Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Estensione. Nuove sfide progettuali: dal ‘design del corpo’ al design dello spazio.

1,483 views

Published on

‘Estensione’ Nuove sfide progettuali: dal ‘design del corpo’ al design dello spazio. è un corso universitario curato da Francesco Samorè e Fabio Besti
E’ inoltre il primo dei 4 moduli didattici di INTESTERNO, Laboratorio di Sintesi Finale in Design degli Interni del 3° anno al Politecnico di Milano ideato e coordinato dal prof. Giulio Ceppi.
TEMI: Estensione ovvero dall’interno verso l’esterno. Partendo dalle scienze dell’’infinitamente piccolo’ si è voluto ragionare su come queste ridefiniscono prima di tutto noi stessi come esseri umani, ma anche come influenzano lo spazio e l’artificialità che ci circonda, andando a creare nuovi scenari di progetto e di valore sociale.
PERIODO: 6 - 28 Ottobre 2014.
MODALITA’: Agli studenti è stato richiesto di risolvere dei compiti progettuali, facendo emergere così nuovi ambiti di ricerca e riflessione, attraverso un periodo immersivo di lezioni frontali, revisioni e momenti di lavoro in classe, assieme alla partecipazione a seminari e conferenze con ospiti di rilievo internazionale.
OUTPUT: 44 studenti, riorganizzatisi poi in 30 gruppi di lavoro (da una o due persone ciascuno) hanno elaborato 30 concept progettuali sui temi emersi in aula.

INTESTERNO si è svolto in collaborazione con:
Cittadellarte - Fondazione Pistoletto e Fondazione Giannino Bassetti.
Con il contributo di: Bionike.
Mediapartner: Moleskine

English version: http://www.slideshare.net/FondazioneBassetti/estensione-new-design-challenges-university-course-by-francesco-samore-and-fabio-besti

Post nel sito della Fondazione Giannino Bassetti: http://www.fondazionebassetti.org/it/focus/2014/12/il_se_da_polso_tecnologie_indo_2.html

Published in: Education
  • Be the first to comment

Estensione. Nuove sfide progettuali: dal ‘design del corpo’ al design dello spazio.

  1. 1. ESTENSIONE Nuove sfide progettuali: dal ‘design del corpo’ al design dello spazio. Francesco Samorè e Fabio Besti Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. a.a. 2014/15. Politecnico di Milano Fondazione Giannino Bassetti Politecnico di Milano Corso universitario a cura di
  2. 2. 1. Estensione 2. Osmosi 4. Corpi ideati3. Inclusione Esplorazioni progettuali tra nuove forme di vita e nuove forme del vivere ‘Estensione’ è il primo dei 4 moduli didattici di INTESTERNO, Laboratorio di Sintesi Finale in Design degli Interni del 3° anno al Politecnico di Milano ideato e coordinato dal prof. Giulio Ceppi. TEMI: Estensione ovvero dall’interno verso l’esterno. Partendo dalle scienze dell’’infinitamente piccolo’ si è voluto ragionare su come queste ridefiniscono prima di tutto noi stessi come esseri umani, ma anche come influenzano lo spazio e l’artificialità che ci circonda, andando a creare nuovi scenari di progetto e di valore sociale. PERIODO: 6 - 28 Ottobre 2014. MODALITA’: Agli studenti è stato richiesto di risolvere dei compiti progettuali, facendo emergere così nuovi ambiti di ricerca e riflessione, attraverso un periodo immersivo di lezioni frontali, revisioni e momenti di lavoro in classe, assieme alla partecipazione a seminari e conferenze con ospiti di rilievo internazionale. OUTPUT: 44 studenti, riorganizzatisi poi in 30 gruppi di lavoro (da una o due persone ciascuno) hanno elaborato 30 concept progettuali sui temi emersi in aula. Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. a.a. 2014/15. Politecnico di Milano In collaborazione con con il supporto di media partner
  3. 3. LE TEMATICHE Attraverso lezioni frontali, conferenze e discussioni in aula
  4. 4. DALL’INTERNO ALL’ESTERNO INTERNO ESTERNO 1° 2° 3° 4° attraverso un percorso didattico in 4 tappe tematiche
  5. 5. DENTRO INSIEME SOPRA FUORI 1° 2° 3° 4°
  6. 6. DENTRO 1.1 I Genomi 1.2 Gli Epigenomi 1.3 Le cellule riprogrammate 1.4 La stampa 3D di materiale biologico 1.5 Le analisi, riprogettate
  7. 7. IL PROGETTO DELL’INTERNO CHE GENERA ESTERNO patrocinio contributo scientifico Giuseppe Testa Istituto Europeo di Oncologia con gli interventi di Silvia Piardi e Maurizio Masi Martedì 7 Ottobre 2014 con il supporto di media partner Video conferenza: vimeo.com/114871586 Immagini conferenza: www.flickr.com/photos/
  8. 8. GENOMICA PERSONALIZZATA Kit commerciale per il test del DNA distribuito dall’azienda statunitense 23andMe Le informazioni genetiche diventano accessibili da tutti, innescando da una parte nuove possibilità progettuali e aprendo dall’altra problematiche etiche fino ad oggi inesplorate. INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 www.23andme.com Foto di sciencemuseum.org
  9. 9. STAMPA 3D DI TESSUTI BIOLOGICI www.ted.com/talks/anthony_atala_printing_a_human_kidney INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 La stampa 3D si appresta a fare un passo ancor più grande di quello già compiuto. Finora testata solo in laboratorio, ben presto sarà possibile stampare interi pezzi o organi del corpo umano. Un naso e un orecchio protesici, stampati in 3D durante il 3-D Print show al Business Design Center in London, U.K. Venerdì 8 Novembre, 2013. Fotografia di Chris Ratcliffe per Bloomberg
  10. 10. LE ANALISI, RIPROGETTATE Elizabeth Holmes con la sua azienda Theranos, ha rivoluzionato la sanità negli Stati Uniti brevettando una nuova tecnologia capace di effettuare più di 70 analisi diverse da una sola goccia di sangue. Questo servizio, già attivo negli US, apre ad un infinità di possibilità, necessitando di fatto una riprogettazione a 360 gradi: dagli strumenti, agli spazi, all’esperienza del utenza in sè e molto altro. INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 www.theranos.com www.tedmed.com/talks/show?id=309114 Fotografia di Drew Kelly for Fortune
  11. 11. INSIEME 2.1 Il design e le protesi 2.2 L’arte della modificazione del corpo 2.3 Stelarc e Transumanesimo 2.3 Biohackers 2.4 Sinestesie Tecnologiche
  12. 12. Pietro Cecini Roadrunner Foot S.R.L. con gli interventi di Giampiero Bosoni, Marita Canina e Fiammetta Costa Lunedì 13 Ottobre 2014 ROADRUNNER FOOT: HIGH TECHNOLOGY FOR ALL USERS patrocinio contributo scientifico con il supporto di media partner Video conferenza: vimeo.com/116248173 Immagini conferenza: www.flickr.com/photos/
  13. 13. INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 IL DESIGN E LE PROTESI Il mondo della protesica abbandona il semplice discorso sulla funzionalità meccanica e inizia ad andare incontro a necessità psicologiche ragionando sull’estetica delle protesi. www.ted.com/talks/scott_summit_beautiful_artificial_limbs www.bespokeinnovations.com Foto da Bespoke Innovations
  14. 14. www.ted.com/talks/lucy_mcrae_how_can_technology_transform_the_human_body INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 L’ARTE DELLA MODIFICAZIONE DEL CORPO Lucy McRae si definisce un ‘Body Architect’. Sviluppa progetti, che cercano di reimmaginare il corpo umano andando di fatto a fondere biologia con artificialità. Foto da LucyandBart
  15. 15. STELARC E TRANSUMANESIMO stelarc.org www.youtube.com/watch?v=NyhNGZvNMVY INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Stelarc, artista che ha fatto molto parlare di sè, è da sempre protagonista indiscusso dell’arte che cerca di modificare e trascendere il corpo umano, ibridandolo con il dominio tecnologico. Nell’immagine Ear on Arm, progetto con cui l’artista si è impiantato sotto pelle un terzo orecchio, che in futuro prevede di implementare l’elettronica per renderlo appunto capace di sentire. Fotografia di Nina Sellars
  16. 16. BIOHACKERS INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Il biohacking è un’altra disciplina che cerca di superare i ‘limiti’ della biologia umana e delle sue prestazioni. Talvolta lo fa agendo sulle abitudini e il comportamento, talvolta andando ad intervenire drasticamente sul corpo, come nel caso di Tim Cannon, primo uomo al mondo con un computer impiantato sotto pelle. Fotografia di Andrew Russell for Tribune-Review en.wikipedia.org/wiki/Biohacking www.youtube.com/watch?v=-mE3Duznfas
  17. 17. SINESTESIE TECNOLOGICHE INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 www.ted.com/speakers/neil_harbisson La percezione umana diventa territorio accessibile da parte del progetto tramite l’artificialità tecnologica. Neil Harbisson, dalla nascita incapace di vedere i colori, è ora in grado di ‘sentirli’, tramite un apparecchio collegato alla base del suo cranio che converte le onde elettromagnetiche in suoni. TEDGlobal 2012 – 25 - 29 Giugno, 2012, Edimburgo, Scozia. Foto di James Duncan Davidson
  18. 18. 3.1 La quantificazione del Sè 3.2 Le tecnologie indossabili 3.3 Le tecnologie per il corpo 3.4 La salute digitale SOPRA
  19. 19. IL DESIGN NELL’ERA DELLA QUANTIFICAZIONE E DEI ‘WEARABLES’ patrocinio contributo scientifico Matteo Lai Empatica con gli interventi di Andrea Ratti e Dina Riccò Martedì 14 Ottobre 2014 con il supporto di media partner
  20. 20. LA QUANTIFICAZIONE DEL SE’ Self knowledge through numbers INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 quantifiedself.com www.ted.com/talks/gary_wolf_the_quantified_self Il Quantified Self è un movimento internazionale fondato nel 2007 da Gary Wolf e Kevin Kelly (nella foto in basso). Promuove le attività di self tracking, portando avanti la tesi che l’analisi dei dati che riguardano noi stessi possa condurre ad una maggiore autoconsapevolezza. La nostra dimensione psicofisica e la nostra identità diventano anch’esse digitali. Diffusione globale del Quantified Self Fotografia da Flickr di Punkmedia.nl
  21. 21. TECNOLOGIA INDOSSABILE INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Fenomeno strettamente collegato e riflesso del Quantified Self è la grande ascesa dei prodotti tecnolgici indossabili, capaci di trasformare le nostre attività in dati, come l’attività fisica che facciamo. Quelli di ultima generazione come l’UP3 di Jawbone incorporano sempre più sensori, e sono capaci di registrare molteplici segnali corporei, come battito cardiaco, sudorazione, temperatura, ecc.. Foto da Jawbone jawbone.com/store/buy/up3 www.amazon.com/b?node=9013937011
  22. 22. TECNOLOGIA INDOSSABILE INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 www.empatica.com Lo smartwatch Embrace è prodotto dall’azienda italiana Empatica e rappresenta uno degli esempi di spicco nel panorama mondiale delle wearable technologies. Nato da un lungo processo di ricerca sulle applicazioni mediche della tecnologia, fra le numerose funzioni è in grado di prevenire anche gli attacchi epilettici. Nell’immediato futuro apparecchi elettronici che porteremo sulla pelle, giocheranno un ruolo fondamentale nella nostra salute. Foto da Empatica
  23. 23. TECNOLOGIA PER IL CORPO INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 L’intelligenza digitale non è solo indossabile ma circonda il corpo con prodotti che lo rendono ‘smart’, e che sono capaci di monitorare comportamenti e paramentri biologici. Withings è un’azienda americana con un catalogo ricco di devices di questo tipo, come un sistema per monitorare e migliorare il sonno e una bilancia ‘smart’. Fotografia da Withings www.withings.com
  24. 24. LA SALUTE DIGITALE INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Il corpo costantemente monitorato, analizzato e connesso renderà di fatto possibile l’emergere della cosiddetta ‘salute digitale’. I grandi colossi dell’elettronica si preparano già per questa rivoluzione, come per esempio Apple che ha già creato la sua piattaforma software ‘Health’. Immagine da Santeconnectee.fr www.apple.com/ios/whats-new/health/
  25. 25. FUORI 4.1 L’Internet delle cose 4.2 La ‘smartness’ e lo spazio 4.3 Il digitale nel retail 4.4 La città connessa e sensibile
  26. 26. L’INTERNET DELLE COSE INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 share.cisco.com/internet-of-things.html Gli oggetti cambiano la propria natura diventando connessi e intelligenti; formano nel loro complesso una rete capace di far dialogare l’artificialità; ridefiniscono di conseguenza la natura dello spazio che circonda. Immagine da Cisco
  27. 27. LA ‘SMARTNESS’ E LO SPAZIO INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 August, la serratura ‘smart’ e Nest, il termostato intelligente e connesso che impara le abitudini di chi abita e si autoregola. L’abitare e lo spazio cambiano in relazione alle nuove innovazioni tecnologiche. Immagini da August e Nest nest.com august.com
  28. 28. LA ‘SMARTNESS’ E LO SPAZIO INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Apple ha già rilasciato agli sviluppatori HomeKit, un sistema software che permetterà di controllare dal proprio iPhone tutti gli apperecchi smart della casa, come serrature, luci, termostato, elettrodomestici, ecc.. developer.apple.com/homekit Foto da numrush.nl
  29. 29. IL DIGITALE NEL RETAIL INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Gli iBeacons sono oggetti in grado di comunicare in modo wireless su brevi distanze. La connettività entra anche nel settore retails, cambiando di fatto l’esperienza dello shopping. Foto di Estimote estimote.com www.fastcompany.com/3021989/tech-forecast/apples-ibeacon-comes-to-macys-
  30. 30. INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15INTESTERNO | Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 senseable.mit.edu www.ted.com/talks/carlo_ratti_architecture_that_senses_and_re- Carlo Ratti è fondatore e direttore del SENSEable City Lab dell’MIT di Boston, dove si studiano le città a partire dai dati digitali che queste possono fornire. I centri urbani sono ormai immersi di tecnologia e sensori che formano una rete intelligente e interconnessa. Questo nuovo approccio apre a nuove sfide e nuove possibilità nel progetto dell’urbano. LA CITTA’ CONNESSA E ‘SENSIBILE’ Visualizzazione dello scambio di SMS ad Amsterdam durante il capodanno del 2008 EmTech España , Valencia, Spagna. Foto da Flickr di MIT Technology Review España Immagine di SENSEable City Lab
  31. 31. DESIGN OUTPUTS I concept progettuali e le 7 principali aree di riflessione emerse
  32. 32. Monica Benotti - Alice Bolognini ConceptAlways with you This is Momi ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 FOR THE MOM A versatile jewel that can follow you through every moment of your life. FOR THE BABY A soft bracelet that allows you to stay always in contact with your baby. App città...I Milano ... indirizzo... ? scrivi, chiede, ... Non ho mai capito... ... eligionSpot Parlare e Confrontarsi sulla Religione e Meditazioni “La religione del futuro sarà cosmica e transcenderà un Dio personale, evitando i dogmi e la teologia.” Albert Einstein Raquel Borrêga ConceptReligione Dentro ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Momi. Be in touch. Monica Benotti, Alice Bolognini Rewilding. Progettare per la natura e per il corpo. Arianna Bellino Dentro. Religione. Raquel Borrêga Rewilding Arianna Bellino ConceptSketches e linee guida per la progettazione. ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 SUDDIVISIONE DELLA STRUTTURA AREE INTERNE: 1. Reception e sala d’attesa 2. Uffici/Archivio 3. Spazi di distribuzione/collega- menti verticali 3. Camere singole/doppie 4. Aree condivise (sala gioco, sala da ballo, sala cinema) 5. Auditorium (per informazioni e istruzioni riguardo l’attività di volontariato) 6. Spogliatoio per dipendenti 7. Mensa, cucina e deposito 8. Farmacia e altri negozi 9. Ambulatorio medico 10. Centrale termica 11. Lavanderia e stireria 12. Cappella 13. Magazzino per piante e attrezzature per gli orti AREE ESTERNE: 14. Cortile interno 15. Orti 16. Parco 17. Parcheggio Il fuori entra dentro alla struttura per i non autosufficienti. I sensi alla base della progettazione OLFATTO: negli spazi co- muni essenze naturali, negli spazi privati odori familiari personalizzabili. VISTA e TATTO: materiali ecosostenibili. GUSTO: frutta e verdura a disposizione di tutti negli orti. UDITO: suoni che richia- mano la natura per indiriz- zare gli utenti verso i luoghi comuni. Alimentazione naturale a km 0. La forma della struttura è stata pensata come l’unione delle diverse aree europee di cui si occupa Rewild- ing Europe. COMPORTAMENTI I progetti atti a creare nuove tipologie di attività, comportamenti e stili di vita o a modificare e migliorare quelli esistenti. 1
  33. 33. Paria Habibi - Jin Liu Conceptletto SOLO per dormire e sesso ONLYBED ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Tanta gente soffre di insonnia non per problemi fisi- ologici ma perche non puo entrare in un spazio puro, privo di pensieri , preoccupazioni della vita.Tv, cellu- rare, ecc. che ci fanno perdere tanto tempo e funzion- ano come droga, quando ci viene il sobrio dobbiamo affrontare i problemi. ONLYBED -- basta lasciare tutti i problemi davanti alla porta e andare a dormire su un letto disegnato per risolvere tutto in suo abbraccio. Ricarica. Sogni d’oro. Paria Habibi - Jin Liu CQ. Una risorsa per il benessere. Lorenzo Moscato Più di una borraccia Al giorno d’oggi scrivere acqua senza “c“resta uno degli errori morfologici commessi con più frequenza Concept Lorenzo Moscato CQ ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 IL SUDORE È CARATTERIZZATO DA UN PH ACIDO. 14 : 10 14 : 30 14 : 50 CQ Un sensore di cui è dotata la borraccia CQ controlla la quantità di liquido presente al suo interno. CQ CQ CQ + L’orologio CQ, connesso alla borraccia, notifica la necessità di idratazione. ATTIVITÀ FISICA CQ sport Una fascia ELASTOTAPE resa d’un materiale reagente in presenza di un ambiente acido. MODIFICA DEL COLORE IN BASE ALLA QUANTITÀ DI SUDORE ESPULSO. CQ bottle CQ watch Eric Tacchini ConceptSpazio per test/allenamento Pedana interattiva ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Cos’è? Come funziona? Livelli Misurazioni Una pedana luminosa e sonora, con vari programmi e livelli di alle- namenti. Sfide Obiettivi L’atleta si lascerà guidare dalle istruzioni sonore e visive della pedana, impostata con il program- ma di allenamento adeguato, eseguendo scatti, balzi, ecc.Sfida gli amici, un sistema informa- tico terrà sotto controllo tutti i dati con una classifica per poter sfidare gli amici. Diversi livelli di difficoltà, in base alla persona. Vengono effettuate con sensori di movimento e videocamere. Migliorare la forma fisica e la per- cezione visiva e uditiva dell’atleta. Improve your training. Diventa un campione. Eric Tacchini EDUCAZIONE I progetti che utilizzano i temi del corso per intervenire nell’ambito dell’educazione e della sensibilizzazione rispetto diversi temi d’interesse. 2
  34. 34. Erika Bacher, Anaïs Bellini ConceptSuddivisione funzionale dello spazio educativo Smart Education ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 LABORATORIO DEI CINQUE SENSI Spazio interattivo in cui si aumenta la percezione sensoriale dell’utente, differente di ogni stanza, a scopo educativo BIBLIOTECA DIGITALE Spazio di ricerca e informazione completamente trasformato mediante l’utilizzo di interfacce digitali AUDITORIUM ACCOGLIENZA PALESTRA AULA STANDARD INTERATTIVA Spazio riconfigurabile in cui gli utenti apprendono attraverso l’utilizzo di metodi innovativi che fondono gioco e tecnologia digitale AULA DEL CONFRONTO AULA GIOCO LABORATORIO CREATIVO EDUCAZIONE ALIMENTARE NEV. New Educational Vision. Erika Bacher, Anaïs Bellini Just A Spoonful of Sugar. Sara Chersoni Sara Schiavo ConceptProgettare nuove esperienze sensoriali The plusroom ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Sinistra Destra Ricordo visivo Ricordo auditivo Ricordo cinestetico Costruzione visiva Costruzione auditiva Costruzione cinestetica Costruzione di immagini Costruzione di suoni Costruzione di dialoghi Ricordo di immagini Ricordo di suoni Ricordo di dialoghi SEDUTA ERGONOMICA POSTURA MIGLIORE SCRITTURA MIGLIORE MAGGIORE COMPRENSIONE Leggio ergonomico, per la rieducazione visiva Cosa Inserire? ESTENSIONE POSITIVA Concept Estensione Positiva. Riattivare i sensi. Sara Schiavo Sara Chersoni Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 ConceptGuardare attraverso gli occhi delle Istituzioni Comunali Fase di Sensibilizzazione ESTENSIONE COMUNE ENERGY BATTLE SMART CITY 1. Inizia tutto da una passeggiata in città... 2. Creativity Stand di Conductive Paint 3. Body Orchestra di Conductive Paint 4. Light Up your City di Energy Floor 5. Energy Dance Battle di Energy Floor 6. Nascita di un’idea progettuale Smart Dario Tosi ConceptGiochi di comunicazione con smartphone e stampanti 3D Comunicare in 3D ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 DALLA PAROLA ALL’ IDEA DALL’ IDEA AL DISEGNO DAL DISEGNO ALLA MATERIA STAMPANTE 3D TABLET TABLET Comunicare in 3D. Il gioco digitale rapportato ad una comunicazione estesa. Dario Tosi
  35. 35. Federica Chiesi ConceptCorpo tecnologico vs Tecnologia del corpo Insieme ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Inserimento sotto pelle di micro sorgenti luminose e possibili progettazioni Messaggio Provocazione Citazione Protesta COLORI I colori sono al centro del fenomeno in quanto la vista sarà il senso più difficile da ‘illudere’. Creando illusioni ottiche il cervello umano verrà deviato percependo ciò che non riuscirebbe a vedere altrimenti. E’ come se dimenticassimo che con gli occhi guardiamo, con le orecchie ascoltiamo, con il naso annusiamo e cosi via. L’ idea di uno spazio dove percepire in modo diverso dal solito, dove poter ampliare i cinque sensi e staccarsi dalla realtà. Questo percorso ha luogo nell’ ambiente interno ed esterno. La parte interna sarà dedicata maggior- mente al tatto e al gusto; la parte esterna invece avrà punti forti riguardanti la vista, l’ udito, l’ olfatto. Flavia De Castiglioni ConceptIl mondo percepito in un’ altra dimensione Illudiamo i sensi ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Arte e Corpo. Limiti del corpo e possibilità della mente. Federica Chiesi Embryo. Un’esperienza innovativa del sè. Ilaria Baldiserri - Raffaella Brenna Brain Challenge. Viaggio alla scoperta delle proprie capacità percettive. Flavia De Castiglioni Ilaria Baldiserri - Raffaella Brenna ConceptL’esperienza come estensione dell’interiorità EMBRYO ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 TESSUTO SUONO LUCE RISCOPERTA DEI SENSI CENTRALITA’ DELL’UOMO EVOLUZIONE DELL’INDIVIDUO ESPERIENZA ESTERIORE DEL CORPO EMBRIONE [em-bri-ó-ne] s.m. 1 biol. Organismo che va sviluppandosi dall'uovo feconda- to || e. umano, il frutto del concepimento nei 35 giorni suc- cessivi alla fecondazione 2 bot. Germe racchiuso nel seme 3 fig. Prima e non ben precisata forma di un pensiero o di una cosa INNOVAZIONE POIETICA I progetti con una forte carica esperienziale e concettuale, che mirano ad interloquire con corpo e mente su un piano più profondo. 3
  36. 36. concept Angelo Garavaglia - Noemi Maisano Show, don’t (just) tell! ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 le persona con amputazioni terranno degli incontri con psicologi specializzati per aumentare la sicurezza ed accettarsi con le proprie protesi si terrà poi un evento nel quale queste persone sfileranno con progetti di protesi innovative superando le proprie paure durante l’evento i designer e i ricercatori illustreranno le nuove scoperte e i nuovi progetti relativi alle nuove scoperte nel campo delle protesi INCONTRI SFILATE CONVEGNI Chiara Mantero ConceptUn nuovo spazio per esprimere se stessi Customize yourself ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 La customizzazione è un fenomeno in vasta crescita e poter dare un tocco personale in più a se stessi può essere il migliore aiuto per l’accettazione di un amputazione e di un arto protesico. La customizzazione nasce dal mondo della telefonia mobile è ha preso campo molto velocemente nella vita di tutti coloro che possiedono un telefono cellulare. CUSTOMIZE YOURSELF CENTRALITÀ DELLA PERSONA RISPOSTA FEDELE ALLE ESIGENZE Show, don’t (just) tell!. Mostrati per come sei. Angelo Garavaglia, Noemi Maisano La protesi e gli altri. Valorizzare il corpo e valorizzare l’oggetto. Aurore Vauzelle Customize yourself. Costruire un’esperienza di emancipazione. Chiara Mantero Aurore Vauzelle ConceptValorizzazion dei gesti con la protesi e della protesi da sola Messa in scena ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Il piedestalo puo anche servire a valorizzare le protesi prima l’utilisazione, nel uno negozio o uno showroom per esempio. Valorizzare i gesti della donna quando metta la protesi. Fare del questo momento un momento d’eleganza. L’anello stringa la protesi sulla gamba nel modo d’uno calze di nylon Il piedestalo per valorrizare i gesti ma anche per valo- rizzare la protesi da sola. INSIEME Quando l’artificialità e il corpo coincidono. Esplorazioni progettuali nell’ambito della protesica. 4
  37. 37. OGGETTO CONTESTO PROTESI USATE TRASFORMAZIONE NUOVA FUNZIONE POSSIBILI SCENARI 1 2 Zoe Naspetti - Giulia Quaranta ConceptE’ possibile fare a meno delle protesi? Senza gambe non si vola ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 “Le idee camminano con le gambe degli uomini.” Pietro Nenni ESTENSIONE MOVIMENTO PROVOCAZIONE Senza gambe non si vola. Un nuovo modo di vivere la protesi. Zoe Naspetti, Giulia Quaranta M. Act. Protesi transtibiale Multi action Veronica Trabucchi Veronica Trabucchi ConceptProtesi transtibiale M. Act ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Correre MODELLO BASE Moncone PARTE FISSA Piede protesico PARTE MOBILE KIT PERSONALIZZATO Camminare Prodotto tecnologico di design bello da vedere, pratico da usare e pensato per la massimo autono- mia. Garantisce comfort e benessere in ogni momento della giornata, per essere sempre sicuri di se e avere la propria autostima sempre “alle stelle” Vision & Mission cura & attenzi- one ai dettagli REALISMO benessere fisico & mentale COMFORT tecnologia & ma- teriali QUALITA’ semplicità & facilità nel cambiare PRATICITA’ kit personalizzato in base alle proprie esignenze PERSONALITA’ M.ActMULTI ACTION Giulia Atzei ConceptUn servizio per alcuni - un servizio per tutti pheeX ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Logo AppFascia Esperienza più piacevole Comodità phenotypic expression fix Richiamo a: cromosoma e doppia elica E-textiles Promuovere la salute con minor impatto ambientale + smart shopping + lettore codice a barre Elenco alimenti in varie lingue Comunicazione tramite NFC (Near Field Communication) Attività fisica (movimento, frequenza cardiaca, frequenza respiratoria, calorie bruciate) Stress Sonno Versatilità Comunicaconte-ActiveNudge Prenditi una pausa di 20 minuti Ti senti stressato? SI Respira profondamente 60% Tra5anni-possibilitàdiregistrareinutrientitramitespettrometria Activity levels Oct 25, 2014 for for Shopping Recipes Pheex. Un piccolo aiuto in un mondo complesso. Giulia Atzei SALUTE Il benessere psicofisico diventa oggi smart, personalizzato e alla portata di tutti. Questi i progetti che vogliono innovare in quest’ambito. 5
  38. 38. Eleonora Bachmann - Alberto Centanin ConceptThe whole me Seven energies ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Recording aura movement temperature posture Flexible electronic tattoos Gently vibrating when something is wrong Beeing actively engaged in your own healthcare Kovert Design Kate Upworth A 7E. Underneath and above human body. Eleonora Bachmann, Alberto Centanin Healthronic. The future of wearable technology. Massimiliano Boz, Davide Dal Bello Samsung Smart Hospital. A small device for big improvement. Marco Mariani, Elena Masciadri Massimiliano Boz - Davide Dal Bello Concept Render ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Barbara Nardella ConceptIl device e le sue parti Il device ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 FOTOCAMERA connessa wireless al computer Regolazione 3D della MESSA A FUOCO Microcamera per EYETRACKING Soggetto lontano Soggetto vicino BATTERIA RICARICABILE PASSAGGIO CAVI Free Passion. Making impossible, possible. Barbara Nardella
  39. 39. Silvia Razakova ConceptReinterpretazione di abitudini, connaturate nella vita di ogni giorno Oggetti quotidiani ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 CONTROLLO EQUILIBRIO, PESO E COSTITUZIONE BATTITO, PRESSIONE E POSTURA Contatto. Prima della costruzione, prima dell’innovazione, prima di tutto l’uomo. Silvia Razakova Heart rate Temperature Movement Perspiration Lighting Climate Sound Umidity Perfume Attraverso il bracciale la smart home percepisce il livello di comfort , e si adatta alle tue esigenze EMPATICA SMART HOME 4 ConceptLa casa che (ti) capisce Empatica Home ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Elisa Cenini - Elisa Desole Empatica Home. Thinking Home. Elisa Cenini, Elisa Desole SMART SPACE I progetti che sfruttano le nuove tecnologie per ripensare il vivere e l’abitare, o in generale il rapporto con lo spazio che ci circonda. 6 Abbraccio. Hug therapy Carola Banfi Carola Banfi ConceptTerapia dell’abbraccio durante il sonno. Hug therapy ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 cuscino collegato al dispostivo withings aura, quando il dispositivo rileva aumento dei battitici cardiaci (sintomi di ansia, o di incubi) il cuscino si aziona. Le “braccia” si chiudono e ti abbracciano Dispositivo con un'inter- faccia aptica, cioè che permette di manovrare un robot, reale o virtuale, e di riceverne delle sensa- zioni tattili in risposta.
  40. 40. Delong Guo - Zhengcheng Li Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Concept ESTENSIONE Come funziona il sistema Smart Life Smart Life Ricevere Comandare Posto di metere Internet of Smart Life. Dall’Internet of Things nasce la SmartLife. Delong Guo, Zhengcheng Li Emotion M.E. Tecnologia e cultura unite per un esperienza totale. Davide Rizzonelli Davide Rizzonelli Concept Museo Emozionale ESTENSIONE Il visitatore al centro dell esperienza Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 VisitatoreMuseo Il Museo percepisce ciò che prova il visitatore e si attiva per portarlo a provare emozioni particolari tramite suggerimenti e modifiche allo spazio. Il visitatore aiuta il Museo fornendogli dati da analizzare, gusti, preferenze aiutandolo a creare l’esperienza migliore possibile. FOCUS ATTENZIONE Il sistema capisce dove è rivolta l’attenzione del vistatore, cambiando il suo modo di operare in base a questi fattori oppure indirizzandola verso target precisi. LOCALIZZAZIONE Il sistema rileva sempre la posizione e l’attività svolta dal visitatore. BIO-CONTROLLER Rileva le funzioni vitali inviando i dati al sistema che li tramuterà nelle emozioni che il visitatore sta provando. Visitatore Museo Profilo utente: SUONI e ODORI Alle varie zone del museo sono associati suoni e odori diversi in base all emozione che si vuole trasmettere. Relazioni: PROFILO VISITATORE Ogni visitatore avrà a disposizione un profilo utente dedicato, in cui risiederanno tutte le informazioni circa i suoi gusti, preferenze, itinerari pianificati, interessi. Tutti dati che il sistema utilizzerà nelle sue elaborazioni per rendere l’esperieza più personale possibile. LUCE E SPAZIO La luce e le condizioni spaziali vengono cambiate dal Museo stesso in base a chi è presente. SENSORIALITA’ I progetti che esplorano le nuove possibilità tecnologiche di andare a modificare ed amplificare i sensi umani. 7 Giulia Roncoroni ConceptCome funziona? Tecnologia ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Faccia inferiore: un ventilatore che restituisce aria pulita Faccia superiore: pannello in acciaio inox che regolano la temperatura dell’ambiente garantendo il comfort in qualsiasi stagione climatica Ispirazione: Clouds di Kvadrat e Erwan Bouroullec spazio per breve sosta ogni pannello: zona relax con sedute prese di corrente per caricare dispositivi elettronici ceramica colorata Oasis è una copertura per interni dalla forma morbida che racchiude e protegge chi “abita” il suo spazio. La tecnologia è qui declinata in un prodotto d’arredo il cui fine è migliorare la salute dell’ambiente e dei suoi fruitori. OASIS. Sistema per il miglioramento dell’aria negli interni. Giulia Roncoroni
  41. 41. Elisa Gelmetti - Emilio Giovio Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 ESTENSIONE ConceptSinestesia applicata Emozioni colorate Emotional space/Sinestesia indotta/Training Emotional glasses/Sinestesia artificiale/Patologie E Il tavolo è realizzato con il CORIAN, la lastra del piano ha uno spessore di 6mm per sfruttare le proprietà di traslucenza del materiale e far passare la luce dei LED RGB posti nei 6 spicchi del cerchio E Nella cupola di vetro posta al centro del tavolo ci sono 6 TELECAMERE puntate su ognuno degli utenti del training E Al centro della montatura una MICROCAMERA registra le epressioni del viso e le invia all'API, che le restituisce sotto forma di luce colorata attraverso i LED RGB che illuminano le lenti dell'occhiale Percezione aumentata. Visualizzare l’emozione. Elisa Gelmetti - Emilio Giovio Percezione Aumentata. Guardare il mondo con occhi migliori. Andrea Sancetta, Matteo Tagnocchetti Il museo metterà a disposizione dei visitatori questi occhiali per diverse attività didattiche e visite guidate sia all’interno che all’esterno permettendo di vivere l’esperienza della realtà aumentata. Andrea Sancetta - Matteo Tagnocchetti ConceptStrumento dell’estensione sensoriale Occhiali Sensibili ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’Amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 L’introduzione di un sistema progettato per essere la nostra estensione sensoriale. Sono occhiali dotati di tecnologia wearable in grado di compiere diverse funzioni selezionabili tramite comandi posti sulla montatura. Visione termica Lunghezze d’onda regolabili Lenti-schermo Comandi Visione campi elettromagnetici Percentuale elementi chimici nell’aria Funzioni ConceptDettagli Nicolas Rossi - Alberto Vairani Brainy Wrist ESTENSIONE Laboratorio di Sintesi Finale. Docenti: G. Ceppi, F. D’amico, M. Facchinetti, F. Samorè – Design degli Interni. Politecnico di Milano, a.a. 2014/15 Auricolare Brainy Wrist Voice Control Accensione/Spegnimento Accensione con impronta digitale Tasto Ripeti/Annulla Volume Brainy Wrist. Non occorre guardare per muoversi. Nicolas Rossi, Alberto Vairani
  42. 42. BIBLIOGRAFIA Antonelli, Paola (a cura di). Talk to me : design and the communication between people and objects Besti, Fabio. Il corpo aumentato. Scenari per una tecnologia indossabile a servizio dell’uomo. Bittanti, Matteo. Il corpo perfetto. (Wired Italia, ottobre 2013. pp. 76-77). Capucci, Pier Luigi (a cura di). Il corpo tecnologico. L’influenza delle tecnologie sul corpo e sulle sue facoltà. Ceppi, Giulio. Awareness Design. Il design della consapevolezza: un percorso sperimentale. de Kerchove, Derrick. Brainframes. Mente, tecnologia, mercato. Finessi, Beppe (a cura di). Ultrabody. 208 opere tra arte e design. Negroponte, Nicholas. Essere digitali. Nowotny Helga, Testa Giuseppe. Geni a nudo. Ripensare l’uomo nel XXI secolo. WEB fastcompany.com fondazionebassetti.org senseable.mit.edu ted.com/playlists/144/should_we_redesign_humans thecreatorsproject.vice.com
  43. 43. ABOUT Docenza, biografia e contatti
  44. 44. Francesco Samorè - francesco.samore@fondazionebassetti.org Fabio Besti - fabio.besti@mail.polimi.it Fabio Besti è designer interdisciplinare. Sostenitore di un approccio olistico al design, i suoi progetti spaziano in molteplici ambiti come la comunicazione, l’architettura, l’interaction e il product design. Ottiene nel 2013 la Laurea Specialistica in Design del Prodotto per l’Innovazione al Politecnico di Milano, sviluppando una tesi sulle tecnologie indossabili con l’azienda californiana Jawbone. Oltre che a Milano, ha lavorato e vissuto a Barcellona e a Miami. In Spagna ha studiato all’Elisava - Escola de Disseny de Barcelona e ha lavorato come interaction and graphic designer per NicePeopleAtWork, nel settore multimedia. Negli Stati Uniti è stato invece creative coordinator e development manager per DiBari Innovation Design, sviluppando progetti principalmente in campo architettonico. www.fabiobesti.com | www.behance.net/fabiobesti Francesco Samorè è direttore scientifico di Fondazione Giannino Bassetti, la cui mission è promuovere la responsabilità nell’innovazione. Cura i rapporti tra la Fondazione e gli enti e istituzioni affini, nelle principali aree operative: Responsabilità dell’innovazione e governance; Responsabilità dell’innovazione e scienze della vita; Responsabilità dell’innovazione e impresa; Responsabilità dell’innovazione e rischio. Laureato in Storia economica, è dottore di ricerca (PhD) in storia dell’impresa e finanza aziendale. www.fondazionebassetti.org | www.francescosamore.it
  45. 45. Tutte le conferenze citate sono state parte del ciclo di open lectures: LE IDEE E LA MATERIA. DI COSA SAREMO FATTI E DI COSA SARÀ FATTO IL MONDO? Ideato e svoltosi parallelamente a INSTESTERNO e curato da MADEC, Material Design Culture Research Centre del Politecnico di Milano. Tutti gli ospiti in ordine cronologico di intervento: Giuseppe Testa (Istituro Europeo di Oncologia), Pietro Cecini (Roadrunner Foot), Matteo Lai (Empatica), Michelangelo Pistoletto (pittore e scultore), Clino Trini Castelli (Castelli Design), Roberto Cingolani (Istituto Italiano di Tecnologia), Chris Bangle (Chris Bangle Associates), Maurizio Montalti (Officina Corpuscoli), Raymundo Sesma (artista multimediale), Tiziana Monterisi (Nova Civitas, Fond. Pistoletto), Marco Baudino (Future Power), Marc Augè (antropologo), Stefano Marzano (designer). Programma completo scaricabile qui. www.madec.polimi.it Gruppo di ricerca Marinella Ferrara (coordinatore), Giampiero Bosoni, Giulio Ceppi, Andrea Ratti, Chiara Lecce, Sebastiano Ercoli, Naike Cogliati www.polimi.it Piazza Leonardo da Vinci, 32 20133 Milano. Laboratorio di Sintesi Finale - Design degli Interni. Laurea Triennale a.a. 2014/15. Politecnico di Milano 1. Estensione 2. Osmosi 3. Inclusione 4. Corpi ideati Francesco Samorè Massimo Facchinetti Fortunato D’Amico Giulio Ceppi (coordinatore) Fabio Besti Matteo Artusi Davide Airoldi Edoardo Radice Moduli Docenti Cultori della materia patrocinio contributo scientifico con il supporto di media partner
  46. 46. GRAZIE

×