Web & App Mobile per Enti pubblici

1,203 views

Published on

Presentazione di soluzioni web e mobile per Enti Pubblici.

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,203
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Web & App Mobile per Enti pubblici

  1. 2. Un unico data entry per visualizzare i dati su tutte le piattaforme.
  2. 3. Geoportali
  3. 4. Geoportale da consultare sul web
  4. 5. Il Geoportale: una vetrina delle eccellenze Una vera e propria “vetrina” delle eccellenze culturali ed enogastronomiche all’interno di un sito o portale istituzionale. •  possibilità di effettuare ricerche fra i PDI • suddivisione in categorie • rilevamento in automatico della posizione dell’utente • visualizzazione del routing, indicando distanze e percorso sia in formato testuale che sulla mappa Google (basata sulle nuove API3, con quattro differenti tipi di visualizzazione). • una scheda che illustra dettagliatamente il punto di interesse fornendo informazioni quali: immagine, indirizzo, collegamento a sito web, telefono, e-mail e testo descrittivo (fino a 1600 caratteri). • possibilità di modificare i dati istantaneamente e in remoto con l'utilizzo del nostro software Eclient . Esempio di scheda per pdi
  5. 6. Applicazioni per GPS
  6. 7. Eguides per GPS I turisti possono finalmente consultare le info relative al territorio che stanno visitando trasformando il proprio GPS in guida turistica. Le informazioni sono disponibili “ on the road”, mentre ci si trova sul territorio. Il navigatore porta direttamente al punti di interesse prescelto, evitando al turista di perdersi.
  7. 8. Applicazioni mobile per iPhone, Android e Smartphone
  8. 9. Scelta fra differenti categorie, per esempio Cultura Risultati della ricerca Dettaglio scheda pdi Esempio di App che descrive un territorio
  9. 10. Menu di ricerca Dettaglio scheda pdi Esempio di app museale
  10. 11. QR Code deriva da Quick Response , risposta rapida. E’ un codice a barre bidimensionale, in grado di contenere dati o link Grazie ad un applicativo scaricabile dal web i dati contenuti nel QR code vengono trasferiti sul cellulare, smart phone, Iphone e vari devices e possono essere consultati. I QR Code sono integrati nelle Eguides. … più che un codice è un nuovo modo di comunicare!
  11. 12. Forniamo anche il QR Code per la distribuzione dell’applicazione e la relativa landing page Esempio di landing page
  12. 13. Corsi WEB 2.0 per Enti Pubblici
  13. 14. Corso web travel 2.0 per Enti Pubblici <ul><li>Il corso è stato pensato per operatori del settore pubblico con l’obiettivo di fornire gli strumenti teorico-pratici per confrontarsi con le opportunità/minacce della comunicazione web nel settore turistico. </li></ul><ul><li>Dal web 1.0 al web 2.0 </li></ul><ul><li>Chi è il turista 2.0 </li></ul><ul><li>Utilizzare le nuove tecnologie informatiche per attirare i turisti </li></ul><ul><li>Strumenti gratuiti di Google </li></ul><ul><li>Facebook per il turismo: perché e come una PA dovrebbe investire sui social media? </li></ul><ul><li>Trasformare Facebook e Twitter da contesti ludici ad opportunità di promozione del territorio </li></ul><ul><li>Realizzare un “fan page” da utilizzare su Facebook </li></ul><ul><li>Scrivere sui Social </li></ul><ul><li>Perché ci scelgono i turisti? </li></ul><ul><li>Google Alert e Tripadvisor </li></ul><ul><li>Case history </li></ul><ul><li>Strumenti di analisi GOOGLE Analitics: studio ed interpretazione dei parametri per verificare il successo o meno del proprio sito a fronte degli obiettivi fissati. </li></ul>
  14. 15. Strategia Marketing classica territoriale GESTIONE SEPARATA DELLA COMUNICAZIONE MEDIA stampa radio depliant… PORTALE SOCIAL
  15. 16. Social Media Marketing Relazionale GESTIONE INTEGRATA E TRASVERSALE DELLA COMUNICAZIONE MEDIA PORTALE SOCIAL
  16. 17. Social Media Marketing Relazionale • La comunicazione non può essere gestita da un unico dipartimento ma in maniera trasversale tra tutti gli attori. • Gestire i Social non significa “vendere” ma creare fiducia, credibilità e affidabilità ( BRAND REPUTATION) • Occorre porsi in “ascolto” e creare occasioni affinchè i turisti possano esprimere “la loro” (video, immagini, recensioni…)
  17. 18. Brand Reputation Gestire i Social non significa “vendere”, ma creare fiducia, credibilità e affidabilità (BRAND REPUTATION) per vendere in maniera indiretta. COMUNICAZIONI E AZIONI dirette • COMMENTI • RECENSIONI • CONSIGLI • ESPERIENZE DI VIAGGIO DEI TURISTI REPUTAZIONE ON LINE
  18. 19. Il mondo del turismo è in evoluzione, come è possibile gestire la reputazione on line del proprio territorio? attraverso il Social Team
  19. 20. Social Team Marketing Relazionale Responsabile di prodotto dell’Ente Pubblico Redazione interna Attori del territorio (strutture ricettive, ristoranti, attività economiche tipiche..) Creare una community di appassionati e fan del territorio, una specie di “piazza” dove il collante è la passione per i viaggi, l’enogastronomia, storia del territorio. Obiettivo
  20. 21. Social Team Marketing Relazionale OBIETTIVO: Creare una community di appassionati e fan del territorio, una specie di “piazza” dove il collante è la passione per i viaggi, l’enogastronomia, storia del territorio.
  21. 22. Formazione per gli imprenditori turistici del territorio: Corsi Orientering 2.0 - competenze base per gestire la reputazione on line della propria attività, attraverso la gestione diretta di Facebook, TripAdvisor e di altri strumenti gratuiti (Google Alert, Google Maps) - competenze base per acquisire nuova clientela attraverso l’utilizzo di un sito internet efficace (Google Analitics, SEO) AL TERMINE DEL CORSO L’IMPRENDITORE HA ACQUISITO : - obiettivi: gestione diretta del web, acquisizione nuova clientela - promozione e offerte prodotti on line tramite Social Network
  22. 23. Wine & More srl Camino Al www.eguides.it [email_address]

×