La cassetta degli attrezzi del bibliotecario

2,689 views

Published on

Published in: Business
1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,689
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
29
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • <number>
  • La cassetta degli attrezzi del bibliotecario

    1. 1. 1 La narrativa in biblioteca Modena 27 ottobre – 3 novembre 2010 Denise Picci denise.picci@gmail.com denise.picci@comune.forli.fc.it
    2. 2. 2 La cassetta degli attrezzi del bibliotecario (Luca Ferrieri)
    3. 3. 3 Riassunto delle puntate precedenti • Analisi e scomposizione del libro di narrativa – Elementi descrittivi cataloghi oggi – Accessi semantici indicizzazione – Elementi soggettivi readers advisory service – Elementi oggettivi cataloghi 2.0
    4. 4. 4 • Indicizzazione della narrativa – Stati Uniti d’America – Paesi Nordici – Italia
    5. 5. 5 • Readers Advisory service – Attivi – Passivi • Readers Advisory service “in economia”
    6. 6. 6 L’offerta editoriale copertina che vince non si cambia
    7. 7. 7
    8. 8. 8
    9. 9. 9 • Sardegna misteriosa • Serial writers • I vampiri non muoiono all’alba (purtroppo) • Tutte le sfumature del giallo • Il libro: l’ombelico del mondo • Impera l’arte
    10. 10. 10 Alcuni dati ISTAT – Cultura in cifre 2007 I libri 59.000 opere pubblicate (esclusa scolastica) Testi letterari classici 1.650 Testi letterari moderni 15.114 poesia e teatro 2.081 libri di avventura e gialli 2.067 altri romanzi e racconti 10.966
    11. 11. 11 I lettori • Almeno 1 libro l’anno 43,1% (-1% 2006) (24 milioni italiani) donne 48,9% uomini 37 % • 1 libro al mese 13,2% (3 milioni 200 mila italiani) AIE Associazione Italiana Editori Rapporto presentato alla Fiera del libro di Francoforte http://www.aie.it/LinkClick.aspx?fileticket=v5KGXL4WXPQ%3d&tabid=475
    12. 12. 12 La dieta mediatica degli italiani Sesto Rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione in Italia2006 LE DIETE MEDIATICHE DEGLI ITALIANI NELLO SCENARIO EUROPEO …risulta cruciale, dunque, la capacità di accostarsi a un numero ampio di media, in modo da poter acquisire i vari contenuti a prescindere dal mezzo da cui vengono di volta in volta veicolati PIONIERI 1,3 ONNIVORI 12,2 CONSUMATORI MEDI 39,5 POVERI DI MEDIA 36,4 MARGINALI 10,6 I Pionieri sono gli utenti di 8 media e oltre, gli Onnivori gli utenti di 6-7 media, i Consumatori medi gli utenti di 4-5 media, i Poveri di Media gli utenti di 2-3 media e i Marginali di utenti di un solo mezzo. http://www.censis.it/1
    13. 13. 13 Media Italia Spagna Francia Germania G. B. Tv tradizionale 93,9 94,5 82,7 64,9 94,9 Tv Satellitare 16,7 11,3 11,2 22,7 29,0 Tv Dig Terr 6,6 13,6 4,8 3,1 24,7 Tv via cavo 0,3 8,7 6,4 7,6 13,8 Tv in generale 94,4 96,4 86,5 82,8 97,0 Cellulare 78,9 77,8 61,1 61,4 72,4 Radio 63,5 73,5 80,0 83,6 80,1 Quotidiani 59,1 68,5 61,9 81,8 77,9 Libri 55,3 68,1 62,0 72,6 75,0 Internet 37,6 44,2 42,5 54,1 61,4 Settimanali 32,5 23,9 38,9 38,5 27,7 Mensili 22,2 15,0 17,3 19,9 24,7 Per “uso complessivo” si intendono tutte le persone che sono entrate in contatto con i media indicati almeno una volta nella settimana precedente la rilevazione (o hanno letto almeno un libro nell’ultimo anno).
    14. 14. 14 5% degli italiani è analfabeta 33% si ferma al primo tipo di test sulle competenze linguistiche e aritmetiche 66 % non è nella condizione di leggere un quotidiano - 20% famiglie italiane possiede una libreria di almeno 100 libri Tullio De Mauro, La cultura degli italiani, a cura di Francesco Erbani, nuova edizione ampliata, Laterza, Roma-Bari 2010
    15. 15. 15 Giovanni Solimine, L’italia che non legge, Roma-Bari, Laterza, 2010. Il lettore italiano risponde al profilo medio di un giovane (con una punta massima del 65% tra gli 11 e 14 anni) dei centri urbani, sotto i 34 anni, che gode di un certo benessere e fra gli obiettivi di vita ha il miglioramento professionale e culturale. La maggior parte è donna. Poi ci sono 20 milioni di italiani che non leggono libri e fra i non lettori assoluti (né di libri né di giornali) spiccano gli uomini adulti. Perché? Perché nella società italiana si sono affermati valori e stili di vita che evidentemente non riconoscono alla cultura, in particolare quella scritta, un ruolo di primo piano. Alison Jane Pickard, La ricerca in biblioteca, Milano, Bibliografica, 2010. Conoscere e saper applicare i metodi di ricerca è parte essenziale del lavoro di un bibliotecario. L’applicazione anche a settori circoscritti dei servizi bibliotecari delle metodologie di ricerca potrà avere benefici, quali saper dimostrare con scientificità il valore dell’attività della biblioteca ai diversi interessati, e contribuire a rafforzare la consapevolezza e l’identità professionale dei bibliotecari
    16. 16. 16
    17. 17. 17
    18. 18. 18
    19. 19. 19 Joyce G. Saricks, The readers’ advisory guide to genre fiction, Chicago, American Library Association, 2009 John Mort, Read the high country. Guide to western books and films, Westport, Conn., Libraries Unlimited. Contents:A short history of the western -- Six great western writers -- Native Americans -- Mountain men -- The way west -- The army -- Range and ranch life -- The good, the bad, and the ugly -- The business of the west -- Sagas -- The contemporary west -- Contemporary western mysteries -- Western romances -- Short stories -- Young adult -- At the movies. June Michele Pulliam and Anthony J. Fonseca, Read on horror fiction, Westport, Conn, Libraries Unlimited, 2006. Derek M. Buker, The science fiction and fantasy readers’ advisory. The librarian’s guide to cyborgs, aliens, and sorcerers, Chicago, American Library Association, 2002.
    20. 20. 20
    21. 21. 21
    22. 22. 22 • Mancanza di una produzione editoriale di reference • Critica letteraria per lungo tempo legata all’idealismo
    23. 23. 23 Critica tematica Osteggiata in Italia prima dall’idealismo, poi dalla critica marxista e da quella strutturalista Anni ’90: Ritorno della critica tematica – Werner Sollors Ci si è concentrati, in particolare, sulle ragioni sottese alla diffusione e alla ricorrenza di un argomento all'interno di una cultura; sulle funzioni che in essa assume, comparate con quanto accade in altre tradizioni Romano Luperini, Dalla critica tematica all’insegnamento tematico della letteratura: appunti per un bilancio, in Allegoria n° 44, maggio - agosto 2003
    24. 24. 24 Enciclopedie, repertori Il romanzo, a cura di Franco Moretti, Torino, G. Einaudi Letteratura italiana, direzione Alberto Asor Rosa, Torino, G. Einaudi Dizionario dei temi letterari, a cura di Remo Ceserani, Mario Domenichelli, Pino Fasano, Torino, UTET, 2007 Anna Ferrari, Dizionario dei luoghi letterari immaginari, Torino, UTET libreria, 2007
    25. 25. 25 Dizionario Bompiani delle opere e dei personaggi di tutti i tempi e di tutte le letterature, Milano, Bompiani. Dizionario dei personaggi letterari, Torino, UTET, 2003 Dizionario dei capolavori, Torino, UTET, 1987 Dizionario dei miti letterari, a cura di Pierre Brunel, Milano, Bompiani, 1995. Atlante storico della letteratura italiana, vol. 1, a cura di Sergio Luzzato e Gabriele Pedullà, Torino, Einaudi, 2010
    26. 26. 26 Dizionario dei temi letterari, a cura di Remo Ceserani, Mario Domenichelli, Pino Fasano, Torino, UTET, 2007 CONOSCENZA, SAPERE, FAUSTISMO Il legame fra conoscenza e caduta è iscritto geneticamente nella storia della cultura occidentale. Il desiderio di sapere è infatti associato in epoca antica alla hybris, alla tracotanza, al desiderio di superari i limiti imposti dal volere degli dei. La prima infrazione al codice divino promossa dall’uomo è quella di Adamo ed Eva ….. Rete tematica: Alchimia; Anima; Arte, artista; Ascesa sociale; Assoluto; Briccone, trickster; Caduta (peccato originale); Colpa, peccato; Dannazione; Diavolo; Dio; Filosofo; Follia; Futuro; Immortalità; Individualismo; Infinito; Investigatore, indagine; Libertino; Maledizione; Materia vs Spirito; Natura; Patto; Peccato; Pena; Perfezione; Potere; Progresso; Punizione, castigo; Scienza, scienziato; Soglie, confini; Tentazione; Volo. Testi citati Altri Testi Bibliografia generale
    27. 27. 27 Fulvio Senardi (a cura di), Scrittori in trincea. La letteratura e la Grande Guerra, Roma, Carocci, 2008. Riflessione a più voci sulle tracce che la Grande Guerra ha lasciato nella letteratura europea, con particolare riguardo a voci, sensibilità, atmosfere del trascurato “fronte orientale". Scrittori in trincea. Per ricordare la Grande Guerra Solo uomini, non soldati: Il fuoco di Henri Barbusse Incanto, disincanto e orrore: Ungaretti e Rebora «Night comes blood-black»: Wilfred Owen e le tenebre della guerra Giovani Soldati a confronto con i maestri: sul capolavoro di Erich Maria Remarque Karel Polácek: la Grande Guerra nell’imminenza di Auschwitz Paesaggio dopo la battaglia: la poesia Grodekdi Georg Trakl Gli «anni di sangue»: Miroslav Krle?a e Miloš Crnjanski sulla Grande Guerra Józef Wittlin: scritti sulla Grande Guerra «Io non parto»: la poesia ungherese al fronte Giani Stuparich: Guerra del ’15 Confidenze di un disilluso: Carlo Salsa e le sue trincee La Grande Guerra in Doberdò di Pre?ihov Voranc
    28. 28. 28 Alberto Casadei, Romanzi di Finisterre. Narrazione della guerra e problemi del realismo, Roma, Carocci, 2000. Romanzi di Finisterre esamina la narrativa italiana e internazionale riguardante la Seconda guerra mondiale, non nei suoi aspetti cronachistici, bensì in quelli che più hanno segnato l'immaginario collettivo e la riflessione culturale. Il partigiano Johnny di Beppe Fenoglio Il tamburo di latta di Günter Grass La pioggia nera di Ibuse Masuji La battaglia di Farsalo di Claude Simon L'arcobaleno della gravità di Thomas Pynchon Doctor Faustus di Thomas Mann Vedi alla voce: amore di David Grossman
    29. 29. 29 Gian Mario Anselmi e Gino Ruozzi (a cura di), Luoghi della letteratura italiana, Milano, B. Mondadori, c2003 Una trentina di luoghi e ambienti significativi della letteratura italiana, dal Medioevo a oggi, analizzati nella loro evoluzione nel tempo. Luoghi in cui accadono cose, generatori di eventi romanzeschi, teatrali, poetici. Dalla loro visita ideale si ricava una storia non solo letteraria ma anche civile dell’Italia, con gerarchie di valori che sono mutate nei secoli. Alcova Autostrada Bagni, recessi, luoghi di decenza Banca Biblioteca Caffè Castello Chiesa Cimitero Cinema Città degli incubi Corte medievale Corte rinascimentale e barocca Fabbrica Fiume Foresta Giardino Inferno Isola Lago Montagna Osteria Paradiso Piazza Podere Porto Salotto Scuola Stanza della scrittura Stazione Strada Terme
    30. 30. 30 Arnaldo Colasanti (a cura di), Classici di domani. Luoghi della narrativa italiana e straniera degli ultimi 30 anni, Roma, Fahrenheit 451 Atti del convegno Classici di domani, iniziativa che ha indagato la contemporaneità delle letterature, colte nei loro "luoghi" più importanti e rappresentate attraverso i loro autori più significativi. Una sorta di percorso all'interno della produzione editoriale narrativa degli ultimi anni, delineato da editori, autori e critici. Sei i paesaggi individuati: Gli Stati uniti La Mitteleuropa cent' anni dopo L' America Latina Il nuovo spazio urbano: Inghilterra,Scozia Irlanda L' invenzione narrativa di Israele La nuova India, mito, storia e tecnologia
    31. 31. 31 Stefano Calabrese e Maria Amalia D'Aronco (a cura di), I nonluoghi in letteratura. Globalizzazione e immaginario territoriale, Roma, Carocci, 2005 Questo volume si occupa di censire e analizzare la nuova dimensione spaziale della letteratura romanzesca mondiale nell'epoca della globalizzazione, dagli anni Ottanta a oggi. In particolare, esso riconfigura quelli che l'antropologo francese Marc Augé ha definito nonluoghi, spazi emblematici dell'attuale 'infomondo‘. Introduzione di Stefano Calabrese Il 'non' dei luoghi di Giovanni Bottiroli Turismo liquido di Piergiorgio Trevisan Il primo parco tematico romanzesco: Jurassic Park di Federica De Maria I parchi tematici come iper- nonluoghi di Antonella Chittaro Ipermercati di Marica Romano Condomini, periferie e altri nonluoghi in J. G. Ballard di Anna Bonacina
    32. 32. 32 Giulio Iacoli, La percezione narrativa dello spazio. Teorie e rappresentazioni contemporanee, Roma, Carocci, 2008 Il libro muove dalla necessità di leggere e riconfigurare un’intensa trasformazione avvenuta nella teoria come nell’interpretazione dei fatti artistici: la "conversione" allo spazio, accompagnata da un ripensamento nei modi della geografia contemporanea Il mapping fra teoria e geografia. Said, Jameson, de Certeau Interni. Calvino, Perec, il mondo possibile, la casa incompleta Lo spazio del silenzio. Bergman, Susan Sontag, DeLillo Bachtin a Dallas. Negli spazi vuoti della Storia: un esempio di applicazione Quali spazi per il migrante? Perec, DeLillo
    33. 33. 33 Remo Ceserani, Treni di carta. L'immaginario in ferrovia. L'irruzione del treno nella letteratura moderna, Genova, Marietti, 1993 Dall'irruzione della vaporiera nelle letterature romantiche europee all'esaltazione futurista che fa del treno uno dei simboli della modernità. L'impatto del treno sulla società dell'Ottocento e sull'immaginario collettivo L'irruzione della vaporiera nelle letterature romantiche europee Thoreau e il fischio lacerante del mostro d'acciaio Messaggi perturbanti dell'arpa sonora: da Dickens a Pascoli Il romanzo ferroviario di Zola La cattedrale gotica e la stazione ferroviaria: da Ruskin a Hardy La mediazione letteraria: l'esperienza al filtro della memoria, momenti lirici, grandi e piccoli romanzi Processi di demonizzazione e familiarizzazione. Treni fantastici e trame delittuose. Trenini per gioco L'esaltazione futurista: il treno come uno dei simboli della modernità I luoghi del viaggio e dell'attesa. Il fischio del treno nella città pirandelliana
    34. 34. 34 Maria Teresa Chialant (a cura di ), Viaggio e letteratura, Venezia, Marsilio, 2006 Il rapporto tra viaggio e letteratura è antico. Il presente studio intende definire il viaggio in rapporto alle grandi categorie dello spazio e del tempo: dunque, sia come resoconto o cronaca di percorsi effettivamente esperiti, sia come racconto finzionale di attraversamenti in terre reali o immaginarie, sia, infine, come viaggio nel testo o fra i testi. Il volume, al quale partecipano studiosi italiani e stranieri, si compone di ventisei saggi in cui si affrontano autori appartenenti alle letterature dell'Europa e delle Americhe: tra questi, Miguel de Cervantes, William Shakespeare, Charles de Brosses, J.G. Seume, Émile Zola, Henry James, Pablo Neruda, Paul Bowles, Raoul Schrott.
    35. 35. 35 Letteratura e sport. Atti del convegno internazionale su Letteratura e sport, Roma, 5-6-7 aprile 2001, a cura di Nicola Bottiglieri, Arezzo, Limina, 2003. Lo sport moderno ha cominciato a diffondersi quando apparivano i primi romanzi di fantascienza e ha quasi la stessa età del romanzo giallo. Tuttavia, mentre possiamo citare molti nomi di detective o di scrittori di fantascienza, appare più difficile fare riferimento a una vera e propria letteratura sportiva, soprattutto in Italia. Quali le ragioni? Innanzitutto il carattere regionale della nostra letteratura, incapace di dar vita a un vero e proprio romanzo nazionale, ma anche il fatto che lo sport, a suo modo una forma d'arte, e non è possibile sommare due linguaggi così compatti e diversi.
    36. 36. 36 Letteratura e sport per una storia delle olimpiadi. Atti del convegno internazionale Alessandria-San Salvatore Monferrato 18-20 maggio 2005, a cura di Giovanna Ioli, Novara , Interlinea Edizioni, 2006 Questo volume sul binomio letteratura-sport spiega da dove viene lo spirito agonistico, quali sono i linguaggi per viverlo e raccontarlo, come sono nate le Olimpiadi. Un secolo dopo l'altro, in tempo di pace o di guerra, la storia dello sport è ripercorsa attraverso le narrazioni in versi o in prosa. Con testi di Claudio Magris, Gina Lagorio, Giorgio Bárberi Squarotti, Gian Luigi Beccaria, Giorgio Bertone, Carlo Carena, Luciano Erba, Marziano Guglielminetti, Roberto Mussapi, Massimo Novelli, Ermanno Paccagnini, Darwin Pastorin, Falco Portinari, Silvio Ramat, Giovanni Tesio e altri.
    37. 37. 37 Corpi letterari: l'esperienza sportiva nella cultura contemporanea : atti del Convegno Sport e letteratura : Vercelli, 1-2 ottobre 2004, a cura di Giusi Baldissone e Edoardo Tortarolo, Novara, Interlinea, c2005 Quale rapporto esiste tra l'attività sportiva e la letteratura? E più oltre: in che misura il racconto dello sport può essere considerato un genere letterario? A questi e ad altri interrogativi, a partire da un interessante convegno su sport e letteratura tenutosi a Vercelli nel 2004, risponde questo volume, che si avvale di interventi di prestigiosi autori come Folco Portinari, Giorgio Cusatelli, Maurizio Cucchi e altri.
    38. 38. 38 Gian Mario Anselmi e Gino Ruozzi (a cura di), Oggetti della letteratura italiana, Roma, Carocci, 2008 Questa raccolta di saggi presenta autori, opere, tempi della letteratura italiana attraverso la prospettiva di alcuni oggetti significativi. È un campione esemplare di oggetti legati soprattutto alla sfera individuale e quotidiana dal medioevo alla contemporaneità, da Petrarca a Calvino. Queste pagine offrono utili e suggestivi percorsi di lettura e interpretano nell’ottica degli oggetti l’evoluzione dei costumi e della società. Abiti e accessori femminili Aratro Barca Bicchiere Blue jeans Cartolina Chiave Lettera Libro Maschera Mutande Oggetti magici Orologio Pianoforte Profumo Scacchi Scarpe Sigaro, sigarette e oggetti da fumo Specchio Spezie Telefono Televisore
    39. 39. 39 Francesco Orlando, Gli oggetti desueti nelle immagini della letteratura. Rovine, reliquie, rarità, robaccia, luoghi inabitati e tesori nascosti, Torino, G. Einaudi, [1993]. Lo spazio e le immagini in letteratura sono meno studiati che il tempo e il racconto. Eppure ogni specie di letteratura evoca o descrive o canta cose fisiche. Non imparzialmente, però: prediligendo oggetti inutili o invecchiati o insoliti piuttosto che utili o nuovi o normali, il nonfunzionale piuttosto che il funzionale: almeno negli ultimi due secoli, in contrasto con la razionalizzazione industriale e scientifica del mondo
    40. 40. 40 E ancora…… • Giorni, stagioni, secoli : le età dell'uomo nella lingua e nella letteratura italiana / a cura di Sabine Verhulst e Nadine Vanwelkenhuyzen. - Roma : Carocci, 2005 • La sfida della letteratura : scrittori e poteri nell'Italia del Novecento / a cura di Neil Novello ; saggio introduttivo di Gian Mario Anselmi. - Roma : Carocci, 2004. • Desiderio e tradimento : l'adulterio nella narrativa dell'Ottocento europeo / Emilia Fiandra. - Roma : Carocci, 2005 • Literary landscapes, landscape in literature / edited by Michele Bottalico, Maria Teresa Chialant, Eleonora Rao. - Roma : Carocci, 2007 • Gli specchi della paura : il sensazionale e il prodigioso nella letteratura di consumo (secoli 17.-18.) / Alberto Natale. - Roma : Carocci, [2008] • Carlo Pagetti (a cura di), Nel tempo del sogno : le forme della narrativa fantastica dall'immaginario vittoriano all'utopia contemporanea, Ravenna, Longo, 1988
    41. 41. 41 L' Indice dei libri del mese, Roma, Torino, 1984- http://www.lindiceonline.com/ L'indice dei libri del mese è un mensile italiano d'informazione culturale. Fondata nel 1984, ogni mese propone aggiornate riflessioni sull'attualità culturale a partire dalle pubblicazioni più significative del momento. Nell'ottobre del 1984 Cesare Cases apriva la storia de "L'indice" spiegando ai futuri lettori proprio quel che una recensione, a suo parere, doveva fare: "L'essenziale è che il primo momento, cioè l'esposizione del contenuto, abbia la centralità che gli spetta. La connivenza con il lettore (...) è solo il contenuto a determinarla (...). L'essenziale è che attraverso l'esposizione il lettore acquisisca una chiara idea di quel che il libro è e delle ragioni della sua importanza, ragioni che hanno fatto sì che lo scegliessimo a differenza di altri".
    42. 42. 42 La rivista dei libri (The New York review of books), Milano, La rivista dei libri, 1991-2010? http://www.larivistadeilibri.it/ Versione italiana de New York Review of Books. La rivista presenta articoli specialistici di settore, recensioni librarie, articoli di critica, interviste, annunci prossime uscite, appuntamenti di interesse internazionale
    43. 43. 43 Il giornale della libreria, Milano, Associazione italiana editori, 1994- http://www.giornaledellalibreria.it Il Giornale della Libreria, organo ufficiale dell'Associazione Italiana Editori, è un efficace e autorevole mezzo di comunicazione con librai ed editori. • L'attualità, un ampio spazio per comunicare le proprie novità editoriali e commerciali • Le interviste ai protagonisti del mondo editoriale • Gli Speciali per arricchire l'informazione su temi specifici • Gli Speciali regionali • Scenari & trend, con analisi e statistiche su specifici settori editoriali • Le schede novità • I fuori catalogo per le rese • Le Recentissime novità
    44. 44. 44 “Critica letteraria” e nuove scritture Fernandel. Leggere e scrivere, Ravenna, Fernandel, 2004- http://www.fernandel2.it/rivista/ In forma di parole, Milano, Crocetti, 1980- http://www.informadiparole.it/ Inchiostro. Rivista di storie e racconti da leggere e da scrivere, Verona, Il riccio, 1995- http://www.rivistainchiostro.it Italianistica. Rivista di letteratura italiana, Pisa-Roma, 1972- Leggendaria. Libri, letture, linguaggi, Roma, A. M. Crispino, 1997- http://www.leggendaria.it/
    45. 45. 45 M-Rivista del mistero, Milano, Addictions, 2001- Nuovi argomenti, Milano, Mondatori, 1953- http://www.nuoviargomenti.it/wordpress/?page_id=62 Poesia. Mensile internazionale di cultura poetica, Milano, Crocetti, 1988- http://www.poesia.it/ Riga, Milano, Marcos y Marcos, 1990- http://www.marcosymarcos.com/riga.htm Lo straniero. Arte cultura società, Roma, Contrasto, 1997- http://www.lostraniero.net/
    46. 46. 46 Supplementi a quotidiani Tuttolibri. Leggere, guardare, ascoltare, supplemento a La Stampa, esce il sabato http://www.lastampa.it/_settimanali/ttL Alias, supplemento a Il Manifesto, esce il sabato R2 Cult, supplemento a Repubblica, esce il sabato Domenica, supplemento a Il sole 24 ore, esce la domenica (anche in cd-rom)
    47. 47. 47 Altre critiche Carmilla. Letteratura, immaginario e cultura di opposizione http://www.carmillaonline.com/ Lipperatura. Il blog di Loredana Lipperini http://loredanalipperini.blog.kataweb.it/ Nazione indiana http://www.nazioneindiana.com/ Le classifiche di qualità Pordenonelegge Stephen Dedalus http://www.pordenonelegge.it/index.php? nvg=1&session=0S197417229372WE77VWC80&syslng =ita&sysmen=2&sysind=11&syssub=0&sysfnt=0
    48. 48. 48
    49. 49. 49
    50. 50. 50
    51. 51. 51
    52. 52. 52
    53. 53. 53
    54. 54. 54 Radio e televisione Booksweb. La prima televisione via web interamente dedicata ai libri e al piacere della lettura http://www.booksweb.tv/ Rai Libro. Settimanale di letture e scritture http://www.railibro.rai.it/ Cult book http://www.educational.rai.it/programma.asp?ID=121 Fahrenheit http://www.radio.rai.it/radio3/fahrenheit/index.cfm Pagina tre. Rai 3 http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/PublishingBlock- a35c7c54-3b41-4ea2-a393-6b472ce0e9dd.html
    55. 55. 55
    56. 56. 56
    57. 57. 57
    58. 58. 58
    59. 59. 59
    60. 60. 60 Siti internet • VRD Virtual Reference Desk • Portali • Case editrici • Librerie online
    61. 61. 61 VRD Virtual Reference Desk Segnaweb Risorse internet segnalate dai bibliotecari italiani e suddivise per argomenti http://www.segnaweb.it/ Virtual Reference Desk per le biblioteche pubbliche Repertorio ragionato di risorse internet organizzato per materia, suddiviso sulla base della Classificazione Dewey. Curato dalle biblioteche della Regione Toscana http://www.bibliotecari.it/SPT/VRD/SPT--Home.php Internet per gli umanisti Portale curato dall’Università di Trento. Alla voce Discipline una sitografia di interesse umanistico suddivisa per aree disciplinari http://biblio.lett.unitn.it/carldisc.htm
    62. 62. 62 http://http://
    63. 63. 63
    64. 64. 64
    65. 65. 65
    66. 66. 66
    67. 67. 67
    68. 68. 68
    69. 69. 69 Portali Portaletture http://portaletture.org/ Infinitestorie.it: il portale del romanzo http://www.infinitestorie.it/ Fantascienza.com http://www.fantascienza.com Romanzi rosa homage http://www.yadirs.net/romanzirosahomage/rr-home2.htm Basili http://www.disp.let.uniroma1.it/basili2001/
    70. 70. 70
    71. 71. 71
    72. 72. 72
    73. 73. 73
    74. 74. 74
    75. 75. 75
    76. 76. 76
    77. 77. 77
    78. 78. 78
    79. 79. 79
    80. 80. 80
    81. 81. 81
    82. 82. 82
    83. 83. 83
    84. 84. 84
    85. 85. 85
    86. 86. 86
    87. 87. 87
    88. 88. 88
    89. 89. 89
    90. 90. 90
    91. 91. 91 Case editrici Cavallo di ferro www.cavallodiferro.com Iperborea www.iperborea.com Besa editrice http://www.besaeditrice.it/ Edizioni e/o http://www.edizionieo.it/ Guanda http://www.guanda.it Marsilio editori http://www.marsilioeditori.it/ http://www.anobii.com/giallosvezi a/books http://www.anobii.com/marsiliox/ books Edizioni Piemme http://www.edizpiemme.it Ponte alle Grazie http://www.ponteallegrazie.it
    92. 92. 92
    93. 93. 93
    94. 94. 94
    95. 95. 95
    96. 96. 96
    97. 97. 97
    98. 98. 98
    99. 99. 99
    100. 100. 100
    101. 101. 101 Librerie online • www.ibs.it • http://www.bol.it/ • www.amazon.com
    102. 102. 102
    103. 103. 103
    104. 104. 104
    105. 105. 105
    106. 106. 106
    107. 107. 107
    108. 108. 108
    109. 109. 109
    110. 110. 110 Lettori e biblioteche 2.0 Il Web 2.0 è una locuzione utilizzata per indicare genericamente uno stato di evoluzione di Internet (e in particolare del World Wide Web), rispetto alla condizione precedente. Si tende ad indicare come Web 2.0 l'insieme di tutte quelle applicazioni online che permettono uno spiccato livello di interazione sito-utente (blog, forum, chat, sistemi quali Wikipedia, Youtube, Facebook, Myspace, Twitter, Gmail, Wordpress, Tripadvisor ecc.) La locuzione pone l'accento sulle differenze rispetto al cosiddetto Web 1.0, diffuso fino agli anni '90, e composto prevalentemente da siti web statici, senza alcuna possibilità di interazione con l'utente eccetto la normale navigazione tra le pagine, l'uso delle email e l'uso dei motori di ricerca. Wikipedia
    111. 111. 111 2.0 vuol dire…. • Interazione della biblioteca verso l’utente – Portare la biblioteca là dove sono gli utenti: Blog, Facebook, social network • Interazione dell’utente verso la biblioteca – L’utente contribuisce a creare i contenuti della biblioteca con commenti, recensioni, messaggi, tags, folksonomies
    112. 112. 112 Blog Un blog (contrazione di"Web log") è un sito web, solitamente mantenuto da una persona, con registrazioni regolari di commenti, descrizioni di eventi, o altri materiali, come immagini, o video. Le funzioni di un blog sono principalmente tre: concretizzare una volontà espressiva, creare un senso di community, essere presenti always on nella rete. Mi pare evidente che la caratteristica principale di questo strumento sia pertanto sia l’interconnessione esterna, cioè fra i vari blog, che quella “interna”, vale a dire la possibilità per il lettore di partecipare alla vita del blog interagendo, postando commenti ai quali molto spesso i blogger rispondo, insomma creando un flusso di comunicazione reciproco. Andrea Marchitelli
    113. 113. 113
    114. 114. 114 Blog della Biblioteca del Dipartimento di Bioingegneria del Politecnico di Milano http://bioingegneria.wordpress.com/ Blog della Biblioteca di Scienze della Storia dell’Università degli studi di Milano http://bibliostoria.wordpress.com/ Blog della Biblioteca di Castiglione delle Stiviere http://biblioteca-castiglionedellestiviere.blogspot.com/ Blog della Biblioteca di Marchirolo http://bibliotecadimarchirolo.blog.tiscali.it// Blog della Biblioteca di Garlasco http://bibliogarlasco.blogspot.com/
    115. 115. 115
    116. 116. 116
    117. 117. 117
    118. 118. 118
    119. 119. 119
    120. 120. 120
    121. 121. 121
    122. 122. 122
    123. 123. 123
    124. 124. 124
    125. 125. 125
    126. 126. 126
    127. 127. 127
    128. 128. 128
    129. 129. 129
    130. 130. 130
    131. 131. 131
    132. 132. 132
    133. 133. 133
    134. 134. 134
    135. 135. 135
    136. 136. 136 Social network Anobii http://www.anobii.com/anobi/anobii_home.php Librarything http://www.librarything.it/ Weread applicazione di facebook http://apps.facebook.com/ireadit/
    137. 137. 137
    138. 138. 138
    139. 139. 139
    140. 140. 140
    141. 141. 141
    142. 142. 142
    143. 143. 143
    144. 144. 144
    145. 145. 145
    146. 146. 146
    147. 147. 147
    148. 148. 148
    149. 149. 149
    150. 150. 150
    151. 151. 151
    152. 152. 152
    153. 153. 153
    154. 154. 154
    155. 155. 155 Dall’OPAC al SOPAC passando per il social network OPAC tradizionali - il record bibliografico si presenta fortemente strutturato, qualunque preferenza di visualizzazione si imposti, risultato visibile della stretta aderenza e applicazione a standard catalografici, descrittivi e semantici, per loro natura rigidi. Necessità che l’inserimento delle informazioni nel record sia affidato solo a personale qualificato appositamente formato.
    156. 156. 156 • OPAC arricchiti – link a indici o tabelle, abstract o immagini digitalizzate. • La struttra del catalogo però rimane statica e le funzionalità di ricerca rimangono le stesse
    157. 157. 157 SOPAC Social Opac – Applicazine al catalogo di alcuni strumenti del web 2.0 che permettono di creare quella rete sociale finora del tutto inesistente. (Recensioni, tag, proposte ecc.)
    158. 158. 158 DiscoveryNG l’Opac diventa social network 2.0 • Risultati della ricerca con raggruppamenti per voci (modello WorldCat). • Profilo dell'utente • Commenti e blog degli utenti e dei bibliotecari • Canali di ricerca e soluzioni per la disseminazione selettiva delle informazioni • Prenotazione dei documenti per il prestito sul titolo (e non sulla copia) • Canali di ricerca e pagine di presentazione per ciascuna biblioteca della rete • Feed RSS, integrazione con Facebook, aNobii ecc. http://www.comperio.it/discoveryng
    159. 159. 159
    160. 160. 160
    161. 161. 161
    162. 162. 162
    163. 163. 163
    164. 164. 164 SebinaYOU Spostamento delle funzionalità dal server al client: realizzazione di servizi e funzionalità che hanno un forte impatto di natura sociale, linguistica e di relazione e consentono all’utente di portare il proprio contributo diretto http://www.sebina.it/IV_incontro_nazionale_sebina-prima.pdf
    165. 165. 165 SebinaYOU sfrutta il grande bacino informativo del catalogo arricchendolo con copertine, abstracts, full text, raccoglie e implementa i servizi di web 2.0: - commenti - recensioni, tagging - chi ha letto questo ha letto anche - le bibliografie rese pubbliche e condivise
    166. 166. 166 Ciò che contraddistingue SebinaYOU dagli altri sistemi è la sua capacità di interoperare con: componenti di Sebina Open Library (vari servizi agli utenti come prenotazioni e proposte d’acquisto) sistemi esterni - altri canali di ricerca a scelta dell’istituzione (google, youtube, anobii..) - integrazione della ricerca su risorse selezionate (con Sebina open search) - l’integrazione con facebook
    167. 167. 167 Scoprirete http://scoprirete.bibliotecheromagna.it/ Bibliotu http://www.bibliotu.it/ Comecinema http://www.comecinema.it/SebinaOpac/SebinaYO U.do
    168. 168. 168
    169. 169. 169
    170. 170. 170
    171. 171. 171 AquaBrowser Library AquaBrowser Library, è un potente motore di ricerca ed un visualizzatore di informazioni che consente il recupero di dati su fonti differenti (catalogo bibliografico,banche dati, risorse elettroniche, documenti digitali…) in una modalità semplice, intelligente ed assolutamente innovativa. La ricerca su AquaBrowser Library è supportata da una rete di associazioni semantiche (associazioni tra termini, varianti ortografiche, termini provenienti da thesauri e vocabolaricontrollati, traduzioni in altre lingue) prodotte nella fase di configurazione ed indicizzazione dei dati AquaBrowser Library nasce da uno studio approfondito sulla psicologia del ricercatore di fronte alle tecniche (o abitudini) di ricerca su fonti sempre più vaste ed eterogenee. L’approccio più diffuso tra chi operi ricerche in tali ambiti vasti ed eterogenei è quello che viene ormai definito “Google-like” cioè l’attitudine a ricerche semplici, su fonti non necessariamente “strutturate” e senza una necessaria esperienza e competenza tecnologica nell’uso di risorse differenti. http://www.cenfor.net/index.php?option=com_content&view=article&id=87&Itemid=6
    172. 172. 172 Le funzioni di Search – Discover – Refine L’interfaccia di AquaBrowser Library, estremamente amichevole ed intuitiva, esprime tre differenti logiche di approccio alla ricerca e di presentazione dei risultati, che possono essere riassunti nelle tre funzioni di Search – Discover – Refine
    173. 173. 173 Search la funzione di ricerca e di presentazione dei risultati AquaBrowser Library consente agli utenti di cercare informazioni sulle fonti consultate in una modalità semplice e intuitiva, e presenta i risultati di tale ricerca in una lista, personalizzabile, ordinata per rilevanza rispetto alla query stessa. Altri criteri di ordinamento (per titolo, per data, per autore etc.) sono disponibili. Dalla schermata di presentazione dei risultati è possibile accedere direttamente all’OPAC della biblioteca per fruire dei servizi a cui l’utente è abilitato (informazioni sulle copie, prestito, prenotazione, document delivery etc.)
    174. 174. 174 Discover il suggerimento di nuovi percorsi di ricerca Funzione di navigazione delle informazioni attraverso un grafo (word- cloud) costituito da termini relazionati in vario modo al termine ricercato. Ponendo al centro del grafo il termine (o i termini) ricercato, il sistema recupera e presenta, come “suggerimenti” di esplorazione delle fonti consultate, una serie di termini in relazione al termine ricercato: - per associazioni (i termini più utilizzati nei record in associazione a quello ricercato), - per traduzioni (le traduzioni linguistiche del termine ricercato), - per sinonimi, - per varianti ortografiche, -per gerarchia thesaurali. Il grafo di termini si“rigenera” ad ogni nuova ricerca e ad ogni nuova esplorazione del catalogo.
    175. 175. 175 I termini associati sono estratti dalle fonti consultate attraverso una serie di algoritmi parametrizzabili dall’amministratore di AquaBrowser Library (selezione dei campi del record, numero di occorrenze e vicinanza al termine ricercato etc.). Per le traduzioni dei termini AquaBrowser utilizza un dizionario di lingue europee per proporre la traduzione del termine stesso. Per le relazioni gerarchiche AquaBrowser Library utilizza strutture semantiche (thesaurus, soggettario, vocabolario controllato…) integrabile nel sistema in un qualsiasi formato elettronico (file di authority,file XML etc.)
    176. 176. 176 Refine il raffinamento dei risultati ottenuti La sezione di Refine di AquaBrowser Library consente all’utente di filtrare la propria ricerca, partendodal risultato di una query, al fine di recuperare con estrema precisione quanto di proprio interesse. Le categorie di informazioni che il sistema utilizza come filtri della propria ricerca sono personalizzabili dall’amministratore del sistema ed includono, in genere, nomi, titoli, tipologie di materiale, date di pubblicazione, serie editoriali, lingue del documento,soggetti di vario genere etc.
    177. 177. 177
    178. 178. 178
    179. 179. 179
    180. 180. 180 I gruppi di lettura • In sintesi estrema, in un gruppo di lettura i partecipanti leggono da soli il libro prescelto e successivamente – in una riunione faccia a faccia o con messaggi via posta elettronica o su un gruppo di discussione – condividono, per così dire, la lettura discutendo il libro letto. • La partecipazione ai gruppi di lettura è libera e aperta a tutti; le riunioni si tengono nelle biblioteche.
    181. 181. 181 • Rivolti ai lettori forti • Aspetti socializzanti • Aspetti “terapeutici” • Aspetti di autoapprendimento • Ricadute positive sulla biblioteca – Miglioramento delle relazioni bibliotecario utente – Aumento circolazione libri
    182. 182. 182 • La Bibliotecaria ritiene utile la creazione di un blog con destinatari i giovani e la realizzazione di incontri con l'autore. • Il Facilitatore ritiene che la presenza nel Gruppo di un personaggio tendente a monopolizzare gli interventi, abbia costituito elemento di disturbo. • Facilitatore: buona riuscita, dato il livello culturale medio-alto dei componenti e la mancanza di soggetti predominanti.
    183. 183. 183
    184. 184. 184

    ×