Successfully reported this slideshow.
Your SlideShare is downloading. ×

Terrapiattismo

Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Upcoming SlideShare
Scienzaintv
Scienzaintv
Loading in …3
×

Check these out next

1 of 2 Ad

More Related Content

Similar to Terrapiattismo (20)

More from Emanuela Notari (20)

Advertisement

Recently uploaded (20)

Terrapiattismo

  1. 1. 38 MENTE&FINANZA A l mondo ci sono persone che credono che la Terra sia piat- ta. Niente di male, non dan- neggiano nessuno e sono libere di crederlo. Ci sono anche persone che credo- no che la Shoah non ci sia mai stata . Il bello della democrazia è pro- prio che ciascuno può fare quel che vuole purché non faccia male a nessuno, come succede quando invece si crede che i vaccini siano dannosi e si decide di non vaccina- re il proprio figlio che siede nello stesso banco di un bimbo più sog- getto di altri a cadere vittima di malattie che credevamo scompar- se. Il lato bello del laissez-faire demo- cratico non prevede però l’effetto del combinato disposto di: a)un rilancio all’infinito di queste fake news in giro per il mondo attraverso la rete b)l’associazione algoritmica delle varie fake news di tipo complottistico, con la relativa creazione di grumi di idiozia ad uso e consumo di fruitori passivi. E’ ciò che secondo una ricer- ca della Texas Tech University avrebbero fatto Youtube e i mo- tori di ricerca, propinando video sul “terrapiattismo” a chi aveva già visto un video sull’ipotesi che la tragedia delle Torri Gemelle del 15 settembre 2001 sia stata opera degli stessi servizi segreti ameri- cani o che l’allunaggio del 20 lu- glio 1969 sia stato una montatu- ra o ancora che gli extraterrestri esistano e siano conservati in un mix di formalina e alcol nell’Area di Luisa TerenzioDOSSIER GRANDI SORELLE 5 TERRAPIATTISMO DA FAKE NEWS A FENOMENO DI MASSA
  2. 2. 39MENTE&FINANZA 51. In pratica, gli algoritmi han- no proposto a un pubblico incli- ne al complottismo ogni sorta di fantasia cospiratoria, ivi compre- so il terrapiattismo. Così, dal 2009 ad oggi, in dieci anni, questa strana combriccola ha visto crescere i propri adepti esponenzialmente, tra Inghilter- ra e Stati Uniti: secondo le sta- tistiche, il 2% degli americani crede al terrapiattismo e un altro 7% è disposto a crederlo. Circa 29 milioni di persone, mica noc- cioline. I terrapiattisti ci sono anche da noi, non ci facciamo mancare niente, ma è ovvio che argomen- tazioni pseudoscientifiche su un ipotetico pianeta piatto in inglese vedono qualche ostacolo alla loro diffusione. Per questo la teoria è più popolare negli USA e in In- ghilterra, dove peraltro sarebbe nata nell’800 del secolo scorso, poi a più riprese sparita e tornata alla ribalta. Fino a prendere piede negli USA. Abbiamo cercato di capire come sia possibile che, pur in un pae- se dove ci sono raduni delle sette più stravaganti, continuino ogni anno a trovarsi i sostenitori di un altopiano terrestre in cui il Polo Nord sarebbe al centro della piana e il Polo Sud sarebbe una circonferenza ghiacciata estrema, atta a fermare gli oceani… La luna e il sole girerebbero intor- no alla Terra provocando il giorno e la notte. Sulle eclissi di luna han- no ancora pareri discordanti tra i quali sembra emergere l’opzione di una contro-luna, una specie di governo ombra lunare che di tan- to in tanto oscura l’astro. E la for- za di gravità non esisterebbe, ma esisterebbe una forte pressione dall’alto, una sorta di dark energy che spiega perché le cose cadano dall’alto verso il basso.. Le spiegazioni sono infinite e, sostengono che tutte le immagini spaziali che mostrano il nostro pianeta da lontano in tutta la sua rotondità siano photoshoppate. Quindi sì, tecnicamente ha ra- gione il Texas Tech University e The Guardian che ne ha fatto una bellissima indagine giornalistica: Youtube involontariamente con i suoi algoritmi ha diffuso il virus tra le persone più facilmente in- fettabili. Ma sociologicamente parlando, più di Youtube poté il disincanto e la sfiducia nelle istituzioni che portano minoranze abbandonate a se stesse a cercare nella dico- tomia noi-loro la ragione di una lotta per la verità tanto malripo- sta quanto simbolica di una vo- glia di riscatto profonda. Così solitudine e ineguaglianza portano i più fragili a cercare evidenze di un complotto contro di loro, il solo che possa giustifi- care la profonda ingiustizia che vuole che per alcuni il nostro pianeta sia paffuto e per altri piatto. come ci si aspetta da una teoria complottistica, partono dall’i- dea che i poteri forti dell’univer- so –le agenzie spaziali di tutto il mondo - ci mantengano nella illusione che la terra sia rotonda per conservarci nell’ignoranza e dominarci. Perché? Perché così potrebbero distogliere per fini diversi gli ingenti finanziamenti destinati ai viaggi spaziali. Tutto sarebbe nato infatti du- rante la Guerra fredda, quando tra USA e URSS c’era una lotta perpetua per il primato nell’e- splorazione spaziale. Così gli americani si sarebbero inventati l’allunaggio dell’Apollo 11, per guadagnarsi un primato rispetto ai russi. E onestamente sull’ipo- tesi che quantomeno le foto e le riprese dell’allunaggio di Arm- strong e compagni siano false, al- meno loro, pochi conservano an- cora dei dubbi. Quindi, se hanno mentito su questo tema, perché non dovrebbero mentire sull’Area 51 e gli extraterrestri, sull’11 set- tembre e sulla forma della Terra? Così i fanatici del terrapiattismo Terra piatta, ci crede il 2% degli Americani e il 7% è disposto a crederci

×