Okkio alla salute regione puglia

592 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
592
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
84
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Okkio alla salute regione puglia

  1. 1. stema sanitario. La primaindagine di OKkio alla SALU-TE è stata realizzata in tuttele Aziende sanitarie localipugliesi nell’a.s. 2007-08,grazie ad una forte collabo-razione tra mondo dellascuola e mondo della sanità.Essa ha permesso di ottene-re dati, aggiornati e confron-tabili, circa la prevalenza disovrappeso e obesità in etàinfantile, le abitudini alimen-tari e l’attività fisica dei no-stri bambini, oltre a quellirelativi ad iniziative scolasti-che favorenti il movimento ela sana alimentazione. E’emerso che, anche in Puglia,come nella maggior partedelle regioni meridionali, ilsovrappeso e l’obesità rap-presentano un problemaimportante di salute pubbli-ca: 1 bambino su 4 è risulta-to in sovrappeso, 1 su 7 obe-so.Al fine di definire e imple-mentare un sistema di rac-colta dati nazionale sullostato ponderale e sui com-portamenti associati allosviluppo di malattie cronico-degenerative nei giovani, ilMinistero della Salute/CCMe le Regioni nel 2007 hannoaffidato al Centro Nazionaledi Epidemiologia, Sorve-glianza e Promozione dellaS a l u t e ( C N E S P S )dell’Istituto Superiore diSanità (ISS) il coordinamen-to del progetto “Sistema diindagini sui rischi compor-tamentali in età 6-17 anni”che ha sviluppato, tra lediverse attività, l’iniziativa“OKkio alla SALUTE – Pro-mozione della salute e dellacrescita sana dei bambinidella scuola primaria”.Il progetto è collegato alprogramma europeo“Guadagnare salute – ren-dere facili le scelte saluta-ri” (recepito in Italia conDPCM del 4 maggio 2007)e al “Piano Nazionale della-Prevenzione”. E’noto chesovrappeso e obesità in etàevolutiva sono condizioniche si associano ad unmaggior rischio di obesitànell’età adulta la quale, asua volta, costituisce unfattore di rischio perl’insorgenza di patologiecronico-degenerative one-rose, sia per i danni sullasalute, sia per i costi daassumersi a carico del si-Metodologia dell’indagine:L’approccio adottato è quello dellasorveglianza di popolazione, basatasu indagini epidemiologiche ripetutea cadenza regolare, su campioni rap-presentativi della popolazione in stu-dio.Modalità di campionamento:Il metodo di campionamento prescel-to è quello “a grappolo”. In questomodo possono essere estratte le clas-siOkkio alla salute regione PugliaObiettivo Azione F2Codice Progetto Salute, ambiente e territorio.Riferimento Bando n. 4462-31/3/2011D.S. Proff.ssa Maria Aida EpiscopoEsperto Prof.Antonio Michele RiccioTutor Prof.ssa Leonarda MalgieriFacilitatore: Prof.ssa Sonia ManuppelliReferente per valutazione Prof.ssa Marigilda TibolloALUNNA: Mariangela del VecchioPopolazione in studio:Le scuole rappresentanol’ambiente ideale per la sorve-glianza. È stata scelta la classeterza della scuola primaria, conbambini intorno agli 8 anni, per-ché l’accrescimento a quest’età èancora poco influenzato dalla pu-bertà, i bambini sono già in gradodi rispondere con attendibilità adalcune semplici domande.
  2. 2. P A G I N A 2Quanti sono i bambini in sovrappeso oobesi?1. Tra i bambini della nostra Regione il 13,6%risulta obeso (IC95% 12,3%-15,1%), il 25,6%sovrappeso (IC95% 24,0%-27,2%), il 59,6%normopeso (IC95% 57,7%-61,5%) e l’1,2%sottopeso (IC95% 0,7%-1,8%).2. Complessivamente il 39,2% dei bambinipresenta un eccesso ponderale che comprendesia sovrappeso che obesità.3. Se riportiamo la prevalenza di sovrappeso eobesità riscontrata in questa indagine a tutto ilgruppo di bambini di età 6-11 anni, il numerodi bambini sovrappeso e obesi nella regionesarebbe pari a 97.701, di cui obesi 35.072.“Per attirare lattenzione del lettore, inserire qui unrichiamo o una frase tratta dal testo.”ConclusioniStrumenti e procedure di raccolta datiSono stati predispostiquattro questionari:uno da somministrareai bambini in aula, unoper i genitori da compi-lare a casa e due desti-nati rispettivamenteagli insegnanti e ai diri-genti scolastici. Il que-stionario per i bambinicomprende 15 semplicidomande. Per stimarela prevalenza dellecondizioni di sovrap-peso e obesità è statoutilizzato l’Indice diMassa Corporea (IMC),ottenuto come rappor-to tra il peso espressoin chilogrammi al nettodella tara dei vestiti e ilquadrato dell’altezzaespressa in metri, mi-sura che ben si prestaai fini della sorveglian-za per l’analisi deitrend temporali e dellavariabilità geografica eampiamente utilizzataa livello internazionale.In particolare,nell’analisi dei dati so-no stati consideraticome sottopeso i bam-bini con un valore diIMC uguale o inferiorea 17 in età adulta .E’ dimostrata l’associazione tra sovrappeso/obesità e stili alimentari errati. Nella nostra re-gione, con questa seconda raccolta di dati, si conferma la grande diffusione, fra i bambini, diabitudini alimentari che non favoriscono una crescita armonica e sono fortemente predispo-nenti all’aumento di peso. Preoccupante è l’aumento della percentuale di bambini che assu-mo bibite zuccherate e/o gassate almeno una volta giorno. Tuttavia si osservano dei cambia-menti in positivo rispetto al 2008; in particolare è notevolmente aumentata la percentualedi bambini che assumono una merenda adeguata di metà mattino, anche grazie al fatto cheuna merenda adeguata è stata distribuita in una buona percentuale di classi.O B I E T T I V O A Z I O N E F 2Analisi dei datiL’analisi dei dati è consistita principalmente nella misura di per-centuali (prevalenze) delle più importanti variabili selezionate.Distribuzione delle classi per tipologia di comune di appar-tenenza Puglia (N=157classi)≤ 10.000 abitanti (N=20) 12,7 %Da 10.000 a più di 50.000 abitanti (N=59) 37,6 %> 50.000 abitanti (non metropolitana) (N=38) 24,2 %Comuni di area metropolitana (centro e periferia) (N=40)25,5 %.Quante scuole e quante classi sono state coinvoltenell’indagine?Nella Regione Puglia hanno partecipato all’indagine il 100%delle scuole ed 100% delle classi sulle125 scuole e sulle 158 classi rispettivamente campionate.

×