Orientamento al lavoro

1,653 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,653
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Orientamento al lavoro

  1. 1. I BISOGNI UMANI• Sono stati di carenza chespingono lorganismo arapportarsi con il suo ambienteal fine di colmare tale carenza. • Sono stati soggettivi di necessità o di insoddisfazione che le persone cercano di far cessare in quanto provocano sensazioni sgradevoli di disagio.• Sono desideri che possonoessere soddisfatti tramite benie/o servizi ritenuti adatti adappagarli. Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  2. 2. CARATTERISTICHE DEI BISOGNI Soggettivi Illimitati Variabili SaziabiliComplementari Risorgenti Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  3. 3. CLASSIFICAZIONE DEI BISOGNI Primari SecondariIndividuali Collettivi Spontanei Indotti Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  4. 4. LA PIRAMIDE DI MASLOW Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  5. 5. SODDISFARE I BISOGNI ECONOMICI MOBILI IMMOBILI INCORPORATI IN UN BENE STRUMENTALI INTERMEDI BENI SERVIZI DI CONSUMO NON INCORPORATICOMPLEMENTARI IN UN BENE SUCCEDANEI Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  6. 6. L’ECONOMIA IN SINTESIECONOMIA = scienza che studia le attività che l’uomo svolge per soddisfare ipropri bisogni con le limitate risorse che ha a disposizione.SISTEMA ECONOMICO = insieme di persone e organizzazioni in relazione leune con le altre per raggiungere l’obiettivo di soddisfare gli infiniti bisogniche gli individui sentono, mediante l’uso di beni e servizi.SISTEMA ECONOMICO AD ECONOMIA MISTA = lo Stato non si limita più aprodurre i servizi pubblici essenziali e a garantire losservanza delleleggi, ma:• interviene anche a sostegno della produzione;• realizza interventi per garantire la piena occupazione dei lavoratori;• garantisce migliori condizioni di vita alle classi più deboli;• cerca di armonizzare lo sviluppo fra le zone più ricche e quelle più arretratedel Paese. Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  7. 7. IL LAVORO Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  8. 8. IL MERCATO DEL LAVORO: LE IMPRESE ISTAT – DATI 2008 Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  9. 9. IL MERCATO DEL LAVORO: I SETTORI DI ATTIVITA’ Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  10. 10. IL MERCATO DEL LAVORO: GLI ENTI PUBBLICI ANNO 2005 Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  11. 11. IL MERCATO DEL LAVORO: RECRUITING INTERNO ESTERNOMOBILITA’ INTERNA MERCATO LIBERO JOB POSTING BANCHE DATI RELAZIONI CENTRI PER SINDACALI L’IMPIEGO PROGRESSIONE CENTRI DI VERTICALE FORMAZIONE PROGRESSIONE MOBILITA’ ESTERNA ORIZZONTALE VALUTAZIONE ALTRE AZIENDE POTENZIALE e PRESTAZIONI SOCIETA’ DI CONSULENZA/AGENZIE PER L’IMPIEGO Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  12. 12. STRUTTURE ORGANIZZATIVE IN AZIENDA ELEMENTARE GERARCHICO FUNZIONALE DIVISIONALE A MATRICEPER PROGETTO PER PROCESSO Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  13. 13. MODELLO ELEMENTARE TITOLARE RUOLO 1 RUOLO 2 RUOLO 3 Aziende di piccole dimensioni Decisioni accentrate nel titolare Ruoli interscambiabiliRapidità di azione e di circolazione delle informazioni Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  14. 14. MODELLO GERARCHICO FUNZIONALE Direzione Generale StaffMarketing Vendite Ricerca & Sviluppo Engeneering Produzione Aziende che hanno un solo prodotto finale Decisioni su più livelli, secondo le indicazioni del livello superioreFunzioni generali (personale, finanza, controllo ecc) in staff alla direzione Difficile visione d’insieme, lentezza di risposta da parte dei dipendenti Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  15. 15. MODELLO DIVISIONALE Direzione Generale Staff Auto Mezzi Veicoli industriali Trasporto Racing agricoli pubblico Aziende che hanno più prodotti o più business unit Decisioni e responsabilità a livello divisionale Funzioni di staff alla direzione replicate nelle divisioniEccellente coordinamento fra le funzioni all’interno delle divisioni, scarso coordinamento fra le divisioni Flessibilità Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  16. 16. MODELLO A MATRICE Direzione GeneraleProduzione Ingegneria Vendite Finanza Progetto1 Ordini gerarchici Progetto2 Ordini di servizio Progetto 3 Aziende che hanno più prodotti o più business unit Decisioni e responsabilità a livello divisionale Funzioni di staff alla direzione replicate nelle divisioniEccellente coordinamento fra le funzioni all’interno delle divisioni, scarso coordinamento fra le divisioni Flessibilità Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  17. 17. JOB DESCRIPTION E JOB PROFILEJOB DESCRIPTION Cosa fa Come lo fa (metodi, strumenti, procedure…) A quale fine Insieme a chi (organigramma, relazioni, referenza…) JOB PROFILE Caratteristiche professionali (Jobdescription, responsabilità, qualifica, cono scenze tecniche) Caratteristiche personali (Età, residenza, istruzione, competenze personali,….) Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  18. 18. IL BILANCIO DI COMPETENZE Motivazioni Valori ObiettiviCompetenze Ambiente e capacità ricercato Modalità Interessi ricercate Aree di Qualità miglioramento personali Stile Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  19. 19. TROVARE LAVORO: MILESTONES • Ricerca informativa sul mercato del lavoro1 • Ricerca di lavoro - Autocandidatura - Networking - Banche dati2 - Annunci - Concorsi - Avviamento • Curriculum/Lettera di presentazione34 • Colloquio Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  20. 20. I SISTEMI DI CONVINZIONI Convinzioni Potenzianti Limitanti Di possibilità: “E’ possibile” Di impossibilità: “E’ impossibile” Di autoefficacia: “Io posso” Di impotenza: “Non posso”Di meritevolezza: “Me lo merito” Di indegnità: “Non lo merito” Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  21. 21. LE PROFEZIE AUTOAVVERANTESISe ci rappresentiamo immagini di fallimento attingiamo a pocherisorse e ogni ostacolo rinforza convinzioni di impossibilità eimpotenza. Al contrario, se ci rappresentiamo immagini di successo interpretiamo anche un risultato diverso da quello desiderato come un’esperienza utile. Le convinzioni tendono cioè a realizzare se stesse, a divenire profezie autoavverantesi. Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  22. 22. L’OBIETTIVO BEN FORMATOLa buona formazione di un obiettivo è il primo passo verso il suoraggiungimento.Chiamiamo “ben formato” l’obiettivo che rispetta le caratteristiche riassuntedall’acronimo SMART.SpecificoMisurabileAccettato e accessibileRealisticoTempificabile Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  23. 23. IL CURRICULUM VITAE 20”? ? Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  24. 24. REDIGERE IL CV Ortografia Sintesi Obiettivi GraficaCompletezza Evidenza Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  25. 25. LA LETTERA DI PRESENTAZIONE Chi sono Che cosa faccio I miei obiettivi Perché vi ho scelto Cosa posso fare per Voi Richieste Saluti Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  26. 26. IL COLLOQUIO DI SELEZIONE SELEZIONATORI E… CANDIDATI Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  27. 27. L’ABITO NON FA IL MONACO? Commercialista? Addetto alla sicurezza?Animatore per bambini? Ballerina di Hip Hop? Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  28. 28. PROSSEMICA Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  29. 29. ALCUNE DOMANDE DI SELEZIONEQuali sono i suoi obiettivi  Come si vede fra cinque anni?professionali?  Che cos’è per Lei la crescita Se inaspettatamente ha una professionale?mattina libera che cosa preferisce Che cosa si aspetta da questofare? lavoro?Secondo Lei chi è una persona di Che cosa significa per Lei esseresuccesso? efficiente? Se ha un appuntamento  Crede che le Sua scelte sianoimportante e si sveglia in ritardo condizionate da qualcosa o dache cosa fa? qualcuno? Quali caratteristiche deve avere  Qual è la cosa più bella che Le èil Suo lavoro ideale? capitata nella Vita? Secondo Lei è più importante  Per quale motivo dovreisapersi adattare o avere delle assumerLa?regole e rispettarle sempre? Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  30. 30. IL COLLOQUIO DI GRUPPO Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  31. 31. MANSIONI, QUALIFICHE, CATEGORIELe mansioni indicano linsieme dei compiti e delle specifiche attività che ilprestatore di lavoro deve eseguire nellambito del rapporto di lavoro. Lemansioni costituiscono loggetto specifico dellobbligazione lavorativa e sonoindividuate nel contratto di lavoro.La qualifica rappresenta lo status professionale del lavoratore e, più inparticolare, il valore professionale delle mansioni svolte. esprime il tipo e illivello di una figura professionaleLe categorie costituiscono delle entità classificatorie che raggruppano i variprofili professionali. Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  32. 32. LE RELAZIONI INDUSTRIALIImpostazione e gestione dei processiche caratterizzano i rapporti sindacalie la contrattazione decentrata Relazioni sindacali Contrattazione collettiva integrativa Permessi, aspettative e distacchi sindacali Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  33. 33. LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA  Accordi Quadro Nazionali (es. intercompartimentali) = la contrattazione si svolge su tutte le materie relative al rapporto di lavoro ed alle relazioni sindacali  Contratti di categoria nazionali = la contrattazione si svolge per comparti della contrattazione collettiva nazionale riguardanti settori omogenei o affini  Contrattazione integrativa = si svolge a livello di azienda o Ente con le modalità indicate dalla contrattazione collettiva nazionale Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  34. 34. LE RAPPRESENTANZE SINDACALI IN AZIENDASindacato = Ogni organizzazione di lavoratori che abbia lo scopo di promuovere e didifendere gli interessi dei lavoratori stessiR.S.A. = Organismo costituito in azienda su indicazione deisindacati che svolgono una “effettiva azione dirappresentanza”, avendo stipulato i contratti collettiviapplicati nell’unità produttiva.R.S.U. = Organo rappresentativo dei lavoratori costituito per2/3 mediante elezione da parte di tutti i lavoratori presenti inazienda e per 1/3 dalle OO.SS. stipulanti il Contrattocollettivo nazionale di lavoro applicato nell’unità produttiva.I compiti di rappresentanza della R.S.U. vengono svolti:-sul versante delle relazioni industriali attraverso l’esercizio delle funzioni di controllo,gestionali, di verifica applicativa, di consultazione, nonchè dall’esercizio dei diritti diinformazione previsti dalla legge e dai contratti.- sul versante contrattuale in quanto ha la titolarità, unitamente alle associazionisindacali firmatarie del ccnl applicato nella unità lavorativa o nel comparto, allacontrattazione collettiva integrativa. Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  35. 35. IL DIRITTO DI SCIOPERO Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  36. 36. TIPOLOGIE DI CONTRATTO 1 A TEMPO A TEMPO INDETERMINATO DETERMINATO RIPARTITO PART TIME DI INSERIMENTO DI APPRENDISTATO TELELAVORO A DOMICILIOSOMMINISTRAZIONE INTERMITTENTE DI LAVORO Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching
  37. 37. TIPOLOGIE DI CONTRATTO 2 COLLABORAZIONEA PROGETTO OCCASIONALETIROCINIO TIROCINIO DIFORMATIVO ORIENTAMENTO AGENZIA Dott.ssa Daniela Cevenini – Consulenza Formazione Coaching

×