Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Convegno "Lavoro Sicuro...in Sicurezza - Ercolano (23.05.2012)

1,182 views

Published on

Progetto "Cocci: il Mosaico dei Cittadini Attivi" vincitore del bando di concorso per le scuole di ogni ordine e grado emanato dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca nell’ambito delle iniziative previste dalla carta d’intenti tra MIUR, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e INAIL. 752 i progetti presentati, 48 le scuole vincitrici in Italia, 6 scuole vincitrici in Campania.Visita il sito www.coccicittadiniattivi.it

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Convegno "Lavoro Sicuro...in Sicurezza - Ercolano (23.05.2012)

  1. 1. Mercoledì 23 Maggio 2012Istituto Superiore “A.Tilgher” – Ercolano“Lavoro Sicuro…in Sicurezza” Costituzione, Cittadinanza e Sicurezza
  2. 2. LA SCUOLA IN LUTTOLa scuola , il luogo dove si coltivanosogni,speranze e si costruiscono le basiper il futuro, è diventata un luogo dimassacro e di morte.Tutti noi operatori della scuola , genitoried alunni siamo annichiliti ….sabato èstato colpito il cuore della società civileed i sogni di Melissa sono stati distrutti.Le ferite indelebili negli studenti diBrindisi segneranno comunque il lorofuturo ed il rivolo del dolore è nei cuoridi tutti….per sempre!!!Con rabbia ed indignazione urliamo“mai più”Con dolore abbracciamo tutti glistudentiCon forza continueremo a seminaregiustizia e legalità A MELISSA…
  3. 3. OPERAI A LAVORO TRA LE VITTIME DEL TERREMOTO IN EMILIA Gerardo Greco, napoletano, 57anni.“Stava pulendo il forno della fabbrica – racconta lamoglie singhiozzando – e non si è accorto delle scosse”. Sognava la pensione che sistava avvicinando, il suo mare dove tornare, una vita nuova dopo la fatica di un’esistenzaal Nord, tra cassa integrazione in una ditta bolognese. Arriva la scossa delle 4 delmattino, Gerardo è a lavoro come turnista.Gli è crollato il tetto in testa.
  4. 4. LE VITTIME DELLA CRISI ECONOMICA: DEPRESSIONE E SUICIDIO Sono già 65 dalliniziodellanno i suicidi legati alla crisi economica. Ci sono imprenditori che non riescono a pagare le tasse, lavoratori dipendenti che hanno perso il lavoro o di aziende in crisi e disoccupati che il lavoronon riescono più a trovarlo. Da oggi iniziamo a monitorare anche questetragedie che non si possono considerare infortuni sullavoro, ma che hanno per la loro drammaticità un forte impatto sociale.
  5. 5. QUATTRO MESI DI MORTI BIANCHE: 137 LE PERSONE CHE HANNO PERSO LA VITA AL LAVORO. Vacanze di Pasqua, Festa dellaliberazione, non hanno rallentato il bilancio delle morti bianche nel mese di aprile. Sono state 29 le vittime registrate dall’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering.E salgono così a 137 i decessi censiti “Ai morti sui luoghi di lavoro,nei primi quattro mesi del 2012. Un napoletani, italiani, stranieri infortunio tragico per ogni giorno della settimana dal lunedì alla uccisi nei cantieri, nelle fabbriche, nei domenica. campi, Unico dato positivo è che rispettoallo stesso periodo del 2011 è stata di chi doveva garantirne la sicurezza, rilevata una flessione della a tutti quei lavoratori e lavoratricimortalità pari al 13,3 per cento. Ma i decrementi non cancellano vittime di chi considera il denaro l’emergenza né i lutti che rimangono appunto parte della più importante della vita degli uomini” quotidianità del nostro Paese. Il Comune di Napoli pose 1 Maggio 2012
  6. 6. DISPERSIONE SCOLASTICA E LAVORO MINORILE La dispersione scolastica raggiunge livelli allarmanti, come nel caso della Campania, dove20.520 minori con meno di 14 anni hanno abbandonato la scuola tra il 2005 e il 2009, e dove si registra spesso un legame diretto con il lavoro minorile o conl’accudimento familiare per le ragazze, ma anche l’impiego nella criminalità organizzata con rischi enormi per chi ne è coinvolto
  7. 7. CHE COS’È “CITTADINANZA, COSTITUZIONE E SICUREZZA” Il testo unico sulla sicurezza nell’art. 11 prevede un approccio preventivo legato a costanti attività di integrazione tra il mondo del lavoro e la scuola. Da ciò nasce la sottoscrizione, il 24 giugno 2010, di una Carta d’Intenti tra Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca(MIUR), il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (MLPS) e In attuazione a quanto disposto dalla Carta l’Istituto Nazionale per d’intenti è stato quindi realizzato, dal l’Assicurazione contro gli MIUR, dal MLPS e dall’INAIL in Infortuni (INAIL). collaborazione con l’Indire-ANSAS, il bando di Nel documento le istituzioni concorso “Cittadinanza, Costituzione e coinvolte assumono l’educazione alla sicurezza sul lavoro, alla Sicurezza”, finalizzato all’individuazione di 48legalità e alla responsabilità come progetti, di innovazione organizzativa e tema interdisciplinare e didattica sul tema della sicurezza, proposti da trasversale alla più ampia offerta consorzi di scuole. formativa.
  8. 8. SISTEMA INTEGRATO DI RETE E’ necessario conferire al tema della salute e della sicurezza sul lavoro dignità di una vera e propria scienza didattica Risulta fondamentale una reciproca collaborazione tra scuola e Inailnell’ottica di prevenzione ed azione sui modelli formativi per la creazione diuna “mentalità sensibile” e di “remora morale nell’accettare il rischio”“La sicurezza deve diventare un modo di pensare alle cose” “La salute fonde tutti i diritti di CITTADINANZA e quindi della COSTITUZIONE”“Etica di responsabilità” “Sicurezza e salute” “Comprendere il rischio “Prevenire”
  9. 9. LA SICUREZZA COSTA: MA QUANTO COSTA LA SALUTE? E QUANTO VALE UNA VITA UMANA? Il costo sociale ed economicolegato alla mancata tutela della salute nei luoghi di lavoro: 800.000 infortuni l‘annocostano allo Stato Italiano circa45 miliardi di € pari al 3% del PILDa recenti dati INAIL risulta che la "non-sicurezza" presenta costi elevatissimi. Tutto ciò senza considerare gli infortuni non dichiarati ma soprattutto a questa stimamanca il valore della vita umana Ogni anno in Campania ci sonopiù di 1000 infortuni sul lavoro a fronte di una spesa per la prevenzione pari a circa 1,2 milioni di euro.
  10. 10. CRISI NEL MONDO DEL LAVORO: PRECARIETÁ E ILLEGALITÁ “L’illegalità è Non Sicurezza” La crisi economica genera un rapporto di “sudditanza”verso chi offre il lavoro ed una “diminutio” dei diritti costituzionali. Diritto al Lavoro Diritto alla Salute Diritto alla Sicurezza ART. 35 La Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni.La mancanza di lavoro spinge molto spesso verso lavori al nero ed illegali. L’aumento dei lavori precari pone la problematica della prevenzione e formazione.
  11. 11. 23 Maggio 1992 – 23 Maggio 2012 20 Anni dalla Strage di Capaci“Perché una societàvada bene, si muova nelprogresso, nellesaltazione dei valori dellafamiglia, dellospirito, delbene, dellamicizia, perché prosperi senzacontrasti tra i variconsociati, per avviarsi La Città di Ercolano ricorderà il Giudice, laserena nel cammino moglie e gli agenti di scorta con una fiaccolataverso un domani della legalità alle ore 20.00 dalla Stazione della Circumvesuviana al Museo Archeologicomigliore, basta che Virtuale insieme alla Carovana di Liberaognuno faccia il suo
  12. 12. La consegna della targa celebrativa in occasione del Convegno di CCS a Roma il 30 Marzo 2012 Grazie per l’attenzione Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Giovanna Tavani LE SCUOLE IN RETE

×