Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Il ruolo dei Confidi nel mercato Italiano

891 views

Published on

L'evoluzione del ruolo dei Confidi nel mercato Italiano nel quinquennio di riferimento 2009-2014, analizzando il contesto in cui operano, il cliente tipo e le differenze territoriali.

Published in: Economy & Finance

Il ruolo dei Confidi nel mercato Italiano

  1. 1. 26 novembre 2015 Il ruolo dei Confidi nel mercato Italiano di Daniele Paganelli
  2. 2. Agenda • Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia • Lo scenario di riferimento dei Confidi in Emilia Romagna
  3. 3. Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia, impieghi e sofferenze Fonte: Bollettini regionali - cfr Note metodologiche – mld/€. Dati delle province autonome di Trento e di Bolzano non disponibili per il 2012. Per stima 2015 utilizzato Bollettino Economico N.3/2015 2013 2014 Stima 2015 156,0 (17,6%) 886,8 145,7 (16,2%) 901,2 93,6 (10,0%) 121,7 (13,4%) 909,5 45,5 (5,1%) 887,6 2012 933,4 2009 Impieghi Totali Sofferenze Totali
  4. 4. Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia, impieghi e sofferenze al 31/12/2014 ripartiti per regione Fonte: Bollettini regionali - cfr Note metodologiche – mld/€. VdA 0,1 (8,2%) 1,6 Molise 0,6 (31,0%) 2,0 Basilicata 1,1 (27,6%) 3,9 Calabria 2,2 (25,7%) 8,5 Sardegna 3,2 (26,4%) 12,1 Umbria 2,8 (20,9%) 13,4 Abruzzo 3,7 (24,0%) 15,2 FVG 2,3 (13,5%) 16,8 Liguria 2,6 (13,3%) 19,9 Marche 5,8 (23,0%) 25,4 Puglia 5,6 (20,3%) 27,6 Trentino 2,2 (7,7%) 27,8 Sicilia 6,8 (23,1%) 29,4 Campania 8,4 (22,2%) 37,6 Piemonte 8,6 (14,7%) 58,4 Toscana 13,3 (19,6%) 68,0 Veneto 14,6 (15,0%) 97,3 ER 14,6 (15,0%) 97,3 Lazio 17,8 (17,2%) 103,5 Lombardia 29,5 (12,5%) 235,5 Sofferenze 2014 Impieghi 2014
  5. 5. Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia, gli impieghi alle imprese al 31/12/2014 Impieghi Totali 901,2 Impieghi garantiti da Confidi 42,2 Impieghi non garantiti da Confidi 859,0 4,7% Fonte: Banca d’Italia, dati al 31/12/2014; elaborazioni interne - cfr Note metodologiche – mld/€ Piemonte 7,4% Valle d’Aosta 21,6% Lombardia 3,3% Trentino-Alto Adige 3,6% Veneto 4,2% Friuli Venezia Giulia 5,9% Liguria 5,5% Emilia-Romagna 5,1% Toscana 6,2% Umbria 7,5% Marche 7,8% Lazio 1,8% Abruzzo 8,0% Molise 7,2% Campania 2,7% Puglia 4,8% Basilicata 5,0% Calabria 3,8% Sicilia 9,0% Sardegna 13,0% Inserimento confidi a livello regionale
  6. 6. Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia, gli impieghi alle imprese al 31/12/2014 ripartiti per macro territorio Fonte: Banca d’Italia, dati al 31/12/2014; elaborazioni interne - cfr Note metodologiche – mld/€ Italia 901,2 859,0 (95,3%) 42,2 (4,7%) Sud e Isole 136,3 127,9 (93,8%) 8,5 (6,2%) Centro 210,3 201,2 (95,7%) 9,1(4,3%) Nord Est 239,1 228,1 (95,4%) 11,0 (4,6%) Nord Ovest 315,4 301,8 (95,7%) 13,6 (4,3%) Impieghi non garantiti da Confidi Impieghi garantiti da Confidi
  7. 7. Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia, cosa è successo nel quinquennio 2009/2014 Fonte: Banca d’Italia, dati al 31/12/2014 e 31/12/2009; elaborazioni interne - cfr Note metodologiche – mld/€ 2013 909,5 2014 901,2 859,0 42,2 -1,6% -0,9% 886,8 5,2% -2,6% 886,8 Stima 2015 909,5 2012 933,4 933,4 2009 887,6 844,5 43,1 FOCUS Dopo i primi anni di forte ascesa, il quinquennio di riferimento 2009-2014, si conclude con un livello di impieghi poco superiore al 2009. In particolare, nel 2014 si riscontra un incremento negli impieghi alle imprese del 1,5%, mentre per quanto riguarda gli impieghi garantiti da Confidi, si riscontra una riduzione del 2% rispetto al 2009.
  8. 8. Focus regionale: impieghi garantiti, non garantiti e inserimento confidi Fonte: Banca d’Italia, dati al 31/12/2014; elaborazioni interne - cfr Note metodologiche – mld/€ 4,2 Veneto 93,2 4,0 Emilia- Romagna 92,3 5,0 Lazio 101,6 1,9 14,0 227,6 7,9 3,7 Valle d’Aosta 1,30,4 Molise 1,9 0,1 Basilicata 0,2 Lombardia Calabria 8,1 0,3 Sardegna 10,5 1,6 Umbria 12,4 1,0 Abruzzo 1,2 Friuli Venezia Giulia 15,8 1,0 Liguria 18,8 1,1 Marche 23,5 2,0 Puglia 26,3 1,3 Trentino- Alto Adige Toscana 26,8 1,0 Sicilia 26,7 2,7 Campania 36,6 1,0 Piemonte 54,1 4,3 63,7 Impieghi non garantiti Impieghi garantiti 21,6 5,0 13,0 8,0 5,9 5,5 7,8 4,8 9,0 2,7 6,2 4,2 5,1 3,3 22 21 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 7,2 3,8 7,5 3,6 7,4 1,8 Media Italia = 4,69% Inserimento Confidi
  9. 9. Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia, gli impieghi per tipologia di impresa e presenza di garanzia Confidi Fonte: Banca d’Italia, dati al 31/12/2014; elaborazioni interne - cfr Note metodologiche – mld/€ 172,4 (19,1%) 728,8 (80,9%) Piccole Imprese 172,4 155,6 (90,3%) 16,8 (9,7%) 728.8 25.5 (3.5%) 703.4 (96.5%) Imprese Medio-Grandi Garantiti da Confidi Non garantiti da Confidi 901,2
  10. 10. Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia, gli impieghi per tipologia di impresa e presenza di garanzia Confidi. Cos’è successo dopo 5 anni? Fonte: Banca d’Italia, dati al 31/12/2014; elaborazioni interne - cfr Note metodologiche – mld/€ 172,4 (19,1%) 728,8 (80,9%) Imprese Medio-Grandi 25.5 (3.5%) 703.4 (96.5%) 728.8 Garantiti da Confidi Non garantiti da Confidi Impieghi a imprese medio-grandi Impieghi a imprese piccole 901,2 Nel 2014 si registra un incremento di 4,3mld/€ degli impieghi garantiti dai Confidi a imprese medio-grandi, rappresenta circa il 20% in più rispetto quanto registrato nel 2009. 2009 2014
  11. 11. Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia, gli impieghi per tipologia di impresa e presenza di garanzia Confidi. Cos’è successo dopo 5 anni? Fonte: Banca d’Italia, dati al 31/12/2014; elaborazioni interne - cfr Note metodologiche – mld/€ 172,4 (19,1%) 728,8 (80,9%) 172,4 Piccole Imprese 155,6 (90,3%) 16,8 (9,7%) Impieghi a imprese piccole Impieghi a imprese medio-grandiNon garantiti da Confidi Garantiti da Confidi 2014 2009 Nel 2014 si registra un decremento di 5,1mld/€ degli impieghi garantiti dai Confidi alle piccole imprese, una flessione di circa il 24% rispetto quanto registrato nel 2009. 901,2
  12. 12. Focus regionale, totale impieghi per tipologia di impresa e Regione Fonte: Banca d’Italia, bollettino statistico, e bollettini regionali, dati in mld/€ 9,8 Abruzzo 15,2 (1,7%)3,8 FVG 16,8 (1,9%)3,9 12,8 Liguria 19,9 (2,2%)4,2 15,7 Marche 25,4 (2,8%)6,5 19,0 Puglia 27,6 (3,1%)7,8 19,8 Trentino-AA 27,8 (3,1%)9,6 18,2 Sicilia 29,4 (3,3%)8,4 21,0 Campania 37,6 (4,2%)6,9 30,7 Piemonte 58,4 (6,5%)13,6 44,8 11,4 68,0 (7,5%)14,9 53,1 Veneto 97,3 (10,8%)20,1 77,2 Emilia-Romagna 97,3 (10,8%)18,1 79,2 Lombardia 235,5 (26,1%) 33,1 202,4 Molise 2,0 (0,2%)0,6 1,4 Basilicata 3,4 3,9 (0,4%)1,2 2,8 Calabria 8,5 (0,9%)3,0 5,5 Lazio VdA 103,5 (11,5%) Toscana Sardegna 12,1 (1,3%) 1,6 (0,2%) 94,3 0,4 1,2 8,7 Umbria 13,4 (1,5%)3,7 9,2 Imprese Medio-grandi Tot. 728,8 mld/€ Imprese piccole Tot. 172,3 mld/€
  13. 13. Focus regionale, impieghi garantiti da Confidi per tipologia di impresa e Regione Fonte: Banca d’Italia, bollettino statistico, e bollettini regionali, dati in mld/€ 0,1 Basilicata 0,2 (0,5%)0,1 0,1 Calabria 0,3 (0,8%)0,1 0,2 VdA 0,4 (0,8%)0,1 0,2 FVG 1,0 (2,4%)0,5 0,5 Umbria 1,0 (2,4%)0,5 0,5 Trentino-AA 1,0 (2,4%)0,7 0,3 Campania 1,0 (2,4%)0,2 0,8 Liguria 1,1 (2,6%)0,4 0,7 Abruzzo 1,2 (2,9%)0,6 0,7 Puglia 1,3 (3,1%)0,4 1,0 Sardegna 1,6 (3,7%)0,5 1,1 Lazio 1,9 (4,4%)0,3 1,6 Marche 2,0 (4,7%)1,1 0,9 Sicilia 2,7 (6,3%)1,0 1,6 Veneto 4,0 (9,6%) 0,1 2,2 Toscana 4,2 (10,0%)1,4 2,8 Piemonte 4,3 (10,2%)1,6 2,8 1,8 5,0 (11,8%)2,8 2,2 Lombardia 7,9 (18,7%) 2,7 5,1 0,1 (0,3%)Molise Emilia-Romagna Imprese Medio-grandi Tot. 25,6 mld/€ Imprese piccole Tot. 16,7 mld/€
  14. 14. Focus regionale, impieghi garantiti da Confidi per tipologia di impresa e Regione. Cos’è successo dopo 5 anni? Fonte: Banca d’Italia, bollettino statistico, e bollettini regionali, dati in mld/€ 0,5 0,6 Lazio 0,3 Marche 1,1 1,3 Sicilia 1,0 1,3 Veneto 1,8 2,4 Toscana 1,4 2,3 Piemonte 1,6 2,4 -27,8% Emilia-Romagna 2,8 3,5 Lombardia 2,7 3,8 -39,8% +50,8% -18,1% +3,2% -25,7% -12,0% -25,2% -12,1% -32,4% -12,9% +51,2% -8,8% +2,9% -15,5% -24,2% -23,5% -39,0% -33,5% -19,1% Molise 0,1 0,1 Basilicata 0,1 0,1 0,3 Calabria 0,1 0,1 VdA 0,1 0,1 FVG 0,5 0,6 Umbria 0,5 0,6 Trentino-AA 0,7 0,9 Campania 0,2 0,2 Liguria 0,4 0,5 Abruzzo 0,6 0,6 Puglia 0,4 0,2 Sardegna +87,9% +99,7% +38,9% +36,6% -12,1% +57,2% -14,2% +44,4% +28,3% +108,7% +271,7% +77,0% +93,3% +70,9% +42,9% -28,9% +0,3% -14,4% +94,7% +18,5% 0,1 0,0 0,1 0,2 0,2 0,2 0,2 0,5 0,6 0,1 0,5 0,3 0,3 0,4 0,8 0,6 0,7 0,6 0,7 0,3 1,0 0,3 1,1 0,6 1,6 0,8 0,9 0,5 1,6 1,1 2,2 3,1 2,8 2,8 2,8 3,2 2,2 1,1 5,1 4,3 20142009 Focus Piccole Imprese Focus MG Imprese
  15. 15. Focus regionale: impieghi garantiti erogati alle imprese Fonte: Banca d’Italia, bollettino statistico, e bollettini regionali, dati in mld/€ 8 5 4 2 12 3 7 6 24023523022522021512011511010510095908580757065605550454035302520 11 10 9 22 13 1 0 151050 Impieghi ad imprese - mld/€ ImpieghigarantitidaConfidi-%sultotale VdA (0,4) Molise (0,1) Basilicata (0,2) Calabria (0,3) Sardegna (1,6) Umbria (1,0) Abruzzo (1,2) FVG (1,0) Liguria (1,1) Marche (2,0) Puglia (1,3) Trentino-AA (1,0) Sicilia (2,7) Campania (1,0) Piemonte (4,3) Toscana (4,2) Veneto (4,0) Emilia-Romagna (5,0) Lazio (1,9) Lombardia (7,9) Media Italia = 4,69% di cui impieghi garantiti da Confidi
  16. 16. Focus regionale: impieghi garantiti erogati alle piccole imprese Fonte: Banca d’Italia, bollettino statistico, e bollettini regionali, dati in mld/€ 333231302924232221201918 1 16151413121110987 17 31 30 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 0 346543210 Impieghi a PI - mld/€ ImpieghigarantitidaConfidi-%sultotale Sardegna (0,5) Sicilia (1,0) Calabria (0,1) Basilicata (0,1) Puglia (0,4) Campania (0,2) Molise (0,1) Abruzzo (0,6) Lazio (0,3) Marche (1,1) Umbria (0,5) Toscana (1,4) Emilia-Romagna (2,8) Liguria (0,4) FVG (0,5) Veneto (1,8) Trentino-AA (0,7) Lombardia (2,7) VdA (0,1) Piemonte (1,6) Media Italia = 9,72% di cui impieghi garantiti da Confidi
  17. 17. Focus regionale: impieghi garantiti erogati alle medio-grandi imprese Fonte: Banca d’Italia, bollettino statistico, e bollettini regionali, dati in mld/€ 6055504540302520151050 35 1851101051009590858075 13,5 13,0 9,5 9,0 8,5 8,0 7,5 7,0 6,5 6,0 5,5 5,0 4,5 4,0 3,5 3,0 70 2,0 1,5 1,0 0,5 0,0 20520019519065 2,5 Impieghi a MGI - mld/€ Sicilia (1,6) Sardegna (1,1) Trentino-AA (0,3) Lombardia (5,1)VdA (0,2) Piemonte (2,8) ImpieghigarantitidaConfidi-%sultotale Calabria (0,2) Basilicata (0,1) Puglia (1,0) Campania (0,8) Molise (0,1) Abruzzo (0,7) Lazio (1,6) Marche (0,9)Umbria (0,5) Toscana (2,8) Emilia-Romagna (2,2) Liguria (0,7) FVG (0,5) Veneto (2,2) Media Italia = 2,95% di cui impieghi garantiti da Confidi
  18. 18. Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia, la geografia Fonte: Banca d’Italia, dati al 31/12/2014. Nord Ovest 83 di cui sottoposti alla vigilanza della Banca d’Italia 18 Nord Est 73 di cui sottoposti alla vigilanza della Banca d’Italia 18 Nord Ovest 112 di cui sottoposti alla vigilanza della Banca d’Italia 12 Nord Ovest 262 di cui sottoposti alla vigilanza della Banca d’Italia 14 Confidi iscritti all’albo al 31/12/2014: 530 di cui sottoposti alla vigilanza della Banca d’Italia 62
  19. 19. Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia, impieghi per tipologia di impresa e presenza garanzia Confidi Fonte: Banca d’Italia, dati al 31/12/2014. 468 (88.3%) 62 (11.7%) 65 (12.3%) 100 (18.9%) 14 (2.6%) 18 (3.4%) Italia Nord Ovest Centro Sud e Isole Nord Est 18 (3.4%) 248 (46.8%) 55 (10.4%) 12 (2.3%) Confidi sottoposti alla vigilanza della Banca d’Italia Confidi NON sottoposti alla vigilanza della Banca d’Italia Ripartizione per numero di Confidi 3,364 (15.9%) 6,946 (32.9%) 3,371 (16.0%) 2,117 (10.0%) 5,611 (26.6%) 15,509 (73.4%) 1,828 (8.7%) 1,265 (6.0%) 926 (4.4%) 1,303 (6.2%) Ripartizione per volumi di garanzie rilasciate – mln/€
  20. 20. Agenda • Lo scenario di riferimento dei Confidi in Italia • Lo scenario di riferimento dei Confidi in Emilia Romagna
  21. 21. Lo scenario di riferimento dei Confidi in Emilia Romagna, gli impieghi e le sofferenze Fonte: Bollettini regionali - cfr Note metodologiche – mld/€. 2012 Stima 2015 105,2 2009 4,1 (5,1%) 97,0 2014 15,6 (16,3%) 9,3 (10,0%) 100,6 95,7 2013 97,3 14,6 (16,2%)12,1 (13,4%) Impieghi ER Sofferenze ER
  22. 22. Il mercato della garanzia 2014 in Emilia Romagna Fonte:Banca d’Italia, dati al 31/12/2014; elaborazioni interne - cfr Note metodologiche – mld/€ 77,0 (83%) 15,3 (17%) 92,3 5,0 5,4% Impieghi ER garantiti da Confidi 2,2 (44%) 2,8 (56%) Impieghi ER non garantiti da Confidi Impieghi a PI Impieghi a MGI Totale impieghi ER 97,3 79,2 (81%) 18,1 (19%)
  23. 23. Note metodologiche 1. I dati riferiti al Sistema sono pubblicati sul Bollettino Statistico (ed. 31/12/2014), la serie Economie Regionali in particolare “L’economia delle regioni italiane nel 2014” e le pubblicazioni delle singole Regioni (ed. 06/2015) pubblicati dalla Banca d’Italia. I dati di sistema sono tutti al 31/12/2014. 2. I dati relativi al numero dei Confidi sono stati comunicati dalla Banca d‘Italia nella serie Economie Regionali “L’economia delle regioni italiane nel 2014” 3. Le elaborazioni pubblicate da Banca d’Italia sono su dati Centrale dei Rischi. 4. I dati relativi alle garanzie dei Confidi si riferiscono ai Confidi che risultavano aver concesso garanzie superiori alla soglia di rilevamento individuale in Centrale dei rischi al 31/12/2014. 5. Per piccole imprese si adotta la classificazione di Banca d'Italia (Imprese non finanziarie con meno di 20 addetti). 6. I dati Bankitalia relativi agli affidamenti piccole imprese garantiti da Confidi sono relativi ad imprese sopra la soglia di rilevamento in CR. Il dato complessivo (sopra e sotto soglia CR) degli affidamenti piccole imprese garantiti da confidi è stato derivato dalla proporzione esistente in ogni regione tra i complessivi affidamenti sopra soglia di rilevazione CR ed il totale affidamenti piccole imprese (Fonte “L’economia delle regioni italiane nel 2014” e le pubblicazioni delle singole Regioni (ed. 06/2015)). 7. Per quanto riguarda gli impieghi garantiti delle piccole imprese, la differenza tra impieghi garantiti rilevati dalle segnalazioni di vigilanza ed impieghi garantiti rilevati da Centrale Rischi è stata attribuita ad ogni regione in base alla proporzione regionale (tale differenza rappresenta i volumi delle imprese sotto soglia di rilevazione CR). 8. Il valore delle garanzie per le imprese sopra soglia di rilevazione CR è stato integrato ripartendo, secondo la distribuzione regionale esistente, il totale a livello Italia, comprensivo delle imprese sotto soglia, risultante dalle segnalazioni di vigilanza. 9. I dati relativi agli impieghi garantiti da Confidi, per quanto riguarda le imprese medio-grandi sono stati calcolati a partire dalle garanzie totali (calcolate come descritto al precedente punto 8), stimando una percentuale media di garanzia del 50% e sottraendo il volume degli impieghi delle piccole imprese (calcolati come descritto al precedente punto 7). 10.Per gli impeghi garantiti dai Confidi si è ipotizzata una percentuale garantita pari al 50%.
  24. 24. Grazie per l’attenzione Dott. Daniele Paganelli Mail: dan.pag@gmail.com LinkedIn: Daniele Paganelli

×