Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Abbandono Scolastico e Devianza Minorile

2,787 views

Published on

Conferenza tenuta dal Dott. Emanuel Mian, giudice onorario minorile presso la Corte d'Appello di Trieste presso il carcere minorile di Napoli nel 2008. I temi trattati vertono su una metanalisi ed una raccolta di dati riguardo l'abbandono scolastico e la devianza minorile in Italia illustrati dallo psicologo e presidente dell'Istituto di Ricerca Internazionale sul Disagio e la Salute nell'Adolescenza (IRIDSA) dinanzi al Ministro per la Pubblica Istruzione.

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Abbandono Scolastico e Devianza Minorile

  1. 1. Abbandono Scolastico: incidenza sulla devianza minorile Emanuel MianIstituto di Ricerca Internazionale sul Disagio e la Salute nell’ Adolescenza
  2. 2. Un quadro della situazione tassi di drop-out scolastico• 1959/60 = il 49% dei 13 enni• 1975/76 = il 3,5% dei 13 enni(dati CENSIS)
  3. 3. Un quadro della situazione tassi di drop-out scolastico La dispersione non si identifica unicamente con l’abbandono, ma riunisce in sé un insieme di fenomeni quali: • Irregolarità nelle frequenze • Ritardi • Non ammissione all’anno successivo • Ripetenze • Interruzioni che possono sfociare nell’uscita anticipata dei ragazzi dal sistema scolastico Tasso di abbandono scolasticoal I anno della Scuola Secondaria di secondo grado Statale e non Statale (fonte MPI-Direzione Generale Studi e Programmazione)
  4. 4. Cause della dispersione scolastica• socio-culturalipovertà culturale della famiglia dorigine (analfabetismo o basso livello di scolarizzazione)scarse aspettative verso listruzione/ verso la riuscita scolastica• socio economichecondizioni economiche e posizione professionale dei genitorisituazione culturale e titolo di studio dei genitori• scolasticheorganizzazione dellinsegnamentocontesto comunicativo e relazionale/ rapporto con gli insegnanti• personalivissuti,atteggiamenti e comportamenti dei soggetti in ordine alladattamento richiesto dalla scuolaResearch for Better School (McCann 1991)
  5. 5. Identificare lo “studente a rischio” Le dimensioni da analizzare e sui cui intervenire sono:• socio-famigliareinclude le situazioni familiari, scolastiche, del gruppo dei pari: i microgruppi più o meno integrati• socio pedagogicainclude la capacità di raggiungere determinati standard educativi identificati come modelli referenziali• Individuale e fisiologicaInclude le variabili biologiche e neurofisiologiche (iperattivita’, dislessia, handicap)• Individuale psicopatologicaassenteismo scolastico, uso di droghe ed altri comportamenti deviantiResearch for Better School (McCann 1991)
  6. 6. DEVIANZA CONFORMITA’ ALLA NORMA
  7. 7. Adolescenti ad Alto Rischio di Abbandono Scolastico e Devianza: una meta-analisi• Maschi• Tra i 16 e 19 anni• Frequentano Istituti Professionali/Tecnici• Stima di sè inferiore ai coetanei• Meno fiducia nelle proprie capacita’ scolastiche• Minore sensazione di riuscita nel far fronte ai problemi quotidiani• Pessimistiche attese di successo per il proprio futuro• Elevati livelli di stress e di sentimenti depressivi• Uso del tempo libero in attivita’ prive di progettualita’ essenzialmente fuori casa
  8. 8. Fattori scolastici che favoriscono la devianza• scarse attese nei confronti dellinsegnamento• partecipazione scarsa nelle attività scolastiche• rendimento scarso nei primi anni scolastici• abilità verbali deboli• assenze scolastiche• conduzione inefficace della classe da parte degli insegnanti• Dryfoos (1990)
  9. 9. Disagio Sociale Devianza Sofferenza Scolastica Evasione Scolastica Abbandono Scolastico
  10. 10. DISAGIO SOCIALE DISPERSIONE SCOLASTICADEVIANZA EVASIONE SCOLASTICA Istituto di Ricerca Internazionale sul Disagio e la Salute nell’Adolescenza
  11. 11. DEVIANZA ABBANDONO SCOLASTICODISAGIO SOCIALE
  12. 12. “Sofferenza Scolastica”• Difficile rapporto dei giovani con:• Chi insegna• Ciò che insegna• Il loro vissuto• I livelli minimi di sapere indispensabiliL’abbandono scolastico rappresenta la punta di un iceberg di disagionel disagio, che penalizza soprattutto i più fragili, quelli meno favoritidai fattori ambientali (economici-socioculturali-famigliari)
  13. 13. Fattori di Protezione dal Rischio•Percezione del Rischio (Cattelino, 2000)•Conoscenza delle Possibili Conseguenze Negative IMPORTANTI MA NON SUFFICIENTI Conoscenza del rischio“spostata nel tempo” puo’ inattivare tali fattori
  14. 14. Quali azioni intraprendere? E’ necessario:•Offrire “alternative” valide e condivisibili dai giovani•Migliorare le “life skills” stimolando la progettualita’ individuale•Educare al “problem solving”•Rilevare, gestire ed analizzare i dati della dispersione scolastica (evasione totale,frequenza irregolare, insuccesso scolastico, ritardo scolastico, disagio scolastico)•Costruire indicatori, qualitativi e quantitativi•Diffondere le informazioni alle Istituzioni scolastiche interessate•Sviluppare politiche di prevenzione di recupero degli alunni dispersi Istituto di Ricerca Internazionale sul Disagio e la Salute nell’Adolescenza
  15. 15. Sistema ScolasticoL’abbandono scolastico è sicuramente un indicatore della qualità delsistema formativo. E’ necessario pertanto monitorare costantemente la qualita’ dell’ insegnamento scolastico e dell’ambiente scolastico nel:• Macrolivello (nazionale);• Mesolivello (circoscrizione locale);• Microlivello (istituto).• Migliorare le modalità del passaggio da un ordine di scuola all’altro (accoglienza per la continuità educativa)• Delimitare l’emergenza del bullismo o teppismo scolastico• Favorire apprendimento contestualizzato in ottiche professionalizzanti
  16. 16. Modello Ecologico delle strutture ambientali di cui l’individuo fa esperienza (Bronfenbrenner, 1986/2002)
  17. 17. CONCLUSIONI MOTIVARE e STIMOLARE AD APPRENDERE La scuola deve ritornare ad essere il luogo deputato ad educare e non solo a formare.Se questo ruolo e’ sostituito dai coetanei o peggio, dalla strada, l’abbandono scolastico e la deviazione minorile sono le uniche valide risposte I giovani conoscono le conseguenze delle loro azioni pertanto è necessario Conoscere le motivazioni dell’abbandono scolastico che sembra essere la “scelta migliore”. Emanuel Mian Istituto di Ricerca Internazionale sul Disagio e la Salute nell’Adolescenza

×