Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
LA FORMAZIONE CONTINUA
Maria Vittoria Dini
Barbara Morandi e Cristiano Mariani
UN ESEMPIO PRATICOUN ESEMPIO PRATICO
LA FORMAZIONE CONTINUA
Inoltre, per la formazione dei propri dipendenti, le imprese possono scegliere di aderire ad uno de...
STRUMENTI DI ATTUAZIONE: I FONDI INTERPROFESSIONALI
• I Fondi interprofessionali per la formazione continua, istituiti con...
I FONDI INTERPROFESSIONALI
I più importanti Fondi interprofessionali sono:
QUADRI
OPERAI
IMPIEGATI
DIRIGENTI
• E’ il punto di riferimento per la formazione efficace e di qualità.
FONDIMPRESA
• Finanzia la formazione dei lavoratori ...
FONDIRIGENTI
• Fondirigenti è il Fondo interprofessionale per la formazione continua dei dirigenti promosso da
Confindustr...
IL PROCESSO DELLA FORMAZIONE CONTINUA
1. Analisi dei fabbisogni formativi
2. Progettazione del Piano formativo
3. Presenta...
UN CASO AZIENDALE: KNORR-BREMSE
«Vogliamo fornire in tutto il mondo un contributo decisivo alla sicurezza delle persone su...
PROGETTO FORMATIVO «LEADERSHIP»
OBIETTIVI E FINALITA’ del PROGETTO
• Lo scopo è di formare adeguatamente ed accrescere le ...
• Alla fine di questi laboratori, il partecipante elaborerà un Action Plan per applicare la strategia di
soluzione del pro...
• Orientamento alla relazione e
orientamento al compito.
• Lo stile direttivo, partecipativo,
persuasivo, delegante
• L'es...
GRAZIE PER L’ASCOLTO
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Formazione continua

124 views

Published on

Maria Vittoria Dini

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Formazione continua

  1. 1. LA FORMAZIONE CONTINUA Maria Vittoria Dini Barbara Morandi e Cristiano Mariani UN ESEMPIO PRATICOUN ESEMPIO PRATICO
  2. 2. LA FORMAZIONE CONTINUA Inoltre, per la formazione dei propri dipendenti, le imprese possono scegliere di aderire ad uno dei Fondi paritetici interprofessionali nazionali per la formazione continua, organismi di natura associativa costituiti attraverso accordi interconfederali, stipulati tra le organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori maggiormente rappresentative sul piano nazionale. La FORMAZIONE CONTINUA (in inglese “continuing vocational training”) è volta a migliorare il livello di qualificazione e di sviluppo professionale delle persone che lavorano, assicurando alle imprese e agli operatori economici sia pubblici che privati, capacità competitiva e dunque adattabilità ai cambiamenti tecnologici e organizzativi. Le disposizioni legislative che predispongono interventi nazionali per la formazione continua sono l’art. 9 della L. 236/93 e l’art. 6 della L. 53/00. Tali norme prevedono la ripartizione annuale delle risorse erariali a favore delle Regioni che, a loro volta, emanano avvisi pubblici destinati ad imprese e lavoratori per il finanziamento di piani formativi aziendali, settoriali ed individuali e voucher formativi (aziendali e individuali).
  3. 3. STRUMENTI DI ATTUAZIONE: I FONDI INTERPROFESSIONALI • I Fondi interprofessionali per la formazione continua, istituiti con la legge 388/2000, sono organismi associativi di diritto privato, che vengono istituiti in base ad accordi interconfederali stipulati "dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori maggiormente rappresentative sul piano nazionale" e si alimentano con il contributo dello 0,30% in base alle adesioni delle imprese. • L'obiettivo è diffondere la pratica dell'aggiornamento e della formazione nelle imprese italiane, "in un'ottica di competitività delle imprese e di garanzia di occupabilità dei lavoratori" (art. 118). •Nelle intenzioni del legislatore è quindi chiaro che la formazione è la chiave di volta per la crescita delle imprese e l'occupabilità dei dipendenti.
  4. 4. I FONDI INTERPROFESSIONALI I più importanti Fondi interprofessionali sono: QUADRI OPERAI IMPIEGATI DIRIGENTI
  5. 5. • E’ il punto di riferimento per la formazione efficace e di qualità. FONDIMPRESA • Finanzia la formazione dei lavoratori nelle imprese aderenti. Promuove la cultura della formazione come strumento essenziale per l’innovazione, lo sviluppo, la tutela dell’occupazione, la valorizzazione del capitale umano. • E’ aperto ad aziende di ogni settore e dimensione. • Per numero di imprese aderenti e attività realizzate, è di gran lunga il primo dei Fondi interprofessionali in Italia. • E’ il Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.
  6. 6. FONDIRIGENTI • Fondirigenti è il Fondo interprofessionale per la formazione continua dei dirigenti promosso da Confindustria e Federmanager. • L’adesione è gratuita e consente a ogni azienda di utilizzare in tempo reale le proprie risorse, gestire online i piani formativi, usufruire di tutti gli strumenti e dei servizi per lo sviluppo della cultura manageriale.
  7. 7. IL PROCESSO DELLA FORMAZIONE CONTINUA 1. Analisi dei fabbisogni formativi 2. Progettazione del Piano formativo 3. Presentazione del Piano all’azienda/Ente Finanziatore (Fondirigenti, Fondimpresa, Regione Toscana, etc.) 4. Gestione del Piano formativo 5. Gestione completa dei rapporti con Ente Finanziatore 6. Rendicontazione Piano
  8. 8. UN CASO AZIENDALE: KNORR-BREMSE «Vogliamo fornire in tutto il mondo un contributo decisivo alla sicurezza delle persone sui binari e sulle strade.» Il gruppo Knorr-Bremse è il primo produttore mondiale di sistemi frenanti per veicoli commerciali e ferroviari. La sede aziendale principale si trova a Monaco di Baviera. In qualità di avanguardia tecnologica guida in maniera decisiva da oltre 110 anni lo sviluppo, la produzione, la distribuzione e l’assistenza di moderni sistemi frenanti. La società ha generato nel 2017 un fatturato di 6,24 miliardi di euro e ha impiegato circa 28.000 dipendenti nel mondo.
  9. 9. PROGETTO FORMATIVO «LEADERSHIP» OBIETTIVI E FINALITA’ del PROGETTO • Lo scopo è di formare adeguatamente ed accrescere le già alte competenze del dirigente dell’azienda attraverso lo svolgimento di un percorso specifico di leadership e di sviluppo manageriale. • Durante le 16 ore di formazione, il dirigente assumerà le competenze sopraddette affinché il suo team riesca a raggiungere i risultati desiderati in un clima positivo e di fiducia reciproca. • Il corso permette al destinatario di sviluppare il proprio stile di leadership, di osservare e riconoscere i principali fenomeni della dinamica di team, di imparare a collaborare e a presentare ai colleghi le proprie proposte in modo chiaro e convincente ed infine di saper conciliare le proprie esigenze con quelle altrui.
  10. 10. • Alla fine di questi laboratori, il partecipante elaborerà un Action Plan per applicare la strategia di soluzione del problema individuata con il docente. • La parte teorica viene alternata ad esercitazioni individuali, role playing, role playing con utilizzo della telecamera ed analisi dei casi. • La convinzione che guida il coach/docente permette che il corso sia vissuto dalle persone come una "sfida" finalizzata a far sì che chi partecipa porti poi in azienda quanto ha appreso nel corso di formazione per creare valore innanzitutto per sé stesso e conseguentemente per l'azienda in cui si trova ad operare. PROGETTO FORMATIVO «LEADERSHIP» IL PIANO FORMATIVO • Il corso ha durata di 16 ore a cui partecipa il dirigente dell’azienda
  11. 11. • Orientamento alla relazione e orientamento al compito. • Lo stile direttivo, partecipativo, persuasivo, delegante • L'esercizio della leadership • La gestione dei collaboratori • Migliorare la performance del team con feedback • L'importanza della competenza e della motivazione nella performance PROGETTO «LEADERSHIP» CONTENUTI DIDATTICI
  12. 12. GRAZIE PER L’ASCOLTO

×