Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Con il contributo
Essere migranti.
Dalla Nigeria alla Germania
Lorenzo Bagnoli
Vivere l’esperienza del viaggio in prima persona. Si parte dalla Nigeria, lo Stato di Edo,
da cui proviene la maggior part...
From Benin City to Italy
(54’)
(guarda il documentario)
Patrick Kinglsey
People smugglers using
Facebook to lure
migrants into ‘Italy trips’
The guardian
02.05.2015
(Leggi l’arti...
Medium.com
(Continua a leggere)
Jonas viene dall’Eritrea: “Ho lasciato il mio Paese perché dopo la
scuola non trovavo lavo...
La storia di Jonathan
(Ascolta)
Freelance con la passione per le inchieste. Scrive soprattutto di criminalità
organizzata transnazionale, immigrazione e c...
Con il contributofestivaldirittumani.it
#ioalzolosguardo
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

A scuola di Diritti Umani: essere migrante

507 views

Published on

Dalla Nigeria alla Germania, sintesi della lezione di Lorenzo Bagnoli, giornalista. Il progetto A scuola di Diritti Umani è realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo dal Festival dei Diritti Umani di Milano.
www.festivaldirittiumani.it

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

A scuola di Diritti Umani: essere migrante

  1. 1. Con il contributo
  2. 2. Essere migranti. Dalla Nigeria alla Germania Lorenzo Bagnoli
  3. 3. Vivere l’esperienza del viaggio in prima persona. Si parte dalla Nigeria, lo Stato di Edo, da cui proviene la maggior parte dei migranti che approda in Italia. Senza prospettive, istruzione o lavoro ma con la curiosità di conoscere il mondo, l’unica cosa che si può fare è partire – nonostante gli avvertimenti che si trovano sui social media. Come si trovano i contatti? Sui social network. Oppure attraverso il passaparola. O ancora, per le donne, attraverso le famiglie. Lo smartphone è la loro porta aperta sul mondo. Ogni singolo spostamento viene tracciato sul telefono e attraverso Facebook cercano di contattare connazionali che si possono trovare lungo il loro cammino. Essere migranti
  4. 4. From Benin City to Italy (54’) (guarda il documentario)
  5. 5. Patrick Kinglsey People smugglers using Facebook to lure migrants into ‘Italy trips’ The guardian 02.05.2015 (Leggi l’articolo)
  6. 6. Medium.com (Continua a leggere) Jonas viene dall’Eritrea: “Ho lasciato il mio Paese perché dopo la scuola non trovavo lavoro”, spiega in un buon inglese. È scappato per un desiderio e non per la guerra. “Ora ho 20 anni: è da sette che viaggio. Ho trascorso alcuni anni a Khartoum in Sudan, dove facevo le pulizie, e poi altri in Libia, prima di attraversare il Mediterraneo”. Quindi, la risalita dello Stivale, passando per Roma. Ora è fermo alla stazione del Brennero, penultima casella prima della fine del gioco dell’oca. Il premio: rifarsi una vita, in Germania. […] Respinti dalla “trilaterale” e accolti dai “cittadini liberi”
  7. 7. La storia di Jonathan (Ascolta)
  8. 8. Freelance con la passione per le inchieste. Scrive soprattutto di criminalità organizzata transnazionale, immigrazione e corruzione. È coordinatore di IRPI, il primo centro di giornalismo investigativo in Italia, e collabora con Osservatorio Diritti, Il Fatto Quotidiano, l’Espresso, Business Insider Italia e altre testate, italiane e straniere. È curatore del libro+DVD di Pietro Grasso “Lezioni di mafia” (Sperling&Kupfer 2014) e ha scritto con Lorenzo Bodrero e Luca Rinaldi “Scacchiera Expo – La mappa del potere” (Informant, 2015). Lorenzo Bagnoli
  9. 9. Con il contributofestivaldirittumani.it #ioalzolosguardo

×