Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

La Biosfera, il Clima ed il Tempo - 5° c: dedicare il tempo al clima

Comune di Camaiore - Istituto Comprensivo Camaiore 3 - 5^ C Primaria Capezzano Pianore - Dedicare il tempo al clima

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

La Biosfera, il Clima ed il Tempo - 5° c: dedicare il tempo al clima

  1. 1. DOCUMENTAZIONE DELL’ UNITA’ DI COMPETENZA: Dedicare tempo al clima Primaria 5° C
  2. 2. DESCRIZIONE DEL PERCORSO DIDATTICO ( definire come è stato costruito, da chi,le sue ricadute sul curricolo e sulle discipline) Il progetto si attua in un modulo educativo rivolto agli alunni e alle famiglie per prendere coscienza dei Cambiamenti Climatici, stimolando all’adozione di buone pratiche per contrastarne lo sviluppo. Il percorso si articola attraverso attività trasversali alle discipline, didattiche di laboratorio e di esperienze sul territorio ( osservazioni dell'Ambiente in cui si vive e interviste alle famiglie), con la collaborazione dei docenti delle aree umanistiche,musicali, oltre a quelle tecnologiche e scientifiche; con il contributo dell’associazione “ amici della terra”.
  3. 3. Dedicare tempo al Clima Gli alunni sono stati stimolati attraverso metodologie di apprendimento inter e multidisciplinari. Le ricadute sulle discipline hanno potenziato e approfondito le competenze specifiche: • Acquisire la visione di come l’energia del sole attiva l’Ecosistema Terrestre • Conoscere quanto tempo è trascorso per avere la disponibilità di energia di oggi e la sua influenza sulle attività umane • Acquisire conoscenze sulle conseguenze dell’aumento di disponibilità di energia sull’Ecosistema Terrestre e sull’Uomo in termini d’Inquinamento e salute.
  4. 4. DESCRIZIONE DELLO SVILUPPO CONCETTUALE DEL PERCORSO DIDATTICO E DELL’ APPROCCIO METODOLOGICO (completo di una selezione dei prodotti delle attività svolte dagli alunni) Visto l’interesse che gli alunni hanno dimostrato sull’argomento “Clima” . L’argomento è stato approfondito in modo interdisciplinare collegandolo alle altre attività svolte nella Scuola (elezione dei rappresentanti del consiglio Comunale dei Ragazzi, incontro con il Sindaco sulla mobilità dolce, realizzazione evento di fine anno, ecc…)
  5. 5. In classe sono state elaborate ricerche sia scientifiche, con l’utilizzo di testi e di internet, che letterarie con relazioni e rielaborazioni personali sulle esperienze effettuate . Dall’ esperto abbiamo avuto informazioni: sulla formazione dell’Atmosfera e come ha determinato l’evoluzione dell’Ecosistema terrestre nel Tempo. sulle influenze dell’evoluzione della produzione di Energia dal Paleolitico ad oggi sulle conseguenze dell’aumento di disponibilità di Energia sulla rinnovabilità delle Risorse con la crescita dei consumi. sulle problematiche relative all’effetto serra. Nel percorso sviluppato è stato esaminato: come è cambiato il clima negli ultimi 25 anni, quali sono stati gli effetti a livello locale sulla Biodiversità, la qualità e l’abbondanza di Acqua, il verificarsi di eventi estremi come la tempesta di vento del 5 marzo su cui si sono raccolte testimonianze. Insieme agli alunni si sono concordate Buone Pratiche da Realizzare e diffondere E’ stata programmata una gita di un giorno a Populonia. Sono stati elaborati vari prodotti , soprattutto cartelloni, rappresentazioni grafico-pittoriche e schede di approfondimento, per l’evento di chiusura sule tematiche affrontate sono state realizzate scenografie e canzoni. E’ stato elaborato lo schema di un dépliant da pubblicare e diffondere. Argomento del dépliant la tutela della Biodiversità. I materiali per la realizzazione del dépliant sono stati realizzati in collaborazione della VA e B
  6. 6. Laboratorio del fare……il nostro amico” baffo” ci parla della sua iniziativa: capire dai rifiuti che raccoglie quotidianamente sulla spiaggia, come intervenire da cittadino perché ci sia più rispetto per l’ambiente.
  7. 7. Gita a POPULONIA e visita alla miniera…… percorso interessante e affascinante :con caschi di protezione e torcia siamo entrati nella miniera a piedi e con il trenino….che spettacolo della natura siamo rimasti a bocca aperta.
  8. 8. Disegni Depliant sulla Biodiversità
  9. 9. “La furia della natura”……l’uragano, fenomeno da noi rarissimo fino ad oggi, ha scosso la versilia …. dobbiamo riflettere un po’ !
  10. 10. TESTIMONIANZE SULLA TEMPESTA DI VENTO
  11. 11. Buone Pratiche BUONE PRATICHE Non sciupare Acqua, usare poche cose per non Inquinare e mantenere la Biodiversità Comprare prodotti che tutelano la natura Cacciare dove si può e non uccidere mai animali in via di estinzione Utilizzare sempre a pieno carico gli elettrodomestici e comprare, (quando quelli che adperiamo non si possono più aggiustare) quelli a basso consumo Usare poca energia elettrica e produrre quella che si consuma con energie alternative Comprare oggetti in legno riciclato e certificato per la Salute dei Boschi e Nostra Mangiare alimenti Biologici e di Stagione Spengere le luci quando non ce n’è bisogno Quando si taglia un albero ripiantarne un altro Coltivare piante che hanno bisogno di poca Acqua Curare le Piante che ci danno Ossigeno, Ombra, Cibo,Calma Fare attenzione agli animali per strada Comprare Carta Riciclata e fare una Buona Raccolta Differenziata Non buttare niente a Terra che poi finisce nei Fiumi e si inquinano tutti e due Non bruciare plastica che intossica l’Aria e di conseguenza noi, gli Animali e le Piante Non appiccare gli incendi ( soprattutto col le sigarette) Non fumare per non ammalarsi e non inquinare Non tenere alto il riscaldamento ( mantenere la temperatura sotto i 18°C) Comprare prodotti naturali che in natura sono degradati velocemente dai fattori climatici e dai “Decopmpositori” Usare il più possibile i Piedi e la Bicicletta ed invitare amici e parenti a farlo Usare il più possibile i mezzi pubblici e chiedere al sindaco di promuoverli Multare chi non ricicla Usare la bicicletta per i giri in paese e per trovare gli amici
  12. 12. Visita dal sindaco di Camaiore Abbiamo portato le nostre proposte per migliorare il nostro territorio….ci ha ascoltato con interesse e ha detto che le esaminerà con attenzione! Speriamo: “a volte le idee dei ragazzi sono più originali di quelle degli adulti”
  13. 13. Progetto per la biopista
  14. 14. NOI LA VORREMMO COSì…. BIOPISTA La scuola dovrebbe essere in mezzo al verde collegata al teatro San Michele situato in via Pietro Pardini e alla villa Cavanis situata in via Nostra Signora con una pista ciclabile e pedonale. La chiameremo “Biopista”perché dovrebbe essere circondata da piante, cespugli e fiori del nostro ambiente mediterraneo.Le abbiamo scelte perché sono con poco traffico e attraversano aree tipiche del comune di Camaiore, oliveti e campi coltivati. 1. La scuola dovrebbe essere in mezzo al verde 2. pista ciclabile e pedonale nel verde 3. le piste dovrebbero andare al Cavanis e al San Michele 4. la pista ciclabile e pedonale dovrebbe essere in via Giacomo Giacosa ,via San Ginese , via dell’Acquarella ,via Stretta ,Acquarella, proseguire La nostra proposta sarebbe di costruire piste ciclabili e pedonali con semafori che hanno dei pulsanti per far passare le biciclette sulla Sarzanese ,così si eviterebbero incidenti pericolosi.
  15. 15. LA BIOSFERA……CON L’ESPERTA
  16. 16. VERIFICHE DEGLI APPRENDIMENTI • Schede individuali sui contenuti svolti • Relazioni sulle attività in classe e sulle uscite effettuate • Realizzazione cartelloni di sintesi • Evento finale: spettacolo di fine anno con esposizione a gruppi degli elaborati prodotti (cartelloni e relazioni) inerenti argomenti trattati • Canzoni e musiche sul Clima.
  17. 17. RISULTATI OTTENUTI ( analisi critica in relazione agli apprendimenti degli alunni) Gli alunni hanno partecipato con entusiasmo dimostrando un particolare interesse alle attività svolte : •Maggior consapevolezza nel rilevare l’influenza del Clima sul loro ambiente quotidiano , sia negli aspetti positivi che negativi; •Maggiore attenzione ai propri consumi; •Aumentata responsabilità verso se stessi e gli altri esseri viventi “umani e non.”
  18. 18. VALUTAZIONE DELL’EFFICACIA DEL PERCORSO DIDATTICO SPERIMENTATO IN ORDINE ALLE ASPETTATIVE E ALLA MOTIVAZIONI DEL CORSO (confronto tra quanto ci si aspettava e quanto effettivamente si è ottenuto) Il percorso didattico è stato efficace perché ha entusiasmato docenti ed alunni. I contenuti appresi hanno favorito un clima di collaborazione stimolando la curiosità e la creatività con la soddisfazione di aver realizzato qualcosa di utile e concreto.
  19. 19. Allo stesso tempo si sono rilevate una sproporzione tra compilazione dei moduli e tempi di realizzazione in classe : poco tempo per far fronte alle modalità richieste dalla regione ( compilazione online dei moduli, tempi troppo ristretti e discordi con i tempi scolastici già avviati). Inoltre , nelle spese, non sono previsti materiali e attrezzature per la scuola. ( sono rimasti gli stessi?)

    Be the first to comment

    Login to see the comments

Comune di Camaiore - Istituto Comprensivo Camaiore 3 - 5^ C Primaria Capezzano Pianore - Dedicare il tempo al clima

Views

Total views

441

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

3

Actions

Downloads

3

Shares

0

Comments

0

Likes

0

×