ITC Tortorici - Giornalino "Profumo di Rinascita"

1,085 views

Published on

Periodico trimestrale a cura dell' ITC di Tortorici, sezione aggregata ITCG "G. Tomasi di Lampedusa" di S. Agata Militello (ME)

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,085
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
505
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

ITC Tortorici - Giornalino "Profumo di Rinascita"

  1. 1. F # r Í t u DEL N-OITONIALE DIRETTORE É v, { F' N fl Bl É o F) -l fD F iJ Dicembre 20 13 nasce il "Profumo Di Eidrnalino dalla voglia degli @cita", StÍdEnti dell'istituto tecnico ffierciale di Tortorici di ffiicare la loro necessità di strumento averilundf . -Cì----.t r L4pp-r.e=s-e_ntq!vocne po ssa il proprio [Toprie idee ai 1ffiff,ffiffio':""11 tffifriEirTfv te fonti e i !ÉgffiAiutilizzate per la s,t-éSi'qTdé stro gi ornal ino lfno di scrivere ícorìKffilliidea ffiEto'fEiffi-alino *Èitolàrffiaro ci ha fin da e attratto !R.lfuan6fm-diamo che sia pEr,Idimostrare a esiste e tuttifctiEllffiuola ffoprJ ùn ruolo fòndamentale nella societa 'di oggi in quanto è sinonimo di crescita, di solidarietà,d'intesa, di amicizia, di collaborazione e di futuro, un futuro che pur incerto e pieno di ostacoli, merita di essere affrontato con gli strumenti adeguati che solo essa può fornirci, vi invitiamo a dedicare al nostro operato qualche minuto della vostra giornata, per poter cogliere tutto ciò che ognuno di noi ci ha messo dentro. In questo primo numero vogliamo presentarci dedicando alcune pagine alla storia del nostro paese e della nostra scuola. Il giornalino Profumo di rinascita lo troverete anche online sul sito della scuola e sarà pubblicato www.itcgsantagata.it dove troverete il link itc Tortorici, trimestralmente. Adesso non ci resta che augurarvi buona lettura, RobertaParasiliti V A
  2. 2. Saluto del Dirigente Scolastico Carí allíevi e allieve, carí genitorí, caríssími docenti,DSGA, Personale AM, porgo iI mío salulo a voi che sieteìveriprotagonísti della nostra scuola Perme, nominataDit'igenteScolastico pressaquestaistituzione,a Settembre, iniziato un nuovo percorsoprofessionale, è emozionante impegnativo: la mia passioneper la Scuola,per i giovani e I'accoglienzachemi ha riservaio il Personale ed dell'lstituto mi hannofatto accettare con entusiasmo gioia questanuova sedeo e offrendomi tutte le energieper affrontare questasfida. E Pgt me un grandeonore ricoprire un ruolo che implica un contattodiretto con il territorio dei Comuni di Sant,Agata di Militello e Tortorici. Territorio del quale ho anrto modo di apprezzame valori fondanti, la cordialità, generósitàe i laboriositàdella suagente,I'attenzione, I'impegnoe la sensibilitàcon cui ci si rapportaall'universo"scuola". L'intenzionalità della mía azione dirigenziale è frnalizzataa una crescita complessivain una dimensione di qualità, miglioramento continuo, responsabilità,apertura al territorio e a tutti i Soggetti che ne costituisconolaforza vitale: Istituzioni Locali, Associazioni,Imprenditoria,Parocchie, Famiglie. Ritengoche la Scuolain generalesia pronta ad accoglieregli stimoli lanciati dalla societàdella conoscenza, in recenti che prowedimenti trovanounaprima, significativasistemazione, che,soprattutto, e continueràa tracciarepercorsiinnovativi, a percorrerestradenon ancorapercorse, capacidi guidarei nostri giovani al successo ma formativo, all'acquisizionedi un solido patrimonio di conoscenze competenzg, e alla maturazionedi valori umani profondi, positivi e costruttivi, ispirati all'ideadella solidarietà,del rispettoreciproco,dell'amicizia fraternatra uomini e popoli, dellapace. Fin d'ora, anticipo il mio personaleimpegno non solo sugli adempimentifunzionali al corretto e ordinato svolgimento dell'attività didattica,ma anchesui temi che,stanti le peculiaritàdel tessutosociale,sentiamocomeprioritari e più urgenti: raccordocon ie esigenze territorio, rispostaai bisogni dell'utenza,diffirsionedella cultura di apparten del enza, &ccoglienza e integrazione degli studentistranieri,inserimentoe sviluppo dell'autonom detngazzi diversamente ix abili, qualità. Il nostro Istituto intendeaffrontarela sfida per la realizzaziane un servizio scolasticoche sia di qualità, nel sensoche i di bisogni d'apprendimento fonnazione di ciascunostudentepossanopienamenteconcretizzarsi.Affinché ciò si realizzi, e non basta la buona volontà di chi opera all'interno dell'Istituzione scolastica,deve esserci uno sforzo comune di collaborazione: tal fine chiedoalle famiglie di essere a accantoai Docenti e alla Dirigente,di condividerecon loro il percorsoformativo dei figli, di sentirela scuolacomeun luogo in cui prendere parte attiva. Come Dirigente Scolasticosono ancheconsapevole che la scuolaoggi non sempreè in grado di dare le giuste risposte c di attuarele strategicpiù indicate,soprattuttonei confronti di quegli studenti che sono presi dal mal di scuola,inteso come noia, inequietezzae apatiaallo shrdio.Pertanto,ritengo importante dialogare coni mgazzi e condiviclerecon loro le problematiche.Inoltre, desideroraccomandare nostri studenti:non sprecate ai tempo, o'usate" benequestoanno per scolastico,servitevene la vostra crescita,per comprendere meglio la realta che vi circonda e il suo significato. Abbiate la passioneper 1ostudio, aspiratea "volare in alto"e arealizzarenella vita qualcosache vi renda soddisfatti di voi e utili agli altri. Abbiate I'orgoglio di voler vincere le fatiche e le difficoltà perchénon c'è contenutoche, sebbene complesso,non possaessereaffrontato e capito se non sonopresentiimpegno e volontà. Partecipate attivamentealla vita scolasticanel rispetto delle regole e dei doveri, che non sono sterili imposizioni maîonclamentoe principio basilaresu cui si fonda il vivere civile. In questovostro percorso di crescitaun ruolo fondamentalee strategicoè svolto dai Docenti che, tenendoconts che ciascunodi voi porta a scuolatutto il suo mondo fatto di un intreccio di affetti, emozioni, conoscenze esperienze e che costituiscono propriaculturae, quindi, la propriaidentità,svolgonocon professionalità loro compitoche si sostanzia la il nella progettazionee nella realizzazionedi interventi di educazione, formazione e istruzione,mirati allo sviluppo della personaumana. Speroper questoche gli insegnantisappianoindividuare con passione, entusiasmo competerìza percorsieducativimirati e per la piena valorl,lzzazione talenti individuali, aiutando voi giovani a raggiungereun arricchimento culturale e dei professionale. Nella consapevol ezzadi quantosia importanteil ruolo delle lstituzioni Locali e di tutti i rappresentanti tessutosociale, del rivolgo il mio saluto,ai Sindacie alle Amministrazioni dei Comuni di Sant'Agatadi Militello e Tortorici, partnerpreziosi di moltissime nostreiniziative che ringrazio per la disponibilità sempretestimoniatae por la sensibilitàrivolta al rnondo della Scuola.alle sueproblematichee ai suoi successi, suoiprogefti e alle suerealizzazioni. ai Ancora una voltaonel salutarvi cordialmenteo lancio un appello al dialogo e alla cooperazionefra scuola e famiglia e augurobuon lavoro per I'annoscolastico corsoa tutti, me compresa, in perchésia costruttivo,positivo, e,per tutti, sereno. Ed ora........."Tirtfi a studiare!" Il Dirigehte Scolaetico Prof.ssaAntonietta EMANUELE
  3. 3. INTERVISTA At NOSTROSINDACO Dott. Carmelo Rizzo Nervo lei come primo cittadino durante l'ultimo anno scolastico è stato coinvolto nella lotta per il mantenimenb di quesf istihrto a Tortoricl dl tutte le cinqueclassi,attualmenh i ragazzidella secondasono anooraospiti della ragioneriadi Sanf Agata; alcuni di loro non stannoftequentando,altri avrebbercvoluto aggiungerci.Ritiene ailora possibileper quet'anno che la secondapossa tomarc a Tortoricl? la Abbiamo salvato scuola, mantenendo istituzione vive un che moltoimportante. da quaranfanni,ciòè statoun risultato C'è stataunasinergia noidell'amministrazione, tra i professori dell' regionale il proweditore. calodi alunni ITC,I'assessorato e 1l si per è avutoanche le notizie circolavano paventata che sulla ciò si la chiusum dellascuola, nonostante è riusciti ottenere ad prima dasse contestualmente statachiesta e era anche seconla sia che non da.In realtà a Palermo a Messina c'è stato dettodi possa la nq tuttavia siamo fiduciosi I'annoprossimo scuola che più incrementare il numero deglialunni avere classi, espeed U per rienza quest'anno deveservire monito il futuro, di ci da tutti noidobbiamo impegnarcipiù. di paese il la crisichehacolpito lTtalia quindi e anche nostro è moltopesante riguarda l'aspetto e sia economicosociale. e gli Come amministrazione abbiamo cercato contenere etretti di ltsodo deiTortoriciani la verso dellacrisiprovando ridurre a portando co$, Frai progetti stíamo che avanti il PTA cè e lèlipista unastrada colleghi Tortorici i paesi C.ataed che con del nese. Visti i recenti atti vandalicinella villa Falconee Boreellino è cosi difficile istallare un serviziodi sorveglianza? per Sono mmmaricato i danni villaintestata dueeloidella alla a faccio appello genitori ragazzi storiaitafiana. un ai dei affinchè pubbliche, perché il facciano capire valore delleopere ritengo dei moltogiovani non chegli autoridi quelgesto síano ragazzi e degliadulti. l{on bisognaprenderedei prcwedimenti, comemettere una telecamera? per No, ritengosia sbagliatomettereuna telecamera quattro o cinqueragazzi che magariuscendo un bar dopo aver bevuto da fanno qualcheazionestupidacredosia giustoinveceche le famiglie e gli insegnanti insegnano sensocivicoe il rispettoper la il cosa pubblica. E se i genitori sono ignari dalla situazione? I genitorispessolo sannoo in alternativa devonocontrollarei propri fi91i, Si die che ancora non awenga il riciclaggio dei rifiuti umidi e diffierenziata, lei conferma? La raccoltaporta a porta è iniziatail 14 Ottobreper il momentila si efiettua nel centro del paese, più avanti verrà estesaa tutte le contrate, Saràimportanteportarea regimela raccoltaporta a porta sia per motivi economici sociali. e Llniziativa comunquesbaandandoolke le nostrepiù roseeprevisioni,i cittadinístannocollaborando, cetamente esistono an"sacche" abitudiniper le quali soprattuttogli cora della di anziani L'esperimento conclusono restiiad effettuarela differenziata. si derà a dicembre,dall'l gennaiosi andràa regimein tutto il territorio. Quali mezzi vengono usati per controllare il contenuto dell'umido e dell'indifferenziata? Abbiamomessol'obbligodei sacchetti trasparentiper poter vefare il controllo"di dere il contenuto,ma certo non possiamo polila" ma ci affidiamoai cittadiniche con il tempo si abitue. rannoalla raccoltadifferenziata. Dall'l gennaioverrannoistifuite p,er le isoleecologiche i cassonetti ogni tipo di materiale. con É già tempo di bilanci, la sua amministrazione ha luci e ombre cosa intende riproporre per il futuro? Noi ancoranon sappiamo ci ricandidiamo se dovessimo se ma farlo groponemo "una seconda fase"cioè dopo una prima di vorremmorìlanciare paesesotto il il risanamento bilancio del profiloturistico,rendendopiù belloed appetibilee con la realizzazionedellagià citata stradache unirebbeRocca con Randazzo otterremmo un collegamento l?ereoportodi Cataniamolto con rapido. INTERVISTAALLA DIRIGENTE Prof. Antonella Emanuele IL SINDAGO Dopo una lunga battaglia, siamo riusciti a salvare I'ITC di Tortorici. La vittoria purtroppo non è completa poiché ci ritroviamo solo con tre classi.Lei pensa che ancora si possa sperare nel riottenere le due classi mancanti? Io sono molto fiduciosa sul futuro di questa scuola. Grazie alla collaborazione tra amministrazione comunalee istituzionescolasîica siamo riusciti per il momento ad avere tre classi, ma spero che o nel corso dell'anno scolastico attuale o ne1prossimo di poter riavere la secondaclasseattualmente a Sant'Agata nella sedecentrale. L'istituto di Tortorici nel corso degli anni nonostante l'impegno dei docenti ha avuto dei problemi di varia natura che non sono stati del tutto risolti. Per lei è stato un peso assumersi questi problemi dèl nostro istituto? Ho assunto,con piacere, f incarico di dirigente il primo settembredi quest'anno scolastico "Lampedusa" che ha come sezione dell'istituto associatala ragioneria di Tortorici. Ho affrontato con impegno la nuova avvenfura e in particolare ho cercato di risolvere i problemi di questa scuola cercandodi lasciare il passatoalle spalle ed invece dare nuova luce a quest'istituzione che rappresentauna icchezza per il territorio dei Nebrodi. Ha delle idee e dei progetti per I'espansione della nostra scuola? In questo anno scolasticoveranno attivati dei progetti curriculari ed extracurriculari che coinvolgeranno gli alunni di Tortorici sia da soli che in sinergia con gli studenti di Sant'Agata. Vista Ia sua esperienzacon le scuoledi montagna come quella di Mistretta e Tortorici e le scuole "costiere" come quella di Sant'Agata ritiene ci siano delle differenze fra gli alunni "montanit' e quelli ttmarinit'? In linea di massima non ci sono grandi differenze anche se iragazzi di montagna hanno ancora alcuni valori cheiragazzi costieri distratti da altre cose stannoperdendo.Nella mia esperienzanelle scuole montane ho trovato iragazzipiù affettuosi e sinceri anche se in fondo brtti i îagMzi lo sono senzadistinzioni di territorialita. Io credo nella scuola ed iragazzi sono una risorsa che fanno questaistituzione. crescere La scelta di diventare dirigente le ha lasciato dei rimpianti per la sua "vecchia" attività dtinsegnante? In parte si, perché mi manca il rapporto diretto coniragazzi. Il ruolo di dirigente prefiguraun contatto diverso con gli studenti. Comunque non ho rimpianti, sono contenta del mio ruolo di dirigente, ho fatto I'insegnante per tanti anni ed è stataun'esperienza gratificante, ma ora spero di poter svolgere in maniera proficua il mio nuovo incarico. I NOSTRI DIRITTI ALGUNI ALUNNI GON LA DIRIGENTE
  4. 4. I I{OSTRI PRIMI TRE MESI scolastico per noi dell'ITC è stato un po' faticoso: rncertez,z,e nostro futuro, nuovi sul Quest'anno insegnanti,nuovi bidelli. Per fortuna siamo qui a raccontarvi alcune coseche abbiamo già fattro; oltre alle lezioni e alle interrogazioni. !!! Giorno 27 Settembre aiFtagazziche si sono iscritti alla I classesono stati consegnatigratuitamente i libri scolastici grazieal progetto Work In Progress; sempre wngazzidel I anno il Comuneha fomito i Tablet. La consegnaè awenuta nell'aula magna dell'Istituto alla presenzadel Sindaco e della Dirigente. "G. Tomasi di Giorno 13 novembre2Ol3 iragazzídell'Istituto tecnico commercialee per geometd Lampedusa"di Sant' Agata Militello e i ragazà di Tortorici hanno inaugurato I' anno scolastico con la celebrazionedella Messa pressoil Duomo di Catania.Una guida locale prima dell' inizio della messaha raccontatola storia di Sant'Agata e come i catanesisono a lei devoti. Abbiamo partecipatoal rito sacroda protagonisti, portando all' offertorio acqua,vino e alcuni simboli, ione la preside Antonietta leggendoanchele preghiere dei fedeli. Al termine della celebraz Emanueleha auguratoa noi studenti di proseguire l' anno scolasticoin serenitae armonia. Il pomeriggio, per la gioia di noi ragazzi, è stato dedicato allo shopping presso il Cenfo Commerciale'Etnapolis". "Tomasi di Martedì 23 ottobre i ragazzi dell'ITC di Tortorici insieme a quelli dell'Istituto Lampedusa"di Sant'AgataMilitello hanno partecipato alla giornata di orientamentouniversitario a Palermo, per avere un primo approccio diretto con il mondo universitario. C'erano degli stand a rappresentare università italiane (esclusaquella di Messina purtroppo!). In ognuno di questi c'era le un esperto che forniva informazioni necessarie e dettagliate per coloro i quali erano interessati, insieme alla consegnadi brochure informative. Olne alle università statali c'erano delle università private e anche stand dedicati interamente al settore Forze Armate: Guardia di Finanz4 Polizia, Carabinieri ed Esercito. Le università hanno 1o scopo di fir accrescereil sapere e formare i diplomanti ad un "mondo nuovo'r, quello del lavoro. Alla fine della giornata, le informazioni ricevute sono state tante e alcuni studenti sono tornati a casa con le idee non ancora chiare. A prescindereda chi ha già chiare le scelte future da operare in ambito universitario, sollo necessari alffiincontri. Mercoledì 20 novembre nella sededell'ITC di Tortorici ha avuto luogo una giornata di sensibilizzazionedegli studenti sulla realtàmissionaria. Inizialmente le volontarie Anna e Debora hanno invitato gli studenti a parteciparead un campo estivo formativo per coloro che vogliono fare è un'esperienzadi un mese in missione. Successivamentreintervenuta la dott.ssaTamptno missionaria in Africa che ha raccontatodella sua esperienza medico in un ospedalein Eritrea. di Paesedevastatodalla guerra da tanti anni ed ancora oggi nel ventunesimo secololotta per una completa indipendenzadall' Etiopia.La missionaria laica ha cercatodi frasmettereattraversole sue esperienzele realtà del terzo mondo facendo vedere la realtànuda e cruda .La dott.ssainsieme alle due volontarie ha spiegatoche la guerraviene alimentata dalle cosi dette" banchearmate" che investono il proprio denaronelle armi per il terzo mondo. Anche le grandi multinazionali a causa e della globalizzazione sfruttanola manodoper4labassa tassazione la makrie prime che ci sono in questi territori. L'esortazione è di fare in modo che l'Occidente si impegni affurché questipaesi si riccrescano si sviluppino sia economicÍImente e che culturalmente in modo tale da uscire dalle continue guerre e vivere una vita serenae agiata. BASILE NOEMI SALVA'MICAELA VA * ORIENTAIIENÎO SGOLASTICO, PALERIIIO
  5. 5. RIGICLAGGIODEI RIFIUTI: UN METODO EFFIGAGEPER RISPETTARELA NATURA Riciclaggio dei rifiuti Per riciclaggio dei rifiuti, si intende I'insieme di strategie e metodologie volte a recuperare materiali utili dai rifiuti al fine di rìutilizzarli anziché smaltirli. Il riciclaggio previene dunque lo spreco di materiali potenzialmente utili, riduce il consumo di materie prime, I'utilizzo di energia e I'emissione di gas sena associati. Il problema della gestione dei rifiuti è dìventato sempre più rilevante: la crescita dei consumi e dell'urbanizzazione hanno aumentato la nroduzione deì rifiuti e ridotto le zone disabitate in cui trattare o deoositarJi rifiuti. Si parla di slslez a di riciclaggio riferendosi all'intero processoproduttivo, e non soltanto alla fase finale; questo comporta: per la produzione dei beni, l'uso di materialì biodegradabili che facilitano lo smaltimento "naturale" della materia nel momento in cui il orodotto si traslorma in rifiuto; I'uso di materiali riciclabìli come il vetro, evitando i materiali più difficili o impossibili da riciclare; la raccolta differenziata dei rifiuti, passaggio fondamentale del processo. In questo modo la separazionedei materiali riduce i costi di ritrattamento. Il riciclaggio apre anche un nuovo mercato in cui nuove piccole e medie imprese recuperano ì materiali riciclabili per rivenderli come materia prima o semilavorati alle imprese produttrici di beni, un mcrcato che si traduce spessoin nuova occupazione. La mancanzain molti stati di politiche di sostegnodel riuso con incentivi e disincentivi, fanno sì che al giomo d'oggi la gran parte dei contenitori, delle confezioni e degli imballaggi sia invece ancora costituita da plastica e carta e non possa quindi essereriutilizzata tal quale. La scclta delle imprese è owiamente una scelta economica che cade inevitabìlmente su questi prodotti da1costo finanziario ridotto, anche se dall'elevato impatto ambientale. I materiali riciclabili sono tutti i rifiuti che possono venire riutilizzatiper produrre nuovi oggetti uguali allo scarto (vetro, carta) oppure utilizzati pcr produrre nuovi materiali (legno, tessuti). Le materie prime che possono esserericiclate sono: legno; vetro; carta e cartone; tessuti; pneumati: ci; alluminio; acciaio; plastica. Dai cassonetti al "poria a poÉa" A Tortorici da cfuca2 mesi si è intrapresa l'iniziativa di sostituire i cassonetti con la raccolta porta a porta. La differcnza è , mentre in preccdenza tutti i tipi di rifiuti andavano gettati nei cassonetti senza fare alcuna ' differenza, con laraccoltaporta aporta il cittadino è responsabilizzatoa conhollare che sia fatta differenza negli apposìti contenitori tra umido, plastica, carta, organico, legno, carta cotone, indifferenziato, vetro, lattine, ingombranti ed elettrodomestici. La raccolta awiene distintamente nei giomi della settimana per mantenere il massimo ordine e controllo. Lunedì è il giomo dell'umido dell'organico e dell'imballaggio in legno. Martedì è il giorno della carta cotone e dell'indifferenziato. Mercoledì è il giomo della plastica, vetro e lattine. Giovedì è il giomo degli ingombranti e degli elettrodomestici. Venerdì e Sabato è il giomo delf indifferenziato. PARLIAMOUN PO'DI SPORT LA PALLAVOLO Il gioco sportivo della pallavolo, è stato ideato nel 1895 da William G. Morgan, un insegnantedi educazionefisica che fu I'arteficedella diffi.rsione del gioco negli Stati Uniti, scrivendo un regolamento e dandogli il nome di volleyball, con quest'ultimo nome la pallavolo si diffrrse rapidamentenegli Stati Uniti e in Canada.In Europa, fu importata dai soldati americani durante la prima guerra mondiale, mentre in Asia e nelle Filippine era già popolarissimanel I 9 I 3, per poi diffondersi dopo qualche decennioanchein llalia. La pallavolo è uno sport giocato da due squadre di sei giocatori ciascuno,su un campo di gioco diviso da una rete che separale due squadre. Lo scopo del gioco è compiere ogni singola azíone,e per ognuna di essa, la squadraha a disposizionetre tocchi per inviare la palla nel campo awersario. La partita è divisa in setche vengonovinti dalla prima squadrache arrívaa25 punti, con almeno due punti di differenza dall'altra. In caso di parità si va avanti finché la differenza di una squadranon raggiunge i due punti. Vince la partifa la squadrache per prima conquista i 3 set; nel caso si arrivi a due set pari, il quinto viene chiamatotiebreak e viene giocato ai l5 punti. Il campo di ogni squadraè suddiviso in zona d'attacco e zoîa difesa. Esiste anche una suddivisione del campo in sei zone per ogni squadra:si assegna numero I il nella zona di difesa a destra, il numero 2 nella zona d'attaccoa destra e si prosegue in senso antiorario fino alla zona 6. La squadra che pafe con il possesso di palla è la squadra a servizio mentre I'altra è la squadra in ricezione. IL giocatore di zona I si porta la palla dietro la linea del fondocampo; la palla deve oltrepassare la rete e giungere nel campo avversario. L'azione continua fino al conseguimentodel punto da parte di una delle due squadre.Se il punto è assegnatoalla squadragià al servizio, questacontinua a servire. Sela squadrain ricezione vince I'azione,conquista oltre a un punto anche il diritto a servire ed i suoi giocatori ruotano di una posizione in sensoorario. ILCAMPO L'area di gioco di forma rettangolaredeve avere una larghezzadi 9m e dalla lunghezzadi l8m, tale superficieviene divisa dauna rete.L'altezzadella rete variaa secondadella categoriadegli atleti. Su ogni metà campo alladistanza di 3m dalla rete, è tracciatauna linea che delimita la zona di attacco elazona di difesa. FONDAMENTALI Per "fondamentale" si intende un'azionespecificache compie il giocatore di pallavolo.Essisono: palleggio: . Saruccio Armeli LA SQUADRA DI PALLAVOLO Bagher: o Per noi che è una cosa nuova ancora dowemo farci una buona abihrdine per il rispetto dell'ambiente. Secondo me se si rispetta al dovere questa inizìativa può essereun grande anti-spreco di preziose risorse e materie prime del territorio. o Schiacciata: o Muro: o Servizio: IL palleggio o passaggio è uno dei fondamentali più importanti nella pallavolo. Poiché non essendoci la possibilità di toccare due volte consecutivela palla, si ha semprebisogno di un compagnoche la rimandi. Il bagher consistenel respingereil pallone con la parte intema delle braccia unite. A secondadelle varie direzioni in cui si muovono le braccia si avrà il bagherinavanti o quello laterale. La schiacciataè il colpo che si da allapalla, con una sola mano, cercandodi colpire più forte possibile affinché I'avversarionon riescaa giocarla. Per muro si intende la parte formata dagli arti superiori che uno o più giocatori di prima linea possono innalzarc oltre la rete al fine di arrestareil colpo awersario. Per servizio o battutaè il colpo che un giocatore esegue iniziare un'azione per di gioco. La pallavolo si è diffrrsa in modo capillare in tutto il mondo, anche noi a Tortorici abbiamo la nostra squadrafemminile che attualmentemilita nel campionato di secondadivisione a livello provinciale. L'organico delle giocatrici è composto daragazzeprovenienti daTortorici e Castell'Umberto, che"sonoallenate da Emanuela Mazzurco Miritana. Martina Manera IVA
  6. 6. DIAMO AGLIALTRILA PAROLA "NELLOLOMBARDO'' I RAGAZZI DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO Elezioni baby sindaco Credo ancorain BabboNatale CARO BABBO NATALE, Il nuovo baby sindaco, eletto dagli studenti degli istituti comprensivi COME TUTTI IRAGAZZI DELLA "Nello Lombardo" "Gepi e Faranda", Si chiama Cristian Foraci, MIA ETA"VORREIANCH'IO frequentala classeIII C della scuola secondariaNello Lombardo e ha SCRIVERTI guidato la lista "Il futuro siamo NOI". Altre due le liste che anno UNA LETTERA ED ESPRIMERE I partecipatoalla competizione elettorale: "Vota donna vota giovani" MIEI DESIDERI. con candidato a Baby Sindaco Mara Destro (III B, scuola secondaria) SAREIFELICESETU POTESSI e "Noi, rinascita di Tortorici" (III A, scuola secondaria). PORTARE: Oltre al Baby Sindacosono stati eletti 15 Baby Consiglieri:Mischelle -PACEDOVE CE GUERRA, -SALUTEDOVE C'E'MALAITIA. Faranda,Antonino Reale, FedericaForaci, Fenia Mirici Cappa, -UN SORRISO Montagno Antonino,Stefano Ciancio , Daniel Destro, Maffeo DOVE C'E' Mazzttrco, Chiara Sanfilippo, Gaia Randazzo,SerenaCoci , Abramo DISCORDIA, -SOLLIEVODOVE C'E'TRISTEZZA, Giuseppe,Riccardo Mazzurco, FrancescoBontempo e Stefano -GENEROSITA CaprinoMiceli. DOVE CI SONOI Nei giorni scorsi grazieall'aiuto dei docenti scolastici ma soprattutto CUORIARIDI, -FAMIGLIA DOVE C'E'SOLITUDINE. alla dirigentesi sono svolte le elezioni: 300 le schedescrutinate. -IL NECESSARIO progetto è stataanzitutto un'occasioneper approfondire la Questo DOVE MANCA conoscenza territorio di Tortorici e dei suoi identitari,ma anchei del TUTTO; ragazzi hanno così potuto sperimentaredirettamenteil valore della TI SEMBRERANNO DONI STRANI partecipazionedemocruticae l'educazionealla convivenza civile, MA SON CONVINTA CHE PROPRIO dando vita ad un organismo che servirà a loro per comprendere QUESTECOSETI FANNOESSERE meglio il funzionamento delle istituzioni ed alla comunità intera per RICCOSENZAPOSSEDERE NULLA venire a conoscenza delleaspirazionie delle idee dei più giovani. I RIDERE SENZARACCONTARE ragazzi delle classi coinvolte, infatti, partendo dalla studio degli enti BARZELLETTE STARBENE SENZA locali si sono poi cimentati in una vera e propria competizione PRENDERE MEDICINE, RIPOSARE elettorale: hanno elaboratoprogrammi, hanno ideato loghi. Hanno ANCHE AVENDO LAVORATO infine selezionatotre liste elettorali che hanno incluso rappresentanti MOLTOED ESSERE FELICI IN OGNI di tuue le classi coinvolte: dopo una campagnaelettorale itinerante e i CIRCOSTANZADELLAVITA comizi finali, si è arrivati alla fase del voto. Partecipazione,confronto, TERRENA. gioco di squadrasono stati gli ingredienti formativi che hanno condito il progetto. Ma è stata soprattuttoun'esperienzacheha dato voce ai bambini e agli adolescenti di Tortorici in sensoalle istituzioni. Tutela dell'ambiente,promozione di spazi e tempi dedicati alla cultura , più attenzione alla viabilità nel paese:sono i temi più importanti del programma elettorale del nuovo Baby Sindaco. Giorno 2611112013 nuovo Baby Sindacoè statoproclamatodavanti il a tutti i votanti ma anchedavanti al Vice Presidentedel Consiglio. Il giorno stesso,dopo aver ricevuto la fascia,il Vice Presidente del Consiglio ha invitato il Baby Sindacoa insediarsinel Consiglio Comunaledi Tortorici. . ISTITUTO COMPRENSIVO TNELLO LOMBARDOD IL BABY SINDACO CON LA DIRIGENTE DOTT.SA LARISSA BOLLACI E IL CONDUTTORE RADIOFONICO
  7. 7. La tecnolog-a 2O14= Le sorprese non mancheranno! @mnnp"Mmrle Dalle indagini effettuaterisulta che nel 2014 sfrutteremo sempredi più le risorsecloud, le app mobili giocheranno un ruolo semprepiù importante della nogra vita, le useremo su un numero Legenda senpre maggiore di dispositivi connetI I ì l i l teremo a internet qualsiasi oggetto e la rqi"pu 3D diventerà popolare con un I t, ', t, ', ofrimo j teildenze tecnolo gich e che car atlerizzeraùno il 2014. alprimo posto figura la diversità dei propositivi; dal 2014 al 2018 ci sarà in circolazione una grande @** varietà di dispositivi che interagiranno " nell'ambito della strategia tutto e ovunque",che ha ormai preso il soprawento sulle abitudini private e sta contagiandogli ambienli professionali (ùóísr,,u tramite il ben noto fenomeno BYOD l l ì t (portare il proprio dispositivo) Si awà la possibilita semprepiù cre- @ì/.anaa | t t 1 1 l 1 t , scentedi connetterein rete qualsiasi dispositivo, dall'automobile alla tv, @craprcna i passandoper qualsiasi altro elettrodomestico. b{: }@astfra,rio ; ; ' l ' ' , / . AUTO CHE SI GUIDANO DA r f f i i I SOLE: IL 2014 SARA'DECISM. ilfll @.. , wi,&Mi;& Yqrpnm,r"na i Lu fantascienzadiventa realtà, con la ^ fusione delle smart macchine si tratta ,. di quella branca della tecnologia che i il-e-{ (Lr*tîrry4.TJeVarir, L-*-*J I 1 comprendeassistentipersonali, comI prr,"t intelligenticomeIBM e Watson1 ^ I ,fino ad arrivare alle auto che si gui: dano da sole. I CONTIGUGLIA FRANCESCO uA. Icr,.q.ssn I 1 I I I I Discreto Buono le in$remento del75Yo. Sonoqueste, Negativo t t t t l t r r l
  8. 8. all'autore RUBRICA: lntervista Inauguriamoquestospaziocon l'intervista all'autoreRocco Ioppolo , che fra I'altro è un nostro docente' "nostro" autore s'intitola "Né alba né tramonto"' tl iibro del Si racconta la storia di un ragazzo di origine sicilians ma che vive a Milano, che torna tnvacanza in Sicilia' Egli, "perdere" graze alcugino, conosce w,-ragazza che gli fa lineare si complicherà per l-atesta. La itoria apparentemente pocoihiara della ragazza'Di contornoalla via della vita storia principale si snodanouna serie di episodi che coinuolgono un gruppo di ragazziamici del protagonista' È ti'prima volia che si cimenta nella stesura di un romanio? Quanto tempo ha impiegato per realizzarlo? Si, è la prima volta che scrivo un romanzo,non so se sarà l'ultima; I'avevo in testa da qualche anno durante il quale ho elaboratovarie idee poi su cartanero su bianco I'ho e 20112012 I'ho messonell'arcodell'annoscolastico perchésonoun uomo dell'800' scritto a carta Cosa I'ha spinta a scrivere questa storia? A cosa si è ispi"Né alba né tramonto" ? rato a dare il titoto L'ispirazione è nata dal fatto che volevo rendere omaggio a Messinae ad alcuni luoghi della suaprovincia, in particolare Tortorici, Ficarra e I'isola di Stromboli e quindi ho costruito una storia. Al contrario di come awiene di solito prima si scriveuna storia e dopo la si ambienta,invece io prima ho sceltoI'ambientee poi ho scritto la storia che poiesse omaggiare questi luoghi in particolare la spiaggia di Capo Pelóio (nota come spiaggia del Pilone)' dove si inrottttutto Mar Ionio e Mar Tirreno' Proprio da questo aresi nile prendespuntoil titolo del libro. Infatti I'osservazione non è possibile osservare riferisce ad un fatto geografico : l'inizio dell'alba a causadei monti calabresie altrettanto awiene al tramonto,dall'altro lato, a causadei Monti Peloritani . A questavisione,né ho aggiunta una simbolica poiche ritengó che quella spiaggia sia un luogo magico e mito... logico nella quale il tempo è sospeso della sua fantasia o c'è qualcosa di LÀ storia è opera reale? La storia che coinvolge i due protagonisti è frutto della mia fantasia, mentrei piccoli episodi di contornosono ispirati accaduti. a fatti realmente Leggendo il romanzo abbiamo avuto I'impressione che lei, conferma questa noun personaggio potesseessere stra impressione ? è Si, la vòstra sensazione corretta.ll cugino del protagonistarappresentame, anchese ho messodei miei pensieri .in bocca a molti dei personaggi del romanzo. Inoltre gli altri personaggi del romanzo sono quasi tutti ispirati ai miei amici dellazona in cui vivo ' Come mai ha inserito anche Tortorici tra le località di ambientazione del romanzo ? La motivazione è duplice : la prima perché Tortorici è il paesedi origine di mio padre e mio nonno, la secondaper diversa del paese,purtroppo noto dare un rappresentazione per awenimenti spiacevoli. Invece Tortorici alle cronaóùe per le sue bellezzepaesaggistiche e per la sua storia merita un'altra immagine. L'editore con il quale ha collaborato per la pubblicazione del tibro ha chiesto una partecipazione economica per stamParlo? si. p"r unneofita è molto diffrcile che una casaeditrice un'operaprima .Quindi ho interapubblichi a sue spese mente copertole spesedi stampadel romanzo.La casa editrice hi contribuito alla diffrrsione e pubblicità del libro' Visto it finale aperto all'interpretazione del lettore possiamo aspettarci un seguito ? "Né alba i'{on potrei eJcluderlo,potrebbe anche esserciun né trtmonto 2" , il finale comunque è lasciato aperto affinnei chè ogni lettorepossa immedesimarsi protagonistie dare la propria interpretazionedella storia. L' AUTORE PROF. IOPPOLO ROGGO ^ . SI FA PERR I D E. . R E J V#ir'* 'ffiwqv OmÙ -/
  9. 9. TORTORICI: PAÈSÈ UN DALLA GRANDE STORIA Tortorici(turturíci sicilionolè un comune del Pqrco dei d<rl Nebrodi.sorge o 4ó0 mehi dioltezzo nelcuore dello Siciliq Nord-orientole provínciodi Messino, in ubicoto su uno vc! lolo o formo diconco, poslo esoltomentesottoil monfe Son Pietro. uno montogno di 1020m dioltezzo,oltre tutto punto diriferimentopergliobiionti del poesello.llcenho è circondqto do circoT2 borgote,disseminote neimontie nellecolline. E' obitolo do 7.535persone,uno cifro che fo di lorforici uno dei più grossi cenlri dell' oreo monlons. Doi reperiíorcheologicidello zono sí può dedune che sio sfoto obifoio doigrecl, doiromanie doi bizonllnl. Quolcunosostiene che sio stoto fondoto oddiritturodo Eneo,figurodello mitologis grecq e romono. Grozieollo presenzodi numerosi boschi ricchî di nocciolefi Torloriciviene sopronnominolo " clliq dellq nocciolq ", viene inoltrericordoto come " citlà delle cqmpone" e " volle dell' lngegno". ll comune nebroideo neisecoliho meritolo il prestigioso oppellofivodi " volle dell' ingegno " per I'operositòche do sempreho corotterizzolo i suoi cbifcnli: è qui che si concenlrovono i miglioriortigioni del legno, del feno, del rome e del bronzofocendo di torfoici cenlro fiorente per lo produzionedelle compone, le opere prodotle sonostole esportoîein tutto fo Sicilio poro tire dal l5S. negliqnni 1ó82e I 753le olluvionî sfrussero di lo ciftò mettendo in crisiI'economiq locole che si ero sviluppoio neisecoli XVIe XVll,do olloro, tortoriciho cercoto di ríprendereI'ottivitò di un tempo con scqrsirisulfoti. ortigli gioni soproffottidoi prodotti dell' indusfrio, ollontononoín si cerco dimigliorefortuno;icontodini,dopo secoli, obbondonono lc coltivozionedei nocciolefi che coprono oltre lo metò deltenitorio.Dopo lo cotostrofedelle olluvioni, {óffi le vitfime| , seguìun lungo periodo diricostruzione che portò oll' edificozionedi nuove chiesee conventiin luoghidiversi dc quellioriginori. noîevoie interesse Di orchilettonicosono lo Chlesodl son Nlcolò,con soffiiioligneodipinto,lq Chleso del Sonllsslmo Salvolorecon olsuo internouno copio dello SposimodiSiciliodi RoffoelloSonzio dipinfo nel ló43 do JosephTomosi.lo ChlesoModre costruitoJro 1753 il t775con il e un trittico di mormo poslo sullo fqccioto ed oll'intemo un orgono delsetfecento ottribuítoo GiovonniPlotoniodiAci reqle, lo Chleso dl Son Bloglo con un orco normqnno del 127O,lo Chiesodi Ssn Froncesco con onnesso componile il del vecchio convenfo ed in fine lo piccolo Ghlesodl Son Emerendono lo Chlesqdellq Mlserlcordlq. ipersonoggi e Tro illustri odginoridel luogo ricordiomo lo siorÍcodells scienza Sebostionolimponoro {1888-19491 che fu direttore dello "Domus Golileono" di Pisoe curò I'edizione critico delle opere diGolíleo.Lo festopiù importontee più corofteristico dello zono cenkole dei Nebrodiè senzodubbio quelloche si svolge o Tortoriciin onore del Morlire Son Sebosliono.Lo lungo feslo ín onore diS. Sebostiono inilo il primo gennoio con il suono dello compono e I'esposizione Sonto ollo del cittè. Lo primo monifeslozîone Bulq,Lo domenico preceè dente lo festo , in mottinofo, i devotidonno iniio ollo sffloto dell'Allorolungo le vie dello citlò fino ollo ChiesodiS. Morio Assunto.Lo festo code sempre il 20 gennoio,i devoti che honnoun voto do sciogliere. vonno"nudi"olSontochiomoti cosi perché in segno penitenzioleveslono di bionco con comicio e ponîolone, un fozzoleltopiegoto a mò ditriongolo ol cinto e o piedi nudi, gli uomini. Mentre le donne scolzeindossono comice e gonne bionche. il fozzolettocopre lo testo e precedono e seguono. nello processione e nelloquestuo,ilSonto. mezzogiorno A inizio processione la "Vorq" è porloto solodoi nudi, Perlevie dello citfò. L'ortislico questoè privilegio onche un obbligo penilenzlole. mo Dopo lo sosto nel liume Cologni iniziolo << queEluq>>, Scnto il viene portsfo per le vie dello cittò rientrondonellochiesqdi S. Nicolò dove permone fino oll'otlovo. ll signifìcotodello festo di moggio. come onche dell'ollovo che si svolge o gennoio.vo individuofonellotrodizione sloricoche ritenevo ilSqnioBimortire, Lc lungo festoin onorediS.Sebostiono ínizio primogennoio il con il suono dello compsno e l'esposizione Sonto qllq del cittò. Lq primo monifesiqzione Bulq.Lq domenicq preceè denie lo feslo , in msltinoto, idevotidonno inizioollo sfilofo dell'Allorolungo le vie dello cittò fino sllo Ch'reso diS. Morio Assunto.Lo festo code sempre il 20 genncrio,i devotí che honnoun voto ds sciogliere, vonno "nudi"qlSontochÍomoti cosi perché in segno penifenziolevesfono di bionco con comicio e pontolone, un fqzzoletfopiegoto s mò ditriongolo ol cinto e o piedi nudi, gli uomini. Menfre le donne scolze indossonocomice e gonne biqnche, il fozzoletto copre lo leslo e precedono e seguoiîo,nello processione e nello questus, ilSonto. A mezzogiorno iniziqlo processione per le vie della città. L artistlca "Vsro" è portoto solo dqi nudi,questoè privilegio onche un obbligo peniienziole. mo Dopo lo sosto nel fiume Cologni iníziqlo << quesluo>>,il Sqnto viene portolo per le vie.dello citlè rienfrondo nello chiesodiS. Nicolòdove permone fino oll'otlovo.tl significoto dellofestodimoggio, come onche dell'ottovoche si svolgeo gennoio,vo individustonells irodizione storicoche ritenevo il Sonfo Bimoriire,Svendo ricevuto volle il mortirio. due L'incomporobile bellezzq poesoggio, ncluroinconfominofo, del lo lo voriegolovegelozione {noccioleti,costogneti,cetrete,foggete) lo plurolitò loghi(Bodesso,Treorie.Cortolorif dí unitomente oll'umile Petsgno Sonuculaefolio imposto vollone che nel Colognl cos'litulo zionedi unoriservo noturole. fonnodi Tortorici oncoroun poesedi forleqttrozione. dovesipuò goderedellebellezze noiuroli sipose sono pervenulidolpossolo. ommirore monumentÌe opere le Tortorici mqntiene iipico sfrutturo lo medievole urbonistico nel ossunlo periodofeudolelslretfeslrodeocciottolote, orchi,ontichissimi soffo- possoggi,coriili e scqletfe honno un foscinoporficolore.Lo pinocolecq comunsle conservovori dipintidi qrtisti oricensie il quodro di S. Colerinod'Alessondrio Giuseppe di lomosi.Acconfo chiese monue menti,esisleun suggesfivo centro sloricofoilo diun dedolo di viuzze per le vie citlodine dove si possonoommirore chiovi di volto fnemente lovorole do moestrimurolori locoli. Esisle oncoro il Mulino delle leniere (di propriefàcomunole) costruitonel | ó84,ottivo lno ol I 950. StefonoMusono Albo Mozzurco MorcoTriscori MONUMENTO P.ZZA TI MPANARO LA VARA DI S. SEBASTIANO RIENTRA AL DUOMO
  10. 10. Intervista mio nonno a ln cheannoe doveseinato? Nel1937a Tortorici. quand'erlragazzino? di E Come ricordila piazza Tortorici ti qualeditferenze sonocon la piazra Faranda oggi? ci di ragazzo eranoglí anni'50 subitodopola Seconda Quand'ero le non eranotutte asfaltate, GuerraMondiale, strade pochissime macchine, camminavapiedi, si a c'erano piazza Faranda c'era con i carretti coni muli.Nella e piazza vasca. me piaceva vecchia A la riunagrande quella spetto a attuale. giovane c?ra la piazra dellacampana? ricordi Ti Quand'eri pifi o rnenoin cheannoè statacostruita? piazze della non ln queitempile attuali campana Mazzini e pontecheunivaíl paese Esisteva un solo con c'erano. proveniente Castell' (attuale la strada Umberto da "i incrocio chiamato semafori"). successivamente Solo '80 fu fattapiazza Mazzíni, moltiannidopoè negli anni piazza cuiè sistemata carnpana. la la in statacostruita rispetto quand'eri Lafestadi SanSebastianocambiata è a giovane? a I variriti religiosi cioè:la processione,bula,l?lloro{u i i uguali. Nonostante dauru), panitti, nudisonorimasti questo religioso forsesi è persoun po'del significato e l'aspetto commerciale. si mettein evidenza quando avevi 15 anni? aveva Tortorici tu Quantiabitanti più In queitempic'erano o meno12 milaabitanti. ll mercato doveveniva fatto,considerando il viadotto, che pochianni? da attuale sede, statocostruito è deglianimali, si svolgeva Piano che al C'era soloil mercato la moltiannídopocominciò vendita dei Solo Oliva. provenienti fuori paese si svolgeva da e commercianti le Romanò. accanto Casette mediea Tortorici? le Neglianni'50 c'erano scuole solole scuole elementari. No, c'erano Equindii ragazzi scuole le mediedovele frequentavano? A successivamente Lascuola statale a Patti. Tortorici era venne fatto un' lstitutoprivato. che è Considerando l?ttualelstitutoCommercialestato quell'annoeranoin tanti a istituitonel 1970.Prima di frequentare scuola la superiore? in a di e Si,erano tantied andavano Sant'Agata Militello Patti. cos'haifatto in 5o cheti seifermatoallaterzamedia, scuola superiore? alternativa alla agricolo. Holavorato comebracciante LauraGianfaldone I Nebrodi a Natale Il periodo delle festività natalizie è uno tra i più sentiti e attesi dalla comunità nebroidense.Le vie di ogni paesevengono animate datradizionali suonatori di zampogna,i quali eseguonomusiche e nenie proprie del periodo natalizio.I festeggiamenti iniziano con il 13 Dicembre, giorno di SantaLucia e in questagiornata è ancora sentita I'usanzadi non mangiare pane, sostituito dalla cuccia, un piatto di frumento bollito condito con minestra di legumi e ortaggi. In più vengono cucinati gli 'occhiuzzi' di SantaLucia, una pagnotta a forma di volto che si consumarecitando una preghiera. Una delle tradizioni più comuni è di accenderei vuole facciano fuochi di mezzanotte,che.leggenda sparire il male accumulatosiattraversoil consumarsi dei ceppi ardenti. A Tortorici ancorac'è chi ricorda questastrofa: "LrLzzttccrLdi natali sta'addumatu,pi l'alligrizza di Gseù Bamminu: prigamu tutti cu cori e cu ciatu, quantu'nni scanzadu'malu distino". Ad allietarele festei dolci di nocciole,mandorlee fichi secchi, tra i più importanti ci sono: i rametti a Longi, dei biscotti di forma allungata e coperti dalla "chiaÍa", zucchero,limone e bianco d'uovo, i gnuccattuli di San Fratello e i pastariali di Tortorici. Nella zona di Sant'AgataMilitello, si preparanoi è e branobbisi.Gustosissimo quasi scomparso il pastizzoftlt di Militello Rosmarino, il quale comprendefra gli ingredientidel ripieno il cacaoed è coperto da uno strato di chiara con decorazioni al cioccolato. Veronica Parasiliti lV A P,ZZA TIMPANARO CON LUMINARIE NATALIZIE Ricettadei Crocc&nlinialla nocciola LA PROCESSIONEDEL SANTO... INIZIO SEGOLO Ilgredienti: 4 uovr 500 gr di zucchem I kg di nocciole tostatè 100 gr di amido Procedimento Metlere in um nppiera zucchero e uoya intere, montarli poi aggiungere le nocciole tritate e I'amido e lavorarle con le maniDopo aver steso in una teglia la carta da fomo 5palmare I'impaso con un cucchiaio sulla cartaMetlere in fomo a 180 gradi per l0 minuti círca.
  11. 11. é . . - : : : l : Perche sceg/iere la nosfra scllola La scuola superiore si sceglie sempre per l'offerta formativa, cioè per quello che può offrirci in futuro, non perchè le ore sono leggere o come dicono in tanti: "ho scelto questa scuola perchè non si studia tanto". Nell'istitutotecnico commerdale di Tortorici,al contrario di quello che si può pensare si studia! A dire la verità, forse questa è l'unica scuola dove i professorisono dawero interessati a noi, e fanno ben altro che spi€are un paragrafo preso dal libro, i nostri professoriogni giomo si pongono I'obiettivodi farci diventare dei veri adulti e farci maturare. in Tecnicamente ognisingola scuola si studia, questo dipende dall'alunno, perchè se egliavrà voglia di imparare, studiera in qualunquescuola sitrovi. Inizialmente ho scelto l'itc perchè le materie fondamentali sono quelle che si riallaccianoalla vita quotidiana e ci formano per il futuro,un esempio è il diritto e I'economia politica. Ho trovato vantaggioso ilfatto che la scuola si trovasse nel mio paese, non dovrò abituarmi a nuoviorari che possono essere pesanti. L'itc è una scuola che apre tante porte per il nostro futuro, oramai è statisticamente provato che un tagazzo su tre che ha studiato materie giuridiche trova lavoro prima, e adesso tuttivogliono trovare lavoro! Con il solo diploma della ragioneria già si può trovare lavoro, ma si puÒ sempre proseguire con gli studi universitari- All'inizio ero felice della mia scelta, ma adesso ne vado orgogliosa e molto fiera perchè io studio in un ambiente dove nessuno è contro nessuno ma, tutti siamo uniti, siamo come una famiglia piu allargata.E'bellissimo come qui, nell'istitutotecnico commerciale nessuno dimostra odio ma futtidimo. strano accoglienza verso i nuovi arrivati; e i professori non sono da meno, essi sono dawero interessati ai nostri progressi, non si abbattono e siarrendono quando noi non siamo capacidi fare, in fondo in una classe di pochi alunni si studia meglio. Auguro a molti difare la mia $celta, per diventare degli adulti coltie soprattutto per far si che la scuola non chiuda, perchè se fosse così il paese cessa di esistere. Rachele LA SGUOLA Salwà B. : : r : : : : MANIFESTAZIONE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO E MANTENERE ATTIVO U I.T.C. DI TORTORIGI GI SIAMO ANGORA Lllstituto TecnicoCommerciale Tortorici è relativadi mentegiovanein quantoè sorto nell'annoscolastico t97U72. Essoè l'unico istituto d'istruzionesuperiore presentenel territorio dei Nebrodi,non ha mai avuto I'autonomia.È stato sedestaccatadi altri istituti tecnici quali: Paffi, S.Stefanodi Camastra, Capo d'OrlandoflstitutoMerendinoprima ed IPAAdal 2001 ad Agosto2013J.ll vantaggioè quello dell'istntzione, grazieancheal numero ridotto di ragazzisi ha una preparazionemigliore rispetto ad altre scuole.Llistituto "Lampedunel momento in cui transitava dall'IPAAal disagioe havissuto un momentodi grossissimo sa", stava per estinguersi.È stato il momento in cui tutti gli alunni congiuntamenteai docenti(ContigugliaLucia, re, si Salvato ecc.) .A,mato cenz I oppolo Rocco,Creta o, Vin sono adoperati coinvolgendo le istituzioni locali e quellescolastiche provinciali e regionali;anchela hanno attenziostampalocalee la TV regionale[RAl3] gli occhi di tutti. nato il problema ponendolo sotto Le tre attuali classinon rendono giustizia alle aspettative di un corsocompletocomeè semprestatoin passato,ma sono un tangibile segnodi ripresa cui ci aggrappiamo con tutte le forte perchéla nostra scuola possain futuro essereun centro di cultura e di aggregazione per i ragazzidi Tortorici e dell' hinterland. Se sapremorisorgeredalle ceneridiremo di non aver combattuto invano! Io pensoche quesfistituto sia un e bene per tutti , per i ragazr,i per il paese.Mi piangeil cuoreal solo pensieroche possavenire soppresso! AntonellaFusca1A
  12. 12. LA REDAZIONE: DIRETTORE: ParasilitiRoberta VICEDI RETTORE: PaternitiMatteo REDATTORI: Armeli Saruccio BasileNoemi CatalanoDeborah Foraci Giuseppe FuscaAntonella Maria Teresa Gianfaldone Manera Martina Mazzurco Alba Musarra Stefano ParasilitiVeronica Pruiti Immacolata Riolo Ignazio SalvàMicaela SalvàRachele TriscariAlba TriscariMarco Tilenni Manuela Foraci Cristian (scuolemedie) PaternitiAnna (scuolemedie) (scuolemedie) ContigugliaFrancesco EVENTI FUTURI: "UN|VERS|TA - G|oRNATA ORIENTAMENTO (18 Dt 2013) SCOLASTTCO E-CAMPUS" DTCEMBRE - PRESEPE (6 VTVENTE PERLE VtE DELBORGO GENNATO 2014) - GIORNATA ffiF"*", LA REDAZIONE DEL NOSTRO GIORNALINO

×