Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

A.S. 2011-2012 IC Leone Caetani di Cisterna di Latina

644 views

Published on

  • Hi there! Get Your Professional Job-Winning Resume Here - Check our website! http://bit.ly/resumpro
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

A.S. 2011-2012 IC Leone Caetani di Cisterna di Latina

  1. 1. Il 2012 è stato designato “Anno europeo dellinvecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni” Non solo questo, ma la convinzioneradicata della valenza di un dialogo intergenerazionale che unisce generazioni e tempi rendendo ognuno attore e spettatore di se stesso, ci ha fatto effettuare, e non per la prima volta, la scelta di promuovere un’iniziativa come quella di “Nonni su internet”. Persone che hanno superato, da tempo, la sogliadella giovinezza fisiologica, hanno conservato, perché lo vogliono fortemente, una duttilità e vitalità mentaleche le pone fuori dagli schemi di un gruppo di eletti da tempo e dall’esperienza. Queste persone hanno accettato, di buon grado, di entrare nel mondo del virtuale per essere al passo con i tempi, per non sentirsi superati, per conservare un’auto-efficienza che si può avere soltanto in sintonia con il presente. Con spirito di iniziativa, soprattutto con l’umiltàdell’esperienza, i nostri” over” hanno affrontato il rito di iniziazione informativa e, attraverso un percorso didattico studiato dalle due docenti animatrici, sono arrivati a conseguire la patente di “internauti” Dott. Patrizia Pochesci – Dirigente Scolastica
  2. 2. IOSono in pensione, ho 63 anni, per il momento sono contenta.Ho il dubbio che s’insinui qualcosa d’indefinibile :il VUOTO. Sono alla ricerca, non so !Con gioia accudisco i nipoti quando i genitori sono occupati; vado volentieri a ginnastica 2 volte la settimana. Leggo molto, sto davanti al computer. Penso alla pittura, che ho lasciato 3 anni fa. L’estro è andato . . . ? Guardo pennelli e colori e poi dico …POI !
  3. 3. IL NONNO ABBIATE LA COMPIACENZA DI PARLARMI CON DOLCEZZA SENZA ELEVARE IL TONO E SENZA CONTRADDIRMI IN ALCUNA MANIERA. ALLA GENTE DELLA MIA ETÀ IL RUMORE E LA CONTRADDIZIONEPROVOCANO DEI BRUSCHI RIALZI DI PRESSIONE. DELLA IPERACIDITA’ GASTRICA, DEI DISTURBI CARDIO-VASCOLARI ED IO DIVENTO RAPIDAMENTE CARLETTI EMILIO
  4. 4. Draga cititorule Daca vrei sa zbori Sa te crezi in Cerul Shant Sa te treaca fiori Ca esti intr-un loc sfant Dac avrei sa plutesti Sa fi in cerul sfant Sa fi fericit Vino, in lumea DUHULUI SFANT Vino cu crestinesc elan Sub Crucea de pe Caraiman Si vei afla Sinta zidire Marcii Domnului spre cistireVino sa-L vezi pe Parintele Gherontie Incojurat de cinci calugari tineriCare-si petrec viata,intre zidurile sfinte In post si rugaciune Aici daca te vei ruga Cu pace-n suflet vei pleca Cu intarire si nadejde Maica Domnului te ocroteste. Cisterna di latina 31-01-2012
  5. 5. IO mi presento Sono Stefania, una semplice donna di 59 anni, felicemente sposata con Filippo, mio marito, il quale è un ex sottoufficiale della Marina militare. Insieme abbiamo alle spalle bei ricordi ma anche momenti difficili ma sono convinta che nella vita tutto si supera se ci si vuole veramente bene. Mio marito ha 65 anni e abbiamo avuto dal nostro matrimonio due bellissimi figli un maschio e unafemmina; la prima è la Barbara, una brava figlia che ci ha dato tantesoddisfazioni negli studi: a scuola era sempre la prima della classe e ora èuna brava mamma, a sua volta ha due figli uno di 8 anni e uno di 4 anniFederico e Marco e io sono la nonna più felice del mondo. Suo marito, che si chiama Riccardo, è molto dolce e andiamo daccordo.Laltro figlio si chiama Francesco e ha 31 anni, bel ragazzo!Dalletà di 10 anni ha giocato sempre a pallone ora è un mostro del computere fa mille altri lavori perché è molto attivo. Ancora, però, non si decide atrovarsi una moglie; io ne sarei felice almeno avrei qualche altro nipotino dascorrazzare. Forse vi sto annoiando perciò concludo. Voglio dire grazie alle nostre insegnanti del corso fatto a Cisterna siaPatrizia che Maria che hanno avuto tanta pazienza. Grazie a ciò che hoimparato mi sono riconciliata con le mie sorelle e con diverse amiche che sierano allontanate con il tempo.Il beneficio più grande nell’aver imparato ad usare il computer è che non avròpiù la sensazione di sentirmi sola.Grazie ancora grazie. STEFANIA MORLANDO
  6. 6. LA MIA PRIMA BICICLETTAMi chiamo Filippi Amilcare, sono nato a Cisterna di Latina il 7 giugno1943.Erano passati soltanto 10 anni ,dalla fine del secondo conflittomondiale,vivendo in campagna,molto distante da Cisterna, per recarsi in paese a fare la spesabisognava andare a piedi oppure con mezzi di fortuna.Mio fratello più grande di me, si recò a Cisterna per acquistare unabicicletta ma quindicimila lirenon si potevano spendere .D’accordo con un suo amico andarono a Roma in un luogo chiamato PortaPortese dove si svolge ancora oggi il mercato domenicale di varie mercinuove e usate. Là trovarono il risparmio di 2000 lire e rappresentavanouna grossa cifra perché in quegli anni si viveva cercando di risparmiarein quanto i soldi erano pochissimi e non bastavano.Preciso, inoltre, che l’amico di mio fratello si fece prestare unaLambretta, e recatosi a Roma portarono la bicicletta a spalla, fino aCisterna, alternandosi alla guida.Cisterna di Latina 31-01-2012Amilcare Filippi
  7. 7. Il marinaio di marina militare “NONNO”Io sottoscritto Testa Filippo sono un ex sottufficiale dimarina.Ora sono in pensione.La mia specializzazione in marina era, a bordo delleNavi,di Capo posto di guerra elettronica, mentre quando sonosbarcato ero intercettatore navale. Ho trascorso a bordodelle Navi quasi 15 anni mentre a terra 10 anni compresi ivariCorsi di aggiornamento e di specializzazione per ipassaggidi grado.Sono andato in pensione con il gradodi Capo di 1ª classe scelto (C.°1^Cl. Sc.RT/GE/IP )TESTA FILIPPOCisterna lì : 31-01-2012
  8. 8. “NONNI SU INTERNET”Quando ho visto il manifesto che parlava della possibilità diacquisire nozioni di base in materia ho pensato …“ Ecco, hotrovato il corso che fa per me! ”Sono madre di quattro figli, ormai adulti e tutti capaci dinavigare su internet ed è da loro che ho potuto acquisire unaconoscenza minima. Da due anni e mezzo sono diventata nonnadi una nipotina molto curiosa e attratta dalle nuove tecnologie…. Spesso chiede al suo papà di poter usare il suo I –PHONE edevo dire che sta diventando “bravina”.E allora che dire…..! Bisogna affrettarsi per rimanere al passocon i tempi.Sono nata è cresciuta in Germania ma vivo da più di trenta anniin Italia. Il mio contributo per il nostro giornalino non è come inizialmente pensavo una riflessione sul tema NONNI e INTERNET, ma vi propongo un dolce tipico di provenienza austriaca, da me molto amata nella mia infanzia: I PALATSCHINKEN
  9. 9. I PALATSCHINKEN Ingredienti per l’impasto farina 150 g uova 3 latte 250ml burro 50 gzucchero vanigliato 1bustina sale 1pizz Ingredienti per il ripieno Uva sultanina 125g noci 250g confettura di lamponi 75g rum 2cl limone 1 (succo e buccia) panna acida 250ml cannella 1cucchiaino cardamomo un pizzicoburro (per imburrare la pirofila) zucchero al velo
  10. 10. Procedimento-mescolate in un terrina le uova con il latte- aggiungete la farina, lo zucchero vanigliato e una presa di sale-sbattete la pastella finché non risulta liscia e spumosa-lasciate riposare il composto per 20 minuti; se risulta troppodenso aggiungete un po’ di latte.-fondete un po’ di burro in una padella precedentementeriscaldata e versatevi un po’ della pastella-fate dorare l’omelette per circa 3 minuti per lato-in una ciotola unite l’uva sultanina precedentemente lavato easciugato, le noci grossolanamente tritate, le spezie e la bucciagrattugiata del limone-in un pentolino riscaldate la confettura di lamponi con il succodi limone-aggiungetela lentamente insieme al rum alla ciotola con ilcondimento speziato-distribuite il condimento sugli omelette e arrotolateli-disponete le omelette in una pirofila imburrata, spennellandolicon la panna acida e spolverandoli con lo zucchero al veloI PALATSCHINKEN, da noi conosciuti come omelette ocrespelle vanno cotte nel forno preriscaldato a 220° per circa 15minuti.Monika Rosendahl BUON APPETITO!!!
  11. 11.  Ingredienti •Brodo vegetale q.b.•Olio o burro 50 gr•Facoltativo : Pancetta affumicata•100 gr•Radicchio Trevisano 400 gr •Riso 320 gr•Sale q.b.•Cipolla•Vino bianco 1 bicchiere
  12. 12. PreparazioneIn una casseruola fare rosolare il radicchio con lolio, la cipolla tritata, quindi aggiungere il radicchiolavato e tagliato a striscioline.Dopo un paio di minuti unite il riso, fatelo tostare per qualche minuto, dopodiché sfumare con il vino bianco,una volta  evaporato, continuare la cottura del riso aggiungendo il brodo vegetale (un mestolo di brodo alla volta).A cottura ultimata spegnere il fuoco, aggiungere il sale e mantecare con una noce di burro e parmigiano Rossana Perciballi
  13. 13. IL GIOCO CON LE FORME
  14. 14. ormatica Le forme Raggruppamento creativo Copiae incolla
  15. 15. Riempimento
  16. 16. r so ni d i fine co sse duratoConsi derazio llente se fo ecce atoSareb be stato he c o sì è st . go, però anc i eccellente più a lun uas buono q ore al personale oltomolto m grazie d i cu ro f. Pe rtanto un ..MARIA e la p hanno rof he didattico p er la pazienza c ti i ,p ut PA TRIZIA nfro nti e di t i i miei co onni “. D avuto ne i al corso dei “ N an t partecip ie. nte graz fare questo te ta n uovo tan na è stata di ni. La m ia fortu eo ne Caeta ilità lla scuola L ande possib corso ne dato la la gr ET” Che m i ha i “I NTERN . e n el mondo d ie a voi tutti di entrar te tante g raz o tan D i nuov esta Filippo Nonno T
  17. 17. Piano piano sto perdendo la paura del computer Sto elaborando il timore di romperlo, è tanto! MIO NIPOTE mi guarda scettico Comunico con la mia amica attraverso la posta elettronica Uso internet per ricerche culturali, programmi che mi permettono di disegnare; la mia passione è l’architettura di stile romanico e gotico. Spaziando su internet ho avuto la soddisfazione di identificare gli stili dell’arte sulle chiese ed abbazieLa filosofia degli stili che ne ho acquisito la devo a internet Danila
  18. 18. Questo corso è arrivato al momento giusto perme, perchè era da tanto che volevo ampliare lemie modestissime conoscenze in materia.Tornare sui banchi di scuola è statogratificante e molto soddisfacente neimomenti in cui, seguendo le spiegazioni degliinsegnanti, si aprivano degli spiragli di luce, dicomprensione.!Arrivata a fine corso, spero di poter ancoracontinuare. MONIKA ROSENDAHL
  19. 19. Sono un nonno che partecipo al corso dei nonni;è un corso interessanteperché ci aiuta ad entrare nell’informatica e imparare tante cose chein persone in età un po’avanzata rappresentano un mondo sconosciuto.Io mi chiamo Carletti Emilio nato a Cisterna di Latina il 11/04/1937.Frequento il corso d’informatica per i nonni,l’ho trovato interessanteperché a75 anni non è facile imparare informatica se non sei interessatotutto ti resta difficile.Ringrazio le nostre professoresse che con la loro pazienza ci aiutanoa capire tutti i passaggi che servono per usare bene il computer.le nostre professoressesono. Prof. MARIA e Prof. PATRIZIAdella Scuola Leoni Caetani di Cisterna di Latina Carletti Emilio
  20. 20. E stato molto utile fare questo corso “NONNI suINTERNET ho imparato tante cose che prima nonsapevo.E penso che mi saranno molto utili nell’avvenire ora chesono in pensione ho più tempo per dedicarmi ad internete comunicare con parenti e amici lontani , con moltasoddisfazioneRossana Perciballi
  21. 21. Il corso che abbiamo fatto all’istituto Leone Caetani mi èpiaciuto molto grazie anche alle nostre insegnanti siaPatrizia che Maria molto pazienti e brave. Io sono moltograta ad entrambe perché mi hanno permesso dicomunicare con i figli e con tante amiche che non sentivopiù da tempo e anche con le mie sorelle che purtroppo percause famigliari non sentivo da tempo.Io ne sono rimasta entusiasta e soddisfatta grazie ancoragrazie.STEFANIAMORLANDO
  22. 22. GABBIANI SPIEGANO ALI AL TRAMONTO Il cielo si distende sul mare  carico di profondità,  striato di colori.  Cerco la luce dove posa,  cerco ciò che nell’anima  si allarga come una ferita.     Un bimbo si dimentica  con le barche a galleggiare  mentre i pensieri navigano  per cieli e mari luminosi  e rincorrono gabbiani  senza un grido e una preda. Maurizio Tagliaferro
  23. 23. per il notevole impegno nell’affrontare, per la maggiorparte dei partecipanti, una esperienza del tutto nuova, cheha permesso di acquisire competenze e consapevolezzestraordinarie,Noi docenti siamo più che soddisfatte dei risultatiraggiunti e non solo “ tecnici”!Percepire l’espressione di meraviglia e poi, subito dopo,di approvazione, nel vedere sul proprio monitor di una ricerca o di un’ esercitazioneper noi anno per anno, il cammino con nonni e ragazzi. Maria e Patrizia

×