Udig walktrough1 per nettools

2,889 views

Published on

Questa è una introduzione ad uDig mirata a quanti vogliono usare il GIS per la progettazione e la verifica di opere idrauliche in ambiente urbano. In particolare, per la progettazione di fognature pluviali e per la verifica, usando EPANET, di reti di acquedotto

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,889
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
168
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Udig walktrough1 per nettools

  1. 1. Iniziare con uDig & Nettools Battaglia di Awa, Artista sconosciuto Adem Esmail B.18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche -A.A 2012/2013 1
  2. 2. “Free Software . . . You should think of ‘free’ as in ‘free speech’, not as in ‘free beer’. ” Richard Stallman 218/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  3. 3. Sommario • Finalità, storia • Benvenuti / Tutorial / Sito ufficiale • Ambiente di lavoro / Workbench • Modalità di importazione dati • Lavorare con i file • Personalizzazione dello stile di visualizzazione dei dati • Richiedere Informazioni • Quali sono i passi successivi? 318/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  4. 4. Finalità• La seguente presentazione è principalmente rivolta agli studenti del corso di Costruzioni Idrauliche, Laurea Magistrale in Ingegneria Civile.• Vuole essere una breve introduzione all’utilizzo di uDig, in vista dell’utilizzo dei Nettools.• Nell’impostazione segue tutti i passi del Walkthrogh 1 di uDig, salvo concentrasi sugli aspetti più inerenti al corso di Costruzioni Idrauliche.• Per i più curiosi si rimanda alle versioni integrarli Walkthrogh 1 e Walkthrogh 2 418/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  5. 5. Storia• 2004 - collaborazione del Centro Universitario per la Difesa Idrogeologica nell’Ambiente Montano (C.U.D.A.M. ) dell’Università degli Studi di Trento ed I.C.E.N.S. di Kingston, nasce JGrass.• 2007 – trasferimento di JGrass su una piattaforma GIS-JAVA, in particolare la User Friendly Desktop Internet GIS uDig• uDig è scritto in java ed è rilasciato sotto licenza LGPL.• uDig è dotato di interfaccia solida, programmabile, basata su Eclipse, si connette facilmente ad Internet, risorse di rete o data base.• 2010 - i tools di Jgrass migrano sul framework OMS3, Object Modeling System, mentre gli strumenti di base di Jgrass diventano parte integrante di uDig.• uDig, dalla versione 1.2.2, si dota dello Spatial Toolbox, a.k.a. the OMS3 toolbox. I modelli sono da allora eseguibili all’interno dello Spatial Toolbox e sviluppabili indipendentemente da uDig. 5 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A-A 2012/2013
  6. 6. Storia• Nettools – strumenti per l’analisi e la progettazione delle reti idriche in ambito urbano: acquedotti e fognature. Implementazione in piattaforma GIS del risolutore di Epanet e Trento_p, rispettivamente.• Lo sviluppo degli strumenti descritti sopra frutto di collaborazioni tra il gruppo di ricerca del prof Rigon dell’Università di Trento e HydroloGis di Bolzano.• 2012 – nascita di HydroMates, Spin-off universitario che si occupa della gestione del ciclo integrato delle acque. Partecipa anche a progetti di cooperazione.• Tamanini David, Un modello numerico geomorfologico per ilo progetto e la verifica delle reti di drenaggio urbane, rel. Bertola P., rel. Rigon R., AA 2003/2004• Adem Esmail Blal, Su alcune modifiche del programma Trento-p, rel. Rigon Riccardo, AA 2004/2005• Pergher Marco, Calibrazione del modello Trento-p, rel. Rigon Riccardo, AA 2004/2005• De Col Federico, Modellazione di una rete di acquedotto con lausilio di un gis, rel. Rigon R., AA 2011/2012 http://www.hydrologis.eu/ http://www.hydromates.com/ 6 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  7. 7. Installazione uDig e Nettools per windows• Installazione di una versione stabile di uDig 1.3.1• Concetto di “versione stabile” e “versione instabile”• Installazione di una versione instabile uDig 1.3.2 718/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  8. 8. Installazione versione stabile uDig 1.3.1• Scaricare OSGeo4W Installer da http://trac.osgeo.org/osgeo4w/ 818/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  9. 9. Installazione versione stabile uDig 1.3.1• Lanciare il file osgeo4w-setup.exe e scegliere in successione Advanced installer ed Install from internet• Procedere senza modificare le successive finestre, fino alla finestra di selezione dei packages da scaricare 918/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  10. 10. Installazione versione stabile uDig 1.3.1• Verifica avvenuta installazione si effettua seguendo il percorso C:/OSGeo4W/apps/udig/plugins, accertandosi che sia presente la cartella eu.hydrologis.jgrass.epanet 1.1.0 1018/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  11. 11. “versione stabile” vs “versione instabile”  http://trac.osgeo.org/osgeo4w/  http://udig.refractions.net/download/  http://udig.refractions.net/download/unstable/ 1118/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  12. 12. Installazione versione instabile uDig 1.3.2• Scaricare uDig 1.3.2 da http://udig.refractions.net/download/ 1218/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  13. 13. Installazione versione instabile uDig 1.3.2• Scaricare netTools da https://bitbucket.org/moovida/nettools/downloads 1318/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  14. 14. Installazione versione instabile uDig 1.3.2• Scompattare lo zip nettools_1.2.0.zip e copiare tutto il contenuto (3 jars e una cartella) nella cartella plugins dellinstallazione di udig• Avviare uDig utilizzando il udig.bat 1418/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  15. 15. Benvenuti / Tutorial / Sito ufficiale• Dopo aver completato linstallazione, si lanci lapplicazione uDig dal menu di Windows Start->Programmi (uDig.bat)• La prima volta si presenterà il pannello di Benvenuto ( Aiuto -> Benvenuto) Link al tutorial Getting Started Per iniziare Link al sito ufficiale 15 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  16. 16. Ambiente di lavoro / Workbench• Prima di cominciare ad utilizzare le mappe è necessario introdurre lorganizzazione iniziale dellambiente di lavoro di uDig.• Una sessione tipica di uDig con le viste: Mappa, Progetti, Piani, e Catalogo. Vista Mappa Vista progetti Vista piani Vista catalogo 1618/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  17. 17. Modalità di importazione dati • Connessione a un web map server (WMS) • Aggiungere piani dal catalogo: come aggiungere ulteriori piani alla propria mappa da una sorgente di dati creata con una connessione precedente • Aggiungere un nuovo piano da POSTGIS - PostGIS è unestensione del database free e Open Source PostgreSQL. uDig si interfaccia sia a PostGIS che ad altri database spaziali quali Oracle e DB2. • Lavorare con i file (dati-v1_3) • Importare direttamente nel catalogoAiuto -> Benvenuto -> Getting Started 17 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  18. 18. Lavorare con i file – dati-v1.3• Connettersi alla pagina web del Walkthrough 1 con il browser web: – http://udig.refractions.net/confluence/display/EN/Walkthrough+1 oppure – Aiuto -> Benvenuto -> Getting Starded• Cliccare sul link “data download” e salva il file zip in una cartella locale 18 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  19. 19. Lavorare con i file – dati-v1.3• Estrarre il file scaricati per creare una nuova cartella dei dati. (Raccomandata lapplicazione 7-Zip)• Creare una mappa vuota selezionando File > New > New Map• Selezionare e trascinare il file 10m_land.shp nella Mappa aperta Si osservi la famiglia di file con lo stesso nome Rendering progress 1918/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  20. 20. Strumenti di navigazione / zoomCon i dati visualizzati sullo schermo si possono provare i seguenti strumenti:• Strumento di Zoom: (da tastiera z) – Cliccare o trascinare con il tasto sinistro del mouse per aumentare lo zoom o il pulsante di destra per diminuire lo zoom• Strumento di Navigazione (Pan): (da tastiera p) – Clicca e trascina per muovere lintera mappa mostrata.• Strumento di Estensione: – Cliccare per mostrare tutte le mappe visualizzate nella vista dei Piani. 2018/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  21. 21. Vista Piani• La vista Piani mostra lordine in cui i piani vengono disegnati.• Selezionare il piano 10m urban areas e cliccare sul pulsante Sposta su dalla barra degli strumenti della vista dei Piani• Lordine risulta quindi cambiato. 2118/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  22. 22. Personalizzazione stile di visualizzazione dei dati• Alcuni dati contengono attributi che potrebbero essere usati per personalizzare lo stile di un piano. In questa sezione creeremo uno “Styled Layer Descriptor” (SLD) utilizzando uDig SLD Editor per interpretare valori ed attributi: – Si crei una nuova mappa usando File > Nuovo > Nuova Mappa – Si selezioni “Mappa 2” nella vista Progetti, e tasto destro per scegliere Rinomina – Si digiti il nome “Natural Earth” e cliccare OK. 2218/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  23. 23. Personalizzazione stile di visualizzazione dei dati• Nel menu Piano, selezionare Aggiungi• Scegliere Files dallelenco fornito• Selezionare i seguenti file dalla cartella dei dati: – 10m_admin_0_countries.shp – NE1_50M_SR_W.tif• Cliccare su Apri, entrambi i piani verranno aggiunti e visualizzati con lo stile di default 23 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  24. 24. Personalizzazione stile di visualizzazione dei dati• Lo stile di default per il piano delle 10m_admin_0_countries.shp è leggermente trasparente; in questo modo è possibile visualizzare il piano di base.• Si clicchi con il tasto destro del mouse sul piano 10m_admin_0_countries.shp e si selezioni Modifica Stile 24 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  25. 25. Personalizzazione stile di visualizzazione dei dati• Leditor di stile è strutturato in una serie di pagine;• Utilizzeremo la pagina Polygons per aggiungere etichette al piano 10m_admin_0_countries • Selezionale la pagina Polygons dalla lista a destra • Cliccare Labels sulla pagina Polygon • Spuntiarela casella vicina alletichetta • Scegliere NAME dall’elenco 25 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  26. 26. Personalizzazione stile di visualizzazione dei dati• Le mappe possono essere utilizzate come una rappresentazione visiva dei valori degli attributi. In termini cartografici questo è noto come la creazione di una mappa tematica, realizzato definendo un tema per un layer/piano.• Passare alla pagina dello stile Tema e selezionare le seguenti opzioni: • Attribute: selezionare POP_EST • Normalize: Selezionare GDP_MD_EST• Filtrare le tavolozze di colori per visualizzare un sottoinsieme di quelle disponibili: – cambiare la vista da “Tutti” a “Sequenziali” – cliccare sui pulsanti Per-Daltonici, LCD e CRT – selezionare la tavolozza dei colori “light orange to dark red”. 26 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  27. 27. Personalizzazione stile di visualizzazione dei dati• Aprire il menu a tendina Piano e si scelga la voce Legenda 27 Corso di Costruzioni Idrauliche - B. Adem 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013 27 Esmail
  28. 28. Personalizzazione stile di visualizzazione dei dati• Premere il pulsante Mylar nella Vista Piani, selezionare ciascun piano e se ne osservino i cambiamenti 28 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  29. 29. Personalizzazione stile di visualizzazione dei dati• Doppio click sulla Tab della Mappa “Natural Earth” per massimizzare leditor. Si usi lo strumento zoom per esplorare il mondo.• Doppio click sulla Scheda della Mappa per ristabilire lo zoom precedente.• È possibile usare il Azzera Prospettiva dal menu Finestra per riattivare qualsiasi vista accidentalmente. 29 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  30. 30. Richiedere informazioni • Riaprire la prima mappa, che è stata etichettata Cities (doppio click) • Caricare altri files (es. lakes, rivers..), fare zoom in un luogo di interesse, • Attivare lo strumento di Informazioni, Info , e cliccare un oggetto • La Vista Informazioni mostra informazioni sui piani lakes e land nel punto selezionato. A BSi può passare a chiedere informazioni su unaltro piano nel riquadro di sinistra.Le informazioni disponibili, se ci sono,vengono visualizzate nel riquadro di destra. C 30 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  31. 31. Richiedere informazioni• Passare alla mappa, che è stata etichettata Natural Earth, facendo doppio click• Attivare lo strumento di Informazioni, Info , e cliccare una nazione• La Vista Informazioni mostra informazioni nel punto selezionato• Notare la differenza tra dati contenuti in un file vettoriale e un raster Selezionare IL RASTER NE1_50M_SR_W e visualizzare il valori RGB 31 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  32. 32. Quali sono i passi successivi?• Provare a scaricare dati e divertirsi• Alcuni siti • http://www.lidar.provincia.tn.it:8081/WebGisIT/pages/webgis.faces • http://webgis.ing.unitn.it/webgising/index.php • http://www.territorio.provincia.tn.it/portal/server.pt/community/portale_geocartografico_trentino/254 • http://gdem.ersdac.jspacesystems.or.jp/search.jsp 32 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  33. 33. Credits 3318/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  34. 34. CreditsQuesta presentazione è stata scritta da:Blal Adem Esmail (Università di Trento)Materiale consultato comprende:• De Col Federico, Modellazione di una rete di acquedotto con lausilio di ungis, rel. Rigon R., AA 2011/2012• uDig Walkthrough 1 34 18/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013
  35. 35. GRAZIE PER L’ATTENZIONE E-mail esercitazioni: bilaladem@gmail.com 3518/03/2013 Corso di Costruzioni Idrauliche – A.A 2012/2013

×