIC Onlus di Padova

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,822
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
210
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Testimonianze 19 settembre

  1. 1. Domenica 19 settembre 2010 “Percorsi nel quotidiano: dialogo tra soggetti appartenenti a culture diverse condividendo saperi, tradizioni ed esperienze”
  2. 2. CUBA MOLDOVA INDIA URUGUAY UCRAINA SIRIA PERU REP. CONGO ROMANIA CROAZIA ALBANIA BRASILE BANGLADESH
  3. 3. CROAZIA Vedo tanto entusiasmo, molto di più di quello che si può notare nei ragazzi che non hanno lo stesso trasporto e fervore degli anziani Siamo riusciti a formare una “band” che intrattiene gli ospiti durante le feste di Andreja Ravnic compleanno o in altre occasioni di Volontaria maestra di canto Centro Res. “G.M. Bonomo” divertimento. Asiago Il contatto con gli ospiti mi ha aiutato sicuramente ad affrontare la lontananza dai miei genitori.
  4. 4. ALBANIA Grazie all‟aiuto delle colleghe, mi sono inserita nella “Famiglia” dell‟O.I.C. Ho potuto constatare che molto spesso alcuni valori sono i medesimi nei diversi Paesi del Silvana Tollumi mondo: alla fine siamo uguali nella cultura dei Operatoere Socio Sanitario Centro Res.”Simonetti” valori essenziali per lo sviluppo sociale. Oderzo L‟approccio diretto con gli Ospiti mi ha consentito di imparare molte cose non trattate in modo esaustivo durante le lezioni teoriche
  5. 5. ALBANIA La mia esperienza d‟integrazione verso un mondo nuovo ha fatto scattare dentro di me un movimento duplice di dare e ricevere. Tale movimento ha trovato un „ambiente accogliente all‟OIC. E‟ un continuo processo di apertura mentale, Ceka Nadire Infermiera di approfondimento e arricchimento Centro Res.“Nazareth” professionale e umano.E‟ molto bello scoprire Padova che il vissuto del diverso diventa prezioso nel nostro lavoro quotidiano Mi ha colpito in particolare modo la sig.ra Tullia Todeschini che ci descriveva come :” gli angeli del giorno e della notte”.
  6. 6. ALBANIA La mia esperienza con gli ospiti è certamente positiva Coniugata con Marjan Buxha che lavora Gjergji Milvana Medico presso la Fondazione Centro Res.“Santa Chiara” Padova L‟ospite Emma Cucinato (in foto) ha accettato con piacere di comparire con la dottoressa al corridoio del suo piano
  7. 7. ALBANIA Un‟ integrazione perfetta grazie a buone amicizie Le differenze culturali non sono un ostacolo insormontabile, ma un‟occasione di confronto e di crescita professionale e personale Matrapazi Androneta Operatore Socio sanitario Centro Res.“Simonetti” Non ricordo un Ospite in particolare, credo Oderzo che ogni Ospite abbia il suo valore in quanto essere umano Lavorare con gli Ospiti per me una grande scuola di vita
  8. 8. ALBANIA Fui colpita positivamente dall‟organizzazione della struttura pensata per garantire il benessere psico-fisico degli Ospiti Muca Denada I colleghi mi hanno accolta, aiutata e Operatore Socio sanitario Centro Res.“Santa Chiara” rispettata nella mia diversità culturale e Padova religiosa Il rapporto con gli ospiti: una continua lezione di Storia e Cultura italiana
  9. 9. BRASILE E‟ stata un‟ esperienza molto bella perchè qui ho trovato molte culture, quindi modi di pensare diversi che mi hanno permesso di imparare cose diverse.. Roberta Gomes Margon Gli ospiti mi hanno accettata bene e mi hanno Fisioterapista Centro Res.“Santa Chiara” insegnato anche il dialetto! Padova Nessuno credeva che venissi da un paese lontano come il Brasile, forse per il colore chiaro della mia pelle
  10. 10. BRASILE I colleghi mi hanno aiutato ad integrarmi all‟interno della residenza spiegandomi chiaramente le mansioni da svolgere e l‟organizzazione della struttura. Con le altre figure professionali di origine diversa mi trovo bene, insieme ci Elias Manoel De Ávila Infermiere confrontiamo e cerchiamo di aiutarci a Centro Res.“G.M. Bonomo” vicenda per comprendere meglio le abitudini e Asiago il modo di rapportarci all‟ospite. Certamente, molti ospiti mi hanno aiutato con le loro parole, storie e racconti. Anche loro da giovani erano costretti ad abbandonare la famiglia per recarsi all‟estero a lavorare.
  11. 11. BANGLADESH Quando siamo arrivate non sapevamo una parola di italiano: poi grazie soprattutto ai soci V.A.d.A. ed Agorà abbiamo imparato ad esprimerci Suor Progra e Consorelle Il Presidente vuole che questi ospiti siano Religiose Civitas Vitae preparati per la vita eterna, per questo ci ha Padova invitato. Gli ospiti sono contenti e dicono che per loro è un onore essere aiutati da una suora.
  12. 12. REPUBBLICA DEM. del CONGO Vengo dalla Repubblica Democratica del Congo. Sono arrivata in Italia 10 anni fa, non per cercare lavoro ma per ritrovare la mia libertà, perchè purtroppo ancora oggi il mio paese è in guerra. Cerco di rispettare gli altri, anche io mi sento Mukoke Rose rispettata. Ho una pelle diversa dalla vostra ma ho Operatore socio Sanitario un cuore pieno di calore umano come ogni essere Centro Res. “Pio XII” Padova umano. Il colore bianco, nero, giallo, rosso… è un dono di Dio ed è vita. Non mi sono mai sentita discriminata perché mi sento sempre cittadina del mondo con le due parole che fanno miracoli: sorriso e rispetto.
  13. 13. CUBA All‟inizio avevo un po‟ di paura, ma poi ho incontrato delle colleghe giovani, molto preparate e disposte ad aiutarmi nel mio inserimento. Con le altre figure professionali mi trovo bene; siamo quasi tutte donne e, anche se di origini Yasnery Nunez diverse, abbiamo sentimenti e problemi comuni. Operatore socio Sanitario Centro Res. “Guido Negri” Thiene Quando ho iniziato a lavorare non parlavo bene l‟italiano e mi sono avvicinata ad un ospite con problemi di linguaggio: avevamo qualcosa che ci accomunava e questo ci ha avvicinato a tal punto che ora mi considera come una figlia.
  14. 14. CUBA La differenza della Lingua non è stata un grande problema perché in breve tempo ho migliorato il mio italiano. Leyanes Fernandez Ho imparato insieme ai miei colleghi a fare Operatore socio Sanitario Centro Res. “Simonetti” attenzione alle richieste dell‟ospite Oderzo Talvolta sono gli stessi Ospiti – sia pure in modo indiretto - a indicarci la strada migliore per ottenere i migliori risultati
  15. 15. MOLDOVA Sono stato accolto da subito benissimo da tutti gli altri, specialmente dai miei colleghi del centralino. Tanti ospiti si fermano davanti al centralino e ci Andrian Dunaev Centro operativo mettiamo a parlare. Loro mi raccontano la loro vita. Centro Res. “Pio XII” Padova Nonostante qui lavorino persone di nazionalità, cultura e professionalità diverse, le cose vanno meglio di quello che mi aspettavo.
  16. 16. MOLDOVA Una bellissima esperienza, mi sono trovata bene con tutti fin dall‟inizio. Siamo sempre stati un bel gruppo, non ci Ludmila Gheorghith sono mai state difficoltà importanti ma Operatore Socio Sanitario Centro Res. “Guido Negri” reciproco scambio di esperienze. Thiene Una signora che era ospite della struttura da tredici anni spesso mi sosteneva e mi dava pure dei consigli.
  17. 17. INDIA Il mio intento è fare un‟esperienza all‟estero e quindi tornare nel mio paese con una superiore preparazione per meglio aiutare i miei connazionali. Jessi Biju L‟ostacolo più grande è stato imparare Infermiera “Hospice Paolo VI ” l‟italiano. Per fortuna gli amici di agorà mi Padova hanno aiutata. Dopo essermi ricongiunta con mio marito spero di poterlo fare presto con i miei figli
  18. 18. ROMANIA All‟inizio la nostalgia della mia terra era forte ma nei momenti più difficili ho scoperto l‟affetto di persone che mi hanno aiutata a integrarmi in questo paese . Un giorno dopo aver fatto una medicazione l‟ospite mi ha sorriso e baciandomi le mani mi ha detto: “le tue mani sono delicate come Ileana Neagu quelle di un angelo perché non mi fai sentire Infermiera alcun dolore…!” Centro Res. “santa Chiara” Padova La mia devozione per gli ospiti è grande. Se la migliore ricompensa per un attore è un applauso il miglior premio per me è il sorriso di un ospite e quella luce nei suoi occhi che solo io posso percepire e che è frutto del mio impegno e del mio amore.
  19. 19. ROMANIA Ci sono momenti nella vita in cui si capisce di essere al posto giusto, che la nostra vita deve essere lì, circondati da persone che pur avendo bisogno di noi ci fanno capire che siamo noi quelli che hanno più bisogno di loro perché ci arricchiscono con le loro esperienze e con il loro amore Cerasela Mihaela Ignatovici Operatore Socio Sanitario Ogni giorno lavoro con colleghi che mi Centro Res. “santa Chiara” insegnano che nella vita valgono le piccole Padova cose ad esempio sentirsi baciare le mani quando ti prendi cura dell‟ospite o sentirsi dire, al rientro dalle ferie: “Mi sei mancata!” Antonietta Maritan (in foto) dice: “da parte loro c‟è sempre disponibilità all‟ascolto ed io mi sono sempre prodigata a dare buoni consigli”.
  20. 20. ROMANIA Conoscevo già la lingua, anche il dialetto lo capivo abbastanza. Questo mi ha aiutato ad integrarmi velocemente. E‟ stata una bella esperienza conoscere le Vina Anca-Paula persone di origini diverse, aiutarsi e lavorare Infermiera insieme. Centro Res. “Pio XII” Padova
  21. 21. URUGUAY Grazie ad una forte rete di sostegno abbiamo potuto affrontare tutte le difficoltà con meno peso. La sig.ra Pavanello, ospite delle residenze Bettina Strozzi Infermiera Airone è stata di grandissimo sostegno nella Centro Res. “santa Chiara” Padova formazione educativa di mio figlio Gaston Un Grazie alla Fondazione Opera Immacolata Concezione che mi ha dato la possibilità di cambiare la mia vita anzi la nostra vita.
  22. 22. URUGUAY Eravamo un gruppo di 17 colleghi dello stesso paese. All‟inizio questa convivenza è stata importante : insieme è stato più facile raggiungere gli obiettivi. osservare le diverse abitudini, culture, con i nostri occhi ci ha permesso di conoscere e Marisol de Leon migliorare anche il nostro paese. Infermiera Centro Res. “Pio XII” Padova Personalmente mi sentivo “a casa mia”, parte di loro mi chiedevano: di dove sei? Come ti trovi? Ti manca tanto la tua terra, la tua famiglia? Che cosa ti ha portato in Italia? Come mai sei qui? Oppure quando mi raccontavano storie sull‟immigrazione italiana verso l‟america del sud.
  23. 23. URUGUAY La mia esperienza integrativa all‟Oic non è stata facile perché ho dovuto capire soprattutto la velocità del lavoro. I colleghi e tutto il personale hanno facilitato il Alejandra Rotta mio inserimento lavorativo. Infermiera Centro Res. “Pio XII” Padova La relazione con gli anziani mi ha riportato alle mie radici; infatti il nonno paterno era italiano. Mio papà mi ha trasmesso l‟amore verso l‟Italia, il lavoro e la famiglia.
  24. 24. UCRAINA L‟inserimento mi è costato fatica: ho avuto bisogno di abituarmi anche fisicamente ai ritmi di lavoro. Quando non comprendo qualcosa nella vostra lingua corro a domandare ai colleghi e alla prima operatrice che sempre mi aiutano a Liudmyla Shkrobtak migliorarmi Infermiera Centro Res. “G.M. Bonomo” Asiago Più di un anziano ha contribuito a facilitare il mio inserimento. Una ospite in particolare mi infonde coraggio, forza d‟animo, mi spinge ad impegnarmi con costanza e tenacia nel mio lavoro e nella mia vita dicendomi che i miei sacrifici un giorno saranno sicuramente premiati.
  25. 25. SIRIA La mia esperienza di volontario oic è stata più che è positiva sia con gli amici volontari che con i 4-5 ospiti che ho seguito dal 2002 fino ad oggi. Io sono in Italia da circa 45 anni e quindi mi sono integrato da molto tempo. Qui all‟OIC Abdul El Jarrah Volontario V.A.d.A. sono più in contatto con le suore che vedo e Civitas vitae saluto spesso. Padova Tutti gli ospiti che ho seguito hanno contribuito al mio inserimento all‟oic. Era bello creare dei gruppetti e stare insieme anche agli altri volontari.
  26. 26. PERU Con rispetto ed educazione penso di essermi integrata facilmente nella famiglia dell‟ Oic. E‟ una bella esperienza perché siamo di culture diverse; ma l‟ospite, la persona Violeta Escalante ammalata è uguale e ha gli stessi bisogni in Infermiera qualsiasi parte del mondo. Centro Res. “Guido Negri” Thiene E‟ difficile dire quale anziano abbia facilitato il mio inserimento; ma se qualche volta mi sono sentita male, bastava un bacio o un grazie da parte loro per farmi stare meglio.
  27. 27. PERU Ho avuto la forza di ricominciare in un paese straniero ed ora sono orgogliosa Mi sento riconoscente verso i colleghi e verso la Direzione Alicia Acevedo Arroyo Infermiera St. intermedia “Pio XII” Padova il mio compito non è solo somministrare terapia ma attenzione verso l‟ospite, i familiari e i miei colleghi. Non deve mai mancare la gentilezza, il rispetto, un saluto, un segno di attenzione e di speranza.
  28. 28. PERU Molto intenso,impegnativo, diverso: tutto sommato ti fa crescere Non c‟è colore, la mia lingua per assistere gli anziani non serve, ma si usa solo il cuore e Pagan Meza Amelia Lourdes tanta disponibilità. Operatore Socio Sanitario Centro “Nazareth” Padova Sì, ho trovato tante signore e signori che mi hanno aiutato a correggere il mio italiano, e io ho raccontato loro della mia cultura , è stato ed è uno scambio bellissimo.

×