Presentazione del progetto DIDATEC
Contenuti, modello formativo e obiettivi formativi.
e-Tutor
Dalila Maria Virzì
IISS“Pug...
PresentazioneProgetto
PresentazioneProgetto
 La scuola nella società dell'informazione e della conoscenza
 Multimedialità a scuola
 Tecnologie per la didattica
 R...
Di che cosa si tratta?1
1. La scuola nella società dell'informazione e della
conoscenza, definisce il quadro storico e cul...
Di che cosa si tratta?1
Moduli formativi
La scuola nella società dell'informazione e della conoscenza
• Il quadro storico ...
Di che cosa si tratta?1
Caratteristiche dei contenuti
I contenuti (learning object), sono in formato digitale, possono con...
DIDATEC livello base DIDATEC livello avanzato
 Alfabetizzazione tecnologica di base
 Familiarizzazione all'uso delle ICT...
DIDATEC livello base DIDATEC livello avanzato
La formazione blended
La formazione DIDATEC livello base
prevede per i corsi...
DIDATEC
livello base
Le fasi della formazione
Fase 1- Familiarizzazione
25 ore presenza e 10 online)
Attività obbligatorie...
DIDATEC
livello avanzato
Fase1 - Metodologie e strumenti per la
progettazione con le ICT
di 35 ore (5 in presenza e 30 onl...
DIDATEC livello base
Il percorso di alfabetizzazione
tecnologica, nella fase iniziale
della formazione, si svolge
prevalen...
Comitato Tecnico Scientifico
 Dott.ssa Alvino Serena,
assegnista di ricerca e esperta in modelli e tecniche di moderazion...
Analisi di contesto La trasformazioni economiche, sociali e tecnologiche che
sono intervenute a partire dalla fine degli a...
Quadro teorico di riferimento
I processi di innovazione intervengono
sul ruolo della scuola. Il più recente
quadro strateg...
La definizione delle competenze chiave ha una funzione
strategica nei processi di innovazione della scuola e
convoglia gli...
17
ModelloFormativo Quadro teorico di riferimento
Definizione generale
18
ICT e curricolo a livello europeo e livello italiano
SCUOLA PRIMARIA
Le abilità sono:
 abilità di base, legate all'uso...
ICT e curricolo a livello europeo e livello italiano
SCUOLA SECONDARIA
Le conoscenze, fissate dai curricola sono:
 conosc...
Per l'attuazione di questo orientamento strategico, le competenze digitali dei
docenti rappresentano un fattore di success...
Framework e i modelli di competenze digitali per gli insegnanti
Framework TPACK
(Technological Pedagogical Content Knowled...
FINALITÀ GENERALI DEL PROGETTO DIDATEC
DIDATEC livello base e DIDATEC livello avanzato fanno acquisire agli insegnanti una...
Scuola e tecnologie: le competenze dei docenti
La competenza digitale per i docenti assume i tratti di una competenza
cult...
Competenza digitale DIDATEC
Obiettivi strategici UE per la qualità dei sistemi di Istruzione e formazione (ET 2020)
Compet...
Didatec Base
Percorso di familiarizzazione all'uso delle ICT nella didattica per
l'acquisizione di un'alfabetizzazione tec...
Didatec Base
Il livello base si prefigge di far conseguire ai corsisti un'alfabetizzazione tecnologica di base
ed un primo...
DIDATEC Base
Il profilo in uscita della formazione DIDATEC livello base definisce un docente che ha acquisito le
competenz...
Didatec Avanzato
Percorso finalizzato a migliorare le abilità di progettazione e realizzazione di
attività didattiche con ...
Didatec Avanzato
Il livello avanzato si prefigge di far conseguire ai corsisti la capacità di progettare e realizzare usi
...
Didatec Avanzato
Il profilo in uscita della formazione DIDATEC livello avanzato definisce un docente che usa le
tecnologie...
Presentazione progetto Didatec
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Presentazione progetto Didatec

555 views

Published on

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Presentazione progetto Didatec

  1. 1. Presentazione del progetto DIDATEC Contenuti, modello formativo e obiettivi formativi. e-Tutor Dalila Maria Virzì IISS“Pugliatti”diTaormina
  2. 2. PresentazioneProgetto
  3. 3. PresentazioneProgetto
  4. 4.  La scuola nella società dell'informazione e della conoscenza  Multimedialità a scuola  Tecnologie per la didattica  Risorse digitali per la didattica  ICT e organizzazione della didattica  ICT nella didattica curricolare e per il potenziamento delle competenze chiave Di che cosa si tratta?1 Aree tematiche Contenuti
  5. 5. Di che cosa si tratta?1 1. La scuola nella società dell'informazione e della conoscenza, definisce il quadro storico e culturale delle tecnologie nella scuola. 2. Multimedialità e scuola approfondisce il tema dei linguaggi e dei codici per la comunicazione e la rappresentazione delle conoscenze. L'attenzione alle literacy è funzionale all'utilizzo della multimedialità nella didattica. 3. Tecnologie e didattica introduce il quadro storico e metodologico sulle ICT in ambito educativo, descrive approcci, strumenti, standard, fornisce i principi della progettazione didattica con le nuove tecnologie (instructional design). 4. Risorse digitali per la didattica è un'area tematica sugli strumenti operativi per la didattica con le ICT. 6. ICT nella didattica curricolare presenta come potenziare le competenze chiave offre un ampio repertorio di pratiche e materiali su percorsi disciplinari e non di utilizzo delle tecnologie. 6 Aree tematiche 5. ICT e organizzazione della didattica è l'area dedicata ai setting tecnologici per la didattica e per la gestione della scuola. Contenuti
  6. 6. Di che cosa si tratta?1 Moduli formativi La scuola nella società dell'informazione e della conoscenza • Il quadro storico culturale • Gli attori: docenti studenti, famiglie • La competenze per la società della conoscenza Multimedialità a scuola • I media digitali • Linguaggi e i testi multimediali • L'informazione in ambiente digitale • Produrre e organizzare la conoscenza con le ICT • La comunicazione mediata dal computer Tecnologie per la didattica • Software per la produttività personale • E-learning • La lavagna interattiva multimediale • Simulazioni, mondi immersivi e game based learning • Strumenti di authoring • Software didattico • E-Book • Blog, Podcast e Wiki • La Comunicazione mediata dal computer • Tecnologie assistive Risorse digitali per la didattica • Integrare risorse digitali nella progettazione didattica • Progettare una risorsa didattica • ICT e organizzazione della didattica • Apprendimento e tecnologie: teorie e metodologie ICT e organizzazione della didattica • La progettazione didattica con le ICT • ICT e ambienti di apprendimento • Tecnologie per la valutazione degli apprendimenti • ICT nella didattica curricolare e per il potenziamento delle competenze chiave ICT e didattica disciplinare • (con percorsi per le discipline del I ciclo e percorsi tematici per il II ciclo). Contenuti
  7. 7. Di che cosa si tratta?1 Caratteristiche dei contenuti I contenuti (learning object), sono in formato digitale, possono contenere testo, immagini, materiali audiovisivi, elementi interattivi e sono tipicamente organizzati in forma ipertestuale. • Attività didattiche. Partendo da un problema o un caso iniziale, sono illustrate la progettazione e la sperimentazione sul campo, offrono spunti di riflessione. Questa tipologia di contenuti prevede una proposta operativa per il corsista. • Tutorial. Guide visuali all'uso del software. • Materiali di studio. Quadro di sintesi su un tema o su un argomento specifico, corredati da strumenti di autovalutazione finali e possono essere classificati come contenuti fondamentali o di approfondimento. Contenuti
  8. 8. DIDATEC livello base DIDATEC livello avanzato  Alfabetizzazione tecnologica di base  Familiarizzazione all'uso delle ICT nella didattica d’aula Potenziare la competenza digitale degli insegnanti per migliorare la qualità dei processi di insegnamento e di apprendimento.  ICT e metodologie attive  Progettazione di risorse didattiche  Progettazione di ambienti di apprendimento Di che cosa si tratta? Obiettivi 1
  9. 9. DIDATEC livello base DIDATEC livello avanzato La formazione blended La formazione DIDATEC livello base prevede per i corsisti 100 ore di formazione, articolate in 40 ore da svolgere in aula presso le scuole presidio e 60 ore da svolgersi online nella piattaforma di e-learning predisposta dall'Agenzia. La formazione DIDATEC livello avanzato prevede per i corsisti 90 ore di formazione, articolate in 20 ore da svolgere in aula presso le scuole presidio e 70 ore da svolgersi online nella piattaforma di e-learning predisposta dall'Agenzia. Come si svolge la formazione?2
  10. 10. DIDATEC livello base Le fasi della formazione Fase 1- Familiarizzazione 25 ore presenza e 10 online) Attività obbligatorie - Questionario di profilatura Patto Formativo - Interventi nel Forum, almeno due Fase 2 - Quadro di conoscenze di 35 ore (5 in presenza e 30 online) Elaborato obbligatorio - Problema di partenza Fase 3 - Progettazione didattica ICT di 30 (10 in presenza e 20 online) Elaborato obbligatorio - Progettazione di un’attività o un percorso didattico da realizzare in aula Come si svolge la formazione?2
  11. 11. DIDATEC livello avanzato Fase1 - Metodologie e strumenti per la progettazione con le ICT di 35 ore (5 in presenza e 30 online) Quadro teorico per la progettazione di contenuti didattici digitali, per uso ICT in attività centrate sullo studente e per la progettazione di ambienti di apprendimento e setting tecnologici per la didattica Fase2 - sperimentazione in aula di 55 ore (15 in presenza e 40 online) Progettazione e sperimentazione in aula di un percorso didattico con le ICT Le fasi della formazione Come si svolge la formazione?2
  12. 12. DIDATEC livello base Il percorso di alfabetizzazione tecnologica, nella fase iniziale della formazione, si svolge prevalentemente in aula con il supporto del tutor. Nella fase di sperimentazione , il corsista realizza un progetto didattico da svolgere in classe. Durante la sperimentazione, il tutor supporta i corsisti online ed organizzando sessioni di “sportello tecnologico” in presenza. DIDATEC livello avanzato La formazione approfondisce modelli e strategie di progettazione con le tecnologie e la valutazione dell’impatto sugli apprendimenti. Focus della formazione:  progettazione di contenuti didattici;  progettazione di ambienti di apprendimento. Perché partecipare?3 Aspetti innovativi
  13. 13. Comitato Tecnico Scientifico  Dott.ssa Alvino Serena, assegnista di ricerca e esperta in modelli e tecniche di moderazione e conduzione di attività di gruppo in presenza e online.  Prof. Barca Daniele, docente comandato ed esperto nell'impiego delle tecnologie digitali nella didattica e nel tutoraggio degli insegnanti in modalità blended.  Prof. Attilio Compagnoni (MIUR)  Prof.ssa Cuccurullo Daniela docente in servizio ed esperta nell'impiego delle tecnologie digitali nella didattica e nel tutoraggio degli insegnanti in modalità blended.  Prof. Ferri Paolo Maria, Professore Associato e esperto in tecnologie digitali e processi cognitivi.  Dott. Andrea Garavaglia, ricercatore e esperto in metodologie e tecniche della ricerca sociale ed educativa.  DT Giuseppe Marucci (MIUR)  Prof. Rivoltella Pier Cesare, Professore Ordinario e esperto di problematiche relative al ruolo e funzione della scuola nella società dell'informazione e della conoscenza e di media education. Gruppo ricercatori ANSAS: Patrizia Appari (Nucleo Lombardia), Andrea Benassi, Valentina della Gala, Elena Mosa, Laura Parigi, Francesca Rossi –sede centrale-. Chi ha progettato il corso?4
  14. 14. Analisi di contesto La trasformazioni economiche, sociali e tecnologiche che sono intervenute a partire dalla fine degli anni '70 hanno determinato il configurarsi di quella che è definita società dell'informazione e della conoscenza. L'epoca post-industriale è caratterizzata da un'economia globale, nella quale la competitività dipende dalla capacità di creare, elaborare e comunicare conoscenza. In questa società, l'informazione è considerata una risorsa ed un bene, gli individui sono sempre più spesso: knowledge workers professionisti dell’informazione e della comunicazione, in grado di utilizzare nel mercato del lavoro conoscenze, abilità e capacità per risolvere problemi e progettare processi e prodotti. In questo contesto storico si richiede ai soggetti di riconfigurare in modo dinamico il proprio background culturale e le proprie abilità professionali. Molti governi ed organizzazioni nazionali ed internazionali: EU, OCSE, UNESCO, hanno voluto definire le competenze necessarie affinché ogni individuo acceda al mondo del lavoro ed eserciti la cittadinanza attiva. ModelloFormativo
  15. 15. Quadro teorico di riferimento I processi di innovazione intervengono sul ruolo della scuola. Il più recente quadro strategico promosso dall'Unione europea, (ET-2020), fissa quattro obiettivi: “Istruzione e formazione 2020” 1. Fare in modo che l'apprendimento permanente e la mobilità divengano una realtà. 2. Migliorare la qualità e l'efficacia dell'istruzione e della formazione. 3. Promuovere l'equità, la coesione sociale e la cittadinanza attiva. 4. Incoraggiare la creatività e l'innovazione, l'imprenditorialità, a tutti i livelli dell'istruzione e della formazione. COMPETENZE CHIAVE DEI DOCUMENTI EUROPEI RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 18 dicembre 2006 relativa alle 8 competenze chiave per l’apprendimento permanente 1. Comunicazione nella madrelingua; 2. Comunicazione nelle lingue straniere; 3. Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia; 4. COMPETENZA DIGITALE; 5. Imparare ad imparare; 6. Competenze sociali e civiche; 7. Spirito di iniziativa e imprenditorialità; 8. Consapevolezza ed espressione culturale. ModelloFormativo
  16. 16. La definizione delle competenze chiave ha una funzione strategica nei processi di innovazione della scuola e convoglia gli sforzi di studiosi e stakeholder. Il progetto Didatec e la Competenza Digitale Alcune literacy (competenze) sono direttamente connesse all'uso delle tecnologie digitali: dalla computer literacy, definita come la conoscenza e la capacità di usare in modo efficiente i dispositivi digitali, all'information literacy, repertorio di conoscenze e abilità con cui un soggetto individua e soddisfa i propri bisogni informativi, e alla media literacy che si riferisce alla capacità di produrre testi utilizzando media differenti. ModelloFormativo
  17. 17. 17 ModelloFormativo Quadro teorico di riferimento Definizione generale
  18. 18. 18 ICT e curricolo a livello europeo e livello italiano SCUOLA PRIMARIA Le abilità sono:  abilità di base, legate all'uso di software per la produttività personale, giochi e software educativi nonché di strumenti per reperire ed elaborare informazioni in rete;  capacità di uso responsabile ed etico delle tecnologie;  capacità di utilizzo delle ICT per apprendere, ossia abilità nella gestione dell'informazione, nella comunicazione mediata dalla tecnologie e nella creazione di conoscenza. Le conoscenze che gli studenti dovrebbero acquisire sono:  conoscenze funzionali, relative a concetti di base sulle ICT e sull'utilizzo pratico delle tecnologie digitali;  conoscenze legate all'alfabetizzazione informativa, relative al reperimento e all'elaborazione di informazioni e ai temi della sicurezza e della protezione della privacy in rete;  conoscenze legate all'alfabetizzazione ai media;  conoscenze sull'uso delle ICT nell'apprendimento  per integrare le abilità acquisite  per l'uso creativo e produttivo  per il problem solving. ModelloFormativo
  19. 19. ICT e curricolo a livello europeo e livello italiano SCUOLA SECONDARIA Le conoscenze, fissate dai curricola sono:  conoscenze funzionali: concetti di base sul funzionamento e sull'uso del computer e delle ICT in generale;  conoscenze per la produzione di contenuti digitali: realizzazione e pubblicazione di prodotti multimediali;  conoscenze di alfabetizzazione delle informazioni: reperimento e valutazione delle informazioni, discriminazione tra le fonti e tra i diversi tipi di media;  conoscenze sull'uso della ICT per l'apprendimento e la comunicazione: conoscenza dei virtual learning environment e software collaborativi, approfondimento sugli strumenti di comunicazione mediata dal computer. Le abilità sono :  capacità funzionali nell'uso di programmi applicativi e funzioni avanzate dei software, nonché capacità di combinare l'uso di software diversi per la realizzazione di un compito;  uso responsabile ed etico delle ICT per la protezione dei dati, la navigazione sicura, il rispetto degli aspetti legali e normativi;  uso delle ICT come strumenti per coltivare il proprio apprendimento attraverso la consultazione di risorse, la produzione, la risoluzione di problemi, la creazione di simulazioni e modelli;  uso delle ICT in contesti reali, in ambito educativo ed in diversi contesti  uso delle ICT per la comunicazione in rete;  uso delle ICT per la pianificazione del proprio lavoro; ModelloFormativo
  20. 20. Per l'attuazione di questo orientamento strategico, le competenze digitali dei docenti rappresentano un fattore di successo, realizzabile se:  affronteranno questo compito acquisendo conoscenze tecniche specifiche,  cambieranno il modo di fare scuola,  sapranno utilizzare proficuamente le tecnologie e i relativi modelli concettuali nella didattica quotidiana. Indicazioni nazionali del 2004 Indicazioni per il curricolo del 2007 Raccomandazioni del Parlamento Europeo e del Consiglio (competenze chiave per l’apprendimento permanente 2006) indicano la necessità, fin dalla scuola dell'Infanzia, di realizzare un uso attivo delle ICT correlato a diversi campi dell'esperienza educativa (Linguaggi, creatività, espressione, I discorsi e le parole, La conoscenza del mondo), orientato al learning by doing e attento alle tendenze evolutive delle tecnologie. L'informatica, in particolare, dovrebbe essere integrata con un approccio olistico teso a “riscrivere tutta l’esperienza disciplinare d’apprendimento”. ICT e curricolo a livello europeo e livello italianoModelloFormativo
  21. 21. Framework e i modelli di competenze digitali per gli insegnanti Framework TPACK (Technological Pedagogical Content Knowledge) Mishra e Koehler (2006) la competenza digitale è l'intersezione di conoscenze pedagogiche, di contenuto e tecnologiche; Modello EPICT propone una formazione ed una “patente” pedagogica all'uso delle tecnologie; ICT COMPETENCY STANDARDS FOR TEACHERS la competenza digitale degli insegnanti è in stretta relazione con il curricolo e con le problematiche organizzative della scuola nella società dell'informazione e della conoscenza. ModelloFormativo
  22. 22. FINALITÀ GENERALI DEL PROGETTO DIDATEC DIDATEC livello base e DIDATEC livello avanzato fanno acquisire agli insegnanti una competenza digitale che implica un insieme complesso di abilità e conoscenze relative all'uso di strumenti digitali, ma anche alla conoscenza di testi, linguaggi, processi che caratterizzano la società contemporanea. Il modello di competenza perseguito, per entrambi i livelli, intreccia le competenze tecnologiche con le competenze pedagogiche (TPACK) e mette in correlazione l'uso delle ICT con il curricolo con le problematiche organizzative della scuola nella società dell'informazione e della conoscenza (ICT COMPETENCY STANDARDS FOR TEACHERS elaborato dall'UNESCO). TPACK ICT CSFT UNESCO DIDATEC ModelloFormativo
  23. 23. Scuola e tecnologie: le competenze dei docenti La competenza digitale per i docenti assume i tratti di una competenza culturale, oltre che tecnica e professionale, che include dunque aspetti pedagogici e didattici. Competenza Digitale Professionale Culturale Tecnica ModelloFormativo
  24. 24. Competenza digitale DIDATEC Obiettivi strategici UE per la qualità dei sistemi di Istruzione e formazione (ET 2020) Competenza Digitale Professionale Competenza Digitale Abilità Funzionali Abilità Tecnico-Operative Capacità relazionali Valori Etici Aspetti Cognitivi Aspetti Culturali Competenza Professionale Didattica Pedagogica ModelloFormativo
  25. 25. Didatec Base Percorso di familiarizzazione all'uso delle ICT nella didattica per l'acquisizione di un'alfabetizzazione tecnologica di base.  Alfabetizzazione tecnologica di base, per l’uso delle tecnologie in ambito sociale e professionale.  Concetti fondamentali sull'uso della tecnologie hardware e software.  Ruolo delle ICT e della scuola nella società dell'informazione e della conoscenza e il quadro culturale in cui si inseriscono le tecnologie digitali.  Supportare il docente dell'introduzione di risorse e strumenti digitali nella didattica curricolare.  Fornire indicazioni e criteri per il reperimento e l'uso dei contenuti digitali.  Offrire ai docenti gli strumenti concettuali e operativi per utilizzare le tecnologie digitali in percorsi di aggiornamento e sviluppo professionale. Finalità
  26. 26. Didatec Base Il livello base si prefigge di far conseguire ai corsisti un'alfabetizzazione tecnologica di base ed un primo livello di competenza digitale/pedagogica nell'uso delle ICT per la didattica curricolare. Abilità tecniche Aspetti cognitivi e culturali Tecnologie in ambito scolastico  Saper utilizzare i software per la produttività personale  Saper utilizzare le rete per navigare, reperire risorse attraverso motori di ricerca e banche dati  Saper elaborare testi multimediali utilizzando immagini, audio, video  Saper utilizzare un content management system per la pubblicazione di contenuti in rete  Saper organizzare ed elaborare dati utilizzando gli strumenti informatici  Conoscere e saper utilizzare software didattici e di authoring multimediale.  Conoscere il quadro sociologico e culturale che fornisce la società dell’informazione e della conoscenza ed il ruolo della scuola in questo contesto  Conoscere le linee d’indirizzo strategico e il quadro normativo italiano riguarda l'introduzione delle tecnologie nella didattica  Conoscere funzione e implicazione delle tecnologie digitali processi culturali e sociali della società contemporanea  Saper decodificare testi multimediali che prevedono l’utilizzo della comunicazione visiva, audiovisiva e dell'interattività (media literacy)  Saper utilizzare le tecnologie per reperire, analizzare, elaborare, riorganizzare e comunicare informazioni (information literacy).  Conoscere gli strumenti di comunicazione mediata dal computer nell'ambito formativo.  Conoscere i fondamenti del quadro teorico di riferimento per l'uso delle tecnologie nella didattica  Conoscere le principali tipologie di contenuti digitali per la didattica (libri digitali, asset, learning object)  Conoscere i software didattici, gli strumenti e gli ambienti di e- learning, le tecnologie, i tool per la valutazione e la creazione di esercizi, i software collaborativi.  Saper individuare risorse didattiche (asset, learning object, software) per la realizzazione di attività curricolari  Saper progettare un setting tecnologico in funzione di un'attività didattica. Obietti Formativi
  27. 27. DIDATEC Base Il profilo in uscita della formazione DIDATEC livello base definisce un docente che ha acquisito le competenze di base per utilizzare le ICT nella vita personale, per l'aggiornamento professionale e il potenziamento della didattica curricolare in aula, nel laboratorio di informatica e online.  Sa utilizzare i principali software per la produttività personale, accede alla rete per reperire informazioni e materiali, per pubblicare e condividere contenuti utilizzando le applicazioni web. Sa decodificare un testo multimediale e sa organizzare semplici strutture informative e di dati.  Ha consapevolezza dei principali modelli di utilizzo delle ICT nella didattica, sa scegliere una risorsa didattica digitale in funzione dell'obiettivo di apprendimento, sa programmare l'utilizzo di software didattici e learning object in aula, conosce gli ambienti di apprendimento e sa utilizzarli per condividere materiali e creare semplici attività per gli studenti.  È un soggetto che ha maturato un atteggiamento professionale nei confronti dell'uso delle ICT alla luce della conoscenza del quadro di riferimento culturale e storico che definisce il rapporto tra tecnologie e scuola ed è in grado di elaborare una posizione critica riguardo alla lettura scientifica e di divulgazione sul ruolo della tecnologia nei processi di innovazione della scuola. Profilo in uscita corsisti
  28. 28. Didatec Avanzato Percorso finalizzato a migliorare le abilità di progettazione e realizzazione di attività didattiche con l'uso delle tecnologie.  Uso delle ICT nella didattica per problemi e per progetti e nelle attività collaborative.  Approfondimento degli aspetti metodologici relativi alle ICT.  Riflessione sulla trasformazione del ruolo del docente nelle strategie didattiche centrate sullo studente e al contributo delle ICT nella definizione di ambienti di apprendimento innovativi. Finalità
  29. 29. Didatec Avanzato Il livello avanzato si prefigge di far conseguire ai corsisti la capacità di progettare e realizzare usi della la tecnologia digitale funzionale ad attività complesse, basate sulla risoluzione di problemi e sulla creazione di progetti, e all'attuazione di metodologie centrate sullo studente. Abilità tecniche Aspetti cognitivi e culturali Tecnologie in ambito scolastico  Saper utilizzare le applicazioni web e i social software  Saper utilizzare software per l'editing video, audio e di ambienti 3d  Saper realizzare semplici interazioni con software di authoring  Saper realizzare simulazioni  Saper organizzare strutture informative complesse e conoscere i metodi retrieval, di classificazione e categorizzazione dei contenuti in rete  Conoscere i fondamenti di alcuni semplici e comuni linguaggi di programmazione, come i linguaggi di markup.  Approfondire quadro sociologico e culturale che definisce la società dell'informazione e della conoscenza ed il ruolo della scuola in questo contesto  Conoscere dati, strumenti ed indicatori per la misura dell’impatto delle tecnologie nella didattica e sugli apprendimenti  Approfondire gli aspetti organizzativi correlati all’introduzione della tecnologia a scuola  Conoscere i principi fondamentali del knowledge management applicati alla scuola  Saper realizzare testi utidial che prevedono l’utilizzo della comunicazione visiva, audiovisiva e dell'interattività (media literacy)  Saper assumenre un ruolo attivo e creativo (prosumer) nella comunicazione online  Conoscere ed approfondire il quadro teorico sugli usi della tecnologia a supporto di metodologie attive e centrate sugli studenti  Saper riflettere sugli usi della tecnologia, valutando gli effetti sulla metodologia, il ruolo e la professionalità del docente  Saper progettare ambienti di apprendimento funzionali ad una metodologia o ad un tipologia specifica di attività didattica  Saper osservare e rilevare gli effetti dell'uso delle ICT sulle attività didattiche  Saper progettare, realizzare e condividere risorse digitali per attività didattiche complesse e/o finalizzate all'acquisizione delle competenze chiave. Obietti Formativi
  30. 30. Didatec Avanzato Il profilo in uscita della formazione DIDATEC livello avanzato definisce un docente che usa le tecnologie per la partecipazione alla vita sociale ed è in grado contribuire ai processi culturali in atto con il proprio contributo. È un soggetto che usa gli strumenti di comunicazione e i media, in particolare i media sociali, per produrre e condividere contenuti, che sa realizzare contenuti multimediali ed interattivi e che conosce i metodi per classificare, descrivere e condividere le conoscenze.  Sa progettare e realizzare risorse digitali complesse per attività basate su obiettivi di apprendimento, progetti per la didattica curricolare e per lo sviluppo delle competenze chiave.  Sa progettare ambienti di apprendimento funzionali ad una metodologia o ad un tipologia specifica di attività didattica.  Ha maturato profonda consapevolezza del ruolo della scuola nella società dell'informazione e della conoscenza, è aggiornato sulle azioni di sistema e i progetti e le analisi che riguardano tecnologia e didattica.  Conosce gli indicatori per valutare il livello di integrazione e l'impatto delle ICT nella propria scuola, sa osservare e rilevare le ricadute sugli apprendimenti degli studenti, riflette sulle metodologie e il proprio ruolo professionale. Profilo in uscita corsisti

×