Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Emilio Iannarelli
Complexity Management Literacy Meeting 2015
Nella misura in cui i rischi globali
sfuggono ai normali metodi scientifici
di imputabilità e configurano un
ambito di rel...
1970
1980
1990
Questo periodo di instabilità e di friabilità
del potere è L’età del Caos, un’epoca che
scorre instabile lungo le linee di...
La matrice del rischio: uno strumento di management
La scala del coinvolgimento: uno strumento di governance
Un RISCHIO GLOBALE
è un evento o una condizione incerta che, in caso
di accadimento, può causare nei successivi 10 anni
un...
Un TREND è definito come
un pattern di lungo periodo,
attualmente in corso, che
può amplificare i rischi
globali e/o alter...
Global Risks Perception Survey
Tra giugno e settembre 2014 ad un gruppo di circa 900 soggetti
selezionati dal WEF (e per l...
… ma non sappiamo nulla sui loro stili di pensiero
Gli dei ci creano tante
sorprese:
l'atteso non si compie,
e all'inatteso
un dio apre la via
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli

873 views

Published on

"Consiglio questo libro perché, anche in lettura comparativa con i report prodotti negli anni precedenti, consente di focalizzare lo scenario dei rischi “sistemici” del nostro pianeta che caratterizzano e condizionano il benessere dei popoli e lo sviluppo economico.
I risultati dell’indagine, efficacemente ed estesamente rappresentati nel report (e in modo anche più utile in una parallela sezione “dinamica” del sito), possono aiutare a comprendere le complesse dinamiche sistemiche in cui si sviluppa la nostra azione, e possono anche, a mio parere, costituire un ottimo spunto di ragionamento per quanti sono coinvolti e/o interessati allo sviluppo e all’applicazione di una quanto mai necessaria “pedagogia della complessità”.

Published in: Science
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Global Risks 2015 - Al Complexity Management Literacy Meeting il testo presentato da Emilio Iannarelli

  1. 1. Emilio Iannarelli Complexity Management Literacy Meeting 2015
  2. 2. Nella misura in cui i rischi globali sfuggono ai normali metodi scientifici di imputabilità e configurano un ambito di relativo non-sapere, la percezione culturale, ossia la fede nella realtà o nell'irrealtà del rispettivo rischio mondiale assume un'importanza centrale. I pericoli dell'energia atomica ecc. non possono essere né visti, né ascoltati, né gustati, né annusati. E dunque, cosa può fare nella società mondiale del rischio il "cittadino consapevole" che non ha organi di senso per questi pericoli prodotti dal progresso e di conseguenza è privato della sovranità del proprio giudizio? Ulrich Beck
  3. 3. 1970 1980 1990
  4. 4. Questo periodo di instabilità e di friabilità del potere è L’età del Caos, un’epoca che scorre instabile lungo le linee di frattura che stanno sconvolgendo il mondo. Eppure nel Caos di questi anni, nella nuova politica alla House of Cards, c’è una fascinazione profonda, una forza creativa e propulsiva, una seduzione che ci spinge a considerare l’entropia generale come una risorsa strategica. Le élite del futuro, spiega Rampini, guerriglieri atipici e creatori di start-up, vedono nell’instabilità la loro grande chance, la loro azione è, come dicono gli americani, disruptive, dirompente. Puntare lo sguardo soltanto sugli aspetti negativi di questo fenomeno ci porterà alla deriva, per questo è necessario un approccio alternativo che ci permetta di vedere nel Caos la promessa di nuove, illimitate possibilità.
  5. 5. La matrice del rischio: uno strumento di management
  6. 6. La scala del coinvolgimento: uno strumento di governance
  7. 7. Un RISCHIO GLOBALE è un evento o una condizione incerta che, in caso di accadimento, può causare nei successivi 10 anni un un significativo impatto negativo su diversi Stati o settori industriali
  8. 8. Un TREND è definito come un pattern di lungo periodo, attualmente in corso, che può amplificare i rischi globali e/o alterare le relazioni tra gli stessi
  9. 9. Global Risks Perception Survey Tra giugno e settembre 2014 ad un gruppo di circa 900 soggetti selezionati dal WEF (e per la gran parte affiliati al WEF) viene chiesto di esprimere valutazioni sull’importanza relativa dei rischi globali individuati, sulle loro interrelazioni e sull’influenza dei trend in atto rispetto all’evoluzione futura dei rischi stessi
  10. 10. … ma non sappiamo nulla sui loro stili di pensiero
  11. 11. Gli dei ci creano tante sorprese: l'atteso non si compie, e all'inatteso un dio apre la via

×