Barbie odiosamata doll

1,457 views

Published on

Barbie doll. La più famosa,
la più odiata, la più amata. Bambola-persona-icona,
nonostante i mutamenti. Tra moda, marketing e mito,
dalla testa ai piedi è stata quello che voleva lei. E che vogliamo noi.




Published in: Lifestyle
1 Comment
1 Like
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
1,457
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
1
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Barbie odiosamata doll

  1. 1. Daniela Ferrando, 23/9/11 http://dollculture.blogspot.com
  2. 2. Barbie doll. La più famosa, la più odiata, la più amata. Bambola-persona-icona, nonostante i mutamenti.Tra moda, marketing e mito, dalla testa ai piediè stata quello che voleva lei. E che vogliamo noi.
  3. 3. Un‟icona senza tempo.Si riconosce sempre.
  4. 4. Un‟icona rimane un‟icona.Nonostante i mutamenti.
  5. 5. Unica e intercambiabile, Barbie è una “persona”. 1967 1962 19771959 1971 1966
  6. 6. Una persona, tante personalità. 1992 2010 20091986 2000
  7. 7. persōna, æ,s.f. lat.= Personaggio. Maschera.Un soggetto riconoscibileanche quando cambianodei dettagli.Il termine, colto,vale anche in inglese.In italiano ha ulteriori significati,tra cui il contrario. Perciò:una persona = uno qualunque.
  8. 8. “Simply formed life-like”Si legge nei disegnibrevettuali di Barbie:“semplicemente fattacome se fosse vera”- “vera” sì. Con cautela.Educatamente vera,in scala 1:6, una misuramolto interessante.La mano in queste tavoleè quella dell‟inventorepiù che del fashion designer.
  9. 9. Lilli, rivale illustre. Anzi, illustrata. Bild Lilli vs Barbie #1
  10. 10. Una #1.Pelle candida,coda di cavallosopraccigliaespressive,rossetto,smalto,giuste curve,allure adulta,piedini arcuati.Sexy ladyo teen-ager.Colpevoleo innocente?
  11. 11. Un continuum di ispirazioni e riflessi. Primi anni „60. Il vestito arancione “Belle” di Barbie. Il vestito albicocca di Jackie Kennedy in Rajastan. Non un caso, ma la costruzione parallela di due icone..
  12. 12. So sophisticated!Barbie (Swirl Ponytail1964
  13. 13. Così perfetta. Così raffinata.1966, BarbieAmerican GirlHigh color: make-up caricoSidepart: scriminatura lateraleJapanese exclusive.Lo slang del collezionista:precisione e passione.
  14. 14. 1967. Barbie diventa TNT. Più che esclusiva, esplosiva.Nuovo volto,ciglia “vere”gambe pieghevoli,vita girevole.Barbie è Twist‟n Turn.TNT. La stessa sigladel tritolo.
  15. 15. 1977. Sì, Barbie diventa SuperStar!Verso gli anni anni ‟80,anni spettacolari.Sorriso hollywoodiano,In lungo, in posa.Come per un red carpeto un eterno photo-call.
  16. 16. 1986. Barbie Rocks! In rosa.Capelli sempre più vaporosi,occhi sempre più sbarrati,mises sempre più vistose.Tanto rosa, ovunque. Verso e durante gli anni ‟90, Barbie guadagna odiosità.Non fa moltoper non sembrareun‟oca biondacapricciosa e consumista.Un po‟ regina del kitsch.
  17. 17. Nuovo millennio, altro fascino.Il corpo è ridefinito,ha nuove proporzioni:meno seno, testa grande.Barbie ringiovanisce?Ma quanto conta poila sua età immaginaria?C‟è consapevolezzadel mercato collezionisticoadulto, che può spendere.Tra le tante linee,più o meno fashion-tendenti,Torna anche un look pulito. 2008
  18. 18. “Barbie is anything.”Sexy? Teen? Stupid?Amabile. Odiabile.Adorata, detestata,alterata,mummificata,massacrataad arte.E semprerisorgente. La proposizione azzerante è dire che Barbie è qualsiasi cosa. This is marketing.
  19. 19. Nomĭna Barbĭum. Il mito.Da teen-age fashion modela fashion doll.. Questa è Barbie.Da fashion doll a Barbie [inserire epiteto]a Barbie [inserire professione]Come nell‟haute couture,gli abiti hanno nomi stupendi:sognanti nell‟epoca vintage, 1971quasi onomatopeici nella MOD era, Growin‟poi numeri e poi di nuovo nostalgia. Pretty HairE se i nomi delle dolls sono epiteti omerici, Barbiei nomi degli outfits sono evocazioni e tic.
  20. 20. In posa. In azione. Da contegnoso a libero, da libero a snodato, danzante, digitalizzato. Il corpo delle dolls ci rispecchia e perciò deve farci riflettere. Un disegno di Maria Pezzi, una cartolina di Barbie per gli anni „60. Un ritratto di Verushka, Barbie Live Action per gli anni 70 e oltre.
  21. 21. Esemplari rari. A volte non è seriale. Anzi, è un pezzo unico. Allora si dice OOAK = One-of-a-Kind. Nel doll collecting, le Barbie OOAK sono tante, le quotazioni volubili.
  22. 22. Sopra e sotto le gonne.Pur essendo Per i collezionistitutta donna, quando unaBarbie ha bambolapudore. sembra vera, allora è dettaIl corpo anatomicallyprocace correct.ha avutorestyling Barbie non èriducenti asessuata,nel corso ma neanche iper-reale.del tempo.
  23. 23. Ai suoi piedi: décolletées con tacchi a spillo,sandaletti, mocassini, ballerine, modelli concinturino etc... in un delirio collezionistico.
  24. 24. Infinitamente contemporanea.Da modella a modello, e da modello a modelli. Tutti i “voglio essere” possibili. Decine di carriere e di identità. Proprio come voleva lei, un po‟ come vogliamo noi.
  25. 25. Odiosamata ultima slide.Slide 1 > Logo Odiosamata by Tumitu; Barbie artwork Phillip Slide 15 > Barbie Superstar e la sua icona ispiratrice:Gary/flickr; L‟aggettivo “odiosamata” è di Vittorio Alfieri, per un‟amante. Farrah Fawcett abitini Barbie epoca SuperstarSlide 2 > ph Valeria Spera, CHE BAMBOLA, DeAbyDay 2009 www.deabyday.tv Slide 16 > Fuseaux in colori fluo, un must anni ‟80! Grafica della scatola e bambola Barbie & the Rockers;Slide 3 > Coke2011; Barbie silhouette, vintage. Il logo attuale Madonna; Il cubo di Rubik; Graffito di Keith Haringè quello sulla homepage di www.barbiemedia.com Slide 17 > Barbie 2008Slide 4 > Coca-cola e Barbie, due evoluzioni a confronto.Il collage bamboloso è di un collezionista argentino. Slide 18 > Burnt Barbie, autore non rintracciabileSlide 5 e 6 e 19 > www.barbiemedia.com Slide 20 > Disegno di Maria Pezzi; Barbie Xmas postcard; Verushka ph Michel Comte; Barbie Live Action, www.barbiemedia.comSlide 7 > Barbie #3, La Dee Dolly/flickr Slide 21 > Lady Gaga, OOAK, www.artistcreations.it;Slide 8 > Disegni brevettuali di Barbie, 1961 Madonna, OOAK, www.magia2000.comSlide 9 > ph ernestopadrocampos/flickr; ph basicjoe/flickr; Bild Lilli: Slide 22 < Truly Scrumptious + Swirl Ponytail Barbie,2 vignette dalla Bild Zeitung; piedistallo repro Lilli Lalka ph Pamela de Lorenzi http://pamifashiondolls.blogspot.comSlide 10 > Barbie #1, LovesBabs/flickr; ph Norman Parkinson, 1951; Slide 23 > Barbie shoe pack www.joeslist.comdisegno di Maria Pezzi (1908-2006); ph Irving Penn Slide 24 > ph Franc V/flickrSlide 11 > ph criscrash13/flickr; Jackie in Rajastan, immagine di repertorio Slide 25 > Evil Barbie, ph Mr-Wild/flickrSlide 12 > Barbie Swirl Ponytail, Plastic cat in Germany/flickr;abito Sorelle Fontana, 1952; Barbie Booklet 1963; Barbie odiosamata dollGrace Kelly, 1955 concept, layout, testi: Daniela Ferrando sulla base di libere scelte redazionali, senza alcuna affiliazioneSlide 13 > Japanese Sidepart American Girl Barbie, nicolenicole/flickr con Mattel o con The Coca-Cola company.Slide 14 >Barbie TNT, pubblicità US; Barbie TNT, ph Giulio Barreri; Un grande grazie a Alberto Costabello, Pamela de Lorenzi, Salvatore Palange;pubblicità collezione MOD, myjammiesintx/flickr; a Carlo Travaglini Presidente del Lions Club Luserna S. Giovanni Torre Pellice,trade-in box, rottamazione ante-litteram di Barbie v. agli amici doll collectors e non, tra cui la mia famiglia e i due: Davide ed Elena!http://www.slideshare.net/DCCI/tnt-barbie-tradein-program-4127871 http://dollculture-blogspot.com

×