Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
COMPLEXITY INSTITUTE - APS
Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106
www.complexityinstitute.it
complex.inst...
COMPLEXITY INSTITUTE - APS
Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106
www.complexityinstitute.it
complex.inst...
COMPLEXITY INSTITUTE - APS
Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106
www.complexityinstitute.it
complex.inst...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

La scheda del libro consigliato da S. Simoni "Il comune denominatore" di L. Baldecchi Arcuri

261 views

Published on

Scheda del libro consigliato da da S. Simoni "Il comune denominatore" di L. Baldecchi Arcuri - al Complexity Literacy Meeting organizzato dal Complexity Institute ad Abano Terme dal 18 al 20 novembre 2016

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

La scheda del libro consigliato da S. Simoni "Il comune denominatore" di L. Baldecchi Arcuri

  1. 1. COMPLEXITY INSTITUTE - APS Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106 www.complexityinstitute.it complex.institute@gmail.com LA SCHEDA DEL “LIBRO CONSIGLIATO” Dal Lettore: Simonetta Simoni 1. TITOLO: Il comune denominatore In forma sonata ciclica 2. AUTORE: Lidia Baldecchi Arcuri EVENTUALI NOTE SULL’AUTORE Pianista, insegnante al conservatorio tra l’Italia e l’Australia, ha collaborato con alcuni tra i più grandi musicisti e direttori del 900, da Marta Argherich a Riccardo Muti. 3. CASA EDITRICE Format Edizioni Bologna 4. ANNO PUBBLICAZIONE 2016 5. BANDELLA LATERALE con breve descrizione dei contenuti del “Libro Consigliato” La curiosità di Lidia Baldecchi Arcuri verso “Il comune denominatore”, la capacità di connettere diversi campi del sapere umanistico attraversa tutta la sua vita di pianista e di insegnante, ne costituisce ciò che lo psicologo James Hillman chiamava “il codice dell’anima”, tra vocazione e destino. Né biografia artistica né manuale di pianoforte (pur avendo una parte centrale dedicata alla tecnica pianistica), questo libro è strutturato in forma di sonata ciclica, aperta alle divagazioni, dove alcune questioni fondamentali tornano e si sviluppano naturalmente. Quali i princìpi che ritornano e le connessioni tra la musica, il teatro, l’architettura, le leggi dell’universo, la sezione aurea e la storia dell’uomo? Cosa ci permette di percepire e creare armonie e bellezza? Cosa significa trasmettere, insegnare, educare attraverso l’ascolto, con equilibrio tra metodo-struttura e spazio per la libertà individuale?
  2. 2. COMPLEXITY INSTITUTE - APS Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106 www.complexityinstitute.it complex.institute@gmail.com
  3. 3. COMPLEXITY INSTITUTE - APS Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106 www.complexityinstitute.it complex.institute@gmail.com 6. INDICE DEI CAPITOLI PRINCIPALI Parte prima: Esposizione Sonata ciclica autobiografica Parte seconda: Sviluppo. Bottega Bottega, anima, libertà Sempre in bilico Schemi mentali L’ascolto dell’inudibile Parte terza: Ripresa Comuni denominatori La libertà impone ordine Vecchie e nuove prospettive La divina proporzione 7. PERCHE’ CONSIGLIO QUESTO LIBRO (max 300 parole) Attraverso la formula dei dialoghi con gli allievi, Lidia Baldecchi Arcuri ci mostra la trama di un pensiero complesso che esige struttura e libertà, capacità di connettere e di rischiare l’eccesso…eccesso di domande, di piste di ricerca, di escursioni in campi del sapere lontani ed eterogenei. Tra arte, musica, insegnamento del pianoforte, incontri con maestri del ‘900: ecco dunque che cosa è il ‘comune denominatore’: quella misteriosa e un po’ rabdomantica lievitazione della conoscenza di sé e del mondo che nasce da conversazioni e da una struttura di pensiero reticolare e sistemica. Non si tratta di un’autobiografia e nemmeno di un manuale di tecniche pianistiche: il mero ricordo è solipsistico, il segno, invece, è dialogico e generativo. Per me personalmente, editore e co-curatore del libro, un incontro importante e un apprendimento profondo dei nuovi significati delle parole, in una continua traduzione /scivolamento tra paradigmi.

×