Violenza sulle donne
raccomandazioni e convenzioni

by Fabio.Pipinato@gmail.com
Quarant'anni di silenzio
1945 – Mentre l’affermazione dei diritti all’eguaglianza
e il divieto di discriminazione sono par...
by Fabio.Pipinato@gmail.com
Raccomandazione n. 12
1989 - Esattamente dieci anni dopo l’adozione della
convenzione, il Comitato Cedaw stila la
Raccoman...
Seconda Raccomandazione




1991- Ci vollero ancora altri due anni perché il
Consiglio Economico e Sociale dell’Onu dess...
by Fabio.Pipinato@gmail.com
La Dichiarazione sull’eliminazione della violenza
contro le donne
1993 – Nella Conferenza di Vienna sui diritti umani, le
...
by Fabio.Pipinato@gmail.com
Pechino - 1995
Negli anni seguenti, il tema della violenza contro le
donne ritorna centrale nella Conferenza di Pechino, e...
by Fabio.Pipinato@gmail.com
Obiettivi del millennio

by Fabio.Pipinato@gmail.com
by Fabio.Pipinato@gmail.com
Responsabilità dei privati e
responsabilità degli Stati
La Convenzione sull’eliminazione di tutte le forme di
discriminazi...
by Fabio.Pipinato@gmail.com
Pachino + 5
Nella Conferenza di Pechino + 5, le donne hanno
"portato a casa" l’impegno dei governi a "trattare tutte
le fo...
by Fabio.Pipinato@gmail.com
Convenzione di Istanbul
2011 - 2013
2013. Con l'approvazione unanime da parte del Senato del disegno di
legge di ratifica ...
by Fabio.Pipinato@gmail.com
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Violenza sulle donne. Raccomandazioni e diritto internazionale

428 views

Published on

la violenza sulle donne. Raccomandazioni e diritto internazionale.
Mentre l’affermazione dei diritti all’eguaglianza e il divieto di discriminazione sono parte integrante del sistema dei diritti umani sin dagli inizi, il tema della violenza contro le donne entra nel dibattito internazionale su questi temi molto tardi.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
428
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Violenza sulle donne. Raccomandazioni e diritto internazionale

  1. 1. Violenza sulle donne raccomandazioni e convenzioni by Fabio.Pipinato@gmail.com
  2. 2. Quarant'anni di silenzio 1945 – Mentre l’affermazione dei diritti all’eguaglianza e il divieto di discriminazione sono parte integrante del sistema dei diritti umani sin dagli inizi, il tema della violenza contro le donne entra nel dibattito internazionale su questi temi molto tardi.  1979 - La Convenzione Cedaw (Convention on the Elimination of All Forms of Discrimination against Women), che è il principale trattato internazionale in materia di diritti umani delle donne, non contiene norme esplicite sul dovere degli stati di combattere la violenza contro le donne. Nel 1979 tale termine non compare nella Convenzione.  by Fabio.Pipinato@gmail.com
  3. 3. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  4. 4. Raccomandazione n. 12 1989 - Esattamente dieci anni dopo l’adozione della convenzione, il Comitato Cedaw stila la Raccomandazione Generale n.12, nella quale si invitano gli Stati, nei loro rapporti periodici, a fornire informazioni sulle leggi e le iniziative a livello nazionale per tutelare le donne da ogni forma di violenza nella vita quotidiana - compresa la violenza sessuale, la violenza domestica, le molestie - e per fornire loro assistenza e servizi. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  5. 5. Seconda Raccomandazione   1991- Ci vollero ancora altri due anni perché il Consiglio Economico e Sociale dell’Onu desse l’incarico al Comitato stesso di contribuire a stilare uno "strumento internazionale" sulla violenza contro le donne 1992 - e altri due anni di negoziato sul testo da adottare, modellato in buona parte sui contenuti di una seconda Raccomandazione del Cedaw. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  6. 6. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  7. 7. La Dichiarazione sull’eliminazione della violenza contro le donne 1993 – Nella Conferenza di Vienna sui diritti umani, le associazioni delle donne riescono finalmente ad ottenere due risultati importanti: l’impegno a varare la Dichiarazione sull’eliminazione della violenza contro le donne, poi adottata dall’Assemblea generale il 20 dicembre 93, e l’istituzione di una Relatrice speciale sulla violenza contro le donne, Radika Coomaraswamy. La Dichiarazione fornisce per la prima volta una definizione ampia della violenza contro le donne, definita come "qualunque atto di violenza sessista che produca, o possa produrre, danni o sofferenze fisiche, sessuali o psicologiche, ivi compresa la minaccia di tali atti, la coercizione o privazione arbitraria della libertà, sia nella by Fabio.Pipinato@gmail.com vita pubblica che nella vita privata."
  8. 8. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  9. 9. Pechino - 1995 Negli anni seguenti, il tema della violenza contro le donne ritorna centrale nella Conferenza di Pechino, e poi nel dibattito della Commissione donne dell’Onu, della Commissione diritti umani, dell’Assemblea generale, fino alla stessa Assemblea del Millennio, che nella sua Dichiarazione finale pone la lotta alla violenza delle donne come uno degli obiettivi centrali delle Nazioni Unite del 2000. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  10. 10. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  11. 11. Obiettivi del millennio by Fabio.Pipinato@gmail.com
  12. 12. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  13. 13. Responsabilità dei privati e responsabilità degli Stati La Convenzione sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne afferma esplicitamente che gli stati si impegnano a "prendere ogni misura adeguata per eliminare la discriminazione contro le donne da parte di qualsivoglia persona, organizzazione o impresa". La Dichiarazione del 1993 afferma che gli Stati dovranno: "esercitare la debita diligenza nel prevenire, indagare e punire, ai sensi della legislazione nazionale, gli atti di violenza contro le donne, siano essi compiuti dallo Stato o da soggetti privati." by Fabio.Pipinato@gmail.com
  14. 14. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  15. 15. Pachino + 5 Nella Conferenza di Pechino + 5, le donne hanno "portato a casa" l’impegno dei governi a "trattare tutte le forme di violenza contro le donne e le bambine come reati penali punibili dalla legge, compresa la violenza fondata su qualsivoglia forma di discriminazione"; e il riconoscimento, per la prima volta in un documento internazionale, dei "delitti commessi in nome dell’onore", dei "delitti commessi in nome della passione" e degli "attacchi con l’acido" come alcune delle forme che prende la violenza contro le donne, e che dunque vanno puniti. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  16. 16. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  17. 17. Convenzione di Istanbul 2011 - 2013 2013. Con l'approvazione unanime da parte del Senato del disegno di legge di ratifica della Convenzione di Istanbul, il nostro Paese compie un passo storico nel contrasto della violenza di genere. Le linee guida tracciate dalla “Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica”, redatta ad Istanbul l’11 maggio 2011, costituiranno il binario per varare al più presto efficaci provvedimenti, a livello nazionale, per prevenire e contrastare questo fenomeno. L’Italia vuole ripagare un debito, incolmabile, nei confronti delle tante donne uccise dai mariti, fidanzati, partner o ex partner violenti ed intende tutelare e proteggere le donne dalla violenza maschile. by Fabio.Pipinato@gmail.com
  18. 18. by Fabio.Pipinato@gmail.com

×