Spunti di riflessione in ordine
alla fatturazione elettronica ed
alla conservazione sostitutiva

        Annalisa Cazzato
Fatture analogiche e fatture
            elettroniche
Fattura analogica           Fattura elettronica
Per la fattura analo...
Modalità di tenuta di libri e registri
 Libri contabili       Libri contabili        Libri contabili
tenuti in forma      ...
Cosa chiedere al legislatore
  1.    Operare con coerenza guardando a quello che si è
                fatto e quello che s...
Cosa chiedere al legislatore
Dubbio:    quando l’articolo 2215 bis fa
 riferimento “alle registrazioni relative” al
 trime...
Cosa chiedere al legislatore
   2. Rendere chiara la ratio delle norme
Dubbio: quale è lo scopo dell’articolo 2215
 bis c....
Cosa chiedere al legislatore
    3. Utilizzare gli strumenti “più appropriati”
Occorre distinguere quando servono norme
 g...
Cosa chiedere al legislatore
 4. Saper coordinare esigenze generali ed
                esigenze settoriali
Le proposte di ...
Cosa chiedere al legislatore
   5. Puntualità e tecnicità nel dettato normativo
Non sono rari i casi in cui i maggiori dub...
Cosa chiedere al legislatore
             6. Di essere “graduale”…
Le norme devono essere in grado di assecondare
  e non ...
Cosa chiedere al legislatore
Ai fini fiscali, ad esempio, le modalità tradizionali di
  assolvimento di molti tributi sono...
Cosa chiedere al legislatore
… ma nello stesso tempo di fungere da
 motore intelligente per promuovere lo
                ...
Cosa chiedere all’AF
1. Non certamente di cambiare le norme …
Non sono rari i casi in cui è stato chiesto in
   via interp...
Cosa chiedere all’AF
2. Di non tradire lo spirito delle norme e le
  intenzioni del legislatore
 3. Di venire incontro all...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Assemblea ANORC parte pubblica, Anna Luigia Cazzato - Agenzia delle Entrate

1,055 views

Published on

Assemblea ANORC parte pubblica
Giovedì 5 novembre '09
Anna Luigia Cazzato - Agenzia delle Entrate
Le nuove prospettive della dematerializzazione documentale: scenari, strumenti, nuove regole e criticità da superare

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,055
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Assemblea ANORC parte pubblica, Anna Luigia Cazzato - Agenzia delle Entrate

  1. 1. Spunti di riflessione in ordine alla fatturazione elettronica ed alla conservazione sostitutiva Annalisa Cazzato
  2. 2. Fatture analogiche e fatture elettroniche Fattura analogica Fattura elettronica Per la fattura analogica La fattura è formata nel valgono le regole rispetto delle garanzie di tradizionali, quanto alla legge; si ha per emessa compilazione in duplice all’atto della sua esemplare, alla consegna consegna, spedizione o, o alla spedizione. Può come normalmente essere anche trasmessa accade, con la sua con mezzi informatici ma trasmissione per via questo non la rende, per elettronica. Quest’ultima ciò solo, una fattura è consentita solo previo elettronica. accordo con il destinatario
  3. 3. Modalità di tenuta di libri e registri Libri contabili Libri contabili Libri contabili tenuti in forma tenuti con elettronici cartacea sistemi meccanografici - Sono formati - Sono aggiornati e - Non sono stampati e ed aggiornati vengono mesi dalla sono entro tre stampati resi immodificabili entro la direttamente su scadenza del termine data dell’ultima carta di presentazione delle registrazione di dichiarazioni periodo o comunque non oltre tre mesi dalla scadenza del termine di presentazione delle dichiarazioni
  4. 4. Cosa chiedere al legislatore 1. Operare con coerenza guardando a quello che si è fatto e quello che si intende fare. L’articolo 23, comma 5 si occupa della conservazione di alcuni documenti analogici originali “unici”, connotati da evidenti esigenze pubblicistiche. Per questi, ai fini della conservazione è necessario l’intervento del PU. Dubbio: che fine fanno le regole generali sulla conservazione di TUTTI gli altri documenti analogici originali unici? La novità, infatti, non appare coordinata alla disciplina generale sulla conservazione (segue)…
  5. 5. Cosa chiedere al legislatore Dubbio: quando l’articolo 2215 bis fa riferimento “alle registrazioni relative” al trimestre precedente, vuole riferirsi alle registrazioni “effettuate” nel trimestre precedente o intende abrogare l’art. 22 del d.P.R. 600/73 che concede 60 giorni per effettuare le registrazioni???
  6. 6. Cosa chiedere al legislatore 2. Rendere chiara la ratio delle norme Dubbio: quale è lo scopo dell’articolo 2215 bis c.c., comma 3? Individuare un equivalente di adempimenti, come quelli della bollatura e vidimazione, difficilmente esportabili in ambiente informatico o porre obblighi di stabilizzazione trimestrali valevoli per tutti i libri ed i registri?
  7. 7. Cosa chiedere al legislatore 3. Utilizzare gli strumenti “più appropriati” Occorre distinguere quando servono norme generali ed astratte (leggi) quando serve, invece, una normativa tecnica di dettaglio (regolamenti) e quando, infine, non serve alcun intervento normativo perché il problema può avere una soluzione prettamente interpretativa. In questo caso, infatti, una norma rischia di essere troppo legata al caso concreto.
  8. 8. Cosa chiedere al legislatore 4. Saper coordinare esigenze generali ed esigenze settoriali Le proposte di modifica normativa devono essere studiate in modo da individuare il giusto punto di equilibrio tra l’esigenza di semplificazione (che depongono certamente per l’individuazione di regole unitarie di gestione documentale) ed il rispetto della peculiarità di taluni settori
  9. 9. Cosa chiedere al legislatore 5. Puntualità e tecnicità nel dettato normativo Non sono rari i casi in cui i maggiori dubbi interpretativi sono sorti a causa della atecnicità o dell’ambiguità delle espressioni normative, spesso mutuate dalla terminologia comune. Gli esempi sarebbero vari: la “marcatura temporale” dell’art. 2215 bis, il concetto di “detentore” di cui all’art. 23 del CAD…
  10. 10. Cosa chiedere al legislatore 6. Di essere “graduale”… Le norme devono essere in grado di assecondare e non anticipare eccessivamente l’adeguamento da parte delle amministrazioni, come dei privati, alle nuove tecnologie. La rivoluzione tecnologica ha bisogno di trovare “terreno fertile” e non essere percepita come un onere ingestibile (segue)…
  11. 11. Cosa chiedere al legislatore Ai fini fiscali, ad esempio, le modalità tradizionali di assolvimento di molti tributi sono del tutto inadeguate all’avvento dell’elettronica; solo per fare qualche esempio come si registrano i documenti elettronici? Come si assolve il bollo o la tassa di concessione governativa? Servono tavoli di lavoro che realizzano una modifica radicale di alcuni TU… e nel frattempo? Servono norme “intelligenti” come l’art. 23, comma 2 bis, CAD che equipara le “copie cartacee autenticate dal P.U. autorizzato” all’originale informatico al fine di assolvere transitoriamente gli adempimenti fiscali.
  12. 12. Cosa chiedere al legislatore … ma nello stesso tempo di fungere da motore intelligente per promuovere lo sviluppo
  13. 13. Cosa chiedere all’AF 1. Non certamente di cambiare le norme … Non sono rari i casi in cui è stato chiesto in via interpretativa di modificare il contenuto delle norme … Per esempio, il termine di conservazione delle fatture elettroniche è di 15 giorni e tale previsione non è derogabile in via interpretativa
  14. 14. Cosa chiedere all’AF 2. Di non tradire lo spirito delle norme e le intenzioni del legislatore 3. Di venire incontro alle esigenze dei contribuenti 4. Di interpretare evolutivamente il dato normativo, se necessario superando il dato letterale, specie ove questo è impreciso 5. Di prescegliere la soluzione di più agevole applicazione e semplificatoria, nel rispetto delle esigenze di controllo.

×